Rita Dalla Chiesa



20
settembre

#TELERATTI2013: SUL PALCO DI RIMINI SI RIUNISCE LO STORICO TRIO DI FORUM

Fabrizio Bracconeri, Rita dalla chiesa, Marco Senise

Tutti in piedi. Entra il TeleRatto. Ecco, entra con aria altera e guarda i tre contendenti. Li ascolta, guarda le testimonianze audio visive di quello che sono stati in grado di combinare nella passata stagione televisiva, assume uno sguardo sconsolato e si ritira per deliberare. Sono questi i momenti in cui Rita Dalla Chiesa manca davvero. Lei si che avrebbe trovato le parole giuste per essere di conforto ai tre peggiori nominati per i TeleRatti, qui tutti i candidati.

Ah, se ancora ci fossero stati i fantastici tre di Forum! Magari Fabrizio Bracconeri e Marco Senise avrebbero avuto una buona parola pure per il TeleRatto. Questa è una manifestazione strana. Noi siamo felici e, se stasera, 20 settembre, verrete a trovarci al Teatro Novelli di Rimini alla speciale serata di assegnazione che stiamo preparando, sarete felici pure voi. Gli unici infelici sono quelli che il TeleRatto potrebbero vincerlo e il sorcetto stesso che vuole restare con noi e nelle mani dei peggiori non ci vuole proprio andare. No, nemmeno se sono i migliori dei peggiori.

Il momento della decisione è teso. Stiamo aspettando di sapere l’esito e ci stiamo preparando a dire addio ai TeleRatti 2013 che dopo tutte queste settimane sono diventati parte della redazione. Stasera ci divertiremo, ma domani? Le nostre giornate torneranno a essere quelle normali di chi può portarsi pane e formaggio in ufficio senza temere che arrivi un sorcetto a rubarlo. “Ce la farete“. Chi ha parlato? No, non potete immaginare chi c’è. E’ arrivata qui per noi, per dare un volto umano a una serata che per tanti volti noti della tv sarà parecchio difficile e per tanti show sarà umiliante. E’ la donna che dimostra che non siamo poi così maligni. Con noi infatti c’è…  Rita Dalla Chiesa, pronta a fare il salto del telecomando. Ben tre canali, dal 4 al 7, passando però per Rimini e per il Gala di assegnazione dei TeleRatti, i premi meno ambiti della tv italiana. E, sorpresa delle sorprese, accanto a lei ci sono due uomini.




6
settembre

BOOM! DANIEL TOAFF A LA7 PER IL NUOVO TALK DI RITA DALLA CHIESA (CONCORRENTE DI VITA IN DIRETTA)

Daniele Toaff

Daniele Toaff

Daniel Toaff a La7 – aggiornamento 6/09

E’ cosa fatta il passaggio dell’ex vice Direttore di Rai 1 a La7.

Daniel Toaff a La7 – 3/09

E’ un vero colpo gobbo di Urbano Cairo che va a rendere competitivo il nuovo pomeriggio de La7. DavideMaggio.it può annunciarvi in anteprima che Daniel Toaff, deus ex machina del programma macina-ascolti del daytime di Rai 1, Vita in Diretta, approderà sulla settima rete generalista.

Con che ruolo?! Semplice e del tutto simile al precedente incarico ricoperto sulla televisione di Stato: occuparsi del pomeriggio della rete e, nello specifico, del nuovo talk di Rita Dalla Chiesa – altro neo acquisto dell’emittente terzopolista – in partenza ad ottobre.

E Daniel Toaff è garanzia di successo, almeno per quanto riguarda i contenuti. L’ex vice-direttore di Rai 1 ha lasciato la tv pubblica lo scorso 31 luglio non senza polemiche. Ora è pronto a dare il ben servito a Mamma Rai rimanendo attivo nello stesso slot ma con una sfida tutta nuova. Come a dire, occhio per occhio, dente per dente. Altro che pensione!


13
agosto

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (5-11/08/2013). PROMOSSI LEA MICHELE E RITA DALLA CHIESA, BOCCIATO IL CASO (CAOS) MISSION

Lea Michele

Lea Michele ai Teen Choice Awards 2013

9 a Lea Michele. A poco meno di un mese di distanza dalla morte di Cory Monteith, l’attrice torna sul set di Glee e riceve un premio come migliore interprete in una comedy ai Teen Choice Awards. Un riconoscimento che, commossa e rivolgendosi ai fan sparsi per il mondo, ha dedicato al fidanzato scomparso (video sotto).

8 a Rita dalla Chiesa. In tempi in cui in televisione tutti puntano sul sicuro, la conduttrice dopo anni dice addio ad un ‘(prestigioso) posto fisso’ per buttarsi in una nuova avventura su La7 tanto entusiasmante quanto rischiosa. Onore al merito.

7 alla ventilata cancellazione del progetto di uno show su Rai1 con Albano, Toto Cutugno e Umberto Tozzi. Passi per l’intramontabile cantante di Cellino San Marco (che un varietà lo meriterebbe) ma gli altri due possono essere appetibili solo per una tv dell’est Europa.

6 alla Gialappa’s Band. Anche nella prossima stagione televisiva l’ironico trio si “accontenterà” volente o nolente de Le Iene e di Mai Dire Grande Fratello.





9
agosto

FORUM: CHI PRENDERÀ IL POSTO DI RITA DALLA CHIESA?

Forum

Riuscire dove hanno fallito Cristina Parodi con il suo Cristina Parodi Live, e ancor prima Luisella Costamagna con Così stanno le cose, non appare certo un’impresa semplice. Ma come dichiarato a DM, la voglia di cambiare rotta e il desiderio di sperimentare hanno fatto superare a Rita Dalla Chiesa i più che giustificati tentennamenti, spingendola ad accettare lo sbarco nel pomeriggio di La7 dal prossimo ottobre (dalle 15 alle 17).

L’arrivo della conduttrice sulla rete di Urbano Cairo rappresenta senza dubbio un fulmine a ciel sereno nel panorama televisivo. Una sorpresa di mezza estate che costringe Mediaset a “ritirarsi per deliberare” e trovare nel giro di poche settimane un volto in grado di sostituire la storica conduttrice al timone di Forum. Il tribunale più famoso della televisione è stato, infatti, regolarmente riconfermato in palinsesto nella prossima stagione (almeno sino a gennaio nell’attuale configurazione). Chi prenderà dunque il posto di Rita Dalla Chiesa tra giudici (a proposito, unitamente al ‘due di picche’ della conduttrice bisogna registrare quello dell’avvocato Annamaria Bernardini De Pace), cause, contendenti e diatribe quotidiane?

In un comunicato, Mediaset ringrazia la conduttrice e annuncia che al momento in lizza per la conduzione di Forum vi sarebbero tre volti femminili legati al mondo del giornalismo.

“Grazie a Rita Dalla Chiesa per il suo impegno di tutti questi anni: non abbiamo voluto ostacolare le sue legittime aspirazioni.  Forum ripartirà regolarmente a settembre su Canale 5, nella fascia dalle 11 alle 13: in campo ci sono due o tre alternative femminili di profilo giornalistico, il nodo verrà sciolto entro fine mese.”

In attesa della “sentenza” dei vertici Mediaset, noi di DM abbiamo provato a fare alcuni nomi di “papabili” conduttrici, pronte ad occupare un’insperata casella rimasta libera nel palinsesto tv, lasciando naturalmente a voi lettori la possibilità di suggerire altre candidate a vostro parere adatte a farsi carico della pesante eredità lasciata dalla Dalla Chiesa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


8
agosto

BOOM! RITA DALLA CHIESA A DM: LASCIO FORUM, HO FIRMATO PER LA7. MI OCCUPERO’ DEL POMERIGGIO PER DUE ORE, A PARTIRE DA OTTOBRE

Rita Dalla Chiesa

Rita Dalla Chiesa

E’ cosa fatta! Se meno di quattro ore fa vi annunciavamo in anteprima l’esistenza di trattative per portare Rita Dalla Chiesa a La7, adesso carta canta: l’accordo è stato raggiunto e la conduttrice di Forum, dopo una collaborazione ultra ventennale con le reti del Biscione, è un volto della rete di Urbano Cairo. DavideMaggio.it l’ha raggiunta telefonicamente.

Rita, mi dicono dalla regia che l’accordo con La7 è stato raggiunto!

Non avrei mai pensato di poter lasciare Mediaset; troppi anni e troppo amore per quest’azienda però c’è un momento nella vita in cui togli l’àncora e decidi di cambiare rotta e di sperimentare, soprattutto quando la barca che ti viene messa a disposizione è bellissima e pronta a portarti nei porti che hai voglia di vedere. Quindi, si, ho firmato per La7.

Di cosa ti occuperai?

Spero di tornare a fare quello che è il mio lavoro primario, ovvero quello della giornalista. Mi occuperò del pomeriggio di La7 per due ore, a partire da ottobre. E’ stato bello capire che ci sono persone che credono che io ce la possa fare. E’ una sfida che sto condividendo con l’entusiasmo delle persone che me l’hanno proposta.

Un pizzico di paura?

Tanta. Sarei imbecille se non avessi paura con un salto così.





8
agosto

BOOM! RITA DALLA CHIESA A LA7

Rita Dalla Chiesa

Rita Dalla Chiesa

UPDATE delle 16.27: Rita Dalla Chiesa ha firmato con La7. Ecco le prime dichiarazioni rilasciate a DM.

Un colpo di scena senza ’se’ e senza ‘ma’. Il vero coup de théâtre del tv-mercato per la stagione televisiva 2013/2014 che DavideMaggio.it vi annuncia in anteprima!

Prendete, dunque, posto in poltrona, portate con voi il taccuino e annotate con cura: forte di una riconferma del suo Forum ma indecisa sino all’ultimo per l’amore che prova per Mediaset, Rita Dalla Chiesa starebbe per cedere alle lunsinghe dell’editore de La7, Urbano Cairo, che ha pensato alla conduttrice del tribunale televisivo più celebre d’Italia per rinnovare il pomeriggio della settima rete generalista.

La firma manca ancora ma per Rita Dalla Chiesa sarebbe pronto un programma quotidiano che, stando alle prime indiscrezioni, dovrebbe essere in diretta.

D’altronde, guardando bene i social network, alcune conferme di quanto vi scriviamo possono essere rintracciate. Se la signora del mattino di Canale5 non ha nascosto su Facebook – un paio di giorni fa – una certa scaramanzia per un viaggio a Milano (“Verso Milano. Ho accuratamente evitato di leggere il mio oroscopo”), ad avvalorare la nostra ipotesi è arrivato un tweet del suo agente, Lucio Presta, che nello stesso giorno – pubblicando una foto in treno con la conduttrice – ha reso più chiaro lo scopo del viaggio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


31
luglio

DMLIVE24: 31 LUGLIO 2013. ALBANO E IL SESSO, RITA DALLA CHIESA RICOVERATA CAUSA ARIA CONDIZIONATA, UN BAMBINO IN PREMIO IN UN QUIZ TV

Rita Dalla Chiesa

Rita Dalla Chiesa

>>> Dal Diario di ieri…

  • Albano e il sesso

tinina ha scritto alle 10:17

ROMA – A settant’anni e sei figli con due differenti donne, Albano parla del suo rapporto con le grupies, avvero le fan più accese, che hanno avuto il loro momento di gloria sopratutto negli anni 70 con l’avvento del rock. Anche AlBano però ha le sue fan, a cui non riesce a “negarsi”: “Anche adesso alle groupie – ha fatto sapere al sito Express.de – non riesco a dire di no. L’amore è importante, l’amore è parte della vita e il piacere del fare sesso non passa nemmeno con l’età. Se trovo una donna che mi piace, la invito a venire da me. Non serve spiegare cosa succede nel dettaglio, vero?”.

  • Rita Dalla Chiesa e l’aria condizionata

tania ha scritto alle 11:09

E’ stata ricoverata per due giorni la regina di Forum, all’ospedale Cervello di Palermo. La conduttrice si è “beccata” un’infezione al pericardio dovuta all’utilizzo esagerato dell’aria condizionata, che in questi giorni afosi è difficile evitare. Però sembra proprio che l’abuso dell’aria gelida non sia stata una cosa voluta dalla famosa conduttrice, anzi, sul suo profilo Facebook è proprio lei a denunciare il fatto che in molti luoghi pubblici non è possibile evitare l’esposizione alla gelida aria artificiale.

“Allora, adesso chi mi risarcisce per quest’infezione da aria condizionata al pericardio, che mi ha fatto passare due giorni di grande paura all’ospedale Cervello di Palermo??? La nave da Na-Pa, dove in cabina non c’è la possibiltà di spegnerla? I treni ad alta velocità dove, il più delle volte, ti senti rispondere che non si può regolare? O tutte quelle teste di cavolo che ti sparano addosso aria gelata pure se entri infarmacia per una crema solare e ne esci ammalato??? Ognuno è libero di ammazzarsi come vuole. Ma io, questa volta, denuncio”.

  • Un bambino premio di un quiz televisivo

Sanfrank ha scritto alle 21:47

Polemica in Pakistan per l’insolito premio assegnato da un quiz televisivo. Non un automobile, un frullatore o viaggio, ma una neonata di due settimane abbandonata nella spazzatura dai genitori biologici. Le critiche sono piovute in testa al conduttore televisivo Amir Liaqat, 41 anni, ex politico e ex ministro per gli Affari religiosi, ritenuto nel paese asiatico una sorta di Pippo Baudo. Nella puntata di una settimana fa, andata in onda sul Geo Tv, una delle più seguite emittenti private, ha forse esagerato con il sensazionalismo, anche se in nome di una buona causa.


17
febbraio

SANREMO 2013: L’EDITORIALE DI RITA DALLA CHIESA. LUCIANINA UNICA GRANDE IDEA

Modà a Sanremo 2013

Modà a Sanremo 2013

di RITA DALLA CHIESA per DavideMaggio.it

L’anno scorso “La notte” di Arisa, quest’anno la notte del terremoto, almeno per noi del Lazio. Quindi, ansia e meno attenzione all’Ariston. Anche se non è sfuggita, ai più, la  vittoria già ampiamente prevista di Marco Mengoni. Niente contro di lui, la sua canzone è bellissima. Ma io ho tifato fin dall’inizio Modà. Il testo, che ha fatto arricciare il naso ai più “colti”, è una vera poesia alla vita.

Detto questo, il Festival non è stato, come aveva promesso Fazio in conferenza stampa, il festival delle idee. Di una sola idea…forse si! A parte l’orchestra, appesa e sacrificata alle pareti del teatro, strepitosamente brava e mai ringraziata abbastanza, l’unica grande idea è stata Lucianina. Ha dissacrato con ironia, intelligenza e un pizzico di incoscienza la liturgia di uno spettacolo che ho fatto fatica a riconoscere come “il Festival della canzone italiana”. Abbiamo cominciato con l’emozione del “Va pensiero” di Verdi, per proseguire subito dopo con l’Armata Rossa di Toto Cutugno. Scusate, ma non sarebbe stato meglio chiamare la nostra Banda dei Carabinieri, allora? Quel palcoscenico vuole la musica, i cantanti vogliono musica, le case discografiche vogliono musica, il pubblico vuole musica. E questo, indipendentemente dagli ascolti. Si è sostenuto che si è voluta fare una scelta di qualità. Giusto. Ma dove sta scritto che la qualità sia solo quella ascoltata in queste serate? A me sono mancate le figure carismatiche di Sanremo. Mi sono mancate la Bertè e la Oxa. Albano e Leali. I Pooh. Mi è spiaciuto vedere quasi ignorata Malika Ayane, e osannato Elio. Sarò di coccio, ma non ho capito il motivo di tanto entusiasmo… Mentre ho pianto sul momento di magia pura del “come prima” di Bollani e Veloso. Mi sono emozionata quando è entrato Baudo, con i suoi capelli bianchi. O quando la Littizzetto ha fatto il suo bellissimo monologo sulla violenza contro le donne. Ripeto, tutto questo senza nulla togliere alla professionalità di Fazio. Che è riuscito a portare sul palco dell’Ariston quell’intellighenzia che, fino a qualche giorno fa, aveva sempre dichiarato di non averlo mai nemmeno visto, il Festival!

Bella la regia di Duccio Forzano, un nome, una garanzia. Lui è uno che non deve più dimostrare niente a nessuno. Il suo è un “tratto” sicuro, che non mette ansia in chi sta guardando. Ma c’è stato davvero un Festival di Sanremo? Io ho visto per cinque sere uno spettacolo ben confezionato, condotto con eleganza da Fazio e con della musica forse troppo raffinata per essere capita da una nazional popolare come me. Ma è finito da un’ora, e, a parte per pochissime canzoni, lo ricorderò solo per la frase di Luciana “la bellezza del maschio conta poco. Altrimenti tu non avresti spiegazione”, e per per il suo salto di gioia sulla caduta della Balti che stava sfilando in passerella come una dea. In quel momento è stata tutte noi!!! Ma domattina che canto???