16
maggio

Flavio Insinna racconta la nascita delle Paralimpiadi nel film tv di Rai 1 ‘A Muso Duro’

Flavio Insinna

Flavio Insinna

Le Paralimpiadi di Pechino pochi mesi fa sono state protagoniste del palinsesto di Rai 2 e questa sera, alle 21.25 su Rai 1, sarà raccontata ai telespettatori la nascita di questo evento che nel 1960 portò le persone disabili a mostrare al mondo le proprie capacità. Accadrà nel film tv A Muso Duro – Campioni di Vita, diretto da Marco Pontecorvo e con protagonista Flavio Insinna nel ruolo del dottor Antonio Maglio.

Il film parte dagli anni ‘50, un’epoca storica nella quale avere una menomazione significava perdere lavoro e ruolo sociale. Antonio Maglio, medico e dirigente dell’INAIL, credeva profondamente nel fatto che lo sport potesse essere un potente ed essenziale strumento riabilitativo; così, incaricato nel 1957 della direzione del Centro Paraplegici Villa Marina di Ostia, portò avanti la sua idea rivoluzionaria: affiancare alle Olimpiadi del 1960 un torneo internazionale che facesse uscire finalmente dall’ombra le persone disabili, dando loro opportunità che fino a quel momento gli erano state precluse.

A quelle prime Paralimpiadi, che si tennero a Roma, parteciparono quattrocento atleti provenienti da oltre venti diverse nazioni e le loro gare di nuoto, scherma, tiro con l’arco, giavellotto e pallacanestro furono seguite da un pubblico molto ampio. Fu un momento importante per lo sport ma soprattutto per quella battaglia di inclusività che ancora oggi, più che mai, viene portata avanti in tanti settori e che è diventata una vera e propria necessità sociale.

Insinna, che da bambino ha conosciuto Maglio ed ha anche accompagnato il padre medico in Canada per i Giochi Paralimpici del 1976, riprende il filo di quel discorso iniziato nel 2016 con La Classe degli Asini, fiction nella quale veniva raccontata la chiusura delle classi differenziali.

In questo film tv, prodotto da Rai Fiction in collaborazione con Elysia Production e L’Alveare Cinema, avrà accanto Paola Minaccioni, Claudia Vismara, Francesco Gheghi, Matteo Bianchi, Massimo Wertmuller, Simone Ciampi, Daniele La Leggia e Titti Nuzzolese.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Flavio Insinna
Insinna si schiera a L’Eredità: «Il risparmio va fatto sulle spese militari»


Flavio Insinna e Samira Lui
L’Eredità torna con una nuova professoressa, un nuovo gioco e il coinvolgimento del pubblico a casa


Il Pranzo è Servito
Il Pranzo è Servito «con grande pudore» e tanta noia


Il Pranzo è Servito
Il Pranzo è Servito: come funziona il quiz di Insinna, con la valletta Ginevra Pisani e il maggiordomo Maurizio Lastrico

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.