3
giugno

RAI PREMIUM – REPLICHE DI UN POSTO AL SOLE E SERIE STRANIERE IN ARRIVO. IL CANALE PERDE IDENTITA’?

Un posto al sole

DM lo aveva chiesto al direttore Roberto Nepote proprio qualche mese fa:perché non mandate in replica su Rai Premium Un posto al sole?”. La cosa s’ha da fare: dal 24 giugno verranno trasmessi tutti gli episodi degli ultimi 10 anni in un doppio appuntamento dal lunedì al venerdì dalle ore 14:15 circa. Questa sarà l’unica novità “made in Italy” di spicco del palinsesto estivo del daytime. In estate, infatti, il canale rafforzerà la parte di programmazione importata dall’estera.

Se bisognerà aspettare il 17 giugno per l’arrivo di Betty la Fea (clicca qui per maggiori info), da oggi al via Las Vegas. La serie su un casinò diretto da un ex-agente della CIA terrà compagnia fino al 6 settembre alle 13.35 per un totale di tre stagioni. Dal 3 luglio all’8 agosto alle ore 9:00 dal lunedì al venerdì, con replica notturna, spazio alla corsa verso il successo hollywoodiano di Entourage, mentre dal lunedì al venerdì alle 9:45 continuano fino al sei settembre le indagini sotto copertura di Stingers.

Titoli che vanno ad affiancarsi a quelli di altri prodotti stranieri che hanno occupato negli ultimi mesi la programmazione mattutina, cambiando a poco a poco la natura stessa della rete che fa della fiction il proprio ‘core’. Se infatti l’introduzione delle telenovelas brasiliane quali Terra Nostra, La forza del desiderio o la storica Perla Nera si allineano ai temi classici dei nostri prodotti pensati per il grande pubblico, non si può dire lo stesso del bioterrorismo sotterraneo in Whatch Over me. Una scelta apparentemente infelice, forse dettata dal bisogno di rinverdire la programmazione o come spiegato da Nepote a DM da esigenze “superiori” (A proposito di un errore di programmazione del quale si pente aveva risposto: “Per ottemperare alle direttive aziendali ho dovuto mandare in onda delle serie in magazzino. Molte cose non le avrei mandate in onda, non erano in linea con il canale“).

Il problema è che gli appassionati di fiction italiana così facendo non avranno più la certezza di sintonizzarsi su Rai Premium a qualsiasi ora e trovare ciò che fa al caso loro. Certo, per anni alcuni evergreen li hanno “tormentati” a tutte le ore ma tra gli ormai conosciutissimi Orgoglio, Incantesimo e Commesse spuntava sempre qualche chicca del passato non riproposta spesso ma che aveva lasciato il segno, come I ragazzi del muretto o Le ragazze di piazza di Spagna. E anche se Don Matteo viene replicato a più riprese anche sulla tv generalista, c’era sempre chi se l’era perso e lo recuperava in orari comodi. Invece ormai anche i canali tematici targati Rai mescolano le carte e confondono le acque, scambiandosi i programmi. Basti dire che la serie Rush passa da Rai Premium a Rai Movie.

E questa, più che contaminazione e allargamento di orizzonti, sa tanto di perdita d’identità.



Articoli che potrebbero interessarti


Lorenzo Sarcinelli e Gennaro Esposito
Un Posto al Sole: anticipazioni 4 – 8 dicembre 2017. Lo chef Gennaro Esposito guest star in un episodio


Germano Bellavia
Un Posto al Sole: anticipazioni 27 novembre – 1 dicembre 2017


Davide Devenuto
Un Posto al Sole: anticipazioni 20 – 24 novembre 2017


samanta piccinetti
Un Posto al Sole: anticipazioni 13 – 17 novembre 2017

7 Commenti dei lettori »

1. fabulous ha scritto:

3 giugno 2013 alle 12:36

francamente non capisco questa svolta. alcune serie americane sembrano più adatte a rai4. le telenovele pare che funzionino e quantomeno sono in target con le fiction rai. avrei voluto le repliche di un posto al sole,fin dalla prima puntata



2. Mattia Buonocore ha scritto:

3 giugno 2013 alle 13:02

@fabulus il problema è che Rai1 in estate diventa Rai Premium in molti slot :-)



3. Marco89 ha scritto:

3 giugno 2013 alle 13:39

Confermo quanto scritto nell’ articolo, c’ è sempre meno roba italiana, per dirla in modo franco. E si vedono anche gli ascolti, calati in modo notevole. Addirittura in palinsesto non c’ è più Julia, c’è una puntata intera di Capri…peccato comunque, un canale partito molto bene ma che sta come avete giustamente fatto notare, perdendo d’ identità.
@ Mattia: ok, lo Sbirro e Don Matteo saranno su Raiuno, ma se volesse, la Rai di fiction da mandare su Rai Premium ne avrebbe a manetta.
Perchè per esempio non replicare ” Una grande famiglia”?. Bisogna sorbirsi ” La squadra” di giorno, di sera, in seconda serata…l’ ultima serie che ho rivisto volentieri è stata ” Amanti e segreti 2″.
Pure ” Raccontami”…avevano paura a replicare anche la seconda stagione? Mah. Mi perdo in queste logiche anche se mi rendo colpo che la colpa non è del direttore. A questo punto, eliminassero un canale.



4. Marco89 ha scritto:

3 giugno 2013 alle 13:43

Senza considerare che Incantesimo è stato spostato alle 6 di mattina, quando sarebbe il prodotto ideale per il canale. Non credo abbassasse la media nel preserale.



5. matwo ha scritto:

3 giugno 2013 alle 14:05

Inoltre entourage e watch over me erano già state trasmesse e replicate su rai4 !



6. Luna90 ha scritto:

3 giugno 2013 alle 14:10

Rai Premium dovrebbe trasmettere solo le fiction italiane e straniere (quindi anche le soap). FICTION e non TELEFILM.
Rai Movie dovrebbe trasmettere solo FILM.
Non capisco perchè fanno tutto il contrario.



7. dumurin ha scritto:

5 giugno 2013 alle 15:47

Rai Premium dovrebbe trasmettere serie simil-soap italiane come Vento di Ponente (che ha replicato qualche volta ma sarebbe giusto replicarla tutta in estate), Affari di famiglia (una vecchia fiction della Rai degli anni ‘90 molto in stile soap opera con protagoniste Florinda Bolkan e Catherine Spaak) e altre soap americane (Capitol, Dallas, Dynasty, Santa Barbara, Quando si ama, Destini o Stagioni, Secrets ecc), oltre alle telenovelas sudamericane.

Che questo segno di perdita di identità significhi che intendono fondere assieme RaiPremium e Raimovie? Già il direttore della Rai ha detto che 14 canali sono troppi, quindi c’è da pensare che forse intendono raggruppare alcuni canali assieme…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.