31
agosto

REAZIONE A CATENA DI SERA: ECCO GLI OSPITI E I CONCORRENTI

Reazione a Catena

Complice il rinvio della scorsa settimana, è atteso per stasera il primo appuntamento in prime time con Reazione a Catena, da anni ormai il quiz dell’estate di Rai1 condotto da Amadeus. Dopo il debutto di fine estate 2015 con una puntata extra in prime time, quest’anno si triplica. Si chiamerà Reazione a Catena di sera e andrà in onda con tre puntate speciali dove a giocare saranno sì i migliori concorrenti di sempre ma anche personaggi del mondo dello spettacolo.

Tra intese, catene e zip, da stasera ma poi anche il 2 e il 9 settembre ritorneranno a sfidarsi le migliori squadre di questa e di altre edizioni (ci saranno anche gli amati e odiati Parenti Stretti, protagonisti di una discussa eliminazione?): quelle che hanno conquistato il bottino più ricco, ma anche quelle che più hanno saputo divertire il pubblico. Ma al meccanismo classico che siamo abituati a vedere ogni giorno, si aggiungeranno sketch, intermezzi musicali e momenti di spettacolo, resi possibili dai diversi ospiti vip di Amadeus.

Stasera sarà la volta dei Tiri in ballo (squadra campione l’anno scorso in arrivo da Padova, composta da mamma Nadia con i due figli Costanza e Francesco), che saranno affiancati da Roberta Capua e Massimo Lopez. Si scontreranno con gli Italia 90, squadra di Lodi composta da Paolo, Mattia e Paolo, anche loro vincitori nel 2015. Quest’ultimi saranno aiutati da Fabrizio Frizzi ed Elisabetta Gregoraci.

Per le catene musicali (quelle in cui ad ogni risposta esatta viene dato un indizio, al fine di indovinare la canzone misteriosa), non ci sarà una base registrata, ma sarà il gruppo bolognese degli Oblivion, a donare gli indizi ai concorrenti.  Nel cosiddetto “angolo del linguista” invece troveremo il professor Francesco Sabatini, presidente onorario dell’Accademia della Crusca, deciso a sottolineare i momenti della puntata più curiosi dal punto di vista del lessico. Ci sarà anche Giancarlo Magalli nelle vesti di disturbatore.

I vincitori di queste puntate, che seguiranno la logica del torneo, si sfideranno contro le Intese a distanza, squadra composta da tre ragazze sarde che sono le attuali detentrici del titolo di campionesse assolute (vinto nella puntata speciale in prima serata dello scorso anno).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


I Tre di Denari - Selfie con Amadeus
Reazione a Catena: i Tre di Denari licenziati dall’azienda in cui lavoravano. Ecco cosa faranno ora


Amadeus - I Tre di Denari
Reazione a Catena 2017: nuovo ricorso per I Tre di Denari? Amadeus risponde alla polemica


Le Caffeine
Reazione a Catena: sconfitti I Tre di Denari


Reazione a Catena - I Tre di Denari
Reazione a Catena: sono tornati I Tre di Denari, eliminati per un errore del notaio

3 Commenti dei lettori »

1. Stono ha scritto:

31 agosto 2016 alle 11:35

Che schifezza di programma è diventato reazione a catena da quando è arrivato Amadeus. Per farvi un esempio durante l’ultimo gioco per decidere i campioni i concorrenti non fanno altro che fare telegrammi e non vengono mai puniti.



2. xxxxx ha scritto:

31 agosto 2016 alle 11:44

BOOM!!! Gli Oblivion, i Parenti Stretti e le Intese a distanza nello stesso programma!!! Questi tre speciali sono IM – PER – DI – BI – LI!!!!



3. RoXy ha scritto:

31 agosto 2016 alle 13:01

Triste vedere come una brava e preparata giornalista e conduttrice come Roberta Capua si contenti ormai di fare la prezzemolina nelle versioni Vip dei telequiz. Comunque nei suoi occhi si legge chiaramente un velo di tristezza perchè non lavora più come una volta, ma non è colpa sua. Oggi lavorano solo le raccomandate, come la faccia di cavalla Gragoraci sulla cui partecipazione a questo quiz stendo un velo pietoso. Concordo con Stodo per quanto riguarda la conduzione di Amadeus, lui la sua voce afona mi irrita parecchio. Preferivo di gran lunga Pupo e Pino Insegno, più simpatici e leggeri nella conduzione.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.