20
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (11-17/05/2015). PROMOSSI MADE IN SUD E CADUTA LIBERA, BOCCIATI SI PUO’ FARE E L’ESC IN DIFFERITA

Gerry Scotti

Promossi

10 a Mad Men. E’ arrivato il momento dell’addio per una delle opere televisive meglio realizzate di sempre. In 8 anni ha saputo raccontare storie e personaggi come, forse, mai fatto prima d’ora.

8 a Made in sud. Mentre Colorado cala ai minimi storici, l’edizione primaverile del programma comico di Rai2 si archivia con un bilancio più che positivo.

7 a Verissimo. Il programma di Silvia Toffanin ha chiuso la stagione con gli ascolti più alti degli ultimi anni. D’accordo, il merito è del “fattore segreto”, tuttavia non si può negare che la tv sia anche un “gioco di traini” senza trascurare il garbo della trasmissione.

6 a Caduta Libera. Alla lunga il nuovo preserale di Canale 5 potrebbe essere ripetitivo e far venire meno quell’effetto sorpresa sprigionato dalla caduta nella botola, ma per ora il programma tiene ed è gradevole.

Bocciati

5 a Vanessa Incontrada. Alla guida di Italia’s got talent, l’italo spagnola non ha fatto la differenza. Paradossalmente avrebbe, da un lato, figurato meglio in giuria, dall’altro perde il confronto con Belen che conferiva freschezza al programma. Inoltre, l’argentina, forte dello smisurato appeal mediatico, accendeva l’interesse del pubblico quando si metteva in gioco con i concorrenti.

4 a Si Può Fare. La seconda edizione del programma ha reso evidenti quelle debolezze tenute a freno nella prima annata da una serie di elementi (novità, appeal di Carlo Conti per il pubblico di riferimento, concorrenza).

3 alla gaffe di Simon Cowell a Italia’s got talent. Il guru dei talent show chiamato ad annunciare il vincitore del programma, si confonde e parla di X Factor.

2 al sabato pomeriggio di Rai1 da nanoshare. Quanto avrà risparmiato la rete chiudendo Le Amiche del Sabato e accontentandosi del 7%?

1 alla Rai che manda la semifinale dell’Eurovision song contest in differita, per esigenze di palinsesto. Pare che non si volesse evitare la sovrapposizione tra The Voice e la manifestazione. Peccato che il talent di Rai2 poteva rimanere al venerdì e soprattutto la semifinale dell’ex Eurovision, seguita da una nicchia di appassionati, non avrebbe dato alcun fastidio. Anzi è facile ipotizzare che molti appassionati della manifestazione europea abbiano scelto di seguirla sul web.



Articoli che potrebbero interessarti


Eurovision Song Contest Gabbani
Pagelle TV della Settimana, 8-14 Maggio 2017. Promosso l’Eurovision Song Contest, bocciata Radio Rai che non ne ha trasmesso le semifinali


pippo baudo
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA (6-12/06/2016). PROMOSSI STANOTTE A FIRENZE E AMERICAN CRIME STORY. BOCCIATO IL TRATTAMENTO A BAUDO


made in sud
VARIAZIONI PALINSESTI RAI: SI PUO’ FARE! VENERDI 8 MAGGIO, RAI 2 SI DIFENDE DALLA JUVE IN CHAMPIONS LEAGUE


Pagelle TV 2014
PAGELLE TV DEL 2014: I PERSONAGGI (PROMOSSI)

17 Commenti dei lettori »

1. Tommi ha scritto:

20 maggio 2015 alle 12:38

Non hanno messo The Voice al venerdì perché su Rai3 debutta Gazebo in prima serata. Metterli contro sarebbe significato stroncare Zoro.



2. Groove ha scritto:

20 maggio 2015 alle 13:05

Oltre alla Incontrada avrei bocciato tutto il programma, il nuovo Italia’s Got Talent non ha fatto tanto la differenza col vecchio, Sky a mio avviso non è riuscita a renderlo “fighetto” come invece ha fatto con X Factor, i due programmi non hanno lo stesso appeal e si è visto, inutile negare che un format come Got Talent ha molta più potenziale su una generalista che su una pay-tv. Bisio e Littizzetto non hanno fatto uscire la loro “esplosiva comicitá” forse perchè molto più preparata col copione, mentre invece il gioco spontaneo che si instaurava tra la De Filippi-Zerbi-Scotti era molto più aprezzato tra il pubblico, che ha premiato anche a Tù Sì Que Vales dove si è aggiunta la Venier. La Zilli del tutto inutile, si è salvato Matano, vera ed oserei dire unica rivelazione. IGT ha puntato molto di più sulla spettacolaritá rispetto al passato, ma il resto era molto freddo, io l’ho visto molto poco ma quel che ho visto mi è bastato. Non mi sorprende che Sky abbia puntato anche su Cielo, se guardiamo i dati col solo SkyUno non ha avuto enormi risultati, poi sono tutti bravi a sommare i risultati di una settimana intera.



3. Nina ha scritto:

20 maggio 2015 alle 13:49

Groove: perfetto. Aggiungo anche il “fiuto” della De Filippi per le situazioni comiche, lei riesce sempre a tirare fuori il meglio da alcuni personaggi sopra le righe. Ricordo le risate con quella specie di mago, davvero esilaranti.



4. Groove ha scritto:

20 maggio 2015 alle 14:25

@Nina: oltre al fiuto della De Filippi in veste di produttrice aggiungerei anche la sua bravura a narrare le storie dei protagonisti e a far capire agli altri a casa cose che di primo impatto molti non riescono a percepire, io più di una volta guardando Got Talent o TSQV mi sono imbattuto in esibizioni che non ho capito subito, la sua spiegazione mi aiuta sempre a completare il quadro, e questa “narrazione” nel Got Talent di Sky mancava proprio, una lacuna che non hanno saputo colmare. Insomma… a me la versione Sky non è piaciuta proprio, possono aumentare il lato tecnico a dismisura (che comunque su Canale 5 era ugualmente ben curato), ma se poi manca il contenuto, è tutto inutile allora!



5. Marco89 ha scritto:

20 maggio 2015 alle 14:47

Ciao Nina!Noi italiani siamo un popolo di pancia, emotivo, latino. Non è un luogo comune, ma la realtà del fatti. L’aspetto emozionale conta sempre, e non intendo il lato zuccheroso, ma quello legato alle emozioni. Seguire il modello british, piu` asciutto e chirurgico, non sempre paga, non siamo per fortuna tutti uguali. La cornice può essere perfetta, dorata ma se il quadro non ha colore serve a poco. Io stesso per quanto mi trattenga, mi affido alle sensazioni, agisco di “pancia”. Non deve essere visto come un limite.



6. federiko24 ha scritto:

20 maggio 2015 alle 14:52

Ottima pagella, concordo in tutto.
IGT ha deluso anche me. Se X Factor da quando è in Sky è imparagonabile rispetto a quando è in Rai, per IGT è il contrario. Per il resto concordo tutto con @Groove.



7. Groove ha scritto:

20 maggio 2015 alle 15:20

@Marco89 concordo e lo dirò in un’altro modo: non sempre quello che c’è dentro un pacco è bello come la confenzione, probabilmente a Mediaset non spendevano un milione di euro a puntata per Got Talent però la forza del programma erano i giudici con la loro naturalezza, e poi il fatto che c’era qualche esibizione bizzarra non lo vedevo affatto come “trash”, c’era semplicemente un lato che divertiva il pubblico, la distrazione non è male, il vero trash è quello che si vede in contesti seri, quello era un programma che andava preso alla leggera, punto. Il modello british a me personalmente non piace, certi format dovrebbero essere modellati a seconda dei Paesi nei quali vanno in onda, delle mummie di Cowell non me ne faccio nulla.



8. Nina ha scritto:

20 maggio 2015 alle 15:35

Ciao Marco. Di solito io sono più avezza allo stile asciutto, ma il programma di Canale 5 aveva un ottimo equilibrio, anche le lacrime di Scotti che mi facevano ridere. Maria De Filippi ha il dono di capire immediatamente se una cosa può diventare “gustosa” per il pubblico. Quando la mette al servizio della comicità mi piace moltissimo al contrario di quando lo fa per le lacrime tipo C’è Posta.



9. Nina ha scritto:

20 maggio 2015 alle 15:37

Bravo Groove, hai colto un aspetto importante.



10. Gianni ha scritto:

20 maggio 2015 alle 16:37

8 a Made in Sud? Solo per gli ascolti? Da quando gli ascolti sono sintomo di qualità?
Bisogna vedere che pubblico la tv si sta ritagliando in questi anni.
Made in Sud è patetico! Una comicicità bassissima, ai livelli di una flatulenza di Pierino o del turpiloquio di De Sica o Cipollino Boldi.

Anni e anni di cabaret, di grandi comici, di battute geniali buttati nel cesso da Made in Sud e dagli ultimi anni di Colorado.

Altro che 8 perchè fa buoni ascolti…



11. Luca11 ha scritto:

20 maggio 2015 alle 17:04

A me è piaciuto molto invece questo IGT! Poche puntate, durata breve, giudici simpatici (sono più volte morto dalle risate, non è vero che l’hanno reso serioso..). Le altre edizioni non sono riuscito a seguirle, questa invece mi ha preso particolarmente! Ho trovato migliori le puntate live rispetto quelle di canale 5, nonostante una Vanessa Incontrada un po’ “distratta” o forse troppo tesa.. In mano a Cattelan e con Vanessa in giuria sarebbe stato perfetto, ma è anche vero che non può essere lui l’unico conduttore di Sky.. Per me promosso a pieni voti! :)



12. Maximo ha scritto:

20 maggio 2015 alle 20:28

IGT by Sky: Sogno un montaggio fatto solo con le facce falsissime dei giudici che devono per forza far finta di divertirsi e di meravigliarsi…..



13. Lami ha scritto:

21 maggio 2015 alle 10:37

@Gianni: sono d’accordo con te al 100%. Continuo a chiedermi chi guarda Made in Sud cos’abbia tanto da ridere…a parte il fatto che non si capisce cio’ che dicono i comici (non mi sembra che a Zelig si parlasse per 3 ore solo in milanese) ma poi chiamarli comici è davvero un insulto. Velo pietoso Gregoraci-Trotta ingessate e senza tempi comici, forse salvo solo i due conduttori.



14. emanuele ha scritto:

22 maggio 2015 alle 01:32

Promosso a pieni voti IGT targato SKY!…mi è piaciuto molto di più rispetto alla versione Mediaset!…promosso!



15. gio ha scritto:

22 maggio 2015 alle 11:38

la Incontrada è perfetta igt, anzi se ci fosse stata lei pure quando lo facevano a mediaset il programma ne avrebbe guadagnato, sa tenere il ritmo ed è a suo agio a differenza dei manichini Annichiarico,belen e quell’altro che non mi ricordo manco come si chiama. In tre non facevano un conduttore.



16. tina ha scritto:

22 maggio 2015 alle 15:09

Che merda Made in Sud e hanno il coraggio di promuoverlo



17. Mauro ha scritto:

22 maggio 2015 alle 18:33

Ma sono l’unico che made in sud non fa per niente ridere?Anzi mi dispiace da napoletano vedere tanta comicità napoletana davvero scadente. Per il resto caduta libera condotta da quel fischiettaro di scotti è inguardabile, addirittura ora hanno messo uno che fischa ogni stacco pubblicitario. Dei geni. Per il resto Igt io lo trovo piu internazionale adesso che quando c’erano quei tre. Nei contenuti è tutto identico, ma i giudici li ho trovati giusti anche se la littizetto tra figa e battute squallide ha fatto il suo tempo. Diciamo che ognuno rispecchia un valore, bisio lo spettacolocomicità, zilli artista e muscia, matano imprevidibilità e comicità scenica, e littizzetto?Nulla. I restanti voti, non so come si puo guardare carlo conti, uno che è sempre uguale qualsiasi programma conduce, irritante.Ultima vanessa non ha funzionato perchè bisio era il giudice, ma quei due insieme sono perfetti, certo con belen tra tette e culo molti la guardavano di più, ma gl iitaliano in quanto a tv non li vedo cosi di qualità, anzi.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.