3
luglio

Mediaset non rinnova con la Gialappa’s

Gialappa's Band

Gialappa's Band

Senza new entry di rilievo, a fare notizia sono gli assenti o, se preferite, i ‘trombati’. Mediaset ha annunciato i propri palinsesti per la stagione 2019/2020 nei quali non figura la Gialappa’s Band. Tra il trio comico formato da Marco Santin, Carlo Taranto e Giorgio Gherarducci e l’azienda non è strato trovato l’accordo e, dunque, il contratto non è stato rinnovato.

E pensare che dodici mesi fa, di questi tempi, i Gialappi venivano annunciati come protagonisti di una delle poche novità in stagione di Italia 1: Mai dire Talk. Il programma, in onda in prima serata da novembre 2018 con la conduzione in studio del Mago Forest, non ha riscosso il successo sperato, chiudendo il 25 gennaio 2019 con un deludente 3.6% di share.

Sottotono, in realtà, è stato in generale il rientro a Mediaset della Gialappa’s, avvenuto nel 2017 dopo l’avventura in Rai. Luci e ombre hanno visto protagonisti i tre comici con le puntate serali del Grande Fratello Vip e dell’Isola dei Famosi; in un primo momento inseriti come novità di spicco, i loro interventi a ‘disturbare’ le dirette sono via via andati scemando, quasi fossero di intralcio. A salvarsi, in parte, l’appuntamento con Mai dire GF Vip, mentre Mai dire Isola – dopo l’edizione del 2018 – non è stato riproposto.

Per la seconda volta, dunque, si interrompe il matrimonio tra la Gialappa’s Band e Mediaset, che non sembrano più trovare l’armonia degli anni ‘90/2000, quando insieme fecero di Italia 1 un piccolo gioiello (che non c’è più, o che comunque ha smesso di brillare).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


A Star Is Born
Palinsesti Mediaset 2019/2020: i film


gialappa's
GIALAPPA’S BAND, MEDIASET ‘TAGLIA’ E IL TRIO SI GUARDA INTORNO: “CI HANNO CHIAMATO PER UNA TRASMISSIONE DI COMICI SULLA RAI”


Silvio Berlusconi (La Grande Avventura) @ Davide Maggio .it
LA GRANDE AVVENTURA (5^ PUNTATA) : STAGIONE 1986/1987, dall’ISTEL all’AUDITEL e IL GRANDE ESODO


Champions League
Champions League: il Tribunale respinge il ricorso della Rai e conferma le partite in chiaro su Canale 5

7 Commenti dei lettori »

1. Ale ha scritto:

3 luglio 2019 alle 14:21

Ben gli sta, potevano rimanere in Rai invece hanno visto soldi soldi soldi e sono scappati a Mediaset ed hanno raccolto solo FLOP



2. xxxxx ha scritto:

3 luglio 2019 alle 14:30

In realtà, per dovere di cronaca, va detto che Mai Dire Isola ebbe grande successo, con quasi il 20% di share, ma che non è stato riproposto a causa del flop del programma vero e proprio. Anche Mai Dire Mondiali andò bene.
Evidentemente li avranno licenziati perché Mai Dire Mondiali non è più proponibile, la produzione dell’Isola vorrà risparmiare per puntare sul cast e Mai Dire Talk ha effettivamente floppato.
Peccato.



3. Paoletta ha scritto:

3 luglio 2019 alle 14:36

” … l’armonia degli anni ‘90/2000, quando insieme fecero di Italia 1 un piccolo gioiello …” … fortuna non sono l’unica a ricordarmi di quel periodo felice! 😊
Felice ma …. decisamente andato! La Italia 1 di oggi è irriconoscibile, rispetto a quella di allora.



4. aleimpe ha scritto:

3 luglio 2019 alle 15:57

Per il Trio potrebbe esserci o il ritorno in Rai o il gruppo Discovery che proporrebbe Mai Dire Olimpiadi ?



5. pietrgaf ha scritto:

3 luglio 2019 alle 16:11

Mai dire … ha stufato! anche il talk di quest’anno è stato un floppissimo



6. Marco Urli ha scritto:

3 luglio 2019 alle 16:50

I tempi cambiano. Oggi c’è Tik Tok.
I Gialappi come del resto tutta la comicità televisiva è inesorabilmente decaduta. Anche il canale Zelig non durerà a lungo.



7. Fed ha scritto:

3 luglio 2019 alle 19:26

@Ale effettivamente alla Rai hanno collezionato successi stratosferici…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.