17
settembre

TUTTI PAZZI PER LA TELE COME CARRAMBA: UAN E PAOLO BONOLIS INSIEME DOPO 18 ANNI. ANZI, SOLO 2!

Uan - Tutti pazzi per la Tele @ Davide Maggio .it

Grande interesse ha destato ieri la partenza di Tutti Pazzi per la Tele, il nuovo programma amarcord di Antonella Clerici che fa il verso alla bella tv che fu. Lo show, a parte un pessimo montaggio, l’assenza totale di un filo logico e la presenza di spezzoni in perfetto stile Paperissima, ha potuto contare sulla presenza di 8 ospiti che hanno saputo farcire un contenitore televisivo con quei grandi prodotti che un tempo venivano realizzati sulla televisione italiana. Tanti show nello show che hanno acceso i ricordi e la nostalgia, confermando la passione del pubblico nostrano per una tv che non c’è più.

Tra una Lorella Cuccarini tornata agli splendori di Fantastico e una Iva Zanicchi accompagnata dalla storica voce di Raffaella Bragazzi di Ok Il Prezzo è Giusto, ha primeggiato, quasi più della conduttrice, Paolo Bonolis al quale è stato riservato il momento della trasmissione che sembra essere stato il più gradito: quello dell’incontro con Uan, la storica mascotte di Italia Uno che ha divertito i più piccoli negli indimenticabili pomeriggi di Italia 1.

La carrambata, in realtà, era stata già fatta al conduttore romano da Enrico Mentana, due anni fa, a Matrix ma un bis ci stava tutto e visto il gradimento manifestato anche dai lettori di DM, questo post di propone proprio di celebrare il celeberrimo pupazzo nato nel 1983.

Un nostro lettore, Luca Lomi, ha scritto una ricca tesi di laurea sui pupazzi della televisione italiana e ha pensato bene di donarci un estratto del suo lavoro per sapere, nel dettaglio, chi fosse e cosa facesse UAN. Per scoprirlo:

Uan nasce alle 16 del 12 settembre 1983, giorno in cui appare per la prima volta sugli schermi di Italia 1 accanto a Paolo Bonolis e alla new entry del programma Licia Colò.

Indossava sempre una maglia gialla “012 Benetton” ed era un cane dal pelo rosa con due lunghe orecchie, un unico sopracciglio fucsia ed il naso rosso da clown. Il pupazzo era un mezzobusto e quindi privo di gambe (o meglio di zampe) e venne doppiato da Giancarlo Muratori fino al 1995, quando – in seguito alla sua scomparsa – venne sostituito da Pietro Ubaldi.

Apparentemente simile ai Muppets, tanto ammirati dal Gruppo 80, Uan era grande quasi come un bambino e veniva animato da Maria Grazia Perria e Laura Franzoso. Una si occupava del movimento della bocca mentre l’altra infilava le proprie braccia nei manicotti, in corrispondenza delle zampe del pupazzo.

Il pubblico da casa percepì da subito il sodalizio artistico indissolubile che si formò tra Bonolis e Uan che spontaneamente andavano oltre le battute dei copioni come affermò lo stesso Bonolis in un’intervista al “Maurizio Costanzo Show” del 23 gennaio 2002. Nella stessa occasione, Bonolis racconta delle crisi di “rigetto” che lui e Uan avevano nei confronti dei puffi: un giorno per presentare gli omini blu disse: “E ora bambini, è il momento dei Puffi” e Uan intervenne dicendo: “Guarda lì c’è n’è uno” e Bonolis cercò di schiacciarlo. La scenetta, davvero divertente, venne criticata dai dirigenti Fininvest e dalla responsabile dei programmi per bambini Alessandra Valeri Manera.

Uan, in effetti scarseggiava in:

  • storia: “i sette re di Roma sono Romolo, Brontolo, Cucciolo, Pisolo, Mammolo, Eolo e Brufolo”;
  • scienze: “la Serpentina è la femmina del serpente”;
  • grammatica italiana: amichi, intelligiente, i diti, la lettera S al posto della Z (ad esempio grasie), i verbi coniugati malamente (ad esempio “promessuto”) o scrivere per esteso “virgola” durante i dettati anziché riprodurre il segno di interpunzione sono solo alcune tra le più gravi pecche del pupazzo.

Il piccolo Uan adorava invece:

  • i cremini: i bambini nelle letterine gli scrivevano “non mangiarne troppi che poi ingrassi”, ma Uan, nonostante fosse a dieta, si era persino travestito da Dottoressa Uanesca, con una parrucca bionda in testa, cercando di far confessare a Bonolis dove aveva nascosto i dolcetti.
  • una barboncina francese: in una scenetta, Bonolis rincorreva Uan per fargli un vaccino antirabbica con un’enorme siringa e, stanco di essere vittima di vari soprusi, il cane rosa scappò dagli studi di Cologno Monzese. Tuttavia, ogni giorno registrava un video-messaggio dal suo nascondiglio che era proprio la casa della barboncina francese.

Nella stagione 1985-86 di Bim Bum Bam il bersaglio preferico del pupazzo rosa era la nuova conduttrice del programma (Manuela Blanchard) che veniva schernita da Uan per i suoi “dentoni da tricheco”.

Risale all’edizione ‘86-‘87 la “serie” Uanathan, dimensione avventura, parodia del programma condotto dal compianto Ambrogio Fogar “Jonathan dimensione avventura”, che divertì i piccoli telespettatori di Bim Bum Bam per svariate settimane.

Uan @ Davide Maggio .itNella 1988-89 nella sigla di testa – grazie ad un fotomontaggio – e in una fiction dove Uan era un re seduto sul trono, fu possibile mostrare le “gambe” di Uan; in effetti, per tutta la stagione precedente, molti bambini avevano scritto al pupazzo di mostrar loro quelle zampe che nascondeva dietro al bancone perché, come diceva Bonolis erano troppo corte e pelose e il pupazzo se ne vergognava anche se in realtà non le aveva così come si può notare dall’immagine qui a lato.

Anche se le scenette erano sempre piacevoli, “Bim Bum Bam” aveva perso pubblico per via della concorrenza Rai. Per i cartoni, la trasmissione era diventata ormai un magazzino di repliche ma, nel marzo ‘89, i conduttori realizzarono una nuova fiction intitolata “La teleUanela Manola”, che aveva come protagonista Manuela Blanchard nei panni di Manola Pontes; poco prima della scenetta Uan si travestiva da signorina Buonasera (con una parrucca bionda in testa, un finto rossetto ed un paio d’occhiali a specchio) per annunciare la messa in onda della teleUanela all’interno della quale c’era anche un finto messaggio promozionale della celebre Caciotta Fetecchia.

La stagione 1989-90 segna la fine dell’epoca d’oro del programma: per Paolo Bonolis fu l’ultimo anno di conduzione in compagnia del peloso pupazzo rosa; Manuela Blanchard venne sostituita per un periodo da Carlotta Pisoni Brambilla (già nota ai piccoli spettatori per aver recitato nella fiction della D’Avena “Licia dolce Licia”) e Uan venne affiancato dal pupazzo Ambrogio (un leoncino con la voce di Daniele Demma) che entrava in scena solo con gli altri due nuovi conduttori Carlo Sacchetti e Debora Magnaghi.

La presenza del pupazzo all’interno del programma, meno divertente e coinvolgente dopo l’abbandono di Bonolis, è proseguita sino al 1999 e Bim Bum Bam si trasformò progressivamente in un contenitore pomeridiano dove i cartoni animati erano intervallati da televendite (nelle quali Uan compariva solo nella sigla).

Uan - Matrix @ Davide Maggio .itDopo una breve ricomparsa sugli schermi tv del canale satellitare “It” dove il pupazzo, animato ma non doppiato da Enrico Valenti, si nascondeva il viso piangente o rosa dalla vergogna quando il conduttore Alberto gli diceva che per colpa sua anziché studiare e fare i compiti passava il tempo a guardare il programma “Bim Bum Bam”, non se ne seppe più nulla sino al 30 settembre 2005 quando nella puntata del programma Matrix di Enrico Mentana venne affrontato come tema “il caso Bonolis”. Nel corso della puntata, Uan, animato e doppiato dal Enrico Valenti e Kitty Perria, si presentò leggermente spelacchiato e con una voce roca e flebile ebbe modo di riabbracciare Paolo Bonolis nonostante le plausibili lacrime pupazziali che si asciugava con un enorme fazzoletto.

Un ricordo tv di Uan risale alla puntata del 4 Febbraio 2006 del programma “Liberi tutti” condotto da Irene Pivetti. Alla trasmissione vi partecipò Silvio Berlusconi che, dopo aver parlato di politica, ripercorse le tappe della nascita della tv commerciale in Italia mentre sul video-wall alle sue spalle si poteva notare l’immagine del pupazzo rosa in una delle scenette di “Bim Bum Bam”.

L’ultima apparizione (prima di quella di ieri sera a Tutti Pazzi per la Tele) risale allo scorso 19 maggio 2008 quando Uan fu intervistato da Le Iene di Italia 1.

.:: IL RAPIMENTO ::..

Non passò molto tempo quando una notizia a dir poco clamorosa venne diffusa in tv e su internet da TgCom (qui l’articolo).

Nella notte tra il 15 e il 16 ottobre 2005 alcuni ladri si sono introdotti nel seminterrato della Scuola d’arte drammatica “Paolo Grassi” di via Salasco a Milano per rubare (o meglio rapire) le tre mascottes delle reti Mediaset Uan, Four, Five che erano conservate in semplici teche di legno.

C’è chi ritiene che il “rapimento” sia stato appositamente inscenato per sperare in un ritorno in tv dei beniamini degli anni 80/90. Ed infatti, sebbene i pupazzi siano stati descritti come gli unici esemplari, dobbiamo comunque ricordare che il Gruppo 80 dovrebbe conservarne almeno una copia anche perché la creazione di un pupazzo prevede sempre l’esistenza di uno o più cloni.



Articoli che potrebbero interessarti


Conti e Clerici
Sanremo Giovani: in giuria Baudo, Bonolis, Chiambretti, Clerici e Conti


Antonella Clerici
Il Gran Trallalà: il nuovo show di Canale 5 totalmente improvvisato con Paolo Bonolis, Ezio Greggio, Gerry Scotti e Antonella Clerici


Sanremo Young,
Sanremo Young: Antonella Clerici annuncia Bonolis e Richard Gere alla prima – Video


Simona Ventura - Estate 2017
L’estate dei personaggi TV: ecco come si preparano alla nuova stagione

22 Commenti dei lettori »

1. Gerardo ha scritto:

17 settembre 2008 alle 21:34

Di Uan esiste la copia per certo, come abbiamo visto. Temo, purtroppo, per Five, Four e Ambrogio. Nessuno li ha più visti :-( Comunque volevo ricordare anche BatRoberto, una sit com molto divertente, in cui Uan interpretava il Jocker, Roberto Ceriotti Batroberto e Carlotta Pisoni Brambilla BatCarlotta/Charlotte :-)



2. Gerardo ha scritto:

17 settembre 2008 alle 21:45

anzi più che il Jocker, il Jolly :-D



3. Lele ha scritto:

17 settembre 2008 alle 21:46

Sul tubo cè anche unintervista delle Iene a Uan e Paolo. E credo che sia di 3/4 mesi fa…



4. Davide Maggio ha scritto:

17 settembre 2008 alle 21:49

@ Gerardo: per lappunto! @ Lele: lintervista e del 19 maggio 2008. Ora metto anche questa info nel post.



5. Lele ha scritto:

17 settembre 2008 alle 21:59

OT No dico… E lo squallore delle canzoncine di Boncompagni con quei due poveri innocenti sbattuti in prima serata? O_O FINE OT



6. gattoso ha scritto:

17 settembre 2008 alle 22:00

grazie…… altrimenti scriverei un commento lungo 615 pagine :) Per la gioia dei tuoi lettori posso lasciarti questa risposta di Manuela Blanchard ad una delle domande fatte durante lintervista: • Lei sola è in possesso di Uan oppure anche Bonolis ne ha uno? Quando lo guarda non Le vengono in mente le scenette durante le quali Uan La scherniva ? “”Che io sappia, non credo che Paolo ce labbia…anche perché Uan gli farebbe continuamente i dispetti… Io convivo gelosamente con quello stesso Uan che ha lavorato con me per tutti quegli anni e quando Lo guardo mi viene in mente che il tempo scorre velocemente e che sappiamo poco apprezzare la bellezza delle cose nel momento stesso in cui le viviamo”". Un giorno ho portato Uan al corso dove insegno – frequentato prevalentemente da ragazzi trentenni – e Le assicuro che ho visto gente piangere dall’emozione. Un altro episodio è accaduto in metropolitana quando un ragazzo si è avvicinato e con lacrime di commozione mi ha detto: “sono cresciuto tutti i pom



7. Davide Maggio ha scritto:

17 settembre 2008 alle 22:01

@ Lele: ma se ti dico che mi stava venendo in mente di aprire un post per commentare proprio questo? :D



8. sanjai ha scritto:

17 settembre 2008 alle 22:06

bel post!! nostalgia!!i cremini di uan!!!!!! mi tasserei per riaverlo in tv!



9. AleJonica ha scritto:

17 settembre 2008 alle 22:24

Ieri è tornata la voce di Raffaella Bragazzi e hanno rifatto “”Ok il prezzo è giusto”", e speriamo che nelle prossime puntate di “”Tutti pazzi per la tele”" vengano Cinzia e Vittorio e anche Luana e Linda che con Lippi faranno il remake del “”Il pranzo è servito”"!!!



10. mibemolle ha scritto:

18 settembre 2008 alle 01:02

mhavete fatto venire lorticaria con sto “”pranzo”" ;) e pensare che io sono una da “”revival”" per eccellenza ….. :)



11. mibemolle ha scritto:

18 settembre 2008 alle 01:02

ma scusate sono ubriaca ho scrito Havete con Lacca…. cerebrolesa.



12. Davide Maggio ha scritto:

18 settembre 2008 alle 01:08

@ mibemolle: bentornata. Che fine avevi fatto? Sul Pranzo… che ci vuoi fare. Purtroppo non capiscono che cos facendo, anzichè far amare di più un programma, contribuiscono a farlo odiare.



13. Mirko S. ha scritto:

18 settembre 2008 alle 14:26

Tutti pazzi per Ok Esordio convincente per la nuova trasmissione di Rai Uno “Tutti pazzi per la tele”, condotta da Antonella Clerici. Il programma ha totalizzato un ascolto medio di 5.702.000 spettatori con il 24,31% di share. Il picco della serata si è verificato quando Iva Zanicchi ha riproposto la storica trasmissione “Ok il prezzo è giusto”, con 6 milioni e mezzo di spettatori. (Fonte: Lopinione.it)



14. mibemolle ha scritto:

18 settembre 2008 alle 19:12

@davide grazie :) … lavoro un sacco :( . Poi ultimamente mi si è spento lunico neurone superstite, non riesco più ad essere polemica come una volta ;) …



15. Richard ha scritto:

20 settembre 2008 alle 15:42

Tutti pazzi per la tele è una trasmissione carina. Però temo che dipenda propri dagli ospiti la sua bellezza! Questa volta devo amettere che con Lorella e Paolo abbiamo avuto dei momenti davverosplendidi. Poi che dire di Uan, se non che ci sono cresciuto! Per me Bim Bum Bam era una cosa da nonpoter perdere nemmeno un secondo. Tanto che mi portavo la TV in bagno :P Rivedere insieme il rosato pupazzo e Paolo è stata una bella emozione. Grazie per questo post pieno di belle infomazioni! :) Saluti



16. Stefano ha scritto:

20 settembre 2008 alle 15:46

Noi Rivogliamo Uan! , Perchè a posta di mandare onda Televedite idiote con i condutori di Bim bum bam, facessero un progamma simile a Bim Bum Bam e poi perchè mettere Mr Lui a presentari i cartoni? protrebbe presetarli Uan no? protrebbero fare una serie animata dedicata a Uan non vi pare? , Noi Rivogliamo Uannnn!!!!



17. Lele ha scritto:

20 settembre 2008 alle 15:50

Ho visto il momento di Uan a TPPLT su youtube. Avete notato che nello spezzone depoca che hanno trasmesso, il pupazzo aveva le orecchie molto più corte di quelle attuali?



18. Davide Maggio ha scritto:

20 settembre 2008 alle 15:52

@ Lele: bravissimo! Era lultima frase del post che poi non ho inserito perche non avevo una foto. E la prova tangibile della presenza di piu copie del pupazzo ;-)



19. Lele ha scritto:

20 settembre 2008 alle 16:16

E “”Tutti pazzi per la Tele”" mania. I primi video gi su YouTube (cit. dal sito Endemol) Bella coerenza! ;) Con una mano, Mediaset chiede 500 milioni di risarcimento al Tubo per i suoi filmati; con laltra (Endemol è al 30% Mediaset) emette comunicati trionfalistici sulla presenza in rete dei programmi da lei prodotti per la concorrenza!



20. Davide Maggio ha scritto:

20 settembre 2008 alle 16:23

@ Lele: questa e una segnalazione da DM Live24! :-)



21. Lele ha scritto:

20 settembre 2008 alle 16:32

Oggi la tv a dire il vero non lho ancora accesa: pensavo che il “”diario”" fosse dedicato in senso più stretto ai commenti su ciò che sta effettivamente andando in onda e che non ha ancora un post apposito come questo…



[...] Per rimanere in tema di Meteore, ad animare il programma tornerà, direttamente da Bim Bum Bam, nientepopodimeno che UAN, il celeberrimo pupazzo, simbolo della rete giovane del gruppo di Cologno Monzese che tornerà finalmente a far bella mostra di sè dopo i recenti avvenimenti che lo hanno riportato alla ribalta (singolare la storia del rapimento). [...]



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.