2
giugno

BIANCA BERLINGUER SFUMA IL DISCORSO DEL PAPA: GAFFES E IMBARAZZI A VIALE MAZZINI

Papa Benedetto XVI alla Scala

Chissà se l’indulgenza plenaria indetta dal Papa otterrà l’assoluzione anche a Bianca Berlinguer. A giudicare dall’imbarazzo che si sarebbe creato in Rai, pare di no. Il direttore del Tg3 avrebbe infatti commesso uno scivolone imperdonabile, di quelli che un professionista dell’informazione potrebbe evitare. La giornalista ha sfumato il discorso tenuto ieri dal Santo Padre alla Scala di Milano e l’improvvida mossa avrebbe fatto tremare la Direzione Generale della tv pubblica. La bufera che ne è conseguita è facilmente immaginabile.

A rivelare il retroscena è il sito Affaritaliani, secondo il quale l’errore della ‘zarina’ Bianca avrebbe creato non pochi imbarazzi al DG Lorenza Lei, da sempre ritenuta molto vicina al Vaticano. Il Tg3 ha infatti sfumato il discorso di Benedetto XVI proprio nelle sue battute finali e la scelta, di per sé, avrebbe anche poche giustificazioni visto che i giornalisti erano stati messi al corrente del fatto che l’intervento del Pontefice sarebbe durato all’incirca 13 minuti. Dunque, i tempi erano cronometrati anche a prova di tv.

Ma il ‘misterioso’ taglio non è stata l’unica svista capitata ieri dalle parti di Rai3. L’altra gaffe si è consumata attorno alle 19, durante il passaggio di testimone tra Rai1 e la terza rete per la diretta papale. Il canale diretto da Antonio Di Bella si è infatti occupato di trasmettere il concerto in onore del Santo Padre, che è stato annunciato come se fosse diretto dal Maestro Muti. Peccato, però, che sul podio sarebbe salito Barenboim. Ed ecco l’altra ’sonora’ cantonata.

Stavolta, sempre secondo Affaritaliani, la svista avrebbe fatto infuriare il direttore artistico della Scala Stephane Lissner, che nei mesi scorsi era entrato in polemica proprio con Riccardo Muti. Tuttavia, se questo errore si è potuto riparare con una immediata rettifica, il taglio al discorso del Papa non ha trovato rimedio.

Rispetto alla mossa di Bianca Berlinguer, non sappiamo esattamente quale sia stata la reazione del DG Lorenza Lei. Ma di certo possiamo immaginare il disappunto di molti telespettatori che hanno visto sfumare la diretta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


bianca berlinguer
BIANCA BERLINGUER DENUNCIA: DOSSIERAGGIO ANONIMO PER DIFFAMARMI DAVANTI AI VERTICI RAI


bIANCA BERLINGUER
CARTA BIANCA A COLORI: BIANCA BERLINGUER SFIDA FLORIS DA META’ FEBBRAIO SU RAI3


Gerardo Greco
RAI 3: IL TALK DEL MARTEDI A GERARDO GRECO E POI ALLA BERLINGUER


Bianca Berlinguer, Tg3
BIANCA BERLINGUER, ADDIO AL TG3: “NEGLI ULTIMI TEMPI PRESSIONI E ATTACCHI DALLA POLITICA”

37 Commenti dei lettori »

1. Pippo76 ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:04

Cavolo, quasi quasi ci scappa l’incidente diplomatico col Vaticano…
Sono questi i problemi seri che deve affrontare la Rai e la Lei ( immagino quante telefonate di scuse fatte + rimproveri ricevuti), mica il fatto che stanno massacrando una azienda pubblica che anche noi finanziamo col canone



2. giupplo ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:13

Scommetto che al discorso di Pisapia invece hanno dedicato uno bello spazio senza tagli ! Evviva il servizio pubblico direi..



3. Stefano ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:18

Ma basta sottomissione al Vaticano!! Squallidi cardinali che predicano la povertà e navigano nell’oro!! DOVETE LASCIARE LIBERA LA RAI!!! Chi vuole sentire il papa lo trova su Radio Maria. Rispetto per Bianca Berlinguer!



4. MisterGrr ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:19

Mamma mia la Lei sarà infuriata!



5. philmaggie ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:28

RISPONDO CN LE PAROLE DI ENZO IACCHETTI
Milano e’ bloccata, e’ arrivato il Papa. L’Emilia Romagna e’ bloccata, e’ arrivato il terremoto ! Il Papa e’ andato alla Scala e stasera gli hanno suonato la Nona di Beehtoven, era seduto nel corridoio circondato dallo sfarzo di Cardinali Vescovi e signori e signore tra i più’ ricchi della città e non solo. Gesù non l’avrebbero nemmeno fatto avvicinare vestito come sarebbe stato.
Gesu’, sulle loro croci luccicanti, contro la sua volontà’.
In Emilia le Scale sono crollate e sotto c’e rimasta la povera gente, quella che ci rimette sempre, quella che la croce ce l’hanno sulle spalle da quando sono nati.
Il Papa sta a Milano e blocca tutto per 3 giorni, ancora nessuno riesce ad immaginare quanti soldi costano questi tre giorni alla città’ !! In Emilia i Pompieri, I Vigili del fuoco, i Volontari, hanno la faccia sporca e non dormono da una settimana e scavano per ridare la vita.
La Nona di Beethoven e’ finita ! Il Papa batte le mani, e tutti battono le mani al Papa. Che tristezza di paese !!



6. Giuseppe ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:31

Ecco cosa succede quando si lasciano certi eventi in mano a TeleKabul. Spero che il DG Lei si dimetta per questo grave fatto e che Bianca Berlinguer passi qualche tempo in ritiro spirituale a meditare.



7. Giuseppe ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:33

Ci mancava solo Iacchetti…



8. Michele ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:34

Questo post è la dimostrazione scientifica dei post che ho scritto ieri LA RAI E’ UN FEUDO DEL VATICANO prima di dire fuori i partiti dalla Rai bisognerebbe urlare FUORI LA CHIESA CATTOLICA DALLA RAI!!!!!!!



9. Marco Leardi ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:37

@philmaggie. No, l’invettiva di Iacchetti no! Per quanto mi riguarda le sue sono davvero parole all’aria, senza senso e pure un po’ deliranti. Demagogia da quattro soldi (a proposito, iniziasse a darli lui quattro soldi ai terremotati visto che il Papa ha già provveduto!)



10. Tommi ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:37

Già mi sembra strano vedere il Papa su Rai3 e al Tg3.



11. shiver ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:40

Potrebbe tranquillamente trattarsi di errori tecnici in cui la Berlinguer non c’ entra nulla. Ma se l’ ha fatto apposta, ha fatto benissimo!! Ridicolo l’ evento del papa a Milano, a danno dei contribuenti milanesi! Mentre in Emilia non ci sono soldi ed è tutto distrutto, il papa organizza eventi a spesa dei cittadini italiani e non di tasca sua.



12. lele ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:40

e che casino… potevano fare la sintesi del discorso nell’edizione più vicina del tg3 e avrebbero riparato tutto in un attimo.



13. Marco Leardi ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:41

Allora, non è questione di Vaticano: se la Rai si impegna a trasmettere un evento è scorretto nei confronti del pubblico che questo venga interrotto o sfumato.

Visto che parliamo del Papa tutti fanno il tiro al bersaglio… Ma avessero sfumato una partita di calcio: sotto Viale Mazzini sarebbero arrivati i forconi!



14. Andrea80 ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:50

Ora a settembre Lorena Bianchetti aprirà il suo spazio di 3 ore chiedendo scusa a tutti gli italiani per questa imperdonabile figuraccia nei confronti di sua santità avvenuta durante la sua visita a Milano…
Mentre la Berlinguer sara’ spedita su Giove ad espiare le sue colpe….
Ma fateci il piacere, Razy poteva darli ai terremotati dell’ Emilia i soldini che e’ costata la gita se voleva fare una cosa buona, non sti soliti discorsi inutili mentre il Paese affonda………



15. Giuseppe ha scritto:

2 giugno 2012 alle 18:56

Marco, infatti è il calcio l’attuale oppio del popolo…



16. MisterGrr ha scritto:

2 giugno 2012 alle 19:12

Sì, concordo con il tuo commento 13, Marco.

