22
febbraio

I Puffi: quarant’anni dopo aver ‘fondato Mediaset’, gli ometti blu approdano in esclusiva su Raiplay

I Puffi

Gli “strani ometti blu” arrivano in Rai a quarant’anni dal loro debutto sulle reti Fininvest. Altra epoca, altra storia. Quattro decenni più tardi, i Puffi approdano in esclusiva su RaiPlay con tutte le 9 stagioni realizzate sino alla fine degli anni ‘90. Da ieri sono disponibili  le prime 39 puntate della celebre serie TV animata, in doppio audio italiano-inglese. I 39 episodi successivi saranno disponibili da marzo.

E pensare che i Puffi erano stati il simbolo dell’allora nascente Fininvest, che per prima aveva proposto la serie animata al pubblico nazionale dopo una iniziale trasmissione su alcune reti locali. La serie venne acquistata da Fininvest e trasmessa da Canale 5, diretta allora da Carlo Freccero, e Italia 1 sempre nel 1982. I piccoli ometti blu segnarono a modo loro una rivoluzione anche nella tv commerciale, con Freccero che decise controprogrammare i Puffi al tg Rai della sera. Fu proprio al grido di “Aridatece i puffi” che Bettino Craxi, allora Presidente del Consiglio, approntò in fretta e furia il “Decreto Salva Reti” che consentì alle emittenti Fininvest di tornare on air dopo l’oscuramento nel 1984.

Nati nel 1958 dal genio creativo di Pierre Culliford, in arte Peyo, i Puffi sono diventati fenomeno popolare negli anni ’80 grazie alla serie di Hanna & Barbera, diventata ormai un cult, che racconta le avventure delle piccole creature blu che abitano il tranquillo villaggio di “Pufflandia”. Una storia che ha tenuto davanti alla tv intere generazioni, intrattenute dalle vicende di Puffetta, Brontolone, Tontolone, dei puffi Coraggioso e Quattrocchi, ma anche del saggio capo della comunità, Grande Puffo. Nel corso degli episodi, si susseguivano i tentativi del malvagio Gargamella di catturare per avidità i piccoli protagonisti.

Ora, nel loro debutto su RaiPlay, i Puffi vengono proposti e accompagnati dalla sigla “John e Solfami”, sesto singolo della cantante Cristina D’Avena. Il brano, pubblicato nel 1983, venne utilizzato come quarta sigla nella seconda stagione del cartone dedicato agli ometti blu. I Puffi, infatti, fecero la loro prima apparizione come personaggi secondari della serie “John e Solfami” (titolo originale John et Pirlouit), ambientata in un fiabesco medioevo e pubblicata sulla rivista “Le Jurnal de Spirou”. In Italia arrivano per la prima volta nel 1963 all’interno della rivista “Tipitì”.

I nuovi Puffi, invece, debutteranno in prima visione free su Rai Yo Yo in primavera.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


raiplay
Palinsesti Raiplay, autunno 2022


Mare Fuori - Valentina Romani e Massimiliano Caiazzo
Ecco perchè Mare Fuori è andato su Netflix


Mare Fuori su Netflix
Mare Fuori: la serie più vista su Rai Play passa su Netflix con le prime due stagioni. Ma la Rai non puntava sullo streaming e sui giovani?


Gli Eugenio in via di Gioia, Mauro Coruzzi e Melissa Greta
(N)Eurovision Story su Rai 2

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.