29
luglio

Notte della Taranta promossa su Rai1. Madame ed Enrico Melozzi sono i maestri concertatori

Madame

Madame

E’ quasi tutto pronto per la Notte Della Taranta 2021. E sono stati scelti i due “maestri concertatori” del Concertone popolare della musica tradizionale salentina, che verrà trasmesso, per la prima volta su Rai1, sabato 4 settembre alle 23:00. Si tratta del direttore d’orchestra Enrico Melozzi e della cantante Madame, entrambi protagonisti dell’ultimo Festival di Sanremo: il primo ha infatti diretto i Maneskin, mentre la seconda ha presentato il brano Voce.

La Notte della Taranta si terrà con qualche giorno d’anticipo rispetto alla messa in onda televisiva, ossia sabato 28 agosto a Melpignano in Puglia. Da un lato Melozzi, fondatore dell’Orchestra Notturna Clandestina, dirigerà lo spettacolo, dall’altro Madame, vincitrice del Premio Tenco, curerà la scelta di alcuni brani della tradizione e farà sì che vengano contaminati da un linguaggio fluido e inclusivo. La Fondazione Notte della Taranta, per questa 24esima edizione dell’ormai storico concertone, punta infatti alla commistione tra linguaggio popolare e urban rock. Non a caso, il tema principale della rassegna sarà il valore della libertà.

La scelta dei maestri concertatori è un chiaro messaggio ai giovani che durante il lockdown hanno visto penalizzata la socialità e la vita pubblica. Ancora una volta la ricca programmazione del Festival dimostra la continua ricerca nel panorama della musica popolare di qualità e talento

ha fatto sapere Massimo Manera, Presidente della Fondazione La Notte della Taranta, sul sito ufficiale dell’evento. Melozzi all’Ansa ha invece parlato di una composizione creata ad hoc per la manifestazione:

Mi sono azzardato a scrivere la ‘Pizzica della liberazione’, sia la musica sia il testo che ora andrà ’salentinizzato’. La mia idea era dedicare questo brano a una sorta di liberazione da quello che stiamo vivendo noi musicisti, tutti i cittadini e chi deve gestire questa pandemia. Ci sarà una grandissima componente rock, si ballerà molto e non farlo con una presenza normale di pubblico mi rode“.

Come di consueto, l’evento sarà la tappa finale del Festival Itinerante che si terrà dal 4 al 26 agosto in 22 piazze della Puglia e che ospiterà, nei 35 concerti ragnatela, oltre 400 artisti (tra cui spiccano i Sud Sound System, formazione leader sul fronte del reggae in Italia che nel 2021 festeggia i 30 anni di carriera). In ogni data sarà garantita la presenza del pubblico, seppur con un numero limitato rispetto agli scorsi anni, che potrà accedere alle serate o tramite green pass o con un tampone risultato negativo nelle ultime 48 ore.

Torniamo ad incontrare il pubblico, nonostante i tempi non siano del tutto favorevoli, per sostenere il comparto della musica popolare duramente colpito dal Covid e fare il pieno di energia positiva, fonte primaria della creatività popolare

il commento di Luigi Chiriatti, direttore artistico del Festival. Alcune tappe saranno dedicate a Dante Alighieri, dato che nel 2021 ricorre il settecentenario della sua morte. Spazio nell’apertura del Festival, in programma il 4 agosto, all’omaggio dell’Orchestra Popolare a Daniele Durante, il direttore artistico del Concertone scomparso di recente.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Alessandro Cattelan, Da Grande
Cattelan dimentica la Carrà: «Non l’ho mai incontrata». Ma non è così – Video


Sorelle per Sempre - Donatella Finocchiario, Noemi Pecorella e Viola Prinzivalli
Sorelle per Sempre: un vero scambio di culla nel film tv di Rai 1


Incontrada e Conti
Pagelle TV dell’Estate 2021. Promossi Il Circolo degli Anelli e Simona Branchetti. Bocciati Il Pranzo è Servito e i Music Awards


Il Commissario Montalbano
Montalbano fa scappare Luce dei Tuoi Occhi

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.