Anche se ho una certa idea a riguardo (concorde con il tiro a bersaglio), onestamente preferisco la correttezza.



17. Stefano ha scritto:

2 giugno 2012 alle 19:19

Andrea80 sei un mito!!! Già ce la vedo quella parassita della Bianchetti a fare tutte quelle scene ti finta desolazione!!! Sta diventando peggio di Barbara D’Urso!



18. MisterGrr ha scritto:

2 giugno 2012 alle 19:22

“Mentre la Berlinguer sara’ spedita su Giove ad espiare le sue colpe….” SCUSATE MA MIO DIO CHE RIDERE!!! Grande!



19. Pippo76 ha scritto:

2 giugno 2012 alle 19:23

Ma figuriamoci cosa hanno sfumato… 5 minuti finali di un discorso di ringraziamento.
Non esageriamo davvero. Non era mica l’Angelus o la Messa di Natale con la benedizione :-D



20. La Zanzara ha scritto:

2 giugno 2012 alle 20:10

L’informazione deve essere una liturgia con il rispetto dei tempi dei servizi: sfumare qualcosa è brutto, anche le previsioni del tempo o l’oroscopo sono realizzate da operatori il cui lavoro va rispettato.Non credo sia una mancanza di rispetto verso il Papa.



21. Giggi ha scritto:

2 giugno 2012 alle 20:16

Questo dimostra quando fa schifo la dirigenza Rai!!! La Rai è un servizio pubblico e come tale deve rispettare tutti anche i non cattolici!!! Hanno sfumato il papa e che sarà mai!!
Poi se il papa fosse stato interessato veramente riguardo la situazione dei terremotati avrebbe potuto spostare l’evento in Emilia e stare VICINO alle famiglie terremotate!!!!!!!!



22. elodie ha scritto:

2 giugno 2012 alle 20:23

marco leardi: la prima frase dell’articolo è sgrammaticata!
philmaggie: parole sante! è esattamente ciò che penso io quando vedo la chiesa rappresentata da qualcuno che a mio parere interpreta male gli insegnamenti di cristo. e questo accade sia a livello locale (l’ipocrisia nelle piccole parrocchie dei paesi), sia a livello internazionale (la chiesa che si comporta come una spa).



23. Luca ha scritto:

2 giugno 2012 alle 20:24

Lo avesse fatto il Tg1 (sopratutto all’epoca del Minzo) nessuno avrebbe detto nulla!!

Ma dato che si tratta del Tg3 ogni scusa è buona per attaccarlo (e non aspettavano altro)!!

Mah



24. Vince ha scritto:

2 giugno 2012 alle 20:29

La visita del Papa verrà ricordata per la clamorosa gaffe di Pisapia. “Santità, anche io con i miei fratelli guardavo alla televisione il commissario Rex”.
Lo abbiamo pensato tutti: il buon sindaco ha fatto confusione tra “pastori tedeschi”…
:-)



25. Pippo76 ha scritto:

2 giugno 2012 alle 20:45

aahahah
Bau



26. enrico ha scritto:

2 giugno 2012 alle 20:56

ciao, ciao berlinguer a casa, i comunisti la vergogna d’ italia insieme a quel inutile di saviano.



27. luke ha scritto:

2 giugno 2012 alle 21:03

Eventi veramente inutili quelli di oggi, tra il Papa e Napolitano non so chi sia peggio. Il più brutto 2 giugno di tutti i tempi, nessuno aveva voglia di festeggiare o commemorare, cosa poi? Un paese che si sta rovinando per colpa della politica e della chiesa.



28. Giuseppe ha scritto:

2 giugno 2012 alle 21:37

Si vede che ormai il caldo inizia a dare alla testa.



29. matteo ha scritto:

2 giugno 2012 alle 21:49

enrico perche’ non fai tu ciao ciao al blog cosi magari eviti di far figure??



30. matteo ha scritto:

2 giugno 2012 alle 21:53

giggi siamo realisti , era impossibile anche volendo che il papa potesse andare in emilia gia’ sono messi come sono ci sono ancora scosse che potrebbero durare ancora per settimane chi sarebbe stato quell’ autorita’ o simile cosi pazzo da dare l’autorizzazione con tutta la gente venuta a vedere il pontefice?? , glielo dicevano loro alle famiglie di star tranquilli le volte in cui ci sono le scosse??



31. warhol_84 ha scritto:

3 giugno 2012 alle 04:07

Mio Dio e adesso come faremo senza le ultime parole del Papa. Non ci bastano i resoconti ogni domenica, la messa in diretta, a sua immagine, servizi sul papa ogni sera al tg1. Abbiamo mancato le battute finale….e l’errore è davvero imperdonabile. Chi se ne importa se il rispetto per i telespettatori e per tutti gli altri viene calpestato, masticato e sputato ogni santo giorno. Ci siamo persi le paroline del papa. E Chissenefrega!



32. Michele ha scritto:

3 giugno 2012 alle 10:19

Ora per punizione la Berlinguer verrà presa a frustate dalla Lei con il cilicio di Paola Binetti



33. Daniele Ventre ha scritto:

3 giugno 2012 alle 10:48

La RAI non è televaticano. Di preti finti e veri ne fa vedere fin troppi.



34. MaMeLY ha scritto:

3 giugno 2012 alle 15:00

Spero che questa volta la Chiesa non perda l’occasione per dimostrarsi intelligente e davvero misericordiosa. Cioè di ignorare di avere un potere da vergognarsi, come fece, ad esempio, contro un giornalista che si permise di usare parole “troppo dirette” per esprimere una piazza non stracolma per l’Angelus e che venne cacciato.
Potrei continuare riflettendo sulla delusione che sto provando, io cattolico praticante, nei confronti della Chiesa e sopratutto di chi è chiamato all’immenso compito di giudarla con responsabilità nei confronti sopratutto di chi ha sacrificato la propria vita per il Vangelo. Ma mi fermo quì, non è questo il luogo adatto.



35. MaMeLY ha scritto:

3 giugno 2012 alle 15:05

Ah, dimenticavo. Noto con sommo dispiacere che questo blog è ormai vittima dei trollo filo-berlusconiani, che (pagati? Visto che porcherie che leggo su “Il Giornale.it” contro chi gli ordina il mattinale escono solo nei giorni lavorativi… Me lo auguro per loro, almeno qualcosa ci guadagnano) dicono scemenze su scemenze. Vorrei pregare, coloro di buona volontà che commentano secondo libera coscienza, di ignorarli. Davvero, ignorateli, che gli deve rimanere solo la vergogna, ed eventualmente i soldi che prendono da quell’uomo senza coscienza.



36. Marco Leardi ha scritto:

3 giugno 2012 alle 15:13

@MaMeLY. Ma stiamo ancora fermi allo scontro tra berlusconiani e anti-berlusconiani? Sul blog c’è un confronto di opinioni e ciascuno ha piena libertà di dire la sua. Il dibattito, sai, è fatto di questo.



37. MaMeLY ha scritto:

3 giugno 2012 alle 18:25

@Marco Leandri Certo, il dibattito è fatto di confronto e di scontro, ma mi spiegheresti che cosa c’entra Saviano e “telekabul” con il topic di questo post? Nulla; come gli esempi di Belpietro, Porro, Ferrara e altre persone magari non berlusconiane ma PAGATE DA Berlusconi per dire in tv fregnacce che non servono a nulla. Se avessero discusso su aspetti del topic non avrei avuto nulla da ridire, ma leggere certe cose che non stanno nè in cielo né in terra soltanto per infangare gente che è migliore di loro (cosa si può davvero – ma davvero – dire contro Roberto Saviano, per esempio? Da quando ha parlato contro un politico della lega e ha avuto il coraggio di non tacere davanti a Marina Berlusconi ce l’hanno tutti con lui, quelli che ti ho ricordato prima ed altri pagati dallo stesso portafoglio) e che meriterebbe molto più successo in questo disgraziato Paese. Tutto quì; sono dei troll e ho la sensazione che siano pagati per trollare. Come tutti coloro che abbracciano certe idee, e non è una mia opinione ma una constatazione di fatti.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.