Rocco Hunt



16
luglio

Classifica FIMI: La Dolce Vita e Sirio di Lazza inscalfibili nei singoli e negli album. Boomdabash e Annalisa ad un passo dal podio

Boomdabash e Annalisa

Boomdabash e Annalisa

Nelle classifiche FIMI continua incontrastato il dominio de La Dolce Vita di Fedez, Tananai e Mara Sattei, mentre negli album primeggia ancora Lazza con Sirio. Cresce inoltre il successo del sodalizio tra i Boomdabash e Annalisa. Vediamo tutte le posizioni della classifica dall’8 al 14 luglio 2022.




9
luglio

Classifica FIMI: La Dolce Vita ancora prima nei singoli, negli album resiste Lazza. Salgono ancora Annalisa e Hunt-Lamborghini-Indigo

Lamborghini, Hunt e Indigo

Lamborghini, Hunt e Indigo

Gli aspiranti tormentoni estivi dominano le classifiche FIMI dall’1 al 7 luglio 2022, anche se al primo posto nei singoli continua a resistere La Dolce Vita di Fedez, Tananai e Mara Sattei. Stesso discorso per gli album, dove primeggia ancora Sirio con Lazza.


9
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2016: ROCCO HUNT

Rocco Hunt

Vinse nella categoria Nuove Proposte due anni fa, quando il suo brano “Nu Juorno buono” riuscì a conquistare il pubblico portando tanta notorietà a Rocco Hunt. Il rapper salernitano, il cui vero nome è Rocco Pagliarulo, esordisce quest’anno nella categoria Big del Festival di Sanremo 2016 con il brano “Wake up”.





9
febbraio

SANREMO 2016, TESTI CANZONI: ROCCO HUNT – WAKE UP

Rocco Hunt

Dal Festival di Sanremo 2016 si leva un grido di denuncia rivolto allo Stato, che non tutela i giovani e non li aiuta più a costruirsi un futuro. Rocco Hunt vuole anche svegliare la coscienza di una generazione che vive più sui social che nel mondo vero, forse perchè in quel mondo non trova un posto per sé, e lo fa invitando tutti a cantare e ballare, in sintesi a “muoversi” insieme. Il brano ha anche alcuni versi in dialetto napoletano, forse perchè il cantante si rivolge soprattutto ai ragazzi del suo Sud.


17
novembre

SANREMO 2015: AMBRA ANGIOLINI E VANESSA INCONTRADA IN LIZZA PER IL FESTIVAL?

Carlo Conti e Vanessa Incontrada

Aggiornamento del 18 novembre – Carlo Conti definisce “prevedibili” i nomi di Incontrada e Angiolini e promette sorprese (maggiori info qui).

Vanessa Incontrada da Sanremo 2015 a Italia’s got talent?

La bionda e la bruna per Carlo Conti. Come nel più classico dei Festival di Sanremo, il golden boy di Rai1 starebbe pensando di portare sul palco dell’Ariston una coppia di “vallette di lusso” dai tratti somatici opposti. Secondo Tv Sorrisi e Canzoni, Conti avrebbe già contattato Vanessa Incontrada e Ambra Angiolini.

Non stupisce il primo nome che, anzi, circola già da alcuni mesi. Vanessa e Carlo hanno già lavorato insieme ai Music Awards e l’italo spagnola, reduce dallo straordinario successo di Un’Altra Vita, sarebbe perfetta per portare brio sul palco dell’Ariston. Peccato, però, che Vanessa, subito dopo la kermesse festivaliera prevista dal 10 al 15 febbraio 2015, terrà a battesimo la prima edizione targata Sky di Italia’s got talent.

E’ vero, Sanremo è Sanremo, e non c’è rivalità tra emittenti che tenga, però qualche riflessione in più andrebbe fatta. Del resto, non esiste solo la Incontrada. Nulla da eccepire su Ambra Angiolini, attrice, conduttrice, ex “cantante” e compagna del veterano sanremese Francesco Renga.

Festival di Sanremo 2015, toto cast: in lizza anche Luisa Corna





18
ottobre

TU SI QUE VALES VS BALLANDO CON LE STELLE 2014, TERZO ROUND: CHI AVRA’ LA MEGLIO?

Mara Venier a Tú sí que vales

La decima edizione di Ballando con le Stelle è partita forte, ma Tú sí que vales ha recuperato lo svantaggio nella seconda puntata. E stasera? La nuova sfida del sabato tra Rai 1 e Canale 5 vive un terzo avvincente round, dove tutto può succedere. Se una settimana fa lo show di Maria De Filippi ha mostrato una netta risalita nella corsa all’auditel, complice anche l’atteso incontro tra le (ex) nemiche Emma e Belen e un incontro di pallavolo che ha sottratto pubblico a Rai 1, stavolta è Milly Carlucci a scaldare la vigilia con una sorprendente “rivoluzione interna“: fuori Giorgio Albertazzi e Teo Teocoli e dentro Tony Colombo.

Tú sí que vales, terza puntata: Mara Venier giurata popolare

Terza puntata di Tú sí que vales e nuova giurata – dopo Francesco Totti ed Emma – in rappresentanza della giuria popolare: si tratta di Mara Venier, ex signora della domenica di Rai 1. Alla conduttrice e ai giurati titolari (Rudy Zerbi, Maria De Filippi e Gerry Scotti), il compito di giudicare le performance dei vari concorrenti che, se meritevoli, vedranno il loro tempo a disposizione aumentare a vantaggio della loro esibizione e del loro talento. Sul palco a condurre lo show Belen Rodriguez e Francesco Sole.

Ballando con le Stelle 2014, terza puntata: Rocco Hunt ballerino per una notte. Tony Colombo in gara

In diretta dall’Auditorium del Foro Italico di Roma, Milly Carlucci conduce la terza puntata di Ballando con le Stelle 2014, che accoglie nelle vesti di ballerino per una notte il rapper campano Rocco Hunt, tra le rivelazioni musicali dell’anno. Ma dalla Terra dei Fuochi – tanto per citare la sua canzone “Nu juorno buono” – arriva anche il nuovo concorrente Tony Colombo, cantautore neomelodico napoletano, originario di Palermo. Il giovane 28enne subentra ad Albertazzi e Teocoli, che a sorpresa abbandonano la gara (per saperne di più clicca qui).


16
ottobre

BALLANDO CON LE STELLE 2014, TERZA PUNTATA: ROCCO HUNT BALLERINO PER UNA NOTTE

Rocco Hunt

Rocco Hunt

Rocco Hunt sarà il ballerino per una notte nella terza puntata di Ballando con le stelle 2014. Ad annunciare l’arrivo del giovane vincitore di Sanremo 2014 (sezione Nuove Proposte) è stata la stessa Milly Carlucci su Twitter, ormai tallonata dai fan di ogni artista e da richieste di ogni sorta. Mentre si lavora per avere in futuro Lodovica Comello, Francesca in Violetta, per la terza del talent show di Rai1 bisogna accontentarsi del rapper di casa nostra.

Lanciato dalla kermesse condotta da Fabio Fazio lo scorso febbraio, in cui ha trionfato con il brano di denuncia Nu juorno buono consacrando definitivamente il rap nel Belpaese, da allora la strada del rapper salernitano è stata praticamente tutta in salita. A marzo l’album ‘A verità, che ha visto anche le partecipazioni di Clementino, Federico Zampaglione (dei Tiromancino)  ed Eros Ramazzotti, mentre a giugno si è ripresentato di fronte al grande pubblico grazie al Music Summer Festival.

Ma il 20enne pare avere tutte le intenzioni di bruciare le tappe, e il ritorno su Rai1 fa pensare all’arrivo di qualche novità per i fan. E così dopo Pechino Express, X Factor e Miss Italia, anche Ballando con le stelle 2014 punta su uno dei trend del momento, nella speranza di risalire negli ascolti dopo il quasi pareggio della scorsa settimana.


25
giugno

ROCCO HUNT: “A SALERNO FARANNO UNA STATUA IN CUI APPENDEREMO IL DISCO D’ORO”

Rocco Hunt

“Se ogni anno si dice che è l’anno del rap è una cosa positiva. L’intera industria, sia quella rivolta al maistream che quella underground, viene favorita. L’importante è portare avanti un rap degno della cultura che rispecchia”.

Rocco Hunt non può che essere contento dell’ascesa del rap in Italia, lui che è uno degli ultimi esponenti del genere a salire alla ribalta. E da quando il cantautore salernitano ha vinto Sanremo Giovani non si ferma più. L’abbiamo incontrato agli Mtv Awards, dove ha vinto nella categoria Best New Artist.

Il momento d’oro del rap è favorito anche dai talent show. Tu qualche anno fa avresti partecipato?

Io ho scelto un altro percorso, ho iniziato a fare la mia musica autoproducendomi. La mia visione è self made, gavetta, gare di freestyle, e arrivare a Sanremo è stato come arrivarci dal niente. Non critico chi partecipa ai talent, magari un giovane si toglie dalla strada partecipando, ma io non avrei voluto iniziare così. Ho scelto Sanremo come amplificatore per portare un messaggio importante.

A Sanremo ti abbiamo visto insieme alla tua famiglia. Ti seguono ancora?

In Campania sono molto presenti. Del resto sono legatissimo alla mia famiglia, ma al contrario di quello che diceva la Littizzetto, a Sanremo non c’erano tutti i miei familiari. Sul palco a festeggiare con me c’erano solo mia mamma e mio padre, tutte le altre persone che tifavano per me non le conoscevo. Erano sì una famiglia ma composta da persone di tutto il Sud che volevano festeggiare la mia vittoria.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »