Terremoto Abruzzo



3
aprile

Terremoto a L’Aquila: gli appuntamenti tv nel decennale dal sisma. Su Rai2 il docufilm con Lino Guanciale

L'Aquila 03:32, Lino Guanciale

Dieci anni fa, il terremoto che devastò L’Aquila provocando 309 morti. In una notte cambiò tutto: le tremende scosse distrussero edifici e vite. Nell’anniversario del tragico evento, l’attenzione torna sulle popolazioni colpite dal sisma per ricordare chi non c’è più e raccontare a che punto è la tormentata ricostruzione. Di seguito, i principali appuntamenti tv pensati per l’occasione: dagli spazi d’approfondimento al film documentario di Rai2 con la voce dell’abruzzese Lino Guanciale.




3
aprile

ROMANZO PERSONALE: MTV RACCONTA LORIS, ADOLESCENTE ‘TERREMOTATO’

Romanzo Personale - MTV

Romanzo Personale - MTV

Tre anni sono passati dalla tragedia del terremoto. L’Aquila scandisce oggi gli strascichi di un evento, finito in tv solo per la catastrofe e poi dimenticato. Non sempre, e non da tutti: ‘Romanzo Personale’, il nuovo programma di Mtv (in onda il martedì in seconda serata) ci riprova. A raccontare la speranza che non c’è più. La storia di Loris è stata al centro della nona e penultima puntata di un programma nel quale il lavoro, gli stili di vita, la solitudine, il coraggio, la famiglia, il successo e il gioco d’azzardo, sono stati singolarmente trattati in ogni puntata.

Ieri, però, nella nona e penultima puntata – dicevamo – la storia di ‘Loris – Il Terremoto mi ha fatto crescere’. Cosa voglia dire non poter tornare a casa, non poter fare qualcosa di speciale per il compleanno. Se la casa, sicura non lo è ancora. Per chi una casa, ancora oggi, non ce l’ha più.  Si sceglie di parlare dell’Aquila e di LorisLa città non offre più niente: nessun divertimento, se non qualche centro commerciale. E diventare grandi, qui, è veramente difficile. Senza stimoli, storia, luoghi che si rispettino. Così la scuola diventa impossibile, assenti le alternative. Il rapporto con gli educatori, con gli educabili. Come la società e il tempo che non passa.

Loris frequenta l’Alberghiero. Dovrebbe studiare sala, cucina, ricevimento. Invece, oggi, non è possibile. Perché non si ricostruisce e, fiducioso, Loris dice: «Minimo minimo un paio d’anni ci vogliono», e ne sono passati già tre.https://images.davidemaggio.it/wp-includes/js/tinymce/plugins/wordpress/img/trans.gifNon c’è conduzione, ma solo montaggio, a notte fonda. Il racconto, in alcuni punti, è  forte e prende davvero. E’ intimista, scandaglia le piaghe e sa quando fermarsi, per rispettarne i volti.


26
febbraio

DM LIVE24: 26 FEBBRAIO 2013. IL TERREMOTO DE L’AQUILA A WILD

Fiammetta Cicogna - Wild

>>> Dal Diario di ieri…

  • A Wild il terremoto de L’Aquila

Oggi, martedì 26 febbraio in prima serata su Italia 1, nel quinto appuntamento con “Wild–Oltrenatura”, il viaggio di Fiammetta Cicogna per l’Italia più selvaggia prosegue ancora in Abruzzo e nello spostamento da Campo Imperatore al fiume Tirino l’incontro della conduttrice con i lupi sarà molto ravvicinato.

Sempre dall’Abruzzo il documentarista Ben Fogle, il nuovo inviato, parla del terremoto dell’Aquila analizzando l’azione delle faglie e raccontando storie di sopravvissuti.

E ancora, se lo scienziato spagnolo Frank Cuesta è alle prese con i varani, l’inviato Steve Backshall spiega la caccia di gruppo dei delfini dal naso a bottiglia.





15
novembre

PRESA DIRETTA RIPARTE A GENNAIO DA UN’INCHIESTA SULLE CASE COSTRUITE DA BERLUSCONI A L’AQUILA

Presa diretta

Presa diretta gioca d’anticipo per non perdere la scia. Riccardo Iacona non va in letargo, abile osservatore di questa stagione televisiva che sta celebrando ancora una volta un buonissimo riscontro per la programmazione di inchiesta e di approfondimento di prima serata, memore della buona strategia di Formigli e Del Debbio, capaci di anticipare tutti con una riaccensione della lucina rossa prematura e molto partecipata. Di qui il lancio on line di una delle chicche di stagione, destinate a far parlare del programma.

