3
aprile

BOOM! TU SI QUE VALES AL VAGLIO PER LA SOSTITUZIONE DI ITALIA’S GOT TALENT

Tu si que vales

Tu si que vales

A sapere del passaggio di Italia’s Got Talent a Sky, voi lettori di davidemaggio.it siete stati i primi. E sarete i primi a sapere uno dei format al vaglio per la sostituzione del talent che fu di Canale 5.

Dal momento del ‘trapasso’ a miglior vita, è caccia all’erede dello show di Canale 5 con il quale Maria De Filippi riporterà bizzarri talenti sugli schermi della prima rete commerciale del Belpaese.

I format passati (o passandi) al setaccio sono più d’uno, ma possiamo annunciarvi che tra questi c’è sicuramente il discusso Tu si que Vales, prodotto in Spagna da Gestmusic-Endemol (in Italia i diritti sono di Endemol Italia) e in onda dal 2008 su Telecinco.

Nella penisola iberica il format ha fatto parlare di sè per un motivo molto semplice: sono piovute da più parti accuse di plagio secondo le quali il format avrebbe tratto troppa ‘ispirazione’ da – manco a dirlo - Got Talent. Per saperne di più abbiamo chiesto lumi al nostro collaboratore spagnolo, Josep Ballester, che ci illumina sulla questione:

“Correva l’anno 2008 quando Cuatro, ancora prima della fusione con Telecinco, propose la versione spagnola di Got talent, dal titolo Tienes Talento. Poco dopo l’annuncio da parte di Cuatro dell’acquisto del talent creato da Simon Cowell, Telecinco annunció un nuovo talent dal titolo, Tu si que vales dove le similitudini balzavano agli occhi: entrambi avevano tre giudici, in entrambi i casi i presentatori facevano da spola tra palco e backstage e in entrambi gli show non c’erano limiti d’etá. Grundy, produttrice del Got talent iberico, viste le somiglianze, minacció di portare in tribunale Gestmusic-Endemol, produttrice di Tu si que vales, per plagio e concorrenza sleale. Gestmusic-Endemol si difese dicendo che l’utilizzo di questi elementi nel suo programma non erano esclusiva del programma di Cuatro. Alla fine Grundy non ricorse, visto che Cuatro ha realizzato una sola stagione del programma. “Tu si que vales”, invece, é andato in onda su Telecinco fino alla passata stagione”.

Che forse non valga la pena correre il rischio anche in Italia?



Articoli che potrebbero interessarti


tu-si-que-vales
BOOM! FREMANTLE: AZIONI LEGALI CONTRO LA VERSIONE ITALIANA DI TU SI QUE VALES?


Tú sí que vales 2017
BOOM! Grande Fratello Vip e Tú sí que vales si allungano di due puntate


Tu si que vales Mamuccari in giuria
BOOM! A TU SI QUE VALES ARRIVA IL QUARTO GIUDICE: E’ TEO MAMMUCARI


Simone Rugiati
BOOM! SIMONE RUGIATI A TU SI QUE VALES

17 Commenti dei lettori »

1. Giuse ha scritto:

3 aprile 2014 alle 17:39

Rifaccesero la Corrida con i giudici riadattando il format. Es: Arriva il concorrente, breve chiacchierata con i tre giudici, poi l’esibizione e a questo punto il voto è formato al 50% dai campanacci/applausi, e al 50% da un giudizio dei tre giudici. A fine puntata si decreta il vincitore. Oppure la Corrida vecchio stampo condotta dalla De Filippi e Bonolis con ospiti musicali, comici e internazionali a fare da intermezzo.



2. W.Rai uno ha scritto:

3 aprile 2014 alle 17:42

E che e stò programma, né sentivamo la mancanza magari condotto da Belen immagino !!!!! bah



3. Master ha scritto:

3 aprile 2014 alle 17:48

Ma non l’aveva acquistato la Rai?



4. Emma ha scritto:

3 aprile 2014 alle 17:53

Concordo con Giuse: la corrida con Gerry Scotti non era male. Affidarla a Insinna è stato il vero sbaglio!
Portare questo programma in Italia mi sembra solo l ennesimo tentativo di comprare prodotti spagnoli. E poi se è davvero molto simile al Got talent, che è passato a sky perché “troppo dispendioso”, che senso ha riproporne uno uguale?



5. mugnezz ha scritto:

3 aprile 2014 alle 18:35

Non era il programma a essere troppo costoso , ma i diritti per trasmetterlo che sono aumentti di colpo , che poi fatalita’ dopo neanche un giorno sky ha comunicato di averli acquisiti . Lascia in me molto moltissimi dubbi , ma tant’e’ !!!



6. faboulous ha scritto:

3 aprile 2014 alle 19:31

con quello che ha pagato sky,dubito che non ricorrano a vie legali



7. griser ha scritto:

3 aprile 2014 alle 19:50

Quindi rivedremo la diatriba legale tipo Baila vs Ballando? Ci scommetterei che per non fare la causa Sky chiederà parte dei diritti champions del trienno 15/18



8. Peppe93 ha scritto:

3 aprile 2014 alle 20:10

Hanno davvero stancato con questi talent, ormai sono tutti uguali. Fossi in Mediaset non correrei il rischio di fare copie identiche e precise ma punterei su qualcosa di originale.



9. MisterGrr ha scritto:

3 aprile 2014 alle 20:21

Ma basta con sti talent! Gesù



10. giacomo bartoluccio ha scritto:

3 aprile 2014 alle 23:42

Si ripeterà quanto già visto tra ballando con le stelle di rai1 e lo sfigato Baila di canale5 con la d’urso. Se lo fanno, complimenti alla De Filippi per lo sgambetto, tanto non è nuova al copiato, visto che le sue trasmissioni si ispirano poco liberamente a format esteri ed italiani andati in onda prima dei suoi. C’è posta è Carramba riveduta è corretta, amici è operazione trionfo, Uomini e Donne è un the bachelor dei poveri…



11. Giuse ha scritto:

4 aprile 2014 alle 12:24

@Giacomo

C’è posta per te non ha nulla di Carramba. Secondo il tuo discorso allora tutti i programmi sono una rivisitazione di altri già visti in passato, e pure il paragone Amici/Operazione Trionfo non regge.



12. Andrew ha scritto:

4 aprile 2014 alle 12:31

Non riesco a comprendere questa decisione…. Hanno un programma come la Corrida da poter riprendere, rimodernare e lanciare al sabato sera e invece si vanno ad impelagare in questi programmi stranieri che potrebbero portare solo problemi.
Visto che alla fine ITG era famoso soprattutto per i “non talenti”, la Corrida è perfetta per portare avanti questo! Tra l’altro, se si portasse alla conduzione un Bonolis, la cosa sarebbe perfetta! Bonolis ha già iniziato a prendere confidenza con questi “non talenti” ad Avanti un Altro….



13. Groove ha scritto:

4 aprile 2014 alle 12:48

Sarei contentissimo se il celebre programma sui talenti proseguisse su Canale 5 sempre con Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi, ma penso che proporre un programma uguale all’originale non avrebbe senso e forse non avrebbe mai lo stesso successo. Sarebbe molto meglio invece fare un programma di talenti con un regolamento diverso ma comunque accattivante, sia per proporre qualcosa di nuovo ed originale che possa avere successo sia per combattere eventuali accuse di plagio.Tornare in tribunale per Mediaset sarebbe un doppio fallimento. Maria De Filippi è sempre stata molto brava a prendere spunto da altri programmi ricalcandone i contenuti ma proponendo una diversa confezione, e questo lo dimostra C’è posta per te che tratta gli stessi “problemi” di Carramba che sorpresa, ma li presenta al pubblico in una maniera completamente diversa, oppure Amici che in queste ultime edizioni ha degli elementi tipici di The Voice e Got Talent, ma con diverso impianto alle spalle. Sulla base di quanto detto io credo che senza la necessità di acquistare un format, la De Filippi potrebbe creare un programma completamente nuovo, che proponga al pubblico dei talenti, ma in una maniera diversa e competitiva allo stesso tempo, senza rischi di accuse di plagio e con la possibilità di rendere più flessibile il programma, che non dovrebbe più fare i conti con limitazioni imposte e con i diritti d’autore. Conoscendo la furbizia della De Filippi mi sembra molto strano comunque che metta la faccia in un progetto simile, rischiando pure lei di finire in tribunale, quindi vedremo, ma per il momento l’arrivo della versione italiana di “Tu si que vales” mi sembra alquanto utopica.



14. Candy ha scritto:

4 aprile 2014 alle 13:57

Tanto o questo o un altro format, se c’è la De Filippi di mezzo faranno sicuramente la copia di Got talent. Quando mai ha avuto idee innovative quella donna?



15. scream. ha scritto:

5 aprile 2014 alle 19:35

Ma solo io tenterei il ritorno di ‘ciao Darwin’ al sabato sera? So che Bonolis non vuole farlo, soprattutto (se non ricordo male) per problemi di budget considerati troppo alti (ma non dovrebbero essere problemi di Mediaset questi? Senza got talent avrebbe maggiore ‘capitale’ da impiegare. Un programma divertente, in grado di garantire grandi ascolti! Comunque, a questo punto anche io riproporrri la corrida rimodernata senza impelavarsi in nuovi format che sanno di già visto! Anzi, la corrida con una giuria che magari è in dissenso con il pubblico potrebbe riservare scene molto divertenti



16. scream. ha scritto:

5 aprile 2014 alle 19:36

Ma solo io tenterei il ritorno di ‘ciao Darwin’ al sabato sera? So che Bonolis non vuole farlo, soprattutto (se non ricordo male) per problemi di budget considerati troppo alti (ma non dovrebbero essere problemi di Mediaset questi? Senza got talent avrebbe maggiore ‘capitale’ da impiegare. Un programma divertente, in grado di garantire grandi ascolti! Comunque, a questo punto anche io riproporri la corrida rimodernata senza impelavarsi in nuovi format che sanno di già visto! Anzi, la corrida con una giuria che magari è in dissenso con il pubblico potrebbe riservare scene molto divertenti



17. ciro ha scritto:

8 aprile 2014 alle 01:43

Beh …io invece anzicchè la Corrida …riporterei in TV il Karaoke nelle piazze con Fiorello ….e poi ci metterei anche intrattenimento con un comico “di turno”…e il quiz interattivo telefonico da casa con i telespettatori.
Isomma una programma allo “stile” e una via di mezzo….di quelli serali che faceva (una volta) Panariello…..e Alberto Castagna (quando conduceva il serale dei Fatti Vostri)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.