15
aprile

Sanremo 2021, il patron dell’Ariston avverte: il Festival può slittare

Teatro Ariston

Teatro Ariston

Il clima di incertezza in cui vive la TV ai tempi del Coronavirus si riflette anche sulla prossima edizione del Festival di Sanremo. Se per il telespettatore la kermesse è ancora un evento lontano, per gli addetti ai lavori la musica – è proprio il caso di dire – è ben diversa. La 71° edizione, qualora non ci fossero le condizioni per lavorarci al meglio, potrebbe anche slittare.

“Serve un’ampia riflessione. Se la data di inizio febbraio non permette di fare un Festival con luci, lustrini e tutto il resto, allora può essere che si pensi di spostarlo in avanti di uno o due mesi

fa sapere a Sanremo News Walter Vacchino, patron del Teatro Ariston, già impegnato a riprogrammare tutti gli spettacoli di questi mesi. L’auspicio, che i tempi prestabiliti prima dell’emergenza siano rispettati, resta:

“L’altra ipotesi, quella più ottimistica, è che ai primi di febbraio la situazione sia tale da permettere, rispondendo a certe norme, di godersi lo spettacolo come in qualsiasi altro teatro”.

L’Italia si appresta ad entrare nella fatidica fase 2 del Covid-19 e il mondo del lavoro in generale, televisivo compreso, non sa ancora come effettivamente si potrà ripartire e con quali misure restrittive. Da qui il rischio che la macchina di Sanremo 2021 possa mettersi in moto in ritardo rispetto alla consueta tabella di marcia.

“C’è un’ultima ipotesi che non voglio nemmeno tenere in considerazione…”

conclude preoccupato Vacchino.



Articoli che potrebbero interessarti


Amadeus, teatro Ariston
Sanremo 2021 covid-free: in attesa del Protocollo sanitario, già eseguiti 350 tamponi


Amadeus
Sanremo 2021, è ufficiale: si terrà dal 2 al 6 marzo. Rai al lavoro per il pubblico in presenza


Amadeus
Sanremo 2021, Amadeus: «Sarà un Festival il più normale possibile». Sugli ospiti: «Sto pensando ad un’altra reunion»


Lorella Cuccarini
Lorella Cuccarini positiva al Coronavirus

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.