Sacrificio d’amore



15
febbraio

Palinsesti Mediaset, primavera 2017: raddoppiano Selfie e Bring The Noise

maria de filippi

Maria De Filippi

La primavera 2017 di Canale 5 sarà come l’autunno. Il palinsesto sarà, infatti, caratterizzato dal ritorno di alcuni programmi già visti in autunno. Abbiamo già parlato della seconda edizione di Selfie – Le Cose Cambiano, in cantiere per maggio nel lunedì della rete ammiraglia con la ritrovata Simona Ventura. Il programma dovrebbe avvicendarsi – il condizionale è sempre d’obbligo quando si parla di Canale 5 e di palinsesti futuri – con House Party. La “folle casa” realizzata da Giuliano Peparini starebbe per riaprire le porte con tre nuovi appuntamenti.




3
giugno

SACRIFICIO D’AMORE: AL VIA TRA TORINO E CARRARA LE RIPRESE DELLA NUOVA FICTION IN COSTUME DI CANALE 5

Sacrificio d'amore - Cast

Un anno fa, al termine della terza stagione de Le Tre rose di Eva, Endemol Shine rese nota la volontà di creare una nuova lunga serialità per Canale 5, dal titolo Sacrificio d’amore. Ben poco si sapeva allora sul cast e sulla trama di questo nuovo feuilleton ma oggi, finalmente, la fiction sta prendendo forma. Sono partite, infatti, le riprese delle ventidue puntate da ottanta minuti ciascuna che allieteranno (si spera) il pubblico Mediaset.


22
maggio

SACRIFICIO D’AMORE: ENDEMOL LAVORA AD UN PROGETTO SULLA SCIA DE LE TRE ROSE DI EVA

Le Tre Rose di Eva 3

Canale 5 trasmette questa sera la decima puntata de Le Tre Rose di Eva 3, la fiction Endemol che lo scorso venerdì si è dovuta accontentare di un misero 14.7% di share contro le repliche de Il Commissario Montalbano. Un risultato che non stupisce, visto l’indugiare su una trama e su dei personaggi che dal 2012 ad oggi hanno vissute storie fin troppo intense per aver ancora qualcosa di originale ed interessante da dire.

Sacrificio d’amore: un progetto low cost come Le Tre Rose di Eva

Ma il potenziale della serie resta perchè le trame noir, i delitti e le passioni che popolano Villalba in passato hanno saputo tenere i telespettatori con l’occhio incollato alla tv. Il tutto con uno sforzo economico di gran lunga inferiore a quello normalmente destinato a prodotti simili per il prime time: Le Tre Rose di Eva nacque infatti come prodotto low cost, con i costi di produzione abbattuti grazie ai tempi strettissimi di ripresa e alla struttura delle puntate.

Al binomio successo/risparmio la società che fa capo a Paolo Bassetti non ha intenzione di rinunciare e dunque starebbe lavorando ad un nuovo melò da prima serata dal titolo Sacrificio d’amore, per un totale di ben venti puntate. Endemol stima che ogni serata televisiva potrebbe costare meno di settecentocinquantamila euro, ancor meno dunque de Le Tre Rose di Eva. Il tutto realizzabile grazie ad una sinergia tra lavoro di sceneggiatura e ritmi del set, che farebbe aumentare il numero di minuti girati al giorno.

Sacrificio d’amore: il nuovo rilancio degli studi tv di Torino

Un espediente che ha già dei precedenti nel mondo della tv, basti pensare alla fiction di Rai 3 La Squadra che introdusse con l’allora casa di produzione Pearson Television (poi Grundy Italia, ora FremantleMedia) un modello di produzione industriale nella lunga serialità. Con lo spin off La Nuova Squadra si arrivò addirittura a girare stabilmente, in contemporanea, con tre troupe diverse. Ma i legami tra le produzioni made in Naples e made in Turin non finiscono qui.