Prima Serata



30
dicembre

MELAVERDE CHIUDE L’ANNO CON UNO SPECIALE IN PRIME TIME

Melaverde chiude l’anno in bellezza con una puntata speciale – in prime time - in onda questa sera, mercoledì 30 dicembre 2009, alle ore 21.00.

Il programma di Retequattro dedicato ad agricoltura, ambiente e tradizioni eno-gastronomiche – forte di una media di oltre 2 milioni di spettatori (2.054.000), con uno share che sfiora il 15% e picchi di oltre 3 milioni di spettatori con uno share del 22.6% -, è giunto quest’anno alla 12ª edizione. Condotto da Edoardo Raspelli con Elisa Bagordo, Melaverde è nato da un’idea dell’agronomo Giacomo Tiraboschi e ha debuttato sulla Rete diretta da Giuseppe Feyles, il 20 settembre 1998.

In questo appuntamento straordinario Edoardo Raspelli si trova a Scanno, in provincia dell’Aquila, nel cuore della terra martoriata da un devastante terremoto lo scorso 6 aprile. Il conduttore, racconta la Terra degli Armentari, ovvero dei proprietari di bestiame. Un tempo, questi pascoli erano ricchi di greggi formati da 20-30mila pecore. Una ricchezza enorme per l’epoca, che forniva alla popolazione locale, la lana (che veniva poi lavorata nei più importanti laboratori manifatturieri d’Italia), il latte (trasformato soprattutto in pecorino) e la carne. Oggi, l’allevamento è rimasto quello tradizionale, con gli animali allo stato brado o semibrado, in un territorio aspro e selvaggio che ha visto, con il passare degli anni, diminuire drasticamente sia il numero degli animali sia quello dei pastori.




21
aprile

SOGNI D’AMORE ED IMPEGNO CIVILE: DA STASERA SU RAIUNO TANTE FAVOLE DI VITA COMUNE

I sogni son Desideri @ Davide Maggio .it

Prende il via stasera in prima serata su RaiunoI sogni son desideri”,  il nuovo programma di intrattenimento condotto da Caterina Balivo, con la partecipazione di Marco Liorni. Al centro dello show i desideri della gente comune, quei sogni che emozionano ed accomunano tutte le generazioni. Non a caso il simbolo scelto per raccontare le storie del nuovo people show di raiuno è una vera e propria icona del mondo delle fiabe, Cenerentola. Sarà proprio la sua storia a fare da sfondo a “I sogni son desideri”, a partire dal titolo e dalla sigla, fino all’ambientazione scenografica e al “C’era una volta…” con cui inizierà il racconto delle tante fiabe di vita vera che si avvicenderanno nel corso delle sei puntate.

Non saranno fatti regali preziosi nè esaudite richieste effimere: lo scopo de “I sogni son desideri” è quello di aiutare il suo pubblico a sognare un futuro migliore o anche semplicemente aiutare qualcuno a dire, in maniera spettacolare ed incisiva, “grazie” ad un amico, un genitore, un fratello per tutto ciò che di importante ha fatto; un modo per riflettere su come spesso è più prezioso un gesto semplice e un riconoscimento, di qualsiasi regalo. Ad aiutare Caterina Balivo nell’impresa di far diventare i sogni realtà, ci sarà un vero e proprio principe azzurro: Marco Liorni, al debutto sulla rete ammiraglia.

Sarà lui a girare l’Italia per raggiungere tutte quelle persone che hanno sperato ne “I sogni son desideri” per poter cambiare la propria vita ed accogliere in un periodo buio una “scintilla di magia”. Ma la bacchetta magica di questa fiaba televisiva toccherà anche l’impegno civile, attraverso un viaggio nell’Italia della legalità che lotta quotidianamente, con il supporto dello Stato e delle massime istituzioni, contro un passato ed un presente che impedisce a volte di crescere e migliorare. Molte, infatti, le associazioni di volontari che hanno scritto da varie zone d’Italia al programma, chiedendo attenzione e aiuto per poter guardare in modo nuovo la propria vita.


31
dicembre

IL 2009 DI JOI, ANCORA SERIE TV E “I MAGNIFICI” FILM

Joi - novità Gennaio Febbraio 2009 @ Davide Maggio .it

Ci stiamo per lasciare alle spalle il 2008, anno funesto secondo un vecchio detto. Ma per Joi, il canale dedicato alle famiglie dell’offerta Premium Gallery, l’anno appena terminato è stato fantastico: 5.000 ore dei migliori telefilm americani, 150 serie tv in prime time come House, Life, Pushing Daisies, Studio 60, Law and Order e più di 200 prime serate di grande cinema con prime assolute come Ocean’s 13, Una moglie bellissima, Blood Diamond, Invasion, Michael Clayton, Inside Man, Harry Potter, King Kong, solo per citarne alcuni.

Entrando nel secondo anno di vita (il 19 gennaio compie un anno), Joi vi offre un menù ricchissimo, con tante serie tv e film in prima visione.

Iniziamo dai film. Ogni lunedì continua su Joi il ciclo cinematografico “I Magnifici” che nelle quattro settimane di gennaio vi offrirà “Io non ho paura” (5/01) di Gabriele Salvatores dal romanzo di Nicolò Ammaniti, “L’assassinio di Jesse James” (12/01) per la prima volta sugli schermi italiani con Brad Pitt, “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban” (19/01) e “Shindler’s List” (26/01), lo spettacolare film per non dimenticare l’eccidio di milioni di ebrei.

Continuano anche le serie tv iniziate negli ultimi mesi dello scorso anno: Law & Order: Special Victims Unit 9, la serie poliziesca che focalizza l’attenzione sui crimini a sfondo sessuale continuerà ogni martedì in prima serata fino al 27 gennaio.





20
ottobre

MARIA DE FILIPPI FA CANTARE LAURA PAUSINI SU CANALE5

Laura Pausini @ Davide Maggio .it

Aveva più volte manifestato l’idea di voler portare sul piccolo schermo, attraverso intriganti special in prima serata, la vita di alcuni artisti con la “A” maiuscola con i cui aneddoti e vicende far presa sul pubblico.

Ed anche questa impresa, almeno sulla carta, sembra esser riuscita a Maria la Sanguinaria. La De Filippi, infatti, a fine novembre, rigorosamente nella congeniale collocazione del prime time del sabato di Canale5, porterà in scena la biografia della cantante italiana più amata del momento: Laura Pausini.

Nonostante gli annunciati special in passato sembrava dovessero riguardare due tra gli “amici” più adulti di Maria, Gianni Morandi e Sabrina Ferilli, Maria dei Miracoli ha deciso di puntare la prossima fatica televisiva sulla cantante faentina, quasi in contemporanea con l’uscita del suo nuovo album intitolato “Primavera in anticipo“.


16
gennaio

PYRAMID IN PRIME TIME : UNA PRIMA SERATA PER POCHI INTIMI

Pyramid @ Davide Maggio .it

 Pyramid si è rivelato un programma fallimentare sin dal primo momento!

Poco accattivante, poco ritmato, poco entusiasmante e decisamente poco seguito.

Il quiz show condotto da Enrico Brignano con la collaborazione di Debora Salvalaggio stenta a raggiungere il 4% di share, commercialmente e televisivamente un flop!

Se fosse andato in onda sulle reti Mediaset sarebbe stato chiuso dopo la prima settimana di programmazione ma (s)fortunatamente va in onda sulla RAI.

Una televisione di Stato che, forte del canone (rectius tassa sul possesso), può permettersi di infischiarsene dei risultati e può permettersi di trascurare ciò che per una televisione commerciale è semplicemente essenziale.

Se però è vero che un atteggiamento del genere potrebbe (e forse dovrebbe) essere osservato per soddisfare il fine primo della RAI, ovvero il “servizio pubblico“, non altrettanto potrebbe dirsi se lo stesso atteggiamento fosse osservato nei confronti di un quiz show.  

Ma la RAI fa di più. Per onorare gli ”impegni presi”, ha deciso di realizzare anche l’annunciata versione in prima serata del programma che debutterà proprio questa sera sulla seconda rete alle 21.

D’altro canto un’azienda che in 7 anni perde il 20% di raccolta pubblicitaria e nel piano industriale 2008-2010 si propone di rilanciare valori come l’integrità morale, la competenza, la professionalità, la trasparenza è ben conscia dei propri limiti e delle proprie mancanze.

Se tra questi valori s’aggiungesse anche il rispetto nei confronti dei “paganti”, probabilmente si prenderebbero scelte decisamente diverse e la tv di Stato assolverebbe alla sua vera funzione di servizio pubblico.

Ma in Italia si sa, chi entra pagando è un fesso, chi entra con l’omaggio è dritto!

Per leggere qualche informazioni sulla puntata di questa sera e vedere alcune immagini in anteprima… fate un salto!





16
settembre

MARIA – ANTONELLA : 1 – 0

Antonella Clerici - Maria De Filippi @ Davide Maggio .it 

Ieri sera si è aperta ufficialmente la prima vera sfida della stagione televisiva appena iniziata.

A scontrarsi nel prestigioso prime time del sabato sera delle due principali emittenti italiane ci sono stati, per la prima volta, due programmi sostanzialmente identici : Il Treno dei Desideri su RaiUno e C’è Posta per Te su Canale5.

Nonostante la pessima scenografia sempre uguale sin dagli esordi (pavimento a parte), l’atmosfera un po’ ovattata preferibile per un day time all’Alda D’Eusanio che a un grande show del sabato sera e la formula invariata e poco originaleMaria De Filippi ha realizzato, ieri sera, il miglior risultato che potesse ”incassare”.

