20
gennaio

Par condicio, l’Agcom richiama Lilli Gruber per la puntata con De Benedetti. Lei si scusa: «Non succederà più»

Lilli Gruber, Carlo De Benedetti

Chiedo venia, non succederà più“. Lilli Gruber ha dovuto fare pubblica ammenda. A denti stretti, certo, ma non aveva alternativa. Ieri sera, in diretta su La7, la conduttrice di Otto e Mezzo ha porto le proprie scuse a seguito di un richiamo arrivatole dall’Agcom per violazione della par condicio. L’Autorità Garante, infatti, ha messo in evidenza una scorrettezza avvenuta mercoledì scorso durante l’ospitata di Carlo De Benedetti, il quale – contravvenendo alle norme sulla comunicazione pre elettorale – aveva espresso la propria intenzione di voto.

Le scuse della Gruber sono arrivate subito, in apertura di puntata, prima che iniziasse il dibattito. Richiamando l’attenzione, la conduttrice ha dichiarato:

Prima di cominciare la trasmissione, presentando gli ospiti, devo fare una precisazione. Perché l’Autorità Garante per le Comunicazioni ha messo in evidenza che nella puntata di mercoledì scorso (17 gennaio, ndDM) l’ingegner Carlo De Benedetti aveva manifestato la sua intenzione di voto e questo non si può fare perché siamo in campagna elettorale e dobbiamo rispettare le regole della par condicio. Quindi chiedo venia ai telespettatori, non succederà più“.

Nella puntata in questione, De Benedetti aveva affermato di voler votare Pd, giudicando Di Maio inadatto a fare il premier. Secondo la recente e discussa delibera dell’Agcom sulla par condicio, però, questo non gli era consentito. Tra le varie norme, il Garante ha stabilito che se il format di una trasmissione in onda su una tv privata prevede l’intervento di un giornalista o di un opinionista a sostegno di una tesi, allora bisognerà porvi un contraddittorio. E così, dopo le parole dell’imprenditore torinese, la mannaia dell’Authority si è abbattuta sulla Gruber.

Le regole sulla par condicio, però, hanno suscitato anche critiche. E ieri sera, proprio a margine delle scuse formulate dalla giornalista, è stato l’ospite Matteo Salvini a farsi interprete di questo disappunto.

Posso dire che siamo al surreale? Se il dibattito è su Orietta Berti che ha detto che vota tizio, allora De Benedetti… Siamo alla follia. Le regole secondo me sono diverse

ha commentato il leader della Lega, riferendosi anche ad una recente ed assurda polemica sorta attorno alla dichiarazione di Orietta Berti di voler votare Beppe Grillo. Nell’isteria generale, quelle sue parole sono addirittura diventate un caso politico.

Finita la campagna elettorale faremo anche una puntata su queste regole” ha concluso Lilli Gruber, allargando le braccia quasi in segno di rassegnazione e passando oltre.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Enrico Mentana
Par condicio, l’Agcom richiama cinque Tg. Dura replica di Mentana: «Patetico, offensivo»


Mario Monti
PAR CONDICIO, L’AGCOM RICHIAMA TG4 E STUDIO APERTO. SU TGLA7 E TGCOM24 TROPPO SPAZIO A MONTI


minzolini berlusconi
ELEZIONI, L’AGCOM: “BERLUSCONI SOVRAESPOSTO NEI TG”. MULTA DI 100MILA EURO A MINZOLINI


Sgarbi
VITTORIO SGARBI PRONTO A CONDURRE ‘IL MIO CANTO LIBERO’ DAL 2 MAGGIO. E PER EVITARE LA PAR CONDICIO:”MI DIMETTO DA SINDACO DI SALEMI”

5 Commenti dei lettori »

1. Nina ha scritto:

20 gennaio 2018 alle 13:34

Ho visto la puntata, una cosa davvero vergognosa. L’arroganza di Gruber, che pensa di cavarsela, con un “non succederà più” non fa che aggravare le cose. Pensare che ci sono giornalisti che fanno onestamente i loro lavoro e non chiamano i loro “amici” a discolparsi.



2. Luna ha scritto:

20 gennaio 2018 alle 15:44

Vomitevole.



3. francesco ha scritto:

20 gennaio 2018 alle 16:55

C’è ancora chi guarda sta vecchia siliconata comunista?



4. Sabato ha scritto:

20 gennaio 2018 alle 18:18

In tanti anni, non ho mai visto Otto E Mezzo e non conosco bene la Gruber. Da quello che leggo, però, sembra che a violare le regole della par condicio non sia stata la Gruber, bensì De Benedetti, che avrebbe fatto una “rivelazione proibita”, di cui ovviamente la conduttrice non è responsabile. Non mi sembra quindi che la Gruber meriti direttamente accuse e sanzioni… o forse le regole della par condicio prevedono che, in caso di violazione in diretta da parte di un ospite, il conduttore intervenga prontamente, censurando in qualche modo (ma come?) l’ospite loquace? Cosa avrebbe dovuto fare la Gruber, oltre a scusarsi a nome della trasmissione? Sono curioso.



5. silvia ha scritto:

21 gennaio 2018 alle 05:00

quello che farà de benedetti non ci interessa,,,,,,,,,è una persona spregevole,,,,,,piuttosto invece perché è sempre qui in italia se la residenza l’ha in svizzera???? perché a queste persone il fisco non si interessa??????



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.