13
novembre

OPINIONISTI DI PROFESSIONE E DIALETTICA CONFUSA E STERILE: IL VUOTO DELL’INFOTAINMENT ITALIANO

Daniela Santanchè

Una fiera delle vanità, è questo che sta diventando la tv italiana tutta assediata dalla spettacolarizzazione di talk show che più che informare indignano per l’esaltazione del pensiero di poche maschere fisse che trasversalmente occupano, da mesi, tutte le reti televisive con le loro smanie di protagonismo e la mancanza del più elementare buon senso per rendere fruttuosi i dibattiti.

Una deriva dell’infotainment, ormai onnipresente in tutti i palinsesti, con quel mix di gossip e populismo che sta scavando trincee ancora più nette tra i cittadini e lo Stato, tra persone e persone. Spettacoli degradanti, tanto che Barbara D’Urso ne sembra pienamente cosciente quando ammette candidamente di essere ormai la fucina primaria per i mostri della settimana di Antonio Ricci. Dal preservativo al crocifisso, dalla crisi economica alla rivoluzione morale: non c’è tema che non possa essere discusso dai tuttologi dell’opinionismo, così ostinati nel loro polemismo da non fare più notizia nelle cronache, nonostante si inventino ogni giorno delle trovate assurde per troneggiare mediaticamente.

Tutto orchestrato per rendere violente e teatrali le contrapposizioni, salotti organizzati col bilancino per creare un magma caotico di pensieri tanto roboanti quanto sterili dato che, come ha sottolineato il principe della rissa Vittorio Sgarbi, diventa inutile impostare un dibattito con platee numerosissime che si devono spartire tempi strettissimi non riuscendo mai a controbattere alle provocazioni altrui, rendendo quasi necessario tirare fuori il coniglio dal cilindro per emergere da più forti sugli altri pretendenti alla parola.

E’ come se tutto dovesse ormai essere per forza eclatante, come se fossero crollate le barriere tra intrattenimento e riflessione, dialettica e spettacolo.Quotidiane battaglie di fango che gli italiani, soprattutto la domenica, sembrano non tollerare più scegliendo in massa la controffensiva del satellite e del digitale terrestre (basti guardare il crollo verticale degli ascolti delle tv generaliste nel pomeriggio del dì di festa).

Questa proliferazione dell’esagerato sta facendo invece riapprezzare tutti i programmi brillanti ma non gridati, dialettici ma garbati, in cui poche persone a turno e con cognizione di causa danno il proprio contributo all’argomentazione.  E’ già all’orizzonte il declino dell’ibridazione tra informazione e intrattenimento? Ritornerà ad essere dominante un modello di giornalismo meno gridato e, forse, più serio?



Articoli che potrebbero interessarti


Wanda Nara
Grande Fratello Vip 4: Wanda Nara e Pupo opinionisti


Zanicchi e Malgioglio opinionisti del GF16
Grande Fratello 2019: Cristiano Malgioglio e Iva Zanicchi opinionisti


Cristiano-Malgioglio GF
Simona Izzo e Cristiano Malgioglio opinionisti di Grande Fratello 2018


Daniele Bossari
Isola dei Famosi 2018: Mara Venier e Daniele Bossari opinionisti

15 Commenti dei lettori »

1. Marco82 ha scritto:

13 novembre 2009 alle 18:34

ormai in tv c’è una nuova professione ovvero l’opinionista tra questi regnano purtroppo:

parietti
santachè
tonon
meluzzi
mussolini
ex del gf (floriana, rocco, etcc.)
cecchi paone
anna pettinelli (odiosa e presuntuosa)

il bello che pensano che quello che dicono loro è legge e non permettono persone che la pensano in modo diverso

sgarbi lo sopporto perchè a volte dice cose vere e giuste



2. Davide Maggio ha scritto:

13 novembre 2009 alle 18:52

Sono pienamente d’accordo con te ma forse il ruolo e’ proprio quello di provocare e accendere una discussione. Dubito fortemente che qualcuno, però, possa rifiutare. Si guadagnano bei soldini.



3. Sabrina ha scritto:

13 novembre 2009 alle 19:46

Bell’articolo, che condiivido il toto.
” Dubito fortemente che qualcuno, però, possa rifiutare. Si guadagnano bei soldini”. La speranza è che certi figuri, certe caricature di tuttologi fuoriusciti dopo la chiusura delle case chiuse, pardon… dei manicomi in attesa di essere internati in qualche nosocomio…
la speranza, dicevo, è che i pubblicitari si accorgano del calo di ascolti e dirottino altrove gli investimenti. E’ tutto un business, e chi paga comanda. Vedrai, mio caro Davide, che se gli indici di gradimento continueranno a scendere iil cambio di registro (degli ospiti) sarà inevitabile… anche se ovviamente non sbandieraato.



4. Davide Maggio ha scritto:

13 novembre 2009 alle 19:47

@ Sabrina: certo, sono d’accordissimo su quanto scrivi. Anche perchè c’è da dire che ci sono opinionisti e opinionisti.



5. luigino ha scritto:

13 novembre 2009 alle 19:50

complimenti per la scelta dell’immagine correlata: non si poteva trovare di meglio :D i poveri bambini che hanno subìto un torto e per farli smettere di piangere,bisogna dare loro il contentino, alias lasciarli farsi giustizia nel talk-show di turno. Aspettano la maestrina che gli dica “avevi ragione” :D



6. luigino ha scritto:

13 novembre 2009 alle 19:53

alla Santanché hanno rotto la paperella…. non è giusto, uffa!



7. Davide Maggio ha scritto:

13 novembre 2009 alle 19:57

Ah ah ah, adoro quest’immagine. L’ho cercata appositamente per Cristian :D



8. Sabrina ha scritto:

13 novembre 2009 alle 20:06

Ultimamente mi sto ricredendo sul QI dei commentatori sportivi… sembrano degli iscritti al Mensa, non trovi Davide :)

Certo che il chirurgo che ha rifatto la Santanché non la userà come biglietto da visita! Come? Il marito è un famoso chirurgo estetico? Ma dai! Ed hanno pure divorziato? Ma non ci posso credere !!!
Certo che una che era partita facendo provini per le tv, promossa a segretaria del chirurgo di fama ne ha fatta di strada…
…lei sì che ha esperienza ed i numeri giusti per far l’opinionista e parlare di fede e testimonianza cattolica…



9. Andrea 80 ha scritto:

13 novembre 2009 alle 20:34

Oggi per fare l’ opinionista basta avere una sola caratteristica:
avere sempre da dire qualcosa su qualsivoglia argomento!!
Prendi Alba Parietti (la Regina del settore) : si puo’ parlare di recessione, immunita’ parlamentare, separazione della carriera dei magistrati, malasanita’ , cosi come di grande fratello, Brad Pitt e la Jolie, della preparazione del baccala’, dei nuovi metodi per allevare polli e galline……
Lei e’ sempre li’ a dire la sua con fare deciso e grintoso…
Io comunque tra tutti adoro la Mussolini, anche se spesso non ne condivido le idee, ma mi fa morire, specie se accoppiata a Sgarbi!!!



10. Sabrina ha scritto:

13 novembre 2009 alle 21:09

Hai ragione Andrea: io non sarei tagliata per fare l’opinionista… non so nulla di grande fratello, Brad Pitt, Jolie, della preparazione del baccala’, dei nuovi metodi per allevare polli e galline.
Eh la Mussolini è la Mussolini: con quel trucco così raffinato, gli abiti di Armani… in questi giorni sta veramente bene, nelle trasmissioni tv: si confonde benissimo con il resto del circo convocato a discettare dei massimi sistemi marrazziani…



11. sirio ha scritto:

13 novembre 2009 alle 21:55

concordo con chi salva da un certo punto di vista Sgarbi. Almeno ha una cultura con la c maiusocla che compensa la temperie esagitata. Ma la Santanchè invece non mi va giù proprio, tranne nella celebre imitazione della Cortellesi. Mitica Paola…



12. Sabrina ha scritto:

13 novembre 2009 alle 22:06

Suggerisco una scorta di Alka Seltzer ma soprattutto pile sempre cariche nel telecomando ;)



13. Elisa ha scritto:

14 novembre 2009 alle 11:00

La foto è….. M.E.R.A.V.I.G.L.I.O.S.A.!!!!!!!!!!!! ;)



14. salutidavenezia ha scritto:

14 novembre 2009 alle 13:40

la Santanché è una megera inzoccolita, la manderei al rogo



15. antoanto ha scritto:

14 novembre 2009 alle 15:55

concordo con Andrea l’accoppiata Sgarbi-Mussolini e’ eccezionale! Cmnq oltre agli opinionisti, negli ultimi tempi nei vari contenitori pomeridiani, vanno alla grande i “cornuti” che vanno in tv a raccontare di essere stati traditi (con tanto di foto documentate quasi sempre da “Chi”, e testimonianza diretta di Parpiglia); fino a qualche anno fa si andava ospiti in trasmissione se si aveva qualche prodotto da promuovere (film o disco), adesso hai diritto alle varie interviste solo se rendi pubblici i tuoi fatti privati (veri o falsi che siano); sono due giorni che il fidanzato di Lory del Santo e’ in tv xche’ lei e’ stata fotografata con un altro ragazzo e lui e’ arrabbiato con lei e cerca chiarimenti. Ma io dico: ma nn possono discuterne a casa? Ma a noi che ce ne importa? E pensano veramente che ci sia ancora qualcuno che crede a queste commedie all’italiana? Scusate lo sfogo ……



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.