A nulla sono serviti, dunque,  la pomposità, la ricercatezza, la cura dei dettagli e lo studiatissimo traino con una bellissima puntata de I Soliti Ignoti che sembravano favorire la cara Antonellina Clerici che, invece, non è riuscita a farla franca.

La Signora Costanzo con un look nuovo di zecca e con le solite caramelle scaramanticamente attaccate alla cartellina è riuscita a vincere la serata!

Colei che è il personaggio meno televisivo che la nostra televisione abbia mai conosciuto è diventato, in realtà, LA televisione italiana.

Colei che non riesce a fare con disinvoltura neanche una televendita, è riuscita a conquistare il pubblico del belpaese portando in tv delle idee semplici ma tutte accomunate da un unico comune denominatore : Maria De Filippi ha portato in video persone comuni con relativi problemi al seguito riuscendo, di fatto, a cambiare le abitudini dei telespettatori e riuscendo persino a far entrare nuovi termini nel vocabolario della lingua italiana.

Ha sostanzialmente ridotto le barriere tra il mondo dello spettacolo e quello reale ed è stata in grado di imporsi, nonostante le dubbie qualità da conduttrice, come la donna più potente del piccolo schermo italiano.

Un’amica, una confidente e soprattutto una… speranza.

Gli italiani non dicono “guardiamo C’è Posta per Te” ma “guardiamo Maria“.

E poco importa se l’ingrediente base del cocktail De Filippi sia la sanguinarietà o, ancor peggio, l’apoteosi del trash.

Giudice supremo dei prodotti televisivi è il pubblico. E il pubblico ieri sera ha deliberato!

A questa donna, non possono che andare i più fervidi complimenti per riuscire a fare, con poco, grandi successi!


29
novembre

L’ORA “X”? PER LA RAI, LE 21.10

RaiUno @ Davide Maggio .it

RaiDue @ Davide Maggio .it

L’undici dicembre scatterà l’ora “X”.

Non ci sono lancette da spostare avanti o indietro ma, semplicemente, bisognerà regolare i propri videoregistratori o sedersi in poltrona con (finalmente) una ventina di minuti di anticipo.

La RAI, infatti, nei giorni scorsi ha deciso di porre termine al vergognoso slittamento dell’inizio del prime time che quest’anno ha battuto ogni record : siamo arrivati alle 21.30 con conseguente slittamento della seconda serata che, a conti fatti, è diventata…terza!

Un fenomeno inarrestabile che ha alla base una sola motivazione : battere i concorrenti e vincere la prima serata.

Una vera e propria gara tra la TV pubblica e le 3 principali reti commerciali con un’unica vittima, impotente. Il telespettatore.

Telespettatore che, però, altro non ha fatto se non accettare passivamente una lotta della quale non poteva importargli assolutamente niente.

Un attaggiamento sbagliato al posto del quale avremmo potuto, anzi dovuto, reagire diversamente.

Fortunatamente, dall’undici dicembre, quanto meno in RAI, si cambia.

Il Consiglio d’Amministrazione ha stabilito che i programmi delle 3 reti della Radio Televisione Italiana dovranno iniziare rispettivamente alle

21.10 RaiUno

21.05 RaiDue

21.00 RaiTre

Non solo…

Dal 1° gennaio 2007 la durata di qualsiasi programma non potrà superare le due ore e la seconda serata dovrà inziare alle 23.10.

Saranno ammesse delle eccezioni esclusivamente nelle giornate di sabato e domenica.

Queste notizie, in realtà, risalgono ad un paio di settimane fa, ma mi ha fatto riflettere non poco il commento di una nostra lettrice che ci segue dalla Germania. Marika scrive pochi giorni fa :

Vivo in Germania ed ho installato la parabola per poter vedere tutti i miei programmi italiani preferiti. Ora, da qualche tempo oramai è diventata una lotta incredibie tra le varie reti, programmi che dovrebbero iniziare alle 21.00 iniziano alle 21.30 se si è fortunati. Io faccio un lavoro che mi tiene fuori casa parecchie ore al giono, a volte anche fino a tarda sera, per cui programmo il videoregistratore per non perdermi i miei programmi…..conclusione…..quasi tutti i miei programmi preferiti sono a metà tra ritardi di inizio e pubblicità varie……Quando finirà tutto questo?….pensano che il pubblico sia una massa di fantocci che pagano e stanno zitti a guardare le loro diatribe??? [...] Ma in Italia…nessuno reagisce??? Tutti pagano canone senza fiatare??? Nessuno protesta???? E che diamine!

Sarei curioso di sapere come “risponderà” Mediaset. Ne approfitterà o si adeguerà?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , , ,