Povia



1
febbraio

POVIA A DM: SE CANTASSI ‘LUCA E’ TORNATO GAY’ DIREBBERO CHE HO SCRITTO UNA CANZONE BELLISSIMA

Giuseppe Povia

Con le sue canzoni ha fatto parlare spesso di sè negli ultimi anni. Prima “I bambini fanno oh” poi “Luca era Gay”, passando per “Vorrei avere il becco”, Giuseppe Povia è un cantautore che sa come colpire l’opinione pubblica. In occasione del suo impegno a I Migliori Anni,  abbiamo fatto una lunga chiacchierata con lui e ne è uscita fuori l’immagine di un cantautore con le idee chiare, che crede molto nel suo lavoro, consapevole del fatto che le critiche siano parte del gioco. L’importante, dice, è essere intellettualmente onesti.

Stai ricevendo consensi di pubblico a I Migliori Anni. Essere popolare ti lusinga o ti infastidisce perché allontana la tua immagine da quella del cantautore di nicchia?

Quando hai qualcosa da dire devi essere popolare, perché a più persone arrivi e più puoi aiutare, altrimenti è inutile che fai arte, inutile che fai musica. Ci sono invece personaggi di nicchia che vogliono rimanere nella nicchia… ma se la raccontano. Io guardo fissa la telecamera perché la gente deve riconoscere in me uno che canta delle canzoni che possono aiutare a vivere meglio. La musica può cambiare tantissime cose. I bambini fanno oh ha aiutato dei bambini a uscire dal coma.

In Italia esistono dei cantautori di serie A e di serie B?

Sono gli addetti ai lavori che ti accreditano o screditano. Ogni artista ha un consenso da una parte e poco consenso dall’altra. Io, per esempio, vengo attaccato da varie fazioni per le tematiche che tocco, da altre invece vengo acclamato. E’ chiaro però che mi sento cantautore a 360 gradi e non posso parlare solo d’amore. De Gregori fu attaccato dalla critica velatamente perché lo accusarono di aver offeso le persone obese con La Donna Cannone, oppure De Andrè fu criticato perché istigava alla prostituzione con Bocca di Rosa. Non mi sto paragonando a loro, dico solo che la strada che seguo nella musica è quella del cantautore. Se scrivo “Luca era gay” o “La verità”, ispirata alla storia di Eluana Englaro, ci sono dei motivi che vanno oltre la furbizia per far parlare di me. Ma poi chi non è furbo in questo ambiente? (ride, ndDM) E meglio esserlo su argomenti intellettualmente onesti che per le movenze o per i vestiti.

Conosci Pierdavide Carone?

Si, l’ho sentito a Sanremo dove ha portato un pezzo che mi piaceva con Dalla e poi ha cantato “Di Notte”, una canzone che andava su parecchie radio. So che è un autore giovane e gli autori giovani servono in Italia. E poi è uno dei pochi che scrive pure per gli altri e non solo per sé.

Il tuo rapporto con i talent, dunque?

Non ce l’ho con i talent. Da una parte è positivo perché parla di musica e dall’altra parte è deleterio perchè  su 40 persone che partecipano non ce la possono fare tutti. Se hai una squadra di persone che ti stanno dietro e che fanno un progetto per te come è stato fatto per la Amoroso, Giusy Ferreri o Marco Mengoni può funzionare. Se fai il primo singolo che magari non va tanto bene e ti abbandonano, vai in crisi psicologica.

Sottolinei spesso l’importanza del cantautorato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




22
dicembre

I MIGLIORI ANNI: POVIA ARRUOLATO NEL CAST

Povia

Quando la sfida si fa dura i duri cominciano a giocare. In vista del confronto più atteso della ’stagione televisiva di ritorno’, I Migliori Anni si rifanno il look. Per fronteggiare il programma d’intrattenimento seriale più seguito del 2012, alias Italia’s got talent, Carlo Conti e la sua squadra di autori hanno messo a punto un rinnovo alla formula che negli ultimi anni  - a causa dell’abuso del format da parte della rete - era andata usurandosi.

Nel nuovo ciclo di puntate ci sarà un cast fisso di otto cantanti che animerà i momenti varietà dello show nostalgico. Tra di essi DM è in grado di anticiparvi la partecipazione di un discusso ex vincitore del Festival di Sanremo. Presenza fissa del sabato sera di Rai1 sarà, infatti, Povia.

Non è la prima volta che il cantante di I Bambini fanno ooh e Luca era gay cede al fascino televisivo, avendo all’attivo una partecipazione in qualità di concorrente lo scorso anno a Ballando con le stelle.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


17
aprile

BALLANDO CON LE STELLE 7: NELL’OTTAVA PUNTATA GUADAGNANO LA SEMIFINALE LA BELVEDERE, CABRERIZO E PANUCCI. ALESSANDRA AMOROSO FA 50.

Bruno Cabrerizo e Ola Karieva in Ballando con le Stelle 7

Un’altra avvincente puntata di Ballando con le Stelle 7, lo show ballerino del sabato sera di Rai 1, giunto alla terz’ultima puntata. Milly Carlucci, in compagnia dell’immancabile band di Paolo Belli, guida una serata ricca di sfide e verdetti all’ultimo (tele)voto, in vista della semifinale di sabato prossimo. Si parte subito con lo scontro diretto con cui si è chiusa la scorsa puntata: la coppia ripescata, Vittoria Belvedere-Stefano Di Filippo, sfida quella formata da Christian Panucci-Agnese Junkure. Il pubblico premia l’attrice (52%), fuori Panucci.

La puntata è quasi tutta incentrata sui ripescaggi per riammettere in gara le coppie fin qui eliminate che giungeranno alla finalissima. Via alle esibizioni della prima manche ed ecco la classifica secondo i punteggi della giuria:

Paolo Rossi-Vicky Martin 42
Bruno Cabrerizo-Ola Karieva 39
Madalina Ghenea-Simone Di Pasquale 37
Povia-Nuria Santalucia 37
Christian Panucci-Agnese Junkure 29
Alessia Filippi-Raimondo Todaro 29
Alessandro Di Pietro-Annalisa Longo 26

I meno votati dal pubblico sono Alessia Filippi e Alessandro Di Pietro: i due si sfidano e la campionessa di nuoto trionfa con il 74% delle preferenze. La coppia Alessandro Di Pietro-Annalisa Longo esce definitivamente di scena.

Dopo un inutile mini torneo con aspiranti ballerini per passione, scovati in giro per l’Italia da Natalia Titova, scendono in pista le coppie già semifinaliste: Vittoria Belvedere-Stefano Di Filippo, Kaspar Capparoni-Yