19
ottobre

Il sindaco di Riace ospite a Che Tempo Che Fa. La Lega contro Fazio: ritiri l’invito

Mimmo Lucano

“Sfortunato quel popolo che ha bisogno di eroi”. Verrebbe da scomodare Brecht a commento della notizia che Mimmo Lucano, il sindaco di Riace accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e irregolarità nella gestione degli appalti sui rifiuti, sarà ospite a nella puntata di domenica 21 ottobre. A pochi giorni dalla revoca degli arresti domiciliari cui era stato inizialmente sottoposto, l’uomo verrà intervistato in diretta su Rai1 da Fabio Fazio.

Il colloquio tra il sindaco (attualmente sospeso dal suo incarico) e il conduttore, stando a quanto si apprende, avverrà negli studi di Milano. Lucano, diventato il simbolo di un piano d’accoglienza tanto apprezzato quanto discusso, parlerà proprio di immigrazione e del cosiddetto “modello Riace”, che nelle ultime settimane è finito sotto accusa, dividendo l’opinione pubblica e la politica.

Colpito dalle indagini della Procura di Locri, «Mimmo u curdu» aveva prontamente ricevuto la solidarietà di intellettuali, artisti e attori, tra i quali Beppe Fiorello, che in una fiction per la Rai – ora bloccata – aveva interpretato proprio il sindaco calabrese. Domenica, in prima serata sula rete ammiraglia del servizio pubblico, Lucano (che nelle scorse settimane aveva parlato su La7, a Propaganda Live) avrà lo spazio per dire la sua in diretta tv, al cospetto di Fabio Fazio.

L’annuncio della sua presenza a Che tempo che fa, nel frattempo, ha suscitato la reazione polemica della Lega, che ha chiesto a Fazio di ritirare l’invito al sindaco sospeso.

Nonostante la revoca agli arresti domiciliari è evidente come Lucano sia accusato di aver violato norme civili, amministrative e penali sull’accoglienza. Chiediamo quindi che Fazio non chiami il sindaco in trasmissione. La tv pubblica non può divulgare modelli distorti sull’onda di strumentalizzazioni ideologiche. Sulla questione prepareremo, inoltre un’interrogazione in commissione di vigilanza Rai

hanno scritto in una nota i parlamentari della Lega membri della commissione di Vigilanza. Dopo il caso dei 6500 euro pattuiti a puntata per la partecipazione di Carlo Cottarelli, il programma domenicale di Rai1 viene così travolto da una nuova polemica.



Articoli che potrebbero interessarti


Carlo Cottarelli
Che tempo che fa, 6.500 euro a puntata per Cottarelli ospite. Il prof sbotta sulle polemiche: «Ce l’hanno con me per partito preso»


Fabio Fazio, Matteo Salvini
Matteo Salvini contro Fabio Fazio: “Il suo stipendio? Ci lavoreremo…”


Carlo Cottarelli
Che tempo che fa: nel cast arriva Cottarelli. Fazio: «Offrirà un’analisi competente»


Carlo Cottarelli
Che tempo che fa, Fazio corre ai ripari: sterzata politica per far fronte a Giletti

33 Commenti dei lettori »

1. RoXy ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 18:09

L’ho sempre detto che prima di ogni provvedimento, reddito di cittadinaza o flat tax che sia, il governo avrebbe dovuto derattizzare la Rai. Questi più stanno e più osano, ben sapendo che così diventerà più difficile essere epurati. Sveglia!!!



2. RoXy ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 18:15

Mimmu il Santone dei sinistronzi atei e mangiapreti.



3. Nina ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 18:21

Ennesima pagina vergognosa di quel programma, certo che ci saranno quelli che ringraziano Raiuno



4. ANDREA ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 18:51

Bloccare l’ospitata e soprattutto bloccare il programma che non puo diventare la voce dell’antigoverno, qualsiasi il partito per cui abbiamo votato. La Tv deve essere superpartes non vorrei che Raiuno diventi, la domenica sera, la copia de LA7.



5. Nina ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 18:57

Roxy: concordo. Foa si faccia sentire.



6. pietrgaf ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 20:02

Salvini si rifiuta di andare ospite da Fazio ma vuole anche imporre gli ospiti… chi può andare e chi no?

Piuttosto pensi agli ascolti che fa la prova del cuoco (-3% di share rispetto all’anno scorso quando va bene)



7. Sabato ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 20:30

Sono stati intervistati in Rai il figlio di Riina e i Casamonica… non vedo perché non dovrebbe essere intervistato Lucano, che è al centro di una questione estremamente interessante dal punto di vista culturale. Lo seguirà con grande interesse.



8. Sabato ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 21:03

Il sindacato dei giornalisti Rai ha preso posizione in difesa di Fazio: “I partiti non possono e non devono decidere chi può e chi non può essere ospite di una trasmissione. Come non devono mettere bocca sui sommari dei TG. O peggio sui direttori di reti e testate.
Siamo certi che nessuno in Rai cederà al veto dei parlamentari della Lega su Domenico Lucano. La soluzione non è mai cancellare, ma semmai aumentare le occasioni di ascolto, di confronto e di dibattito. È di questo che si nutre la democrazia liberale”.



9. Luca ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 21:13

certamente Fazio e la Littizzetto ospitano Lucano per mettersi d’accordo su quanti clandestini portare a casa loro
……………………………………………………



10. luca05 ha scritto:

19 ottobre 2018 alle 21:34

incredibile la smania di censura di questi….e Cottarelli non può parlare, e questo sindaco non potrebbe essere intervistato…
ma poi con quale logica? in televisione, e anche in Rai vengono invitati e intervistati tutti: serial killer, terroristi, capimafia, assassini di vario genere….però non può parlare il Sindaco di Riace……eddai su!!!



11. Nina ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 10:16

Non si tratta di censurare, il problema è che un’intervista fatta da Fazio ha la stessa qualità di quelle di pomeriggio5.



12. Buona Vita ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 10:22

I commenti di Nina e Roxy (che a questo punto si spera siano la stessa persona, almeno ne sarebbe solo uno) sono imbarazzanti.

Fortunatamente sono tutti a favore: dal sindacato dei giornalisti al pubblico che ha letto questa notizia. La dittatura fascista della lega può mettersi il cuore in pace



13. RoXy ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 11:06

@Nina: qui non si tratta di qualità dell’intervista (quelle di Pomergiggio Cinque sono ottime, quelle di Fazio-so pessime).
Il problema è che bisogna procedere con tempestività con le epurazioni delle colonne della sinistra, veri e propri agit-prop che sono stati inseriti in tutti i gangli della televisione e della informazione pubblica.

Ieri al PD1 ad esempio hanno fatto due servizi sulla volley femminile incentrate su due atlete di colore come simbolo dell’integrazione antisalviniana. A Pechino Express, ambientato guarda caso in Africa, hanno detto che la polenta è di orgine africana, ed hanno creato una finta propaganda celata da prova per far passare questo messaggio antisalviniano in tono caricaturale. Insomma, ogni occasione è buona per questi professionisti della disinformazione per far passare messaggi subliminali contro il governo anche nei programmi piu’ impensabili, nonchè in quelle cloache di fake news in cui sono stati trasgformati i talk e i TG Rai.

Questo comporta la necessità di un lavoro lungo e certosino di sdradicamento e derattizzazione di ogni vessillo e colonna impiantata dai sinistronzi nella TV pubblica, non certo le parole di protesta del Salvini di turno contro Fazio che alla fine finiscono solo per portare acqua alla causa pdiota e basta. Insomma: parlare poco, anzi non parlare proprio, e agire, fare i fatti. Noi elettori stiamo ancora aspettando il cambiamento, anche in RAI.



14. Sanjuro ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 11:24

Accidenti, RoXy/Nina, se non avessi avuto conferma, nei commenti a qualche altra uscita lecchina di Leardi, che in realtà siete la stessa persona, direi che potreste benissimo aspirare al titolo di Fratelli de Rege del ventunesimo secolo.

E visto la vostra (tua?) predilezione per il maestro Feltri, mi sia concesso di mandarvi simpaticamente a fare in culo entrambe come farebbe lui, stupide, medievali, retrograde, complottare, mentalmente instabili teste di cazzo. <3



15. Sabato ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 11:51

Roxy, non voglio neanche rispondere al mare di cavolate che hai scritto; parliamo solo della polenta di Pechino Express.
Tu scrivi: “A Pechino Express, ambientato guarda caso in Africa, hanno detto che la polenta è di origine africana”.
Ora, per quanto riguarda l’ambientazione in Africa, tu saprai (o forse no) che Pechino Express va in onda in Italia da 7 edizioni ed è questa la prima volta che viene ambientato in Africa, dopo aver attraversato l’Asia ed il Sud America. Non vedo per quale motivo avrebbero dovuto evitare il continente nero che, fra l’altro, si presta benissimo alla gara.
Per quanto concerne la polenta, la versione africana del piatto italiano, l’ugali, è stata protagonista di una prova in cui i concorrenti hanno dovuto girare uno spot della “polenta” africana seguendo un copione divertentissimo. Mi dispiace, ma il fatto che tu ti sia risentita per questa prova, palesemente ironica, dimostra solo il tuo scarso acume. Non pensavo si potesse arrivare a leggere un “messaggio antisalviniano” in uno sketch così divertente: hai davvero interpretato lo slogan della prova (“con l’ugali la famiglia è più contenta, altro che polenta!”) come un serio affronto alle nostre tradizioni culinarie o addirittura come un messaggio politico?



16. Vattelalbicocca ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 11:57

A me il sindaco di Riace non è che stia esattamente simpatico, però per una volta sono d’accordo con Sanjuro e Bella Vita.

ps: quella della polenta è una caxxata, in quanto l’ingrediente base è di origine americana, quindi se lo sono beccati ai tempi delle colonie.



17. Nina ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 12:05

Buona vita (eh apprezzabile autoironia) vedi io sono talmente serena che non hai idea. Infatti io non ho alcun bisogno di attaccare gli altri per difendere le mie idee. Tu no! Fossi in te mi imbarazzerei per quelli della mia parte dalla cui tastiera escono solo peti, come il solito scorreggione. Tu no. Ma sono consapevole che non tutti hanno la fortuna di aver avuto dei genitori come i miei.



18. Nina ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 13:49

Questa settimana è davvero demenziale dopo le accuse di misoginia alla redazione ora sabato che dice a roxy che è priva di acume. Top!



19. wisdom ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 13:52

RoXy leggo i tuoi commenti da anni e ho sempre ammirato la tua arguzia e la tua ironia, per cui mi voglio augurare veramente che il tuo commento n. 13 sia uno scherzo.



20. Nina ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 15:43

Attenta rovxy che è partito l’avvertimento stile clan di wisdom, vedrai che ora sarai nel mirino.



21. soralella ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 16:16

Sanjuro mi sa che te sei un passo avanti a tutti noi. La teoria che RoXy e Nina siano la stessa persona è suggestiva e sarebbe un bel colpo di scena, però se fosse mi cadrebbe un mito (parlo di RoXy ovviamente).
Ho sempre pensato che RoXy ci prenda parecchio in giro, e più leggo il commento n. 13 e più me ne convinco, mentre Nina invece è proprio così, purtroppo. Comunque ora mi hai messo la pulce nell’orecchio e boh, tutto può essere.
Solo che se RoXy è Nina, e Nina è Leardi, Leardi chi è, Stanislao Moulinski in uno dei suoi più riusciti travestimenti …. ? :D:D:D:D:D



22. Nina ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 18:39

In effetti soralella ha ragione sanjuro è solo passò avanti a lei: luibha il coraggio di essere quello che e, un violento. Mentre queste comari, si nascondono dietro un perbenismo di facciata, ma sono ugualmente livorose ed astiose.



23. IlGrandeCacciucco ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 19:29

Nina è da stamani che leggo tuoi commenti al vetriolo su questo e su quell’altro, quando solo due giorni fa hai scatenato l’inferno per un’innocua “oca del campidoglio”. Fortuna che le tue vittime sono abbastanza intelligenti da ignorarti, perchè se quelli che stai appellando come bulli, comari, violenti, capoclan, etc., ti dovessero rispondere a tono, cosa succederebbe? Forse la prima/il primo che dovrebbe mostrarsi per quello che è veramente sei tu.

Mauro oggi qual’è la tua opinione da esterno? Tuttappposto?



24. Nina ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 21:07

Cacciucco: ripeto non ho MAI detto nullavper quella”oca. Ti prego di evitare di dire falsità. Come quelle per cui IO avrei fatto dei commenti per prima. Il violento c’è la comare pure che per PRIMi mi hanno attaccato. Ti prego di avere un po” di dignità perché affermare il falso davanti ai messaggi insultanti tutti in fila è da disonesti.
PS: mi ignorano? Ah ah ah ahhh!



25. Vattelalbicocca ha scritto:

20 ottobre 2018 alle 23:56

Aspettate, che oca del campidoglio?



26. wisdom ha scritto:

21 ottobre 2018 alle 01:21

Vattelalbicocca ti sarai mica perso la rissa del secolo …. ;D



27. Nina ha scritto:

21 ottobre 2018 alle 10:59

Ti spiego io. Un utentevmi ha dato dell’oca. Io non ho risposto ma purtroppo 3:persino hanno fatto il fatale errore di dissentire. Apriti cielo si sono scatenate le comari per riportarli all’ordin,. Tanto che il povero Mauro si è quasi scusato per aver osato tanto. A riprova di quanto affermo puoi leggere anche qui, le comari non commentano l”articolo un questione ma si limitano ad attacchi personali.



28. Vattelalbicocca ha scritto:

21 ottobre 2018 alle 12:44

se non mi dite DOVE…



29. IlGrandeCacciucco ha scritto:

21 ottobre 2018 alle 19:47

Vattelalbicocca qui: https://www.davidemaggio.it/archives/167427/ascolti-tv-mercoledi-17-ottobre-2018

Nina perchè invece di spiegare con parole tue non gli hai detto dove andare a leggere? Forse hai paura che la tua versione dei fatti non sia proprio così rispondente alla realtà? Io non credo di averti mai visto parlare di televisione e di programmi, nei tuoi comenti o attacchi qualcuno, o blandisci qualcun’altro, o fai la vittima.

Sanjuro ho come l’impressione che il gradimento di Feltri qua sopra sia diminuito drasticamente da quando ha dichiarato che mediaset gli fa schifo e che pullula di personaggi infimi …. guarda caso nessuno lo rammenta più. Sic transit gloria mundi ….



30. Nina ha scritto:

22 ottobre 2018 alle 10:18

PS qui, io stavo parlando del programma di Fazio, ma poi siete arrivati voi bulletti, com i vs. Insulti. È tutto in fila



31. Nina ha scritto:

22 ottobre 2018 alle 12:09

È davvero tutto molto surreale e anche squallido. L’accanimento nei miei confronti non è motivato, se mai ci possa essere un buon motivo per accanirsi su qualcuno. Surreale il fatto che mi si impuri come COLPA il fatto di aver reagito ad un insulto. Surreale che non esista un mio messaggio in cui lo faccio. Surreale che chi si pone come giudice venga qui a fare quello di cui sono imputata (non commentare l’articolo ma attaccare qualcuno). Surreale che si faccia comunella con un violento insultatore che non fa altro che quello
È evidente che qualcuno ha perso la testa.



32. Sanjuro ha scritto:

22 ottobre 2018 alle 15:10

E invece alla fine c’è andato.

PUPPATE LA FAVA.



33. CuginoSfigato ha scritto:

22 ottobre 2018 alle 16:26

Le chiose di Sanjuro. Adoro.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.