12
novembre

Rai, alla faccia dei tagli! Fuortes nomina due nuovi dirigenti

Rai

Il nuovo Amministratore Delegato della Rai, Carlo Fuortes, era stato ferreo. Irremovibile. A Viale Mazzini – aveva annunciato – serviva un giro di vite, soprattutto sui costi. Parola d’ordine: alleggerimento. La linea indicata dal top manager era stata quella degli sforbiciamenti mirati per semplificare le strutture senza tangere il prodotto. Il rigore reclamato, tuttavia, avrebbe goduto già di qualche deroga, almeno a giudicare da alcune notizie che siamo in grado di anticiparvi.

Secondo quanto apprendiamo, l’AD avrebbe infatti riposto per un attimo la temuta (e metaforica) mannaia per nominare due nuovi dirigenti. Si tratta di Sara Veneto e di Luigi Mariniello, quest’ultimo con responsabilità sulla fiction. La prima, molto vicina al direttore di Rai1 Stefano Coletta, con il quale collaborava già a Rai3, aveva fatto discutere in passato – ai tempi di Salini, per intenderci – per la sua nomina a Capostruttura infotainment di Rai1. Una circostanza sulla quale la Lega, nell’agosto 2020, aveva chiesto spiegazioni all’azienda, domandando polemicamente delucidazioni sull’opportunità di nominare “una semplice funzionaria” al vertice di una struttura della rete ammiraglia. Il secondo, già Responsabile dell’unità organizzativa “Sperimentazione” di Rai Fiction, è stato promosso sul medesimo ambito.

E meno male che in Rai bisognava alleggerire, tagliare. Ma due dirigenti in più, da un punto di vista meramente economico, non sono certo un risparmio per qualunque azienda. “Una gestione economica virtuosa rappresenta la precondizione indispensabile” per la Rai del futuro, aveva dichiarato Fuortes lo scorso agosto, annunciando anche piccoli tagli (in media non superiori all’1%) ai budget delle singole reti. La nomina di due nuovi dirigenti, peraltro in un momento di riorganizzazione dell’azienda, stona un po’ con quei proponimenti.

Pur nella particolarità di questa circostanza, all’AD Fuortes va però riconosciuta una certa coerenza rispetto all’annunciata volontà di valorizzare risorse interne, a differenza di quanto spesso accadeva in passato. Almeno su questo punto, non si può certo dire che il top manager si sia contraddetto.



Articoli che potrebbero interessarti


Carlo Fuortes
Carlo Fuortes: «Il nuovo modello allontanerà i partiti dalla Rai. Mietta? Non possiamo costringere a vaccinarsi»


Carlo Fuortes, Vigilanza Rai
Rai, l’allarme dell’AD Fuortes: «Scenario preoccupante. Potremmo essere costretti ad aumentare la pubblicità nel daytime». Proposto il canone su smartphone e pc


Carlo Fuortes
Vigilanza Rai, Fuortes fa a pezzi i predecessori: «In 3 anni persi 300 milioni, io non andrò mai in perdita». Ecco i budget di Rai1 e Rai3 dopo i ‘mini’ tagli


Carlo Fuortes, AD Rai
Rai, l’AD Carlo Fuortes: «Valorizzeremo le risorse interne». Tagli in vista per le reti

2 Commenti dei lettori »

1. Ale ha scritto:

12 novembre 2021 alle 08:57

Mi sembra di capire che non sono nuove assunzioni ma solo cambio di mansioni di persone che gia’ lavorano in Rai



2. Lucio ha scritto:

12 novembre 2021 alle 11:38

Pinuccio, rispondi!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.