Anche se tornerà fisicamente a padroneggiare la prima serata della domenica di Rai 3 solo dal 6 gennaio 2013, con un ciclo di dodici puntate, il giornalista della terza rete, che gioca a far staffetta con l’inaffondabile Report di Milena Gabanelli, ha diffuso in questi giorni un piccolo ‘antipasto’ dell’anno che verrà. Si riparte da L’Aquila, il capoluogo abruzzese tristemente noto per il terremoto e tornato alla ribalta per la sentenza choc a danno della Commissione Grandi Rischi.

Nel video diffuso in rete dalla redazione del programma viene proposto un estratto dell’intervista a Gianmario Benzoni, il direttore dell’unico laboratorio al mondo di simulazione dei terremoti. Lo staff di Presa diretta è volato fino a San Diego per chiedere lumi all’ingegnere sulla notizia diffusasi nella nostra cronaca riguardo alle possibili problematiche future nelle costruzioni antisismiche promosse dal governo Berlusconi nei mesi successivi all’emergenza di quell’aprile.


5
aprile

IL TERREMOTO A FORUM: INSULTI PER STRADA A RITA DALLA CHIESA, DELUSA DAGLI AMICI DI SINISTRA. LE IENE ATTACCANO, SOLIDARIETA’ SOLO DA CLERICI E GILETTI.

Rita Dalla Chiesa

Questa volta sul banco degli imputati ci è finita lei. Non dev’essere affatto comoda la poltrona su cui siede in questi giorni Rita Dalla Chiesa. Il polverone che da mercoledì scorso impazza in rete e sui giornali ha finito per strabordare anche fuori dai media, nella vita reale della conduttrice di Forum. La vicenda è nota: Marina Villa, una delle tante figuranti che compaiono nel programma di Canale 5, si è dichiarata una terremotata dell’Aquila ringraziando il Presidente del Consiglio per gli ottimi tempi della ricostruzione: “Solo 300 – 400 persone sono rimaste ancora negli hotel perché fa comodo. Mangiano, bevono e non pagano niente. Ci vorrei andare anche io“.

Sull’ottimismo forzato della signora, la Dalla Chiesa ha immediatamente espresso i suoi dubbi, ringraziando però al tempo stesso anche lei il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso. E poco importa che tale Marina fosse una terremotata reale: a pochi minuti dalla puntata, la notizia che Rita Dalla Chiesa si fosse “venduta al potere” aveva già fatto il giro della rete e le critiche iniziavano a piovere a raffica. Molti si appellano alla memoria del padre, il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa: “La Palermo onesta che amava tuo padre ti disprezza” e “Tuo padre si sta rivoltando nella tomba” sono solo alcuni dei messaggi arrivati. Al “Corriere della Sera“, la conduttrice ha raccontato l’aspetto più duro della vicenda.

Qualche critica se l’aspettava, ma agli insulti ricevuti per strada non era preparata. Già, perchè è successo anche che la signora di Forum si sia dovuta allontanare da una pizzeria di Ponte Milvio dopo essere stata istigata da due tavoli vicini. E all’Auditorium Parco della Musica, due ragazzi senza nemmeno aver visto la trasmissione, le chiedono se non si vergogni a condurre un programma del genere. Nemmeno gli amici delle Iene, che pure convivono sotto lo stesso “tetto”, si sono risparmiati qualche frecciatina sulla vicenda. Frasi pronunciate in diretta come “È ora di cambiare quella vecchia anziana figurante che fa la parte della conduttrice” e la richiesta a Bertolaso di concederle un restauro completo, non sono piaciute alla diretta interessata.





28
marzo

FORUM, LA DALLA CHIESA SI DIFENDE SULL’AFFAIRE TERREMOTO: “SIAMO UNA TRASMISSIONE LIBERA, IL PASSAPAROLA SUL WEB E’ STATO INUTILE E CRUDELE”.

Forum

L’Aquila è ed è stata sempre nei nostri cuori, non siamo sul posto e non conosciamo la situazione ma non mi aspettavo di essere messa in mezzo a un discorso politico. [...] Mi da fastidio che facciano il nome di mio padre, devono vergognarsi: il passaparola sul web è stato inutile e crudele“.

Rita Dalla Chiesa, dunque, è intervenuta all’interno della puntata odierna di Forum su una questione che sta facendo discutere l’opinione pubblica dallo scorso venerdi. Ma cosa è successo?

Una delle cause discusse nella puntata di venerdì vedeva tra i contendenti due ex coniugi che si dicono originari de L’Aquila, città devastata dal terremoto e oggetto della altrettanto discussa ricostruzione “a tempo di record” del governo Berlusconi. La moglie chiede al marito 25mila euro per poter rilanciare il proprio negozio di abiti da sposa ottenendo il diniego della controparte, contrario all’investimento perché “la città non è ancora rimessa in sesto e le coppie si sposano di meno, è un’attività rischiosa“.

In una causa tra coniugi separati, a maggior ragione in una causa televisiva, non manca un elevato tasso di conflittualità con posizioni diametralmente opposte. Non deve sorprendere, dunque, che la sig.ra Marina controbatta la posizione di Gualtiero argomentando: “Hanno riaperto tutti i negozi, manca solo il mio” ma, presa dalla foga del racconto di quella notte, si lascia andare a un inopportuno: “Vorrei ringraziare, non so se è possibile, il Presidente Silvio Berlusconi che non ci ha fatto mancare niente“. La Dalla Chiesa puntualizza: “Il governo, certo” e dopo qualche minuto i ringraziamenti si estendono a Guido Bertolaso, attirando gli applausi del pubblico della trasmissione.


24
giugno

LAURA PAUSINI: “NON MI ASPETTAVO UN NO PROPRIO DAL SERVIZIO PUBBLICO”. LA RAI NON FARA’ PASSARE LO SPOT DI “AMICHE PER L’ABRUZZO”.

Laura Pausini contro la RaiMatrix, come saprete, ha dedicato lo scorso lunedi una puntata speciale ad “Amiche per l’Abruzzo“, il noto concerto-evento dello scorso anno creato ad hoc per raccogliere fondi in favore delle vittime del terremoto dell’Abruzzo. Allo speciale ha partecipato gran parte delle 40 artiste partecipanti, tra cui -in studio- la Pausini, Gianna Nannini, Giorgia, Elisa e Fiorella Mannoia. E proprio la Pausini, raccontando le difficoltà burocratiche incontrate per l’iniziativa benefica, si lascia andare ad un attacco verso la tv pubblica:

“Pubblicità Progresso ci dà gratuitamente lo spazio. Ma la Rai non farà passare lo spot del Dvd. Non mi aspettavo una risposta negativa dalla Tv di Stato“.

Ma la Pausini continua ed incalza la tv di Viale Mazzini:

“Ringrazio La7, Mediaset e MTV, che hanno trasmesso il nostro spot, che la Rai ha deciso di non passare. Non voglio fare polemica, ma non mi aspettavo un no proprio dal servizio pubblico“.


21
giugno

SPECIALE MATRIX “AMICHE PER L’ABRUZZO”. A SOLI SEI MESI DAL RITIRO, LAURA PAUSINI TORNA IN PRIMA SERATA

A volte ritornano, in video, anche se per una buona causa. Stiamo parlando di Laura Pausini, che questa sera sarà ospite di Matrix, eccezionalmente in onda in prima serata su Canale 5. Nello speciale “Amiche per l’Abruzzo”, condotto da Alessio Vinci, verranno ripercorse le tappe dello storico concerto tutto al femminile che si è tenuto lo scorso anno allo stadio San Siro di Milano, in favore delle vittime del terremoto avvenuto il 6 aprile 2009 a L’Aquila.

Un’occasione per un ritorno in tv della celebre cantante romagnola. A meno di sei mesi dall’annunciato ritiro dalla scene, la Pausini ne approfitta per una capatina in video, nell’ultimo programma che l’aveva ospitata prima del temporaneo abbandono delle scene. Proprio a Matrix, infatti, aveva annunciato di non essere sicura di poter resistere per così tanto tempo alla lontananza dalla scena mediatica, ma non ci saremmo aspettati di rivederla tanto presto.

Insieme a lei, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia, Giorgia ed Elisa saranno presenti in studio per rivivere e commentare insieme i momenti più emozionanti del concerto; le madrine dell’evento presenteranno anche il dvd del concerto, che contiene ben 4 ore di grande musica con le 38 artiste partecipanti.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »