12
maggio

ELISABETTA PELLINI: DOPO ROSSO SAN VALENTINO UN RUOLO DA PROTAGONISTA?

Elisabetta Pellini

Da Un Medico in Famiglia a Capri, passando per Distretto di Polizia, Rex, Elisa di Rivombrosa, Incantesimo, e le più recenti Le tre rose di Eva e Rosso San Valentino. Elisabetta Pellini è uno dei volti più richiesti e presenti della fiction italiana. Una presenza intensa quella sul piccolo schermo, inversamente proporzionale a quella sulle riviste di gossip e feste mondane. L’attrice nata a Sorengo, in Svizzera, è, infatti, uno dei personaggi più discreti e defilati del panorama televisivo (qui la nostra intervista).

Nessun amore all’attivo con un calciatore, nessuna dichiarazione ad effetto, e neppure uno scandalo in grado di regalarle copertine e popolarità presso il grande pubblico. Sarà forse per questo che, a differenza di molte sue colleghe decisamente meno titolate, non è ancora riuscita ad ottenere un ruolo da protagonista assoluta in una delle tante fiction a cui a preso parte. E’ accaduto anche in Rosso San Valentino, il recente successo di Rai1, nel quale il ruolo femminile principale è finito nelle mani della rumena Alexandra Dinu, la cui recitazione incerta ha fatto il paio con un imbarazzante ma inevitabile doppiaggio, vista la non proprio perfetta conoscenza della lingua italiana da parte dell’attrice.

La Pellini, in questo caso, si è dovuta accontentare di un ruolo secondario, quello della cattivissima Daria Danieli, dark Lady, donna anaffettiva e madre snaturata, che nell’ultimo appuntamento ha però conquistato maggiore spazio, movimentando il finale. Chissà che proprio la performance da vera stroxxa non possa portare all’attrice un ruolo da protagonista, come peraltro auspicato tempo fa da lei stessa in una nostra intervista.

“Mi piacerebbe molto avere un ruolo da protagonista, l’ideale sarebbe un bel film thriller o noir. Dopo tanti anni è normale ambire ad un ruolo più consistente rispetto a quelli che mi offrono attualmente, e che comunque mi piacciono.”

Un ruolo di primo piano potrebbe magari in futuro arrivare da una fiction a marchio Endemol, dove la Pellini è ormai di casa. Dopo Un amore e una vendetta, Le tre rose di Eva e Rosso San Valentino, l’attrice ha, infatti, preso parte anche alle riprese di Provaci ancora Prof 5 con Veronica Pivetti, e di Il Signore sia con te, miniserie in 4 puntate con Virna Lisi. Entrambe prodotte da Endemol per la Rai. Da qualche settimana è invece tornata a vestire i panni di Laura Sommariva sul set della seconda stagione de Le tre rose di Eva, in onda il prossimo autunno su Canale5.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


le tre rose di eva - personaggi Martina Pinto
LE TRE ROSE DI EVA 3: LE PROTAGONISTE FEMMINILI. MARTINA PINTO E SARA ZANIER TRA LE NEW ENTRY


pellini02[1]-1
ELISABETTA PELLINI A DM: E’ UN PROBLEMA SPOGLIARMI SUL SET. SONO PIENA DI PUDORI E INSICUREZZE.


ELISABETTA PELLINI
ELISABETTA PELLINI A DM: LUCA BASTIANELLO STA MOLTO SULLE SUE E MANGIA TROPPE CAROTE


Elisabetta Pellini (1)
ELISABETTA PELLINI A DM: “QUATTRO ANNI FA IL PRIMO PROVINO PER LE TRE ROSE DI EVA. SARO’ SPIETATA IN ROSSO SAN VALENTINO”

2 Commenti dei lettori »

1. Marco89 ha scritto:

12 maggio 2013 alle 15:32

Concordo! Da protagonista non so, sicuramente la parte della cattiva le riesce alla grande, sia per la gestualità che per l’ espressività. Spero per lei che si muovano più prospettive e soprattutto più importanti. In Incantesimo era terrificante!
Merita, vedendo anche che l’ Arcuri è la paladina della fiction Ares e moltissime attrici sono a lei inferiori, dalla Bonev alla Colombari, le prime che mi son venute in mente. Si è visto poi che nel corso degli anni è molto migliorata.
Sorvoliamo sulla Dinu…non avevano un paio di euro in più per il doppiaggio? E poi perchè noi dobbiamo far lavorare attori stranieri, spesso incapaci, e all’ estero non fanno lavorare mai i nostri??? Non c’ era un’ attrice italiana valida?



2. Peppe93 ha scritto:

12 maggio 2013 alle 18:41

Lo meriterebbe davvero. E’ bravissima.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.