6
novembre

Rai, Covid e perdite economiche allarmano l’AD Salini: «Situazione compromessa»

Fabrizio Salini

Anche la Rai, in un certo senso e a modo suo, è ‘zona rossa’. L’emergenza coronavirus ed il crollo delle entrate da canone (a cui si aggiunge il generale crollo pubblicitario) potrebbero infatti infliggere una pesante mazzata economica all’azienda di Viale Mazzini. A lanciare l’allarme è lo stesso AD del servizio pubblico, , che in una lettera ai deputati e senatori della Commissione di Vigilanza ha denunciato la preoccupante situazione. 

Nella missiva, i cui contenuti sono stati divulgati da Repubblica, il top manager si è soffermato dapprima sull’insufficiente gettito proveniente dal canone. Al riguardo, Salini ha lamentato “ricavi addirittura inferiori a quelli del 2013 (quando tra l’altro il canone unitario era pari a euro 113,50, mentre oggi è di 90 euro)“. Poi ha spiegato nel dettaglio:

Le risorse da canone attualmente disponibili per Rai (quantificabili nel 2020 in 1.636 milioni di euro) risultano inferiori a quelle disponibili nel periodo ‘pre-bolletta’ (1.655 milioni di euro nel 2013)“.

A ciò si aggiunge l’emergenza coronavirus, già arrivata alla seconda ondata. Il Covid – ha denunciato Salini – ha sinora causato perdite per 200 milioni. Tali fuoriuscite, nel dettaglio, sono state provocate dalla caduta delle entrate pubblicitarie, da una flessione alla voce “canone speciale” (quello pagato dalle imprese) e dal “forte ridimensionamento di alcune linee di business (Theatrical)”.

La risposta della Rai a questa emergenza, per ora, è stata quella dell’austerity. I tagli generalizzati – imposti anche agli stipendi dei conduttori televisivi – avrebbero consentito di risparmiare circa 40 milioni, a cui vanno aggiunti i 135 milioni di diritti tv sportivi non sborsati, visto il rinvio dei Giochi olimpici in Giappone e degli Europei di Calcio. Ma l’argine rischia di cedere sotto il peso di un quadro sempre più incerto.

La evoluzione inerziale per il quadriennio 2020-2023 evidenzia una situazione economico-finanziaria tendenzialmente non sostenibile

ha fatto notare Salini, come riporta Repubblica, prospettando il rischio di una “situazione compromessa“. Stando a quanto si legge, l’AD avrebbe pertanto predisposto un piano per alleggerire il quadro generale e sfoltire ulteriormente le spese.

Queste le misure previste: razionalizzazione del palinsesto; rimodulazione del piano annuale della fiction; rinegoziazione di alcuni contratti per i diritti sportivi; razionalizzazione dei costi esterni immobiliari; razionalizzazione delle locazioni e smart working; razionalizzazione delle componenti variabili del costo del lavoro.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Fabrizio Salini
Rai, nuova policy su agenti e produttori. Chi sarà il primo ad aggirarla?


Fabrizio Salini
Rai, Fabrizio Salini: «Avremo una struttura per nuovi format di intrattenimento. Le direzioni di rete? Sto valutando profili interni»


Roberto Gualtieri, Ministro dell'Economia
Rai, il ministro Gualtieri concede il tesoretto a Salini. Poi lo silura: «Nuovi vertici per voltare pagina»


Fabrizio Salini
Rai: in arrivo un tesoretto da 80 milioni?

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.