Repliche



1
settembre

PAURA DI AMARE: LE REPLICHE DELLA PRIMA STAGIONE NEL POMERIGGIO DI RAI 1

Paura di amare

Il 17 settembre arriverà sugli schermi di Rai 1 la seconda stagione di Paura di amare, miniserie andata in onda nel novembre 2010 e di cui forse in tanti non si aspettavano più un secondo capitolo. E invece, a distanza di ben tre anni, la Titania di Ida Di Benedetto (che fa parte del cast) dà un seguito alle avventure amorose di Stefano (Giorgio Lupano) e Asia (Erica Bianchi) che impegneranno i martedì sera della rete ammiraglia Rai.

Le repliche di Paura di amare su Rai 1

La speranza è di bissare il successo del 2010, che portò la fiction a superare i 6 milioni di spettatori. Ma, essendo passato così tanto tempo, era necessario dare una rispolverata alla memoria e riprendere in mano il filo della storia, per questo Rai 1 ripropone da oggi – domenica 1 settembre 2013 -  le repliche della prima serie, alle 14, che proseguiranno, poi, da domani alle 15:05 (subito dopo Il commissario Manara 2).

Ripercorreremo dunque tutte le fasi della storia d’amore scritta da Maria Venturi, a partire dalla tragica morte della moglie di Stefano in un incidente stradale e dal bisogno dell’uomo di trovare qualcuno che si occupi dei figli mentre lui si dedica al suo impero farmaceutico. Quel qualcuno ovviamente è Asia, un aspirante medico che gli verrà in aiuto finendo col farlo innamorare perdutamente. Ma cosa accadrà nel sequel?




9
agosto

DMLIVE24: 9 AGOSTO 2013. ELISA DI RIVOMBROSA TORNA SU CANALE5, HARRY’S LAW SU TOP CRIME, CHIARA LICO COMMENTA LA CHIUSURA DI DIVIETO DI SOSTA

Elisa di Rivombrosa

Elisa di Rivombrosa

>>> Dal Diario di ieri…

  • Elisa di Rivombrosa torna su Canale 5

saro zappalà ha scritto alle 12:23

Da lunedì, alle ore 08.40, torna su Canale5 la richiestissima ELISA DI RIVOMBROSA, fiction di successo del passato glorioso di Canale5.

  • Harry’s Law su Top Crime

Markos ha scritto alle 23:18

Da sabato 17 agosto alle 19:20 Harry’s Law debutta in prima tv in chiaro su Top Crime. (fonte: Promo)

  • Chiara Lico commenta la chiusura di Divieto di Sosta
Markos ha scritto alle 10:59

[...] Con oggi, stop. E – in deroga al suo nome – Divieto di Sosta si ferma assieme alla speranza, riposta e nutrita, che nei caldi pomeriggi estivi le case degli italiani possano ospitare l’informazione e l’anguria. Servite contemporaneamente dopo pranzo e prima del pisolino. Personalmente le avrei trovate perfette: un’accoppiata vincente che andava solo promossa e aiutata. Qualcuno azzarderebbe sostenuta, altri più triviali: pubblicizzata. Io dal canto mio mi sbilancio non poco: a suo modo sarebbe stata anche elegante, quest’accoppiata. Perché se d’estate vicino all’informazione c’era l’anguria, d’inverno ci sarebbe stato il tocchetto di cioccolato. Oppure l’arancia sbucciata accanto al termosifone, le bucce sulla ghisa e sai che profumo. Abitudini. Ovvero, processi da costruire lavorandoci su bene e chiedendo tempo in modo da rendere tutto routine.


20
luglio

CANALE 5: SOPPRESSE LE REPLICHE DI THE MONEY DROP. FILM NEL PRESERALE

Gerry Scotti

Alla fine si sono “arresi” anche loro. Com’era prevedibile, complici gli ascolti disastrosi, l’avventura delle repliche di The Money Drop nel preserale estivo di Canale 5 finirà prima del previsto. L’ultima puntata – che potrebbe chiudere per sempre il ciclo di vita del game show di Gerry Scotti (per maggiori info clicca qui) – andrà in onda domenica 21 luglio. Da lunedì a dare manforte al Tg5 delle 20 – che a causa del pessimo traino non si schioda dal 16% di share –  ci penseranno i soliti film e tv movie (perlopiù “made in Germany”). Si comincia con Sotto Una Romantica Luna, tv movie drammatico del 2010.

Inevitabilmente sarà rimodulato l’intero pomeriggio: al termine de Il Segreto, raddoppiano gli episodi de Le Tre Rose di Eva mentre alle 18 circa partiranno i film. Dal 29 luglio, invece, concluse le repliche della prima stagione della fiction con Roberto Farnesi, probabile staffetta con Al di là del Lago. Salvo nuove variazioni la miniserie con Kaspar Kapparoni sarà riproposta dalle 15 alle 16, dopo un solo episodio di Beautiful e de Il Segreto (che anticipa alle 14.10), e prima di ben due film (intervallati dal Tg5 Minuti).

Si è scelta, dunque, la via del contenimento dei danni “rapido e indolore”: la soluzione più immediata ma anche la meno ambiziosa (DM aveva suggerito il segreto per il preserale) che però probabilmente va di pari passo con “obiettivi di sussistenza” fissati da Publitalia. Riusciranno i film a risollevare il preserale estivo di Canale 5, sprofondato con The Money Drop al di sotto del 10%?





15
luglio

UNA GRANDE FAMIGLIA 2: LE REPLICHE IN VISTA DELL’ARRIVO DI CESARE BOCCI E VALERIA SOLARINO

Cesare Bocci

Benché ieri sera la replica della terza puntata di Una Grande Famiglia abbia vinto la serata con il 13.1% di share, è ancora pochino rispetto al successo che la prima tv della primavera 2012 ha riscosso, spingendo autori e produttori a girare subito una seconda stagione. Magari qualcuno si è indispettito per il finale aperto e ha mollato, altri si sono spaventati e non hanno tentato l’avventura, mentre quelli che invece aspettano con ansia le nuova puntate non riguardano le vecchie perché tanto le conoscono già. Ma forse fanno male.

Perché una serie come Una Grande Famiglia nasconde tanti dettagli che possono sfuggire a prima vista ma che potrebbero rivelarsi necessari per comprendere il futuro. Certo, gli autori sono stati cattivelli. Ma, rispetto a Lost – serie simbolo in quanto a modello narrativo aperto -, la fiction scritta da Ivan Cotroneo (qui la nostra intervista), Stefano Bises e Monica Rametta in realtà non si è tirata dietro gli spettatori promettendo una risposta che poi non è arrivata per niente, perché nel finale una cosa l’abbiamo saputa, anche se la sospettavamo fortemente: Edoardo Rengoni (Alessandro Gassman) è vivo e vegeto.

Ma sul perché sia sparito, cos’abbia combinato con l’azienda di famiglia e cosa crede di trovare al suo rientro, è mistero. Durante la sua assenza molte cose sono cambiate, una su tutte sua moglie Chiara (Stefania Rocca) che aveva lasciato insicura e dipendente da lui in tutto e per tutto e adesso ritroverà forte, autosufficiente, lavoratrice e mettiamoci anche incinta di Raul, fratello proprio di Edoardo. Cosa accadrà nelle nuove puntate?





27
giugno

RAI1 SI AFFIDA ANCORA UNA VOLTA AL COMMISSARIO MONTALBANO E ALLA PRINCIPESSA SISSI

Il Commissario Montalbano

Il Commissario Montalbano, panacea di tutti i mali televisivi, è pronto a tornare in soccorso del palinsesto di Rai1. Dal 1° luglio e per ben 10 settimane, nell’ormai consueta collocazione del lunedì sera, la rete diretta da Giancarlo Leone proporrà per l’ennesima volta le repliche di alcuni episodi della serie con protagonista Luca Zingaretti. Il nuovo ciclo di riproposizioni arriva a poco più di un mese dalle quattro repliche che dal 13 al 27 maggio hanno portato a casa l’ottima media di 7.591.199 di spettatori e il 28% di share, e a circa 2 mesi dalla fine della messa in onda dei nuovi 4 episodi in prima tv. Quattro appuntamenti che, trasmessi dal 15 aprile al 6 maggio 2013, sono stati in grado d’incollare alla tv una media di 10.119.145 spettatori con il 36% di share.

Ma bastano gli ottimi ascolti a giustificare una così massiccia riproposizione della fortunata serie prodotta dalla Palomar di Carlo Degli Esposti? In 14 anni, tra prime visioni e riproposizioni, i 26 film che compongono la serie hanno totalizzato qualcosa come 111 passaggi televisivi. Lo stesso Zingaretti, che la prossima stagione sarà su Rai1 con la miniserie Adriano Olivetti – La forza di un sogno, in un’intervista a Vanity Fair, aveva a suo tempo dichiarato, seppur in maniera soft, di non essersi assolutamente stufato d’interpretare Salvo Montalbano, ma di non apprezzare le troppe repliche proposte dalla Rai.

“Camilleri è vivo, vegeto e pieno d’idee. E io mi diverto a farlo. Poi non è che abbiamo fatto così tante puntate in questi anni, il problema è che sono state replicate a iosa.”


18
giugno

UNA GRANDE FAMIGLIA IN REPLICA SU RAI 1

Una grande Famiglia

Non tutte le repliche vengono per nuocere. E non ci riferiamo solo al Commissario Montalbano, che ha continuato a stregare il pubblico anche con le sue avventure arcinote, ma alle fiction che vengono riproposte in maniera propedeutica all’arrivo del sequel cosicché chi si era perso il primo capitolo può rifarsi e chi, invece, lo aveva visto può rinfrescarsi la memoria.

Rai 1 ha deciso di dedicare parte dell’immancabile estate del già visto a questo scopo riproponendo due serie molto amate, i cui secondi atti sono in fase di lavorazione e arriveranno in video nella prossima stagione televisiva con nuovi episodi. Parliamo di Una Grande Famiglia e Fuoriclasse.

La prima, che racconta le vicende dei Rengoni, membri dell’alta borghesia lombarda, è un family drama infarcito di mistery. La prima stagione, andata in onda su Rai 1 circa un anno fa, racconta la scomparsa del primogenito Edoardo (Alessandro Gassman), apparentemente morto in un incidente aereo e custode di un segreto che non è mai stato svelato, neanche sul finale, quando è tornato dai suoi cari trovando una famiglia completamente diversa da quella che aveva lasciato. Al centro della narrazione l’azienda di famiglia vicina al fallimento e l’amore sbocciato tra Chiara (Stefania Rocca), la moglie di Edoardo, ed il cognato Raoul (Giorgio Marchesi). Il primo appuntamento con Una Grande Famiglia è fissato per domenica 30 giugno in prima serata.


13
maggio

IL COMMISSARIO MONTALBANO: DA STASERA SI REPLICA

Il Commissario Montalbano

Sulla scia del trionfo dei nuovi episodi de Il Commissario Montalbano, Rai 1 da stasera ripropone vecchie avventure interpretate da Luca Zingaretti, per attutirne la mancanza in attesa di un possibile ritorno. In realtà questa è una prassi consolidata e dettata dal fatto che il commissario piace anche in replica, consentendo alla tv pubblica di riempire il palinsesto a costo zero con un usato garantito. I titoli scelti per questo amarcord sono La gita a Tindari in onda questa sera, Il senso del tatto previsto per mercoledì 15 maggio, Il gioco delle tre carte lunedì 20 e infine La vampa d’agosto lunedì 27.

Episodi presi da serie diverse ma comunque riproposti in ordine cronologico, il che con il commissario più amato d’Italia non è un accorgimento necessario visto il suo vivere fuori dal tempo e soprattutto dal mondo moderno. Che si direbbe non essere mai arrivato nella silenziosa Vigata, dove il cellulare è un optional e delle indagini al microscopio non interessa niente a nessuno.

Nonostante poi alcuni di questi titoli siano stati già riproposti più e più volte, il pubblico sembra non esserne mai sazio: perché l’indagine in sé è un pretesto per raccontare umori e personaggi e spesso l’epilogo non lo si ricorda neppure, perché si era troppo presi a cogliere nuove sfumature di Zingaretti e a contemplare il mare della Sicilia.