23
novembre

Ballando con le Stelle 2020, Lucarelli vs Todaro: «Comportamento un po’ da sfigati». Raimondo: «Sì ho rosicato perchè ero infortunato. Paolo Conticini dovresti tirar fuori le palle»

Elisa Isoardi e Raimondo Todaro

Elisa Isoardi e Raimondo Todaro

Nella querelle tra Raimondo Todaro e Paolo Conticini, esplosa il giorno successivo alla finale di Ballando con le Stelle, si è inserita a gamba tesa anche Selvaggia Lucarelli. Nelle scorse ore, la giurata ha espresso infatti il suo punto di vista su tutta la questione, non riservando una stoccata al ballerino che quest’anno è stato affiancato alla conduttrice Elisa Isoardi.

La discussione ha preso infatti il via quando Conticini, collegato in diretta a Domenica In, ha fatto presente a Mara Venier di essere andato avanti nella gara non inventandosi “nessuna storia d’amore, nessuno scoop, niente di niente“. Sentendosi preso in causa, il furente Todaro ha quindi risposto in maniera piccata all’avversario, invitando tutti a “sciacquarsi la bocca” quando si parlava di lui ed Elisa e mettendo in dubbio il regolare andamento della gara. Su Instagram, la Lucarelli è quindi tornata in maniera piuttosto pungente sul battibecco:

Ci sono cose più importanti, Raimondo Todaro, in questo momento che la sconfitta… Sconfitta poi insomma. Siete arrivati quarti, fino alla fine. Forse sarebbe il caso che cercasse di capire che tutto è relativo. E dopo due giorni dalla finale, svegliarsi la mattina e tornare su questa cosa, con livore, con battutine, con ’sciacquatevi la bocca’ ecc, secondo me è un po’ da sfigati“.

Poco fa Todaro, in un video sui social, è ritornato sulla questione e, dopo aver svelato di essersi fratturato l’alluce del piede destro nelle prove del programma di venerdì, ha specificato di aver risposto all’attacco di Conticini, sia per ribadire che lui ed Elisa non hanno mai finto alcuna storia d’amore, sia sottolineando che non avrebbe parlato se Paolo non l’avesse chiamato in causa. Parole a cui ha fatto seguito l’ennesima provocazione:

Conticini ha detto che assolutissimamente non era riferito a noi. Ci nascondiamo un pochettino dietro a un dito. Paolo, caro amico mio, c’hai cinquant’anni. Dovresti tirare fuori le palle, quanto meno assumerti le responsabilità delle cose che dici. Ma va bene“.

Infine, Todaro ha riposto anche a Selvaggia:

Selvaggia, ho rosicato sì perché sapevo di non avere il piede in buone condizioni, quindi ero già nervoso di mio. La partita tendenzialmente se si inizia alla pari 0-0 con l’arbitro neutrale, se uno perde, vai a stringere la mano e fai i complimenti all’avversario… Se invece ti rendi conto che…“.



Articoli che potrebbero interessarti


Isoardi e Todaro - Ballando con le Stelle 2020
Ballando con le Stelle 2020, sesta puntata: Mussolini «troppo incassata», Rocca silura uno ’sconclusionato’ Mariotto, Todaro ha due spalle così!


Daniele Scardina
Ballando con le Stelle 2020: i risultati di tutte le votazioni. Isoardi domina sui social. Daniele Scardina primo nella finale a 7, Conticini vincitore per la giuria


La sfida Conticini-Isoardi
Ballando con le stelle, polemica Todaro vs Conticini. Paolo: «Non ho inventato nessuna storia d’amore». Raimondo: «Eri il favorito e se non hai vinto non è certo per colpa nostra. Sciacquatevi la bocca prima di parlare»


Conticini e Kinnunen
Ballando con le Stelle 2020: chi vincerà?

2 Commenti dei lettori »

1. Laboccadellaverità ha scritto:

24 novembre 2020 alle 16:12

La Lucarelli farebbe meglio a tacere in quanto a comportamento da sfigati!!

Come giudice ha dimostrato in questa edizione una coerenza a dir poco vergognosa…

Fino all’ ultima puntata ha inviso Costantino sul ballo, dandogli poi il voto nello scontro finale con la Mussolini nettamente più capece, solo per un fattore personale.

Scagliandosi poi contro la Giurata del Popolo rea di aver dato il tesoretto a persona a lei invisa, tralasciando un particolare secondario…

la sfida finale veniva decisa dalle stesse coppie… il Sig. Scardina ha avuto libero arbitrio nella scelta, poteva indicare la Isoardi o Conticini e no Rocca…

Cara Sig. Lucarelli,

quando si è chiamati a fare il giurato in una tramissione televisiva, lo si fa con IMPARZIALITA’, forse a lei cosa sconosciuta e non con RELATIVITA’.

Altrimenti di fronte a persone di cui non si ha un giudizio personale moralmente positivo, si fa un passo indietro e ci si astiene dal parteciparvi, visto che poi il tutto non è a titolo gratuito.

Si chiama COERENZA, forse cosa che a lei manca.



2. PeppaPig ha scritto:

25 novembre 2020 alle 04:38

@Laboccadellaverità anche se nello specifico ritengo che Todaro abbia perso l’occasione per star zitto, condivido le tue riflessioni sulla Lucarelli. Quest’anno in giuria ha dato davvero il peggio di sè, dando ampio sfogo a quella cattiveria che mi rende molto difficile credere che sia davvero quella donna risolta che ama descriversi nelle interviste.

Si dice paladina delle donne e le attacca in modo feroce, specie quelle che a differenza sua risolte lo sono davvero.

Si dice paladina del popolo e poi infierisce su personaggi “veraci” come Davoli, Razzi, la Erra, o la stessa Mussolini, mentre definisce “gran signore” chi fa il gesto dell’ombrello alla giuria. Arriva a cospargersi il capo di cenere di fronte al commento durissimo di Lopez, che alla fine non ha detto cose molto diverse – nella sostanza – da quelle di Davoli.

Si dice paladina della giustizia e poi vota esclusivamente in base ai suoi umori, contribuendo pesantemente al risultato finale più pasticciato mai visto a Ballando.
E quando se ne rende conto, lungi dall’assumersi le sue responsabilità si scaglia (insieme alla Bruzzone) contro la Erra – colpevole solo di tifare per la Mussolini – rovesciandole addosso una shit storm che sui social sta andando avanti da giorni.

Purtroppo il gregge va dietro a chi strilla più forte, e nessuno (ma proprio nessuno!) che abbia fatto notare alle due erinni Lucarelli/Bruzzone che:
1) come dice giustamente @Laboccadellaverità Scardina non era affatto obbligato a sfidare proprio Rocca;
2) se anche avesse potuto scegliere per primo chi sfidare è ovvio per mille motivi che non avrebbe mai potuto optare per la Mussolini o Costantino;
3) nella sfida diretta è stata la Lucarelli, e non la Erra, a votare per Rocca, contribuendo pesantemente a determinare l’eliminazione di Scardina.

La coerenza, appunto.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.