9
maggio

Maltese: la Sicilia illumina un racconto coinvolgente, con un cast giusto e poco inflazionato

Kim Rossi Stuart

Kim Rossi Stuart

La nuova fiction di Rai 1 Maltese – Il Romanzo del Commissario si è presentata con il biglietto da visita tipico di Palomar che l’ha prodotta: una cornice naturale spettacolare, come la Sicilia e in particolare Trapani, capace di diventare quasi un personaggio, coinvolgendo lo spettatore e incantandolo in più di un passaggio. Una cornice del genere avrebbe reso bello qualsiasi quadro, ma Maltese di aiutini non ne aveva bisogno, perchè è un progetto che può dirsi riuscito sotto diversi punti di vista.

Maltese: ottima la prova di Kim Rossi Stuart

Innanzitutto la scelta di puntare su un cast poco inflazionato ha pagato: gli attori, tutti molto bravi, non essendo onnipresenti sul piccolo schermo riescono ad incarnare perfettamente i propri personaggi, quasi confondendosi con essi. In particolare è il protagonista Kim Rossi Stuart a riuscirci, risultando credibile e catturando il pubblico grazie ad un magnetismo non abusato.

Maltese: un racconto coinvolgente e poco cupo

Ma, aldilà del cast e dell’ambientazione, è l’approccio narrativo che funziona, ovvero un approccio “positivo”, che porta il pubblico per mano in un mondo violento ed ingiusto, a stretto contatto con omicidi e sparatorie che però non creano un clima respingente: Maltese non è uno “sbirro” duro, è un uomo dolce, che viene accolto bene al suo ritorno in Sicilia e non visto con sospetto, che non deve combattere con i sottoposti e che ritrova parti del suo passato nel percorso che intraprende, mischiandosi alla nuova realtà e diventandone parte.

Nonostante il commissario indaghi sulla morte del suo più caro amico, con tutto ciò che emotivamente questo può comportare, a sorpresa riesce poi a distaccarsi durante le indagini, il che spiazza ma è utile a non creare un clima troppo cupo e pesante. Anzi, alleggerisce il tutto rendendo godibile un racconto così duro e drammatico come può essere a prescindere quello legato alla Mafia.

Maltese è, in conclusione, un ottimo esempio di sperimentazione ed innovazione linguistica che si mischiano con la tradizione Rai, quella di intenti e contenuti che mira a rendere più che mai attuale la storia italiana.



Articoli che potrebbero interessarti


Meglio tardi che mai
Meglio tardi che mai. O forse era meglio mai e basta


L'Onore e il rispetto 5 - Finale
L’Onore e il Rispetto 5: com’è finita la storia di Tonio Fortebracci – Foto e Video


Facciamo che io ero - Virginia Raffaele
Facciamo che io ero… una delusione?!


Solo per Amore 2
Solo per Amore 2: un piccolo romanzo televisivo

1 Commento dei lettori »

1. vicky ha scritto:

9 maggio 2017 alle 20:43

Ringraziando il cielo hanno scelto Kim e non quella palla pallosa di Beppe Fiorello



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.