22
giugno

FABIO FAZIO: NIENTE SABATO FINO A DICEMBRE PER DEDICARSI AL RISCHIATUTTO. CHE TEMPO CHE FA IN PRIME TIME LA DOMENICA

Fabio Fazio

Aziendalista quanto basta, determinato, pronto a tornare in pista. Fabio Fazio pensa già alla prossima stagione televisiva: per lui, oltre all’abituale appuntamento con Che tempo che fa, sono infatti in arrivo anche dieci puntate di Rischiatutto, in onda su Rai3 (quindi malgrado gli ascolti monstre degli speciali non ci sarà il passaggio su Rai1). Proprio il ritorno dello storico programma costringerà il conduttore a modificare la sua presenza in video, almeno fino a dicembre, come spiegato dallo stesso Fazio al Corriere.

Fino a dicembre metterò da parte il sabato. Diventerebbe impossibile per me fare tre programmi, ma anche per il pubblico seguirli: rischierei di essere stucchevole. La domenica quindi ci allungheremo oltre le 21.30, per tutta la prima serata. Rischiatutto invece è stato un vero regalo: non è un programma televisivo ma un programma emotivo, lontano dai tempi della tv contemporanea. Che sia stato scelto per dare un’impronta alla rete per me è un orgoglio“.

Il conduttore, ormai vera e propria bandiera di Rai3, si riaffaccerà sugli schermi con una versione ormai rodata di Che tempo che fa. Il popolare programma ha progressivamente eliminato la politica dalla propria scaletta ed ha esteso la componente pop. Una scelta voluta che si è dimostrata azzeccata.

È stata un’intuizione di due anni fa: allontanarsi sempre più dal talk politico e abbracciare un’atmosfera più pop. La politica è come se non esistesse più, logorata da vent’anni di berlusconismo e antagonismo prima; quindi dall’epoca di Monti in cui abbiamo convissuto con una sola parola d’ordine: baratro. Bisognava prendere atto di questo sentimento corrente e cambiare il programma. La tv va anche ascoltata: chi fa tv deve rinunciare alla pigrizia e ricominciare sempre da capo senza dare mai nulla per scontato” ha spiegato il presentatore.

Il mio obiettivo è cercare di raccontare il presente e per raccontarlo ci vuole libertà” ha aggiunto Fazio, giudicando “anacronistica” la soluzione della par condicio. Liberatosi dal giogo della politica (ma rimanendo ben orientato culturalmente), Che tempo che fa tornerà facendo tesoro dell’esperienza del sabato, impostata come un talk attorno ad un tavolo.

“È stata la vera novità e la vera sorpresa della stagione. La formula del tavolo mi ha dato la possibilità di giocare di più sull’improvvisazione, di ritrovare lo spirito di «Quelli che il calcio». Frassica ci sarà sicuramente anche l’anno prossimo. E naturalmente, imprescindibile Luciana Littizzetto“.

Commentando infine il passaggio di Maurizio Crozza a Discovery, il conduttore ha offerto una riflessione più ampia sulla libertà di azione in Rai, spesso ostacolata dalle interferenze politiche.

In un mondo ideale penso che il pubblico – la sanità, la scuola, i trasporti, anche la televisione – dovrebbe sempre avere la possibilità di costruire la squadra più forte. Invece l’investimento – la spesa ragionata a un obiettivo da raggiungere – viene interpretato come uno spreco. Il tema vero è: la Rai può competere alla pari degli altri? Perché tra interpellanze parlamentari e attacchi strumentali si rischia sempre lo stallo. Il senso della tv pubblica deve essere quello di creare dibattito culturale, non polemica politica” ha concluso il conduttore.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


fabio-fazio-tv-sorrisi-e-canzoni-copertina
FABIO FAZIO: LUCIANA LITTIZZETTO SARA’ A ITALIA’S GOT TALENT E A CHE TEMPO CHE FA. VOGLIO RIFARE RISCHIATUTTO


fabio-fazio che tempo che fa
Che Tempo Che Fa: Fazio debutta su Rai1 con Morricone e Beppe Fiorello. Ci sarà anche Rosario?


Fabio Fazio
Se l’affaire Fazio è questione di (im)moralità


Fabio Fazio, Mario Orfeo
Fabio Fazio su Rai1: costi e ricavi di Che tempo che fa. Ecco le cifre

6 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

22 giugno 2016 alle 18:54

Marco Leardi,

Che ci sarà il sabato su Rai 3 “Un posto al sole” ?



2. Jake Brown ha scritto:

22 giugno 2016 alle 21:39

Io non capisco come ragionano in casa Rai
Hanno l’intrattenimento della prima rete che va così così, ritrovano un programma che segna 7 mln e batte pure un per nulla scalfito Darwin (vero colossal) e che fa? Lo cestina sulla terza rete
Ma un altro programma per la terza rete si poteva trovare mentre uno per rai1 ,dati i tempi, che fa questi ascolti o che male che vada ne fa 4/5 mln vai a trovarlo.
Ma d’altronde FORSE perché loro c’hanno il canone, chissene degli ascolti se puoi stoppare reazione a catena per un giorno per trasmettere un concerto che potevi passare su Rai5.O passano Vespa in prime time sulle elezioni quando già su Rai3 c’è lo speciale del TG (Bah! -,-)



3. Jake Brown ha scritto:

22 giugno 2016 alle 21:41

Lo so che Rischiatutto doveva andare su rai3 ma dopo certi ascolti



4. aleimpe ha scritto:

22 giugno 2016 alle 22:43

Rai 3 troverà un programma “decente” per il preserale del Sabato ?



5. Luca ha scritto:

23 giugno 2016 alle 09:53

Non ho poi capito la BUFFONATA dei casting ovvero delle selezioni dei partecipanti al Rischiatutto
Hanno fatto settimane e settimane di selezioni per fare 2 puntate di Rischiatutto ?
Ora fanno di nuovo i promo per altre selezioni
Se non è una presa in giro questa…



6. Vince! ha scritto:

23 giugno 2016 alle 20:46

Mi spiace per la scelta di interrompere fino a gennaio il programma del sabato, che è stato una delle poche novità interessanti della scorsa stagione. Forse avrei fatto riposare la trasmissione domenicale che, dopo tanti anni, avrebbe bisogno di qualche ritocco…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.