29
luglio

Marcello Foa Presidente Rai: le opposizioni sono contrarie. Nomina a rischio

Marcello Foa

Tutti contro . La strada che deve portare il giornalista alla Presidenza Rai (ruolo per cui è stato designato dal governo) si sta rivelando piena di ostacoli. E tutto potrebbe saltare già nelle prossime ore. La nomina in questione dovrà ottenere l’ok da parte della Commissione di Vigilanza con il voto dei 2/3 dei componenti, quota che tuttavia rischia di non essere raggiunta. I partiti d’opposizione, infatti, hanno annunciato battaglia e non intendono avallare l’approvazione al Presidente incaricato.

Marcello Foa Presidente Rai: Forza Italia e Pd contrari

Il ‘niet’ più significativo viene in particolare da Forza Italia, che al momento è orientata ad esprimere un voto contrario nei confronti di Foa, il quale peraltro è una storica firma de Il Giornale della famiglia Berlusconi. Gli azzurri, che propendono per l’individuazione di una figura terza, hanno affidato alla deputata Maria Stella Gelmini la loro presa di posizione.

La maggioranza, prima di proporre un suo nome per la presidenza della Rai, avrebbe dovuto avviare un’istruttoria tra i gruppi parlamentari presenti in Commissione di Vigilanza Rai e solo dopo esprimere un candidato di sintesi, in grado di avere il voto dei 2/3 dei componenti, necessari per concludere l’iter. Proponendo Foa al buio, il governo ha utilizzato un metodo sbagliato. Forza Italia farà un’attenta riflessione, ma al momento il nostro voto è ‘no’ (…) Nelle prossime ore cercheremo ancora il dialogo con tutte le altre forze politiche per individuare una figura terza, di garanzia, e che possa ricevere il via libera dalla stragrande maggioranza dei gruppi parlamentari. Il ruolo di presidente della Rai è troppo delicato per essere imposto a colpi di maggioranza. È il momento della buona politica, non servono inutili prove muscolari

ha affermato la capogruppo forzista alla Camera. Contrario alla nomina di Foa anche il Pd, con le parole d’opposizione di Michele Anzaldi, parlamentare dem e segretario della Commissione di Vigilanza:

Il pluralismo e l’autonomia dell’informazione del servizio pubblico sono a rischio. La nomina a consigliere e presidente Rai di Marcello Foa, un fedelissimo di Salvini e un tifoso del Governo Lega-M5s, rappresenterebbe un grave vulnus democratico e una violazione di legge, che prevede per il servizio pubblico un presidente di garanzia. Per questo lancio un appello ai commissari di tutti i partiti di opposizione in commissione di Vigilanza Rai: col vostro voto in commissione possiamo ristabilire il rispetto della legge, bocciando la nomina“.

Marcello Foa Presidente Rai, le dichiarazioni di Di Maio

A difendere la designazione di Foa ci ha pensato il vicepremier Luigi Di Maio con un post pubblicato su Facebook e riferito ai partiti critici nei confronti della nomina.

Marcello Foa è un giornalista con la schiena dritta che ha sempre fatto il suo mestiere con grande onestà intellettuale e dimostrando totale indipendenza. Eppure oggi Pd e Forza Italia lo accusano di sovranismo. Ma di che parliamo? ‘Sovranità’ è una parola presente nell’articolo 1 della Costituzione. È una bella parola che sta tornando di moda anche grazie a persone come Foa. Quelli del pd poi sono gli stessi che avevano messo a capo della Rai una del Bilderberg: Monica Maggioni, che è attualmente presidente della Trilateral italiana. E ora vogliono opporsi a un giornalista totalmente libero che è pronto a fare gli interessi esclusivi della Rai e degli italiani? Sarebbe clamoroso“.

Intanto, in un’intervista che il Corriere del Ticino, lo stesso Foa ha raccontato le dinamiche della sua convocazione da parte del governo. “Tutto è avvenuto molto all’improvviso” ha rivelato il giornalista, spiegando di essere stato contattato da Roma nella serata di giovedì scorso.

Non era ancora una proposta ufficiale ma un sondaggio di disponibilità oltre a un attestato di stima nei miei confronti. Pensavo che la cosa avrebbe necessitato di tempo, come è prassi in questi casi, con colloqui e negoziati, invece venerdì mattina, per il mio stupore, mi è giunta una telefonata nella quale mi si comunicava che c’era consenso unanime sul mio nome e che sarei quindi stato proposto al Consiglio dei Ministri. Ho dovuto decidere sui due piedi. Sono onorato per come si è sviluppata la vicenda, ma anche colpito e un po’ frastornato“.

Le polemiche di queste ore, tuttavia, rendono la sua nomina sempre più pericolante.



Articoli che potrebbero interessarti


Riccardo Laganà
Presidenza Rai: il Cda boccia Riccardo Laganà. La decisione slitta a settembre


Marcello Foa,
Presidenza Rai, il CdA incassa il colpo. Ma Salvini non molla: «Confermo fiducia a Foa»


Marcello Foa rai
Marcello Foa Presidente Rai: via libera del CdA. Ora manca l’ok della Vigilanza


Marcello Foa
Rai: Fabrizio Salini Amministratore Delegato, Marcello Foa sarà Presidente

10 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

29 luglio 2018 alle 16:13

Marco Leardi,
E’ possibile che il Governo potrebbe cambiare candidato alla presidenza prima del voto alla Vigilanza ?



2. RoXy ha scritto:

29 luglio 2018 alle 16:22

Forza Italia stampella dei PDioti. Abbiamo bisogno di persone di polso per derattizzare la Rai, occupata in ogni suo spiraglio.
Fontana sembra avere tutte le carte in regola per farlo, e la rivolta dei PDioti è lì a dimostrarlo. Se loro lo temono così tanto è davvero l’uomo giusto al posto giusto. Ma perché quel vecchio rintronato di B. vuole a tutti i costi amoreggiare con i PDioti? Cosa crede di poter ottenere da coloro che lo hanno sbattuto fuori dal parlamento e rinchiuso in carcere come il poggiore traditore della patria ricoperto di ogni sorta di vituperio ed accusa infamante?



3. RoXy ha scritto:

29 luglio 2018 alle 16:26

Quella lumaca di Gianni Letta e l’uomo fedele dal muso a “U” rovesciata dovrebbero essere denunciati per circonvenzione d’incapace. I figli tontoloni di B. si sveglino e allontanino per sempre queste due badanti che fanno da anni il gioco degli avversarsi ed hanno ridotto B. ad una larva umana.



4. RoXy ha scritto:

29 luglio 2018 alle 16:29

Ho scritto Fontana al posto di Foa nel primo commento.



5. RoXy ha scritto:

29 luglio 2018 alle 16:36

Felice che Mario Giornato abbia preso le distanze da una sua possibile nomina al PD1. Ha fatto benissimo, avrebbe fatto la stessa fine del povero Minzolini, con tutta la redazione avversa e cndannato in tribunanale dalla toga rossa di turno con chissà quale accusa infamante. Poveretto quello che finirà in quella fossa di cannabili PDioti che è la redazione dell’orrido e superfazioso PD1.



6. Antonio ha scritto:

29 luglio 2018 alle 17:13

RoXy ma cosa scrivi? Hai idea di cosa stai parlando?



7. Sanjuro ha scritto:

29 luglio 2018 alle 18:34

RoXy, l’infermiera e la badante oggi avevano entrambe la giornata libera?
Fossi in te, proverei un po’ a fare una passeggiata nelle ore calde.



8. Patrick ha scritto:

30 luglio 2018 alle 03:07

Roxy ma seriamente fatti curare da qualcuno, hai grossissimi ed evidenti problemi, lo sostengo da sempre. Ma che cosa cazzo hai scritto?
Le pastiglie oggi non hanno fatto effetto? Ma seriamente, come sei messo/a?



9. Patrick ha scritto:

30 luglio 2018 alle 13:23

Roxy, devi farti seriamente curare. Non si può stare tutti i giorni in un sito a scrivere cose sconclusionate e assurde.
Davvero, consulta un bravo psicologo perché qui la situazione è grave.



10. Nina ha scritto:

31 luglio 2018 alle 15:12

Roxy sono con te, continua a scrivere che almeno tu ci fai riflettere. Non conta la forma ma la sostanza e tu di sostanza ne metti tanta.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.