16
novembre

PECHINO EXPRESS. SEMPLICEMENTE BELLO.

Alessandro Sampaoli e Debora Villa

C’erano una volta dieci coppie, ognuna con un determinato dono da elargire al mondo per renderlo un posto migliore: la magistrale padronanza dell’inglese delle Veline, l’ironia sprezzante a punte velenose di Costantino Della Gherardesca e i capricci chiccosi di Simona Izzo. Le dieci coppie dovevano intraprendere un faticoso viaggio che li avrebbe portati verso terre sconosciute e meravigliose: dall’India alla Cina. A guidarle nella loro magica e pericolosa avventura c’era un Principe, pronto a dispensare consigli e a guidare spiritualmente le anime dei valorosi eroi alla volta di Pechino.

Va bene, abbandoniamo i toni idillici e ovattati di una favola di Hans Christian Andersen e torniamo alla realtà, perché è di questo che stiamo parlando: di un fenomeno che ha messo d’accordo tutti (o quasi), pubblico e critica, e che  è finalmente  riuscito ad aggiudicarsi, nella serata di ieri, un ascolto pari al 9,11% di share. Ascolto poco entusiasmante ma per una volta… chissenefrega! Parliamo di Pechino Express, il reality on the road condotto da Emanuele Filiberto e vinto da Alessandro Sampaoli e Debora Villa che è riuscito a riportare in auge un tema così antico e adrenalinico come quello del viaggio, con un linguaggio diretto e visivamente impeccabile, riuscendo a far immergere lo spettatore in quei luoghi e in quelle imprese in maniera naturale e coinvolgente.

Ottimo il cast. Pechino Express ha messo in pedi uno dei cast migliori dei programmi degli ultimi anni, inserendo un microcosmo di anime pulsanti e di personaggi caratterizzanti in un macrocosmo di usi e costumi come l’Asia. C’era di tutto: le belle ragazze ingenue e arzille; la madre petulante e il figlio ‘difficile’; lo zio ironico e il nipote buonaccione; il fidanzato irascibile e la ragazza remissiva e stralunata.

Il montaggio serrato, i colori caldi e accessi e una fantastica colonna sonora costituivano, poi, la cornice ideale per inserire le sfide e le avversità incontrate dai concorrenti nel corso del viaggio.

Cosa non ha funzionato? Poco. Il meccanismo di alcune prove, prevedibili e già viste nel panorama televisivo della generalista che, anziché stupire o scandalizzare, finivano con il divertire per la loro veste beffarda. Basti pensare all’assaggio pietanze per nulla invitanti a base di ramarri, scorpioni e cavallette, riesumate dai pasti dimessi de La Talpa; oppure alla prova di cucina alla mercé di cinesi esperti dell’arte culinaria che fa molto Prova del cuoco o, ancora, all’apertura della “brutta brutta brutta” busta nera già vista nella casa del Grande Fratello. Per carità, non si butta via nulla, ma la vera adrenalina è arrivata proprio durante la finale, in quei minigiochi inaugurati nel cuore di Pechino che vedevano i finalisti dimenarsi da una parte all’altra della città sfidando 37 gradi e lottando contro il tempo per raggiungere il traguardo.

Filiberto ha fatto del suo meglio intervenendo quanto basta. La presenza di un conduttore eccessivamente protagonista e carismatico avrebbe soffocato il programma impedendo ai suoi protagonisti di arricchirlo con il proprio vissuto e il proprio carattere. L’assenza dello studio e del televoto, individuato da Giancarlo Leone via Twitter come la vera svolta del genere del reality, è stata sicuramente rischiosa, anche se decisamente relativa. Ciò che interessava in Pechino Express erano sicuramente i tempi, gli spazi e le culture piuttosto che la gara in sè.

All’inizio di questa avventura eravamo partiti con un timido sette d’incoraggiamento che Pechino Express, impegnandosi a fondo e studiando strenuamente, è riuscito a tramutare in 9, per aver restituito al pubblico quello che da troppo tempo mancava nei reality d’oggigiorno: emozione e adrenalina.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Rafael Amargo
Pechino Express 2017: impazza il toto concorrenti. Arca, Amargo, Elia, Scilla in lizza


Andrea Damante e Giulia De Lellis - Uomini e Donne
Uomini e Donne Express per San Valentino


Tina Cipollari
UOMINI E DONNE 2016/2017: TINA CIPOLLARI CI SARA’ (DALLA PRIMA PUNTATA)


Pechino Express 2016, Le Naturali
PECHINO EXPRESS 2016: ECCO LE OTTO COPPIE

47 Commenti dei lettori »

1. Gigi Gx ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:15

Già partiamo malissimo: “10 coppie di vip”. Se lallero!
Comunque, Pechino Express è piaciuto anche a me.



2. Davide Maggio ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:15

Gigi Gx: non ti agitare.



3. Nicola ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:16

Ma io voglio la testa di quelli che hanno deciso di mettere P.E. nella stessa sera di XF6, perché io seguo in prima tv il talent musicale e una cosa in replica non la riesco a seguire!



4. Davide Maggio ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:19

Nicola: d’accordo con te. Non nel volere la testa, ma nel ritenere la scelta decisamente fastidiosa :D



5. osservatore ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:32

eppure avevano anche deciso di cambiare il giorno di messa in onda ma poi hanno bloccato tutto. il mercoledì era totalmente vuoto, rispetto al giovedì pieno di offerte. contenti loro nell’aver avuto un ascolto inferiore alle potenzialità del programma



6. johli8 ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:39

ma dico io ma qndo hanno visto ke il giovedi era intasato da lo show dei record,da hill,piazza pulita (prima) santoro (poi) x factor e tutto il cucuzzame xk non hanno pensato di metterlo il martedi??ke la tv è deserta??io l’ho seguito dalla prima puntata,mi sono appassionato e devo dire che è stat un bel programma…spero ke a settembre venga riproposto.So ke mi odierete x quello ke sto x dire ma la presenza del principe non mi è dispiaciuta…forse anke x le poche apparizioni.E poi è il primo reality dove la finale termina alle 23.24 e non alle 2!!!



7. Conte Dracula ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:42

mi è piaciuto molto!!!



8. iki ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:45

D accordissimo…pechino express promosso pienamente…anche la conduzione…vogliamo la seconda edizione…



9. Mario Manca ha scritto:

16 novembre 2012 alle 13:49

La concorrenza del giovedì sera era davvero spietata, sia fra le reti “alleate” che fra quelle “avversarie”. Ma l’esperimento è perfettamente riuscito, sia sui contenuti che sulla immediata empatia dei suoi protagonisti. Altro che The Apprentice!!



10. Rock ha scritto:

16 novembre 2012 alle 14:10

ma davvero è così bello? ho prefertio xfactor da vedere.. se faranno una replica lo vedrò sicuramente.



11. Fiò ha scritto:

16 novembre 2012 alle 14:12

Mi sono appassionato al programma solo nelle ultime tre puntate. Concorrenti azzeccati e meccanismo avvincente. Spero in una nuova edizione, da un’altra parte del mondo, proprio per poter conoscere un altro pezzettino della nostra Terra.



12. Andrew ha scritto:

16 novembre 2012 alle 14:16

Concordo con il 9!
Davvero un bel programma, non me lo sarei aspettato!
Spero in una nuova edizione, magari con un percorso in altre parti del mondo…



13. Ariel ha scritto:

16 novembre 2012 alle 14:19

Semplicemente fantastico!
Mi aspettavo di cambiare canale cinque minuti dopo la messa in onda della prima puntata, mi sono ritrovata a contare i giorni che mancavano al giovedi sera!
Un applauso a scena aperta per i montatori del programma che hanno regalato immagine fantastiche, commoventi…un “bravo” da parte mia a Emanuele Filiberto, che ha condotto con molta semplicità ed umiltà, senza mai strafare o invadere eccessivamente il programma.
Bravi tutti! attendiamo fiduciosi la seconda edizione AL MARTEDI!



14. Laura ha scritto:

16 novembre 2012 alle 14:29

Partita prevenutissima, devo dire che questo reality mi ha presa puntata dopo puntata.
Merito del nuovo modo di concepire questo genere di programma, virato più verso un tentativo di reale conoscenza dei posti che visitavano che verso una simulazione di qualcosa(naufragio?vita contadina?!)come fino ad ora era stato per questo genere di programmi. Niente chiappe al vento fingendo di patire la fame su un atollo, ma immersione in culture e ambienti nuovi e diversi da quelli a cui siamo abituati.
Ben assortito il cast, in particolare i meritatissimi vincitori(ben contenta del ripescaggio) e il duo Costantino-Barù, simpatici e rispettosi delle culture e dei posti che visitavano. Menzione speciale alla coppia mamma&figlio, ossia Simona Izzo e Francesco Venditti: confesso che le loro esilaranti scenette sono state ciò che all’inizio mi ha invogliata a seguire il programma. Carini anche i ballerini e gli sportivi, peccato per l’eliminazione di questi ultimi che avrei preferito decisamente all’odioso Simone Rugiati con fidanzata al seguito.
E mi ha piacevolmente stupita anche la conduzione di Emanuele Filiberto, verso il quale ero prevenutissima ma che ho apprezzato per discrezione, semplicità ed educazione.
Spero in una seconda serie, sempre con un cast così azzeccato, che ci faccia conoscere un altro pezzettino di mondo.



15. Franco2 ha scritto:

16 novembre 2012 alle 14:35

“…è riuscito a tramutare in 9…”

Ohhh!! Approvo. Approvo. :)



16. Dario Manili ha scritto:

16 novembre 2012 alle 14:47

Meraviglioso!!!



17. illl ha scritto:

16 novembre 2012 alle 14:59

Programma fantastico!!!! Mi è piaciuto davvero tanto!!!! Emozionante, ben fatto, divertente … ottimo!!!



18. Superpat ha scritto:

16 novembre 2012 alle 15:19

Ottimo connubio cast,cultura,montaggio!fantastico



19. Alessio90 ha scritto:

16 novembre 2012 alle 15:30

Programma fantastico :D veramente divertente e appassionante.
Davide ma la seconda edizione ci sarà? Emanuele Filiberto qualcosa ha dichiarato, speriamo!



20. EndRiuU ha scritto:

16 novembre 2012 alle 15:50

E’ davvero piaciuto molto anche a me…

Prima che partisse pensavo fosse una ca**ata da solito reality, poi ho iniziato a seguirlo dalla seconda puntata e mi sono appassionato.

Un 9 a Simona Izzo col Figlio, un 10 a Costantino ed il nipote, un 6 all’insopportabile Simone Rugiati e alla coppia padre-figlio, un 10 e lode ;) all’inglese delle veline, un 8 pieno alla coppia di ballerini… ed un 8 anche al principe che nella media è stato semplice e simpatico, a parte qualche scatto ogni tanto di un po’ di antipatia…

9 pieno all’idea, al format e al reality. Spero che lo possano ripetere, cambiando qualcosina senza fare una copia spudorata della prima edizione. Bisognerebbe segure l’esempio delle prime due edizioni de La Talpa: il cast ed il viaggio sono fondamentali. Senza quello fallirebbe sicuro.

Saluti



21. EndRiuU ha scritto:

16 novembre 2012 alle 15:51

…dimenticavo: 10 e lode alla coppia dei comici, simpaticissimi, alla mano e si sono saputi compensare!



22. Gah! ha scritto:

16 novembre 2012 alle 16:30

Programma indegno di sostituire L’Isola dei Famosi, grande successo della scorsa stagione,costoso,con una media di ascolti a dir poco mediocre( la finale ieri non ha superato il 10%),secondo me e’ anche noioso e poco avvincente. Un reality e’ un reality se e’ in diretta e se fino all’ultimo non sai chi vince. Io non guarderei mai un programma finito mesi fa. Questo infatti NON e’ un reality,e’ un adventure game. Spero evitino di buttare via altri soldi facendo una seconda edizione. Ridateci L’Isola



23. Gah! ha scritto:

16 novembre 2012 alle 16:34

Ridateci L’Isola dei Famosi



24. Alessandro ha scritto:

16 novembre 2012 alle 17:24

Il concept del programma è assolutamente interessante, se si fosse fatta un po’ meno economia e un po’ più di campagna acquisti per il cast, il meccanismo ne avrebbe sicuramente giovato in allure!

Detto tutto ciò è innegabile che la Talpa e l’Isola avevano il loro gran fascino e mai capirò perché sono state accantonate.



25. johli8 ha scritto:

16 novembre 2012 alle 17:26

Gah!
vorrei ricordarti che nessuno all’inizio immaginava chi vincesse anzi tutti davano favoriti gli sportivi e invece…



26. teoz ha scritto:

16 novembre 2012 alle 18:10

Un bel programma che avrebbe meritato qualche punto auditel in più. Ci vuole molto a cambiare le abitudini dei telespettatori sopratutto quelli dei reality ma col tempo Pechino Express ha segnato una profonda innovazione in Italia sul fronte del docu-reality. Il cast forse non era il massimo però il carattere esce fuori per forza in un avventura così.
Seppur il principe nn abbia fatto male reputo cmq buono cambiare il presentatore. Dunque io do un 7 anche adesso. un Buon prodotto che ha mille potenzialità da sfruttare.



27. lele ha scritto:

16 novembre 2012 alle 18:27

peccato per la collocazione nel palinsesto settimanale, meritava molto di più per gli ascolti



28. Viola ha scritto:

16 novembre 2012 alle 19:02

Ottimi cast, cultura (!!!), montaggio, fotografia, colori, musica, prove e missioni che imponevano di interagire con la gente e la cultura del luogo; ottima scelta dei luoghi (mi è venuta voglia di visitare il Nepal!) e soprattutto FINALMENTE niente trash, niente chiappe e poppe al vento, niente piagnistei stupidi e finti, niente ignoranti burini, niente corna, niente scandali, niente carrambate…
A proposito di auditel: la tecnologia è cambiata, oramai i programmi si registrano facilmente, si vedono via web, vengono replicati diverse volte su altri canali, non sarebbe il caso di considerare anche chi vede il programma in differita? Io PE l’ho visto in diretta 2 volte… il resto sempre registrato!
Saluti!



29. una ha scritto:

16 novembre 2012 alle 19:12

FinalemEnte un BELLISSIMO PROGRAMMA !!!! un REALITY costruttivo divertente !!! Bravi tutti complimenti! Programma assolutamente da ripetereeee!!! Grandi Costantino e Barù!!! Il Principe era impeccabile e simpatico BRAVOOOOO!!



30. una ha scritto:

16 novembre 2012 alle 19:19

E’ stato un programma BELLISSIMO VERO DIVERTENTE SIGNIFICATIVO SEMPLICE sopratutto COSTRUTTIVO !!! Bravi tutti finalmente un reality intelligente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! iN FAMIGLIA CI SIAMO TUTTI DIVERTITI !! Complimenti alla conduzione semplice e simpatica del Principe !! RIFATELO !!!!!sIMPAITCISSIMI cOSTANTINO E Barùùùùù!!



31. Nimo ha scritto:

16 novembre 2012 alle 19:19

Secondo me invece l’assenza di studio e televoto sono stati determinanti, così come il fatto che sia registrato e già finito quando va in onda, e poi soprattutto l’assenza di trash. Fondamentale anche la scelta del cast, azzeccatissimo, mentre il conduttore lasciava un po’ a desiderare, ma per fortuna il suo ruolo era marginale.
Tutta la menata sul “viaggio” invece è un po’ retorica…
Anch’io darei un 9. Bello!
Sicuramente avrebbe meritato più ascolti, ma non credo sia colpa del giorno di messa in onda: quella schifezza di XFactor in fondo fa solo 500-600 mila spettatori …



32. bini ha scritto:

16 novembre 2012 alle 20:30

Un unico rimpianto….. non averlo visto dalla prima puntata!!
Bello, appassionante e bravo anche al principe (chi l’avrebbe mai detto..)



33. Caterina ha scritto:

16 novembre 2012 alle 21:17

Priprio un bel programma: finalmente niente litigi,sterili polemiche, parolacce ( e non sono una vecchia bacchettona, sono semplicemente nauseata dalla volgarita’gratuita che impera ovunque). Ottimo cast e bravo anche Emanuele Filiberto. Discreto,educato, elegante nella conduzione. Ho potuto vedere posti che probabilmente dal vero non vedro’ mai , ma soprattutto non dimentichero’ quel meraviglioso bambino indiano che non ha potuto accettare il dono di una maglietta perche’ il. nonno non lo perrmetteva in quanto l’ospite e’ sacro. Lo sguardo di quel bambino e’ uno di quelli che resta nel cuore.



34. Marcolunatico ha scritto:

16 novembre 2012 alle 21:43

A me è piaciuto un sacco… e ho sempre tifato per i vincitori :)



35. Ranma25783 ha scritto:

16 novembre 2012 alle 23:30

concordo in tutto, e ribadisco: in un altro giorno avrebbe fatto 3 mln e 10% sicuri



36. Emy ha scritto:

17 novembre 2012 alle 01:05

Bellissimo programma!Da tempo non si vedeva in tv un prodotto così ben confezionato:ritmo serrato e coinvolgente,cast ben assortito,luoghi di interesse storico e culturale presentati nella chiave “giocosa” del viaggio e dell’avventura e non nella consueta modalità tipica del documentario che alla lunga può risultare noiosa.Interessante ed emozionante anche il versante antropologico relativo all’incontro con le popolazioni locali e con i loro usi e costumi.Che altro dire?Se mi proponessero un’avventura del genere,partirei all’istante!
Perchè i dati auditel sono stati non eclatanti?Perché innanzitutto non è stato ben pubblicizzato dalle stessi reti Rai e poi la messa in onda il giovedì contro competitor come Terence Hill,Lo show dei record,Piazzapulita prima ed ora Servizio Pubblico,X factor non ha sicuramente giovato al programma.
Da telespettatrice spero comunque decidano di farne una seconda edizione!



37. gibbaz ha scritto:

17 novembre 2012 alle 02:17

chi preferisce l’isola dei famosi a pechino express… evito commenti che è meglio. Detto questo, io aborro i reality show ma pechino expres mi è piaciuto (anche se p.e. non era un vero e proprio reality). Scoperto per caso in un tardo pomeriggio di settembre ha riempito i miei giovedi sera. Ho tifato per gli sportivi e fino a che loro son rimasti in gara anche per i ballerini (più che altro per la bella anastasia) che erano un po’ i loro comprimari. Per la prima puntata dopo l’eliminazione degli sportivi ho seguito la gara con un po’ di distacco ma nelle successive ho incominciato a fare il tifo per gli attori e per zio e nipote, perdendo completamente interesse verso i ballerini. Ottimo il montaggio video e cast ben assortito. Con un po’ di malinconia data dalla conclusione dico… è stato bello!! Sarebbe bello se nel cast della seconda edizione (già annunciata) ci fosse il mitico antoine de maximy che chiederebbe ospitalita con un “possiamo venire a dormire da voi?”. Ecco, forse p.e. mi è piaciuto anche perchè per certi versi mi ha ricordato il fantastico “posso venire a dormire da voi?”.



38. Alessandra ha scritto:

17 novembre 2012 alle 10:41

Pechino Express è stato una piccola perla in un panorama televisivo sempre piuttosto piatto!
Adrenalina, emozioni, risate, conoscenza di realtà e culture così diverse da noi….approvato a pienissimi voti e contenta dei vincitori!!
Una domanda,però,sorge spontanea: ho letto da più parti che gli stessi finalisti erano all’oscuro su chi fossero i vincitori, perchè Magnolia ha tenuto il segreto fino alla messa in onda della puntata.
Ma com’è possibile? Non mi sembrava così, vedendo la finale…



39. ivan ha scritto:

17 novembre 2012 alle 11:09

Una cosa che non viene mai menzionata è che in Olanda, Spagna e Francia è nato come programma pensato per coppie normali, non famose… e in Italia ovviamente hanno dovuto infilarci i vip o i mezzi vip… la scelta delle coppie è stata ottima secondo me, però l’idea doveva essere di dare a delle persone comuni la possibilità di partecipare a un viaggio in terre remote in cui normalmente non sarebbero potuti andare. Insomma Simona Izzo tira fuori la carta di credito e ci può andare benissimo da sola e a spese sue in India…



40. Marco C ha scritto:

17 novembre 2012 alle 12:28

Ringrazo la Rai…finalmente un programma bellissimo…
Ovvio la collocazione e la concorrenza non hanno favorito gli ascolti però spero veramente nella 2 edizione!
Magari anche con lo stesso cast!



41. dUrsino ha scritto:

17 novembre 2012 alle 17:12

Man mano mi ha appassionato sempre di più.. senza parenti e televoto il tutto ha assunto un’aurea molto vera ed avvincente… ed osservare luoghi usi e costumi di culture distanti da noi è stata l’arma vincente!
Pare ci sarà una seconda edizione si starebbe già pensando all’itinerario… l’ho letto su Tv-Pro



42. silvana ha scritto:

17 novembre 2012 alle 17:45

finalmente un programma bello e intellgente. Senza ospiti instudio che dicono solo cavolate. Bravi i partecipanti e bravo il principe che ha condotto in maniera semplice ed essenziale.
Ho visto paesi e conosciuto popoli che non avrò mai la possibilitò di conoscere di persona, grazie! Spero in una seconda edizione



43. Paolo ha scritto:

17 novembre 2012 alle 20:29

Concordo completamente. Finalmente qualcosa di bello da vedere ! Non se ne puo’ piu’ di Amici, Tronisti e via dicendo . Un Programma che in slcuni aspetti me ne ricorda uno degli anni settanta, si intitolava Caccia al Tesoro ideato da Jocelin . Ecco , questa e’ la Rai che mi
piace vedere!



44. milù ha scritto:

17 novembre 2012 alle 21:23

Io sono come 28.@Viola… l’ho sempre guardato registrato (non per niente commento solo ora :-P). La sera del giovedì sceglievo XF6, non per reale preferenza, ma perchè amavo il rito di vedere PE con… mia madre. Ebbene sì, mia madre! E vi garantisco che lei farebbe la fortuna o l’infelicità di tutta la televisione italiana. Lei davanti alla tv… dorme :-)! Quando non dormiva? Davanti a PE. Anzi! mi zittiva se parlavo durante la trasmissione. Capivo che le piaceva l’idea d’imparare. Di conoscere posti nuovi, di scoprire usanze, colori, sguardi. E’ più giusto parlare di docu-reality. Ho percepito la voglia di divulgare e sicuramente anche d’intrattenere insita in questo show. Mi è piaciuto proprio tanto!!! Ed evviva gli attori! Tifavo per loro!



45. benedetto ha scritto:

18 novembre 2012 alle 00:53

un programma che ti fa venire la voglia di fare un viaggio….è stato molto bello seguire tutti i protagonisti affrontare le varie difficoltà ….molto bello ed istuttivo perchè da casa ho conosciuto posti bellissimi che un giormo vorrò conoscescere dal vivo…



46. angela ha scritto:

19 novembre 2012 alle 12:40

ciao a tutti!!!! bello PE ,bello e avvincente!sentirò la sua mancanza il giovedì sera! e…bravi ,bravi gli Attori(i miei preferiti)!!!!Pollice verso x Rugiati,insopportabile!



47. gabriella ha scritto:

19 novembre 2012 alle 17:02

e bravi gli attori, ho tifato per loro sin dall’inizio e quando sono usciti di scena non ci credevo, ma per fortuna sono rientrati dalla finestra (anzi dalle acque…) braviiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.