23
giugno

DEAR JACK: SANREMO? CI SENTIAMO PRONTI. BEATA DEBORAH CHE HA UN GIORNO DI PAUSA

Dear Jack

Ci siamo trovati davanti ad una botta di persone enorme. Prima di Amici suonavamo nei localini. La nostra politica è più persone ci sono più ci esaltiamo. Gli Mtv Awards li guardavamo nella nostra cameretta, sul letto, sul divano… E’ un effetto molto strano ma ci stiamo abituando“.

I Dear Jack – ospiti degli Mtv Awards – si godono l’onda lunga della notorietà scoppiata all’improvviso, complice la partecipazione ad Amici. Un’esperienza che li ha preparati psicologicamente anche ai grandi palchi, sebbene il pubblico che vota la musica non sia stato generoso quanto quello che la musica la compra. Se Deborah Iurato, infatti, li ha battutti in tv, lo stesso non può dirsi per quel che concerne la discografia.

Il successo improvviso e l’avventura all’interno del talent show di Canale 5 sono al centro della nostra intervista ai Dear Jack (a parlare è Alessio Bernabei, frontman del gruppo).

Non vi spaventa passare dai “localini” ai grandi palcoscenici?

In realtà siamo molto emozionati ma in positivo. Amici è stata una palestra grandissima che ci ha preparato anche psicologicamente. Ci ha abituato alle telecamere e a quel tipo di stress. Del resto quando andavamo a performare in puntata eravamo davanti a tutte quelle persone in studio ma anche agli spettatori a casa.

Interviene Lorenzo: anche se c’era la gente da casa che ci guardava, noi non possiamo sapere l’effetto di 60 mila persone dal vivo. Non possiamo permetterci la paura, ci stiamo prepararando quanto più possibile dal punto di vista tecnico e non solo. Poi quando saremo sul palco realizzeremo.


Come vi state preparando ad aprire i live dei Modà?

Sicuramente a breve entreremo in sala prove, “chiusi con le sbarre”. Ci metteremo sotto, prove su prove per reggere questa grande sfida perchè i nostri primi due live seri saranno negli stadi più grandi d’Italia. Per ora, dunque, ci stiamo preparando più a livello mentale.

Se non fosse stato per Amici avreste fatto lo stesso percorso? La bravura conta o ci vuole l’aiuto del talent per emergere?

La prima cosa che deve avere un artista è il talento. Amici è il mezzo che ti fa arrivare alla notorietà ma è il talento che ti fa andare avanti. Noi pensavamo che Amici, in quanto tv, fosse una cosa finta, artificiale, mentre invece è si è trattato di una vera e propria palestra.

Riccardo: volevo aggiungere che quando abbiamo incontrato per la prima volta il nostro produttore, Lorenzo Suraci, ha detto che ci avrebbe prodotto qualunque posizione avessimo raggiunto ad Amici.

Rudy Zerbi vi ha ostacolato. Sosteneva che Alessio cantava meglio da solo…

Rudy sbagliava perchè io prendo la carica dalla mia band. Una cosa è cantare supportato da una base, un’altra è avere dei musicisti veri. E che musicisti! Adesso Rudy ci ama, siamo i suoi preferiti.

Adesso è più facile farvi i complimenti…

Si, è vero. Zerbi è un simpaticone, una grande persona, con lui ci facciamo un sacco di risate. Magari ci fossero più persone come Zerbi. Ma è anche grazie a lui che siamo qui. Tutte quelle magliette nere ci hanno dato visibilità e l’opportunità di mettersi in gioco.

Avete rosicato per la sconfitta?

No, la finale è stata una festa.

Voi siete agli Mtv Awards e Deborah dov’è?

Lorenzo: Deborah l’ho sentita ieri, adesso c’ha un giorno di pausa, si rilassa un pochettino.

Beata lei, siamo assolutamente d’accordo per la sua vittoria, perchè è una cantante eccezionale e ho un bel rapporto con lei. A noi comunque non è andata male!

Desiderate andare a Sanremo?

Sanremo? Lo sogniamo eccome! E’ una tappa fondamentale.

Vi sentite pronti?

Sì, ci sentiamo pronti per carità. Ci speriamo con il nostro cuore, e lo affronteremo con la nostra umiltà. Noi abbiamo un motto, creato da Lorenzo, che è anche ciò che abbiamo promesso a chi ci segue: “voliamo alto, stando con i piedi per terra”.

Che effetto vi fanno i poster o le copertine dei giornali?

A me ha fatto un certo effetto essere laddove era abituato, durante la mia adolescenza, a vederci i Backstreet Boys e i Blue. Chi l’avrebbe mai immaginato di stare al posto di Nick Carter o Duncan James?

E oggi, siete ancora fan di qualche artista?

Abbiamo avuto modo di conoscere tanti artisti anche ai Music Awards di Rai1, e per noi rimane un sogno stare in mezzo a loro. Siamo usciti da un talent da poco e ci troviamo in mezzo a loro che per noi, fino a pochi mesi fa, erano come divinità, degli dei. E adesso possiamo chiamarli colleghi: vedi un Marco Mengoni e ti ci fermi a parlare tranquillamente… Elisa, con cui abbiamo duettato, è una nostra grande amica.

Che musica ascoltate?

Justin Timberlake, Michael Jackson, Steve Wonder. Io ho iniziato dal punk rock con artisti come Green Day, Blink 182, poi mi sono spostato verso il soul, R’n'B.

Video intervista ai Dear Jack (prima e seconda parte)

[INTERVISTA A MORENO DONADONI: SE NON SARO' IO IL COACH AD AMICI 14 VORREI PASSARE IL TESTIMONE]

[INTERVISTA A NOEMI: IO A THE VOICE 3? NON LO SO. MA....]



Articoli che potrebbero interessarti


Alessio Bernabei
ALESSIO BERNABEI A DM: “DI VIRGINIA RAFFAELE I PIEDI PIU’ BELLI DEL FESTIVAL DI SANREMO 2016″


Intervista a Noemi
NOEMI, LA VIDEO INTERVISTA: “IO A THE VOICE 3? NON LO SO. L’ANNO PROSSIMO CI SARA’ BATMAN?” (ABBIAMO LA SENSAZIONE CHE NON RIFARA’ IL TALENT!)


Elettra Lamborghini
Elettra Lamborghini a DM: «Gli uomini mi annoiano, le donne hanno qualcosa di differente. Nel mio futuro? Meno salotti TV e una carriera musicale in America»


Michele Bravi
Michele Bravi e Alessio Bernabei giocano con i tormentoni dell’estate – Video

12 Commenti dei lettori »

1. griser ha scritto:

23 giugno 2014 alle 14:01

Si sono pronti a SanRemo….ma per guardarlo da casa. Ma piantatela che fanno finta di essere gay solo per avere ancora più pubblico e poi critichiamo Suor Cristina



2. giorgi84 ha scritto:

23 giugno 2014 alle 14:14

ma che cultura musicale hanno questi?Timberlake, green day..ma neanche mio fratello di 10 anni.
Quest’anno andranno bene nelle vendite, e come moreno cadranno l’anno prossimo.



3. Marco89 ha scritto:

23 giugno 2014 alle 14:16

Bravissimi. Disco di platino in pochi mesi, un successo pazzesco. Vedremo se anche dal vivo sono così, il banco di prova coi Modà è importantissimo.
La visibilità che hanno credo sia ancora maggiore a quella di Moreno dello scorso anno, Alessio ormai lo conoscono tutti.
Secondo me tra i talenti degli ultimi anni sono quelli che possono durare, che propongono già una musica adatta a conquistare non solo il pubblico da talent o delle ragazzine. L’ultimo singolo in uscita ha ottime sonorità, moderne e per l’estate va benissimo.
Probabilmente andranno a Sanremo l’anno prossimo per la consacrazione definitiva.



4. sboy ha scritto:

23 giugno 2014 alle 14:17

Suor Cristina chi???
Comunque sono 7 anni che a X Factor ci propinano le band senza alcun risultato. Chapeu alla DeFi che al primo anno di Amici con le band ha fatto centro



5. sboy ha scritto:

23 giugno 2014 alle 14:20

griser

Non so a cosa ti riferisci al fatto che fanno finta di essere gay.. ma se cosi fosse sarebbe solo una cosa a loro sfavore, visto che il loro punto di forza sono il pubblico di ragazzine adolescenti ;)



6. Fabio Fabbretti ha scritto:

23 giugno 2014 alle 14:26

sboy: i Dear Jack non sono un gruppo vocale (canta solo Alessio), quindi a X Factor non avrebbero potuto proprio partecipare



7. Candy ha scritto:

23 giugno 2014 alle 14:30

Considerando che Moreno ebbe piu successo di loro e che adesso non riesce nemmeno ad arrivare alla certificazione dell’oro (nonostante il marchettone dell’album ad amici), anche loro saranno un mero ricordo tra un anno.

Tra l’altro X factor propone i gruppi vocali, non la band. Sono due cose diverse. Giusto per rispondere al post inesatto di sboy.
Ma, ancora, anche Moreno era “la novità” l’anno scorso, poi abbiamo com’è finita.

La vincitrice è già sparita? Wow, manco Gerardo Pulli



8. simonevarese ha scritto:

23 giugno 2014 alle 15:09

Non sarei così sicuro del fatto che questi tra un anno saranno già scomparsi: sono prodotti di Lorenzo Suraci = RTL 102.5 = la radio più ascoltata d’Italia = stesso produttore dei Modà. Inoltre sono un gruppo di bei ragazzi per cui tante bimbeminkia si strapperanno i capelli…



9. daniele ha scritto:

23 giugno 2014 alle 15:18

In tutta la storia di Amici mai visto nessuno cosi raccomandato e sbruffone



10. Luca11 ha scritto:

23 giugno 2014 alle 15:57

Ma ragazzi, non si può paragonare Moreno ai Dear Jack.. Il primo era davvero una novità, ed è uscito in un momento in cui il rap devastava qualunque cosa in Italia..
I DJ hanno una popolarità che io non ho mai visto in nessun altro.. Sono usciti da quanto? Un mese? Sono già disco di platino e soprattutto sono OVUNQUE in tv.. MA, Conti, addirittura hanno CHIUSO i WMA, apriranno il tour dei modà negli stadi, sicuramente andranno a Sanremo..
Magari non hanno venduto miliardi di copie come vi aspettavate, ma sicuramente sono in un momento d’oro.. Se durerà lo vedremo..
Sboy band e gruppi vocali sono due cose molto diverse.. Sinceramente mi sono sempre chiesto per quale motivo XF sia rimasto focalizzato sui gruppi e non si sia mai aperto alle band, i primi in Italia non hanno mai funzionato più di tanto..



11. giglio ha scritto:

23 giugno 2014 alle 17:44

Si deve anche dire che quelli che escono da xfactor non hanno la De Filippi che li ripropone un tutti i programmi devono camminare con le loro gambe i D.J.hanno in più anche le radio.



12. greta ha scritto:

27 giugno 2014 alle 13:18

Siete bravissimi un vero fenomeno della musica!!!!!!!!!Continuate così
e spaccate tutto!!!!!!!!!!!!!!!!
Sono una vostra grandissima fan e non vedo l’ora di vedervi dal vivo!!!!!!
P.S Aleee ti amooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.