Videonews



4
settembre

SALVO SOTTILE FA IL ‘QUARTO GRADO’ AI DELITTI IRRISOLTI. RIPARTE DOMANI IL PROGRAMMA DI RETE4

Quarto Grado, Salvo Sottile

Sarà come tornare sul luogo del delitto o mettersi sulle tracce dell’assassino per rivivere ed analizzare da vicino i principali fatti di cronaca nera, quelli che hanno inquietatato e diviso l’opinione pubblica. Domani, 5 settembre, nella prima serata di Rete4 torna Quarto Grado, il programma d’approfondimento giornalistico di Videonews che andrà in onda ogni domenica. Gialli irrisolti, casi di gente scomparsa e di violenze: a raccontarli saranno ancora il giornalista Salvo Sottile  e Sabrina Scampini. Nel corso della trasmissione interverranno, ogni volta, criminologi, grafologi e periti scientifici per dare un’analisi più approfondita e tecnica che vada al di là della semplice cronaca.

La seconda edizione di Quarto Grado racconterà delitti e misfatti dalla parte delle vittime, non solo da quella del killer. All’inizio della trasmissione verrà presentata una ricostruzione del caso della serata poi entreranno in scena gli esperti e, con l’ausilio del moderno touch screen installato in studio, verranno mostrati documenti esclusivi, immagini, interviste e particolari chiave. L’obiettivo è quello di fornire allo spettatore elementi per conoscere meglio la cronaca e arrivare a maturare un giudizio personale. Anche stavolta pare quindi evitato il rischio che il programma si trasformi in una copia sbiadita di Chi l’ha visto o Blu notte, programmi Rai di successo che trattano argomenti simili.

Al centro della prima puntata ci sarà la tematica “uomini che odiano le donne”, con il racconto di due casi drammatici. Salvo Sottile e Sabrina Scampini analizzeranno le vicende di Ramon Berloso, il “killer della balestra”, reo confesso dell’omicidio di due escort, morto suicida incarcere lo scorso 20 agosto e di Gianfranco Stevanin, uno dei serial killer più feroci della storia della cronaca italiana, arrestato nel 1994 e attualmente recluso nel carcere di Sulmona, per aver soffocato 6 donne durante atti di sesso estremo. Nella seconda parte della trasmissione si parlerà di Mauro Romano, il bimbo scomparso a Racale, il 20 giugno 1977, all’età di sei anni, e mai più ritrovato.




7
marzo

QUARTO GRADO: SALVO SOTTILE TRA GIALLI IRRISOLTI E CRONACA NERA

Già la Bislacca di Cologno qualche giorno fa ha provveduto ad esaltare all’interno di Pomeriggio Cinque quello che sarà il nuovo programma di punta della sua amata Videonews. “Quarto Grado”, questo il nome, sarà infatti la nuova scommessa giornalistica del prime time domenicale di Rete 4: a partire da questa sera, il volto noto di Salvo Sottile con l’aiuto di Sabrina Scampini, già autrice della D’Urso nei suoi Mattino e Pomeriggio Cinque, ci accompagnerà nel mondo della cronaca nera.

Gialli irrisolti della cronaca più recente, immagini, interviste e documenti inediti sui grandi e piccoli casi che hanno appassionato e diviso l’opinione pubblica saranno gli ingredienti di Quarto Grado. Con una particolarità: un linguaggio nuovo e semplice, senza inutili ed astrusi tecnicismi. Già altri programmi hanno tentato di ricostruire delitti e misteri, a partire da “Giallo 1″ di Irene Pivetti, ma qui lo scopo è quello di offrire al telespettatore un elemento in più di riflessione, un particolare poco considerato, uno spunto trascurato, per permettergli di arrivare ad un nuovo, personale, grado di giudizio, anche discordante da quello della giustizia. Ogni storia sarà poi raccontata con il contributo di protagonisti, testimoni, esperti e collegamenti esterni grazie agli inviati del programma.

La prima puntata sarà tutta al femminile, proprio a ridosso della festa della donna, con delle storie molto intriganti: la piccola Matilda Borin, la cui vicenda sarà ricostruita con un’intervista esclusiva ad Elena Romani, sua mamma, Antonio Cangialosi, ex fidanzato della donna, e Sonia Marra, per la quale ci saranno in collegamento genitori e fratello. In studio, il criminologo Giuseppe Picozzi darà una mano per entrare nel cuore delle due storie, insieme a Lory Del Santo, mentre Lorena Belardi, zia di Matilda, e Anna Marra, sorella di Sonia, arricchiranno il tutto con la loro preziosa testimonianza.


11
febbraio

DM LIVE24: 11 FEBBRAIO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Dovere di cronaca

paolaok ha scritto alle 10:30

Per dovere di cronaca di segnalo che ora Veronica bacia sulla bocca anche Cristina…

  • La Masquarade

lauretta ha scritto alle 15:49

Il trono bianco oggi è un mix tra una festa di carnevale e il ballo delle debuttanti!

  • ForumFolies

lauretta ha scritto alle 14:39

Nella sessione pomeridiana di Forum, una coppia (lui con un baffo alla Hitler, lei con una mise da cubista attempata) litigano perchè lui non tollera un senzatetto che lei ospita da un pò a casa! E la Dalla Chiesa attacca col predicozzo tirando in ballo vangelo, comandamenti e previsioni metereologiche!

  • Meglio quelle di Paragone

lauretta ha scritto alle 14:57

Al Fatto del Giorno salta la tanto annunciata telefonata di Sgarbi, entra in studio una mega torta per i 100 giorni di trasmissione e si apprende dagli ospiti che le poltrone di Paragone sono più comode.

  • Tutto, ma proprio Tutto

Davide ha scritto alle 16:08

All’Italia sul 2 i conduttori prendono un po’ in giro Monica Setta. Prima di mandare la pubblicità invitano a non cambaire canale perchè, come dice Monica Setta, dopo diranno TUTTO, MA PROPRIO TUTTO, in questo caso sugli abiti della Clerici a Sanremo! Faranno così perchè sono arrabbiati con la Setta che invita tutti gli ospiti che vorrebbero loro e dà sempre loro la linea con 5/10 minuti di ritardo?

  • Top Secret

lca ha scritto alle 19:07

Prime serate per Videonews su Rete4: i primi di marzo una nuova trasmissione condotta da Salvo Sottile che si chiamerà “Quarto grado” e si interrogherà sugli aspetti irrisolti dei grandi casi di cronaca. Poi arriverà “Vite straordinarie” con Elena Guarnieri e in cantiere ci sono già altre due produzioni per l’autunno. In estate tornerà “Top Secret”.





15
gennaio

DM LIVE24: 15 GENNAIO 2010. VIDEONEWS DIFENDE, LA D’URSO RINGRAZIA, LA ZANICCHI TAGLIA, L’ITALIA SUL 2 INSISTE.

DM Live24: 15 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Videonews in difesa della Bislacca

lauretta ha scritto alle 12:41

In difesa di Barbara D’urso e di Domenica 5 dalle accuse di Lorella Cuccarini si schiera Videonews, sostenendo che la trasmissione non è volgare. La D’urso quindi si fà difendere dai giornalisti, ribadendo, senza esporsi in prima persona, la sua posizione: Domenica 5 fa informazione e anche le telerisse rientrano in una forma d’informazione dalla quale non si può prescindere. E se lo dicono i giornalisti…!

  • E la Bislacca ringrazia…

lauretta ha scritto alle 17:12

Durante Pomeriggio 5 la D’urso ha ringraziato tutti i giornalisti di Videonews per aver preso le sue difese e di Domenica 5 dagli attacchi che le sono stati rivolti.

  • Grande Fratello sadico

lauretta ha scritto alle 13:06

Questa mattina i ragazzi del GF hanno avuto un risveglio un pò “traumatico”. Infatti anzichè la normale musica è stata mandata la voce di Alessia Marcuzzi che diceva: “ragazzi, mi sentite?”. Naturalmente agli inquilini assonnati é preso un vero e proprio colpo. Che Grande Fratello burlone!

  • Fantasia Zero!

lauretta ha scritto alle 15:40

All’Italia sul 2 credo che siano davvero a corto di argomenti. Oggi ne hanno trattati due che in passato hanno proposto in tutte le salse: la fede e le badanti che sposano da persone anziane! Fantasia zero!!

  • Donne con i capelli lunghi? Deficienti!

lauretta ha scritto alle 15:47

Iva Zanicchi, ospite dalla Balivo, ha spiegato che dovrebbe andare dal parrucchiere a tagliarsi i capelli perchè secondo lei le donne sopra i 50 che portano i capelli lunghi sono tutte “deficienti”!


26
dicembre

STORIE DI CONFINE: DA STASERA UN NUOVO CICLO DI PUNTATE SU RETE4

Con il nuovo ciclo di Storie di confine – reportage prodotti da Videonews, realizzati in collaborazione con Retequattro e Mediafriends, che raccontano storie di dolore e di speranza in Nicaragua, Vietnam, Colombia, Nepal, Bolivia, Camerun, Albania e India – la rete diretta da Giuseppe Feyles torna ad accendere i riflettori sulla vita all’interno di alcune delle realtà più degradate del Terzo Mondo e sui progetti di aiuto e sostegno alle popolazioni bisognose, sostenute e promosse dalla Onlus creata da Mediaset, Medusa e Mondadori.

Si tratta di sei appuntamenti in onda da questa sera, 26 dicembre 2009, in seconda serata (con replica alla domenica mattina, prima della Santa Messa), dove vengono raccontate storie al limite dalle regioni più calde del globo, talvolta sconosciute alla maggior parte del mondo Occidentale .

Degrado, violenza minorile e povertà sono solo alcuni dei temi trattati. Dalle guerre tra bande minorili del Nicaragua alla ferita mai sanata del Vietnam, dai narcos ai desplacados della Colombia sino alla difficile ricostruzione di intere regioni dell’India dopo lo tsunami del 2004, Storie di Confine è un viaggio di denuncia alla ricerca della felicità nei luoghi più problematici del Pianeta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





19
ottobre

TAPIRO D’ORO A CLAUDIO BRACHINO: STASERA A STRISCIA LA NOTIZIA, CALZINI TURCHESI PER TUTTI!

Tapiro calzini turchesi (Claudio Brachino)

A detta di buona parte del mondo politico e non, il direttore di Videonews giovedì scorso l’ha fatta grossa. Claudio Brachino, infatti, avrebbe superato i limiti di un “buon servizo giornalistico” nel trasmettere un video che riprendeva nella sua normale sfera quotiditiana, per non dire intima, Raimondo Mesiano, il giudice che ha emesso il cosidetto lodo Mondadori; la sentenza, per intenderci, che ha condannato Fininvest a pagare 750 milioni di euro alla Cir di De Benedetti.

Il giudice del Csm era stato ripreso dalle telecamere di Mattino Cinque mentre passeggiava, fumava, andava a tagliarsi i capelli e si sedeva su una panchina. Azioni, queste, tutte bollate come “stranezze”, mentre “stravaganti“ erano stati definiti i calzini turchesi indossati dal giudice con i mocassini bianchi.

Reazioni, scuse e quant’altro non sono bastati e, pertanto, a “bastonare” simpaticamente Brachino sono arrivati quelli di Striscia la Notizia. Stasera, infatti, verrà trasmessa la consegna di un tapiro, dai colori sgargianti. D’oro, come conviene ad occasioni importanti di questo tipo, e con indosso dei calzini turchesi, in omaggio alla stravaganza attribuita al giudice Mesiano. 

Dopo il salto le dichiarazioni di Brachino durante la consegna:


6
agosto

DM LIVE24: 6 AGOSTO 2009

DM Live24: 6 Agosto 2009
Live Comment on davidemaggio.it

Non sai cos’è DM Live24? Leggi qui

Dal Diario di ieri…

  • Spostamenti

AleJonica ha scritto alle 20:06

[da Dagospia] Giorgio Mulè ritorna a Segrate per dirigere “Panorama” - A “Studio Aperto” si aprono le porte per Brachino – Mario Giordano a Videonews

  • Survivors

iLollo ha scritto alle 18:02

Su RaiTre, da giovedì 3 settembre in prima serata, andrà in onda il telefilm Survivors.


29
maggio

TERRORISM, LA STORIA DEL TERRORISMO RACCONTATA DA CLAUDIO BRACHINO NELLA SECONDA SERATA DI RETE4

Terrorism - Top Secret

Per ogni terrorista esiste un combattente per la libertà“: con questo slogan Top secret e Claudio Brachino presentanto Terrorism, nuovo programma di approfondimento in onda, in seconda serata su Rete4, a partire da lunedì 22 giugno. Sei appuntamenti per raccontare i principali eventi e personaggi della storia del terrorismo, dalla seconda guerra mondiale agli anni 2000.

Brachino, direttore di Videonews, introdurrà e commenterà alcuni documentari prodotti da Uktv History e distribuiti dalla BBC nei quali viene tracciata la storia e gli sviluppi delle organizzazioni terroristiche e dei boss più tristemente noti alle cronache mondiali: Al Qaida, Che Guevara, Eta, Fatah&Hamas, Ira, Ku Klux Klan.

Terrorism indagherà su ragioni, etica e metodi legati al fondamentalismo islamico, all’organizzazione armata di lotta per la liberazione del popolo basco, alla lotta armata palestinese, all’organizzazione militare nata per liberare l’Irlanda dall’autorità britannica, al movimento razzista, i cui adepti si nascondono dietro tuniche e cappucci. Un excursus che non mancherà di delineare figure come quella di Ernesto Guevara, assurta a mito, dopo essere diventa un’icona di livello internazionale per quella parte di persone che si riconoscono nei suoi ideali rivoluzionari. Un programma-verità, a volte scomodo, che va a scavare nelle pagine più dolorose della memoria, per raccontare come il mondo sia cambiato a causa di questa forma di guerra occulta.