Videonews



25
giugno

DM LIVE24: 25 GIUGNO 2011. MEGLIO PARTORIRE CHE LA D’URSINTERVISTA!

Diario della Televisione Italiana del 25 Giugno 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Ora inizia anche Lerner

elfman ha scritto alle 09:13

Gad Lerner al Corriere: “la prossima edizione de L’Infedele potrebbe essere l’ultima”.

  • Banfi su Rete4

lauretta ha scritto alle 14:40

Mancava soltanto Retequattro. Ora anche la terza rete (per ascolti) di Mediaset avrà il suo talk show di approfondimento politico in prima serata. Il suo Ballarò per intenderci. A condurlo sarà Alessandro Banfi condirettore di Videonews nonchè autore di Matrix. Il titolo del programma è ancora top secret. Il battesimo è previsto per il mese di luglio. (fonte Italia Oggi)

  • Meglio partorire che la durso-intervista

mats ha scritto alle 17:46




10
giugno

TABLOID: TRIS DI DONNE PER IL “NUOVO LUCIGNOLO” DI ITALIA 1. CONDUCONO MONICA GASPARINI, MONICA COGGI E SILVIA CARRERA

Monica Gasparini

Aperitivi in spiaggia, serate in discoteca, giornate da trascorrere rosolando sotto il sole a due passi dal mare: in una parola la bellavita. E chi l’ha saputa raccontare meglio di Lucignolo? Il dj della notte non tornerà ad animare l’estate di Italia 1 ma per i maniaci del gossip (e non solo) c’è una buona notizia: dal 28 Giugno la rete giovane Mediaset trasmetterà Tabloid, versione riveduta e corretta del vecchio rotocalco di Studio Aperto.

Ispirato ai magazine popolari d’Oltremanica, Tabloid riproporrà la formula rodata dell’attualità e della cronaca nera, con Avetrana e Misseri che minacciano di imporsi anche nella desolante estate catodica, mixata al gossip scandalistico della cronaca rosa. A curare i contenuti del programma saranno le redazioni di Videonews e di Studio Aperto, due marchi di fabbrica che per gli amanti del genere sono anche una garanzia.

Ben tre sono le giornaliste che ci terranno compagnia nel corso delle cinque puntate: Monica Gasparini, effettiva padrona di casa che dovrebbe seguire l’attualità, Silvia Carrera dalla redazione di Studio Aperto per la parte più leggera e Monica Coggi da Videonews per la cronaca nera, quest’ultima strappata dalle braccia di Barbara D’urso che l’ha lanciata come volto ricorrente di Pomeriggio Cinque.


4
giugno

DM LIVE24: 4 GIUGNO 2011. MATTINO CINQUE TORNA IL 12 SETTEMBRE, DOMENICA CINQUE IL 25. AGCOM DA’ ULTIMATUM ALLA RAI PER I REFERENDUM. CONTI SALUTA SCOTTI

Diario della Televisione Italiana del 4 Giugno 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Do ut des

mats ha scritto alle 10:23

Rocco Pietrantonio entra in studio a Mattino 5, dove è presente Lory Del Santo, con un regalo destinato a… Federica Panicucci. La Del Santo, visibilmente seccata, si rivolge alla conduttrice: “Quando si accetta un regalo poi si deve dare qualcosa in cambio!”

  • Ritorni
Phaeton ha scritto alle 10:50

La Panicucci dice in chiusura di Mattino5 che il 12 settembre ritorna Mattino5, e il 25 settembre ritorna Domenica5!

  • E Brachino?

mats ha scritto alle 10:52

La Panicucci in chiusura di Mattino 5 ringrazia Videonews e Mauro Crippa, ma Brachino non viene nemmeno menzionato. Conferma così la maretta tra la conduttrice e il suo direttore?

  • Referendum

AnTo ha scritto alle 16:24

Roma, 3 giu. (TMNews) – Ultimo avviso dell’Agcom alla Rai in materia di informazione sui referendum del 12 e 13 giugno. Il Garante per le Comunicazioni ha infatti giudicato largamente insufficiente l’informazione finora fornita agli utenti del servizio pubblico, giudicandola “inadempiente” rispetto alle regole imposte sulla campagna referandaria dalla Commissione di Vigilanza Rai. Ed ha disposto un “ordine conformativo” alla Rai molto dettagliato, il cui mancato puntuale rispetto comporterà sanzioni. Lo ha reso noto la stessa Agcom, sottolineando che “l’ordine” dovrà essere immediatamente eseguito dal servizio pubblico e che per martedì prossimo è fissata una riunione dell’Autorità Garante nella quale se ne verificherà l’effettiva attuazione. Pronta a multare di nuovo viale Mazzini qualora l’attuazione puntuale e completa non verrà riscontrata nella programmazione del servizio pubblico da oggi a martedì.

  • Ciao Gerry

lauretta ha scritto alle 20:09





28
aprile

FABRIZIO CORONA CONDANNATO A QUATTRO ANNI DI RECLUSIONE.

Fabrizio Corona

Stavolta sono quattro. Quattro anni di reclusione. Oggi la fedina penale di Fabrizio Corona torna a macchiarsi: il gup di Milano ha accolto la richiesta di condanna formulata dai pm Eugenio Fusco e Massimiliano Carducci in merito ad un’inchiesta nata da un filone dell’indagine ‘Vallettopoli’. Le accuse, confermate dai giudici, sono quelle di reati fiscali e di bancarotta fraudolenta per il fallimento della sua agenzia Corona’s. Nella giornata odierna il Tribunale di Milano ha certificato la propria incompetenza territoriale sugli atti del procedimento a carico di Lele Mora.  I documenti verranno perciò presi in consegna dalla Procura di Bergamo.

La condanna inflitta oggi a Corona si aggiunge ad una discreta collezione che ormai il ‘re dei paparazzi’ può vantare. Per i fotoricatti ai vip, lo scapestrato Fabrizio aveva ricevuto 1 anno e 5 mesi in appello, poi 3 anni e 4 mesi per un’estorsione nei confronti di David Trezeguet, e ancora 1 anno e 8 mesi per corruzione di una guardia carceraria e altri patteggiamenti. Nel frattempo, però, il ragazzo ha continuato a frequentare lo showbiz in tutta serenità e di recente ha pure acquistato credito giornalistico presso Videonews, che lo ha arruolato come inviato speciale. Nei prossimi giorni vedremo Corona  in tv come come corrispondente di Domenica Cinque al matrimonio di William e Kate. Galeotta l’occasione, galeotto l’inviato.

La giornata giudiziaria di Lele Mora, stavolta chiamato in Tribunale per reati fiscali, si è conclusa con il trasferimento del suo processo alla Procura di Bergamo, cui spetta la competenza sulle eventuali irregolarità commesse dalla sua società. A suo carico c’è l’accusa di aver evaso, tra il 2005 e il 2007, circa 4 milioni di euro con la LM Management. Secondo gli inquirenti il talent scout, il paparazzo e altre persone avrebbero evaso circa 17 milioni di euro. Mora, intanto, è anche coinvolto assieme a Nicole Minetti ed Emilio Fede nell’inchiesta milanese sul caso Ruby con le accuse di induzione e favoreggiamento della prostituzione.


21
marzo

BARBARA D’URSO: “ANTONELLA CLERICI NON SI RIFERISCE A ME QUANDO PARLA DI SCIACALLI”.

Barbara d'Urso e il marito "fedifrago"

Vi avevamo raccontato delle frecciatine a distanza tra Barbara D’Urso e Antonella Clerici legate agli ultimi eventi che hanno colpito la bionda conduttrice di Raiuno, dopo la paparazzata che ha ritratto il marito con un’altra donna. Oggi è la prima donna di VideoNews a cercare un chiarimento e l’occasione gli viene offerta dall’Alfonso Signorini Show. Una telefonata in cui la D’Urso riesce a raccontare anche più di un particolare legato all’attualità televisiva e al prossimo futuro, dichiarando di non poter prendere il timone del nuovo reality Human-Take control in vista di un grande progetto televisivo per il dopo estate. E già è una prima notizia: la scommessa del reality tamagotchi, per quanto affascinante nella sua rivoluzionarietà, non riesce a convincerla a rischiare, probabilmente per la voglia di non esporsi a un secondo eventuale insuccesso

Ma le dichiarazioni più forti sono quelle che riguardano le schermaglie con la Clerici, lontana televisivamente ma vicina nel destino di donna ferita da un tradimento mediatico eclatante. Proprio a proposito di questa solidarietà ideale la Bislacca dichiara:  

‘Quando è successo a me sono stata veramente messa nel tritacarne, La vita in diretta allora fece ore intere di puntate con i filmini del mio matrimonio, parlava dei i miei figli e mostrava le mie lacrime. Ed io sono sempre stata in un angolo, zitta, non ho mai fatto tacere nessuno ed ho lasciato fare agli altri il loro lavoro. Io sono convinta che chi fa questo lavoro si prende le cose belle come ad esempio uno riesce a fare pubblicità, a guadagnare di più della gente comune, ad avere tanti privilegi, ma poi, se e quando mio marito mi tradisce, devo stare in un angolo e soffrire in silenzio. Non dico nulla di speciale, questo è il mio punto di vista, perché ripeto, quando va tutto bene, mi piace avere le copertine dei giornali e siamo tutti contenti, ma quando qualcosa mi va male, peggio per me, soffro, piango nel mio camerino da sola. Nutro tutto il rispetto per chi è tradito perchè io ho sofferto moltissimo però è il gioco di chi fa il mio lavoro’.

Tentando di smorzare i toni della polemica con la collega aggiunge: 

‘È stata una cosa bizzarra quella che è accaduta a Pomeriggio Cinque. Noi lavoriamo sotto la testata giornalistica Videonews, ci occupiamo di cronaca: nera, rosa, di spettacolo, gossip e da tre anni facciamo servizi partendo proprio dalle copertine che nascono sui settimanali, Chi in primis ma anche gli altri. In passato ci siamo occupati dei tradimenti di Patrizia Pellegrino, Michelle Hunziker e recentemente anche di quello di Ambra Angiolini. Realizziamo dei servizi giornalistici sull’argomento ed è quello che è accaduto con Antonella Clerici. Infatti, a questo proposito, ho preceduto il servizio dicendo proprio che la stessa situazione l’avevo subita io. Una mattina mi sono svegliata e su Chi ho visto mio marito che si baciava con un’altra. Antonella è troppo intelligente per riferirsi a me quando parla di sciacalli’.





2
febbraio

CLAUDIO BRACHINO DEGNO DI FEDE? IL DIRETTORE DI VIDEONEWS IL POLE POSITION PER SUCCEDERE A EMILIO

Claudio Brachino

E dopo Emilio Fede? Uno si immagina l’apocalisse, o almeno il black out totale perchè senza dubbio finirà un’epoca. Pensare alla successione dello storico direttore del Tg4 richiede uno sforzo di fantasia e modeste doti divinatorie; è uno sporco lavoro ma qualcuno lo deve pur fare. Tra gli addetti ai lavori, pare che alcuni ne stiano già discutendo sommessamente, anche perchè il giornalista si avvia spedito verso il traguardo degli 80 anni. ‘Nonno’ Emilio andrà in pensione, o – come sostiene qualcuno – verrà invitato a dimettersi dall’attuale incarico per motivi di opportunità. A quel punto bisognerà trovargli un sostituto, e attualmente nella pole position dei “degni di Fede” ci sarebbe Claudio Brachino.

Se nei giorni scorsi si erano fatti i nomi di Mario Giordano, Giorgio Mulè e Salvo Sottile, adesso tra i papabili spunta anche il direttore di Videonews, uno dei volti più conosciuti dell’informazione Mediaset che con la conduzione di Domenica Cinque (e Mattino Cinque prima) ha preso confidenza con il pubblico. Al momento l’indiscrezione, lanciata dal quotidiano Italia Oggi, circola ancora sottovoce anche perchè il direttore del Tg4 non sembra affatto intenzionato a cedere il testimone. Attualmente il giornalista, che è anche indagato per favoreggiamento della prostituzione nell’ambito del caso Rubyrespinge le voci sulle sue dimissioni anticipate e al telefono le ascrive con serenità agli invidiosi, agli “psicologicamente impotenti che si augurano qualunque cosa”.

In ogni caso, Mediaset riserverà a Fede un ruolo editorialista e notista politico. Il toto-direttore era nato a seguito delle indiscrezioni di una lite tra il premier Berlusconi e l’amico giornalista, dopo che quest’ultimo aveva rilasciato dichiarazioni ambigue durante la trasmissione In 1/2 ora di Lucia Annunziata.


9
gennaio

STASERA CHE SERA: MARIA CARMELA PORTERA’ A TERMINE CON SUCCESSO LA SUA NUOVA MISSIONE?

Barbara d'Urso

Quando il gioco si fa duro, la Bislacca inizia a giocare. Ormai siamo abituati alle sfide epiche di Barbara D’Urso. Piaccia o no, l’ex Dottoressa Giò in questi anni è stata innegabilmente la protagonista della Rivoluzione 5: dal mattino al pomeriggio per poi passare al contenitore domenicale. A gentile richiesta, non dei telespettatori, quest’anno ha rinunciato persino alle vacanze estive per tener compagnia nel preserale. Stavolta però la sfida è di quelle leggendarie. Talmente epica da far impallidire quelle precedenti: risollevare la domenica sera di Canale 5 con Stasera che sera. Non lasciatevi ingannare dal titolo: chi spera in un nuovo avvicente format sperimentale rimarrà decisamente deluso. Il programma non è altro che un’ennesima variante serale della mai così prolifica testata Videonews che ormai imperversa in ogni fascia oraria.

In barba ad ogni effetto saturazione, le bislaccate domenicali cambiano orario. Confermata la presenza della showgirl Nora Mogalle, che celebrerà in ogni puntata una diva del cinema del passato, e dei tre inviati Serena Garitta, Patrick Ray Pugliese e Veronica Ciardi. Il filo conduttore del programma sarà una lettera dell’alfabeto e per ogni lettera saranno selezionate tre parole che diventeranno il filo conduttore del talk, delle interviste e della puntata.  Ospiti della prima puntata Checco Zalone, reduce dal trionfo al cinema del suo ultimo film, ed Anna Falchi.

Un’ancora di salvezza potrebbe venire dalla presenza di Aldo Busi. Dopo aver tentato inutilmente di diffondere l’amore per la lettura tra gli Amici di Maria e dopo una turbolenta permanenza nell’ Isola della Mona, come anticipato da DM, sta per formarsi una nuova coppia catodica celebrata ed esplosa proprio durante una recente ospitata dello scrittore a Domenica cinque. Bisognerà trovare un compromesso che permetta al pericoloso personaggio di potersi esprimere senza rischiare facili interventi censori. Ma il vero compromesso da ottenere sarà quello con il pubblico. Sulla carta, infatti, Stasera che sera parte con mille dubbi e interrogativi. Riuscirà un programma dal sapore diurno a riuscire a convincere i telespettatori della platea domenicale?


14
settembre

MATTINO CINQUE: UN DEBUTTO TROPPO BISLACCO. PREFERIBILI LE GRANDI INTERVISTE ALLE BREAKFAST NEWS

Mattino Cinque, Federica Panicucci e Paolo Del Debbio

UPDATE – BOOM! A Mattino Cinque si cambia ogni giorno.

Dopo la pubblicazione del pezzo che segue, qualche uccellino è venuto a posarsi sul nostro davanzale annunciandoci che il contenitore mattutino di Canale5 manterrà le Breakfast news, sperimentate nella premiere, soltanto il lunedi; riserverà, poi, quella che abbiamo ribattezzato la “Grande Invervista” al martedi e cambierà ogni giorno la struttura della seconda parte della trasmissione. Il mercoledi, ad esempio, verrà dedicato ad un dibattito Genitori-Figli. Ancora non in programmazione, invece, la puntata del sabato.

E’ partita ieri  la nuova edizione di Mattino Cinque. E c’era grande interesse per i rinnovamenti annunciati nella formula e nei contenuti. La prima impressione è che la “rivoluzione” messa in atto abbia creato una formula eccessivamente sopra le righe per un contesto mattutino. La prima parte del programma è rimasta pressochè invariata, con un occhio particolare alla cronaca e ai fatti d’attualità e un pubblico passivo pronto solo ad applaudire conduttore (Paolo Del Debbio) e relativi ospiti.

Nella seconda parte arrivano le breakfast news dove a primeggiare, oltre alla padrona di casa Federica Panicucci, è un tavolo attorno al quale ospiti del calibro di Flavia Vento e Costantino Vitagliano discutono di temi leggeri (qualcuno li chiamerebbe inutili) come il ballo più adatto per cuccare. Anche la conduttrice si esibisce in uno stacchetto in coppia con gli ospiti maschili. L’atmosfera sa di già visto: un pò Buona Domenica di Maurizio Costanzo e il suo tavolo dei commensali pronti a discutere tra loro, un pò il fallimentare A tu per tu, dimenticato esperimento di un decennio fa. C’è il dibattito, ci sono gli esperti, c’è l’opinione degli spettatori da casa con gli immancabili sms. Tuttavia, e non è questione di moralismo, è giusto chiedersi alle 10 del mattino se la durata della prestazione dei più grassi a letto sia maggiore di quella delle persone che vantano un peso forma?

L’impressione è che si sia voluto, per forza, conformare lo show mattutino agli standard pomeridiani e domenicali, senza che ce ne fosse necessariamente bisogno. La forza del programma stava proprio nel sapersi distinguere dalle sue altre versioni, caratteristica che in questo modo andrà inevitabilmente a perdere.