9
gennaio

Sacrificio d’Amore sospeso e sostituito da Il Segreto. Tornerà in onda a maggio

Sacrificio d'Amore - Francesco Arca

Sacrificio d'Amore - Francesco Arca

Chi di posto in palinsesto ferisce, di posto in palinsesto perisce. Potremmo riassumere così il destino di Sacrificio d’Amore, la sfortunata fiction Endemol Shine Italy che ha debuttato lo scorso 8 dicembre su Canale 5: dalla prossima settimana il tormentato triangolo d’amore che coinvolge Silvia, Brando e Corrado non andrà più in onda e il suo spazio in prime time sarà occupato da Il Segreto. Al contrario le repliche della fiction qualche settimana fa si erano “appropriate” dello spazio di un’altra pietra miliare del pomeriggio in rosa, Beautiful, in un vano tentativo fatto dal Biscione per risollevarne le sorti (qui i dettagli).

Sacrificio d’Amore: la nuove puntate andranno in onda a maggio

Le prime sei puntate di Sacrificio d’Amore sono andate in onda di venerdì mentre la settima è prevista per mercoledì 10 gennaio 2018, dal momento che il venerdì di Canale 5 sta per accogliere Immaturi – La Serie. Ma dalla prossima settimana la prima serata del mercoledì tornerà ad ospitare le avventure di Puente Viejo, che nei piani iniziali dei vertici Mediaset avrebbe dovuto prendersi una pausa dalla fascia oraria più prestigiosa.

Un epilogo che non stupisce, visti gli ascolti del tutto insufficienti della nuova fiction che, dopo un magro debutto al 9.9% ed aver sfiorato l’11%, è addirittura sprofondata all’8.8%. Ma non si tratta di un addio: Mediaset ha deciso ufficialmente di spezzare questa lunga serialità – gli episodi previsti sono ben ventuno – dunque la “seconda stagione” andrà in onda nel mese di maggio, in chiusura di stagione tv e dunque senza grandi aspettative auditel. Un meccanismo, quello di dividere in due tempi un flop, già messo in atto da Rai 3 con Non Uccidere.

Un destino comunque migliore di quello toccato ad altri progetti poco apprezzati di Canale 5, il più recente quello di Amore Pensaci Tu, spostato con poca costanza in seconda/terza serata e con maratone di episodi che il pubblico non è riuscito più a seguire. La scelta di interrompere la messa in onda e rinviarla in un secondo momento non cambierà le sorti del programma (e difficilmente attirerà nuovo pubblico) ma di certo potrebbe rivelarsi più rispettosa nei confronti di quanti lo hanno seguito finora, telespettatori che già temevano sforbiciate alle puntate e sacrifici ben più gravi di quello che dà il titolo alla fiction.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Il Segreto
Il Segreto, anticipazioni: Pedro (dalla Russia) chiede il divorzio a Dolores


Il Segreto
Il Segreto, anticipazioni: Julieta sospetta di Saul


Il Segreto
Il Segreto, anticipazioni: Prudencio vuole costituirsi


Il Segreto
Il Segreto, anticipazioni: Julieta sconvolta per la morte di Ana

5 Commenti dei lettori »

1. occhiotv ha scritto:

9 gennaio 2018 alle 13:52

Credo che nel periodo in cui sono state registrate queste serie, a capo della produzione fiction Mediaset c’era una persona che ora non c’è più. Speriamo in meglio…….



2. Peppe93 ha scritto:

9 gennaio 2018 alle 16:00

Io l’avrei messa su rete4, inutile la sospensione.



3. Antonio Sanna ha scritto:

9 gennaio 2018 alle 16:14

E’ durata anche troppo!!! Quello che mi fa rabbia è che usino ancora Il segreto come tappabuchi e sia sempre trasmesso in prime time, al contrario di Beautiful che anzi viene sempre bistrattato e penalizzato a piacimento di Mediaset, mai in prima serata, bloccato senza preavviso per trasmettere le repliche della fiction flop, con puntate tagliate a loro piacimento, e nonostante le tantissime contestazioni da parte degli spettatori,mai che si siano degnati di rispondere o dar spiegazioni sul perché di questo astio nei confronti della soap che da oltre 20 anni regali ascolti record a Canale 5



4. Michele 87 ha scritto:

9 gennaio 2018 alle 17:18

Fine inevitabile di una fiction che avrebbe avuto un suo perché nel 2003, non certo alle soglie del 2020. Concordo che piuttosto che allungarne l’agonia era forse meglio spostarla su una rete minore (Rete 4 o La5) e farla concludere lì.

Speriamo davvero che con Cesarano le fiction Mediaset cambino musica ed anche drasticamente, come diceva un celebre motto politico del passato, o si cambia o si muore.

E penso che Immaturi andrà incontro ad un destino simile.



5. riccardo ha scritto:

10 gennaio 2018 alle 13:57

quoto Peppe93 o l’avrei messa su la5



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.