TG3 Linea Notte



6
dicembre

Cartabianca sfora di nuovo, Mannoni infuriato: «Gravissimo ritardo, lo segnaliamo al direttore di Rai 3» – Video

Linea Notte, Maurizio Mannoni

Di puntuale, nel martedì sera di Rai3, c’è solo l’incazzatura di Maurizio Mannoni. Anche ieri sera – come già accaduto altre volte – il conduttore di Linea Notte ha polemizzato platealmente con Bianca Berlinguer per lo sforamento di Cartabianca ai danni del suo programma d’approfondimento notturno. Stavolta, però, il giornalista è andato oltre ed ha evocato un intervento del direttore di rete nei confronti della prolissa collega.




10
maggio

Bianca Berlinguer sfora e pizzica: «E’ tardissimo, poi Mannoni protesta»

Bianca Berlinguer - CartaBianca

Bianca Berlinguer - CartaBianca

Maurizio Mannoni protesta ancora per gli ’sforamenti’ di CartaBianca, ma incassa anche una frecciata -l’ennesima- di Bianca Berlinguer, che questa volta ha deciso di trainare il TG3 Linea Notte con una ‘velenosa’ battuta rivolta al collega.


12
aprile

CartaBianca sfora, Maurizio Mannoni si lamenta in diretta: “Qui nessuno fa rispettare gli orari”. Video

Linea Notte, Maurizio Mannoni

Maurizio Mannoni non perdona. Soprattutto se riceve la linea (notte) con mancata puntualità. Ed è accaduto anche ieri, quando il giornalista si è lamentato in diretta per il fatto che la collega Bianca Berlinguer avesse sforato coi tempi del suo CartaBianca, costringendolo ad iniziare Linea Notte in ritardo. Così, in apertura di trasmissione, il conduttore ha fatto sentire tutto il proprio disappunto.





21
novembre

IL TG3 ATTACCA IN DIRETTA BALLARO’ E CHE TEMPO CHE FA

Giovanni Floris, Ballarò

Giovanni Floris, Ballarò

E’ ancora tensione tra i giornalisti del TG3 e la rete diretta da Antonio Di Bella. Motivo del misfatto ancora la prima serata della terze rete, che puntualmente sfora e fa inevitabilmente slittare l’intero palinsesto ai danni non solo della seconda serata di Fabio Volo, che più volte è stato costretto a “metterci le pezze” riducendo drasticamente il suo Volo in Diretta, ma anche di Linea Notte, il talk show notturno a cura della testata diretta da Bianca Berlinguer, che è costretto a partire a notte fonda.

E proprio nella puntata di ieri sera di Linea Notte si è consumato l’ennesimo scontro. Maurizio Mannoni in apertura di puntata, dopo la consueta copertina, ha infatti “sbottato” senza guardare in faccia a nessuno: “Come vedete anche stasera cominciamo con molto ritardo così come era avvenuto ieri (19 novembre, ndDM). Sta diventando un po’ un’abitudine, speriamo che prima o poi qualcuno se ne accorga e intervenga”.

Parole sante, come si direbbe. Ma Fabio Volo stavolta non ci sta ad assumersi ancora la responsabilità dei danni causati dai programmi che lo precedono – che nel mentre fanno orecchie da mercante – lasciando un Twitter un commento sulla questione: “Il TG non ce l’ha con noi. Noi non abbiamo sforato ma sono quelli prima di noi. Ieri Fazio, oggi Ballarò. Noi in tempo perfetto”.


6
agosto

TG3 LINEA NOTTE E L’ESTATE CALDA DEI FINIANI IN TV: RISSA SFIORATA TRA LUPI E RAISI (CALIENDO IN COLLEGAMENTO TELEFONICO)

TG3 Linea Notte, Caliendo in collegamento telefonico

Non fa in tempo ad aprire bocca che si becca una tirata d’orecchie, ormai è così. Povero Minzo. Stavolta il direttore del Tg1 la marachella l’ha combinata sulla cronaca parlamentare degli scorsi giorni. Durante il cosiddetto pastone politico, il notiziario di Augusto Minzolini ha annoverato le voci di “Futuro e libertà” (il movimento dei finiani nato dal divorzio con Pdl, ndDM) tra i gruppi dell’opposizione, fra coloro che mettono il bastone tra le ruote al Cavaliere, per disarcionarlo. Benedetto della Vedova, vice-capogruppo vicario alla Camera di Fli, non ha gradito la sintesi del Tg1 e ha dichiarato il proprio disappunto ai microfoni di Radio Radicale. Ne è nato un piccolo scontro con Minzolini.

Io mi auguro che aver messo Fli all’opposizione sia stata una maliziosa svista” ha detto Della Vedova, che ha poi aggiunto sibillino “se dovesse continuare questo trattamento sarebbe inqualificabile e inaccettabile perché strumentale e infondato, e la Commissione di vigilanza e il Cda Rai dovranno esserne investiti”. Ancora uno sgambetto e i finiani chiameranno l’arbitro. Ma Minzolini che, come noto, non si fa mettere all’angolo e si rafforza a furia di prenderle, non ha fatto attendere la sua replica: “Non è accettabile che si pretenda di suggerire anche come strutturare il racconto politico violando così l’autonomia dei singoli giornalisti. Tutti i giornali dicono che, con l’astensione di Fli il governo non ha più la maggioranza. Forse sono loro che non hanno capito bene cosa fare”. Sottolineando la confusione che regna tra le fila dei finiani, Augusto sembra aver colto nel segno. E la prova, ancora una volta, ce l’ha data la tv.

Bastava guardare Linea Notte dell’altro ieri per rendersene conto. Nella trasmissione condotta da Bianca Belinguer rissa sfiorata tra Maurizio Lupi (Pdl) ed Enzo Raisi (Fli). La lite si è scatenata sul sottosegretario Caliendo e sull’inopportunità della sua presenza ad una cena con faccendiere Flavio Carboni, non propriamente uno stinco di santo. “Potresti fare un patto con Di Pietro”, “Fai demagogia”: i due esponenti di centrodestra se ne sono dette di tutti i colori in diretta, e il dibattito si è acceso ulteriormente dopo la telefonata dello stesso Caliendo, intervenuto per difendersi. Accanto a loro, le telecamere catturavano un Enrico Letta impietrito come una bella statuina. Ad agosto la politica in tv si fa rovente, ma non per tutti.