28
maggio

BOOM! FREMANTLE: AZIONI LEGALI CONTRO LA VERSIONE ITALIANA DI TU SI QUE VALES?

Tu si que vales

Tu si que vales

Avevamo paventato poche settimane fa lo scenario del quale vi scriviamo adesso. A poche ore dal lancio su Canale5 dei casting del “sostituto” di Italia’s Got Talent (migrato da Canale 5 a Skyuno), Tu Si Que Vales, ai piani alti di Fremantlemedia si starebbero valutando eventuali azioni legali. Gli elementi di contatto tra i due format sono infatti molteplici, e il precedente italiano favorevole (“Ballando vs Baila”) avrebbe spinto i legali internazionali di Fremantle a riaprendere in mano le carte preparate in occasione del lancio spagnolo di Tu Si Que Vales.

In Spagna, unico paese dove i due format si sono scontrati, la allora Grundy (oggi Fremantlemedia Espana) decise di non procedere contro Endemol e Telecinco – pare – in larga parte per ragioni di carattere “diplomatico”. All’epoca Grundy aveva infatti in produzione per Telecinco due serie di fiction (Yo Soy Betty la Fea e Sin Tetas No Hay Paraiso) e la società di produzione spagnola era guidata dallo stesso amministratore delegato di Grundy Italia, Roberto Sessa, che aveva rapporti consolidati anche con Mediaset in Italia. La questione fu definitivamente archiviata in seguito all’acquisizione di Cuatro – che aveva trasmesso la prima stagione di Got Talent – da parte di Telecinco.

La strategia per il mercato italiano potrebbe essere differente. A premere per una azione aggressiva sarebbe in particolare Syco, la società di Simon Cowell, detentrice originale del format Got Talent. Resta da capire l’atteggiamento di Sky.

L’emittente satellitare scenderà in campo in un’eventuale battaglia legale, come fecero prima Rai e poi Bbc, o resterà alla finestra?



Articoli che potrebbero interessarti


Tu si que vales
BOOM! TU SI QUE VALES AL VAGLIO PER LA SOSTITUZIONE DI ITALIA’S GOT TALENT


Tu si que vales Mamuccari in giuria
BOOM! A TU SI QUE VALES ARRIVA IL QUARTO GIUDICE: E’ TEO MAMMUCARI


Simone Rugiati
BOOM! SIMONE RUGIATI A TU SI QUE VALES


Tú sí que vales
TU SI QUE VALES: QUALI ASCOLTI PER LA FINALE DI STASERA? IL CONFRONTO CON ITALIA’S GOT TALENT

19 Commenti dei lettori »

1. sboy ha scritto:

28 maggio 2014 alle 18:11

Beh Mediaset doveva aspettarselo, i due programmi sono molto simili.. Ma io dico ma hanno in casa la Corrida cosa aspettano a riproporre quella rivoluzionata con i tre giudici?



2. giuse ha scritto:

28 maggio 2014 alle 18:15

Continuo a non capire la strategia di Canale5! Cioè hanno in casa un format come La Corrida che potrebbe benissimo sostituire IGT e si vanno a infilare in questi pasticci! Poi per cosa? Basterebbe fare la Corrida con i concorrenti che si sottopongono anche al giudizio dei tre giudici…



3. Master ha scritto:

28 maggio 2014 alle 18:16

Stavolta Mediaset ha il sedere leggermente piu’ parato…
Perchè? Perchè di format con giudici vip che giudicano esibizioni di gente comune ce ne sono tanti in giro…
E poi è diverso nei live, dove il pubblico ha i campanacci per fare rumore e vota

In Ballando l’elemento distintivo era il vip non professionista col professionista , in Italia’s got talent?

Il montaggio? NO, c’è in altri format
I giudici? NO, C’è in altri format
Fermare l’esibizione col BUZZ? Si, quello….



4. Griser ha scritto:

28 maggio 2014 alle 18:20

Anzichè mettere i giudici alla corrida sarebbe molto ma molto meglio farlo tornare alle origini alla Corrado ma mettendo il vero erede ossia Paolo Bonolis



5. Andrea ha scritto:

28 maggio 2014 alle 18:55

Sinceramente non so se ci siano le basi per procedere legalmente, fatto sta che Mediaset perde il pelo ma non il vizio! Con tutti i programmi in catalogo proprio questo devono adattare?



6. io88 ha scritto:

28 maggio 2014 alle 19:19

Non capisco perché fare un format uguale a igt … e x forza con i giudici …un po d fantasia no? Piuttosto che scoppiazzare qui e la che rifacciano la corrida in modo tradizionale cin i campanacci ecc .. le copie d altri programmi non hanno mai funzionato a livello d ascolti …io x prima non lo seguirò perché non mi da nulla d nuovo



7. Tristan ha scritto:

28 maggio 2014 alle 19:48

Le copie di altri programmi non hanno mai funzionato. C’è da dire però che è la copia di un programma che è andato in onda su canale fino all’autunno scorso.
Per cui un programma simile se non migliore potrebbe benissimo rimpiazzare igt.
Che senso avrebbe agire per azioni legali? Ormai igt andrà su sky e se arriverà a un milione di telespettatori forse a sky andrà bene quando su canale 5 ne faceva anche 7



8. Peppe93 ha scritto:

28 maggio 2014 alle 19:56

Poco da dire, dopo il precedente che c’è stato era prevedibile. Mediaset ha sbagliato doveva puntare su un format di tutt’altro genere.



9. lorenzo ha scritto:

28 maggio 2014 alle 20:01

Ma … Mediaset ha un programma che è il “padre” di IGT ossia la Corrida , basta mettere i tre giudici (Scotti,De Filippi e Zerby) che giudicano i vari concorrenti inoltre è piu divertente perchè oltre i giudici giudica anche il pubblico in sala che quindi diventa il “4 giudice” , la conduione di Bonolis non va bene no per lui ma la DE Filippi e sopratutto Scotti sarebbero ridimensionati dalla personalità di Paolo e loro non scenderanno a questo livello, un conduttore più giovane e meno “invadente” con i tre giudici però potrebbe far contenti tutti e funzionare



10. kalinda ha scritto:

28 maggio 2014 alle 20:08

voglio la Defilippi in tribunale. ahhhhh!!!!!!!!!



11. kalinda ha scritto:

28 maggio 2014 alle 20:12

e le dichiarazioni stile Barbara D’Urso sulla diversità dei format.



12. Teoz ha scritto:

28 maggio 2014 alle 20:34

È da mesi che i vertici discutono di questo format soprattutto in base alla risposta di sky che x IGT ha pagato parecchio… Mediaset nn vuole perdere l onda del format… Avranno sicuramente già discusso con uno stuolo di avvocati per le ovvie azioni legali che sky muoverà a mediaset poi allora sarà guerra…



13. Tristan ha scritto:

28 maggio 2014 alle 21:08

Ma perchè non ripropongono la corrida con la giuria!? Devono fare tutti sti casini per poter proporre la copia di igt



14. Groove ha scritto:

28 maggio 2014 alle 21:53

Io adoravo IGT, non possiedo Sky, ma la versione satellitare non la seguirei a prescindere, sono rimasto affezionato all’impronta che Mediaset gli ha dato, perciò, mi fa piacere che su Canale 5 ci sarà un nuovo talent multi -variegato con gli stessi elementi che hanno caratterizzato IGT fino a oggi e che Sky non ha potuto portare via con sé (Annichiarico a parte,ma per quello poco male), spero però che Tu si que vales non sia la fotocopia del talent britannico, cioé, io mi auguro che Mediaset lo modifichi rispetto alla versione spagnola. Non saranno corì scemi spero! Maria poi in tribunale non ce la vedo, è da anni che si ispira ad altri programmi senza copiarli in modo evidente, rendendoli il più originali possibili (C’é posta per te per esempio ha ripreso l’idea di Carramba ma rispetto a quest’ultimo é completamente diverso). Maria ha sempre ripreso il contenuto ma non la sostanza, quindi mi auguro che non cada proprio con Tu si que vales. Mah… a questo punto veremo,chi vivrà vedrà!!’



15. Mario ha scritto:

28 maggio 2014 alle 23:15

Mi sfugge il “boom”, alla fine la notizia non c’è,ma è solo una vostra supposizione basta su voci di corridoio che riguarderebbe tra l’altro nemmeno Sky ma società detentrice del format



16. salvatore ha scritto:

29 maggio 2014 alle 02:02

La Corrida non puo essere modificata , perchè il format appartiene alla società Corima della vedova di Corrado solo lei decide di modificarlo e non Mediaset o la De filippi , ITG non è mai stato modificato , quindi chi ha Sky lo puo vedere , quindi penso che Mediaset sta rischiando e rischia di finira nella cacca , con questo format fotocopia come è successo con Ballando/Baila .



17. Tristan ha scritto:

29 maggio 2014 alle 09:52

Se la società Corima non vorrebbe modificare la corrida allora penso che non lo vedrà più in onda se mediaset cerca una cosa simile a igt.



18. Gianni ha scritto:

31 maggio 2014 alle 19:47

Non vedo IGT ma è chiaro cosa sia. Un tizio si esibisce in qualcosa e dei giudici danno un voto all’esibizione.

Ora vorrei cpaire come si possa chiamare un format una stronazata di idea del genere! Dov’è l’originalità? Dov’è la discriminante? Dov’è quell’elemento che giustifica il temrine “format”.

Allora facciamo un forma anche per un intervista! “Un tizio viene interrogato da un presentatore in uno studio televisivo”. Ecco fatto un format. ora lo deposito e chiedo miliardi in tutto il pianeta.

Qualcuno mi sa spiegare esattamente quanto dettagliato è un format? io so che a “Chi vuol essere miliardario” nel format era scritto tutto, anche lo studio e l’abbigliamento del presentatore.
Mi piacerebbe leggere il documento che descrive un format…sarebbe veramente interessante. Davide Maggio può farlo? Vorrei davvero capire cosa dice un format.



19. emanuele ha scritto:

31 maggio 2014 alle 21:23

Mediaset è abituata a clonare i programmi…vedere Io Canto, Baila…adesso il nuovo IGT…

credo sapessero di andare in contro ad un eventuale azione legale….



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.