2
giugno

Warner Bros. Discovery è il nome del nuovo colosso tv. Il logo “cheap” è un tuffo nel passato

Warner Bros. Discovery

Warner Bros. Discovery. Si chiamerà così il colosso tv ottenuto della fusione – annunciata da AT&T il 17 maggio scorso – tra il gruppo televisivo statuninense Discovery e WarnerMedia. Ad annunciare il nome di battesimo, piuttosto didascalico, della neonata creatura mediatica è stato l’Amministratore Delegato di Discovery, David Zaslav, che sarà alla guida della nuova compagnia. A stupire (o meglio, a lasciare perplessi), tuttavia, non è stato tanto il nome quanto il nuovo logo, piuttosto “cheap”, della Warner Bros. Discovery.

Warner Bros. Discovery aspirerà ad essere il luogo più innovativo, eccitante e divertente per raccontare storie a livello mondiale Questo è quello che la società sarà. Amiamo il nome della nuova società perché rappresenta la combinazione della leggendaria eredità centenaria della Warner Bros., la narrazione creativa e autentica e l’assunzione di rischi audaci per portare in vita le storie più incredibili, con il marchio globale di Discovery che si è sempre distinto per l’integrità, l’innovazione e l’ispirazione

ha dichiarato Zaslav nel corso di un incontro informale tenuto assieme al CEO di WarnerMedia Jason Kilar (che, in realtà, nelle trattative iniziali per la fusione avrebbe avuto un ruolo poco incisivo). Nella medesima occasione, i due dirigenti – per la prima volta assieme – hanno svelato il logo della nuova compagnia, caratterizzato da una grafica piuttosto basilare, per non dire datata. O vintage, se vi suona meglio. Il nome della joint venture, scritto in un rudimentale grassetto 3D, fluttua in un cielo velato da nuvole.

Da un gigante che ha un valore stimato di 150 miliardi di dollari ci si sarebbe aspettati di meglio. Va però precisato che il logo non è probabilmente quello definitivo e che verrà migliorato nei mesi a venire: per l’accordo tra Discovery e AT&T si prevede infatti una finalizzazione entro la metà del 2022.

Lo slogan della nuova compagnia, che campeggia anche nel logo, è “La materia di cui sono fatti i sogni“; un riferimento al film noir del 1941 “Il mistero del falco” con Humphrey Bogart, distribuito da Warner Bros.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


discovery
Warner Media e Discovery si fondono. Nasce un nuovo colosso TV


classifica-programmi-più visti
Ascolti TV, la classifica delle reti più seguite della stagione (1 Ottobre 2020-31 Maggio 2021): Rai1 in testa col 17%, Canale 5 al 15.9%. Conte e Amadeus i più visti


Tokyo 2020
Olimpiadi, Discovery+ è la casa dei Giochi di Tokyo 2020


David Beriain
Attacco islamista in Burkina Faso: uccisi il reporter spagnolo David Beriain e il cameraman Roberto Fraile

1 Commento dei lettori »

1. john2207 ha scritto:

2 giugno 2021 alle 20:58

Uno nome brutto un logo osceno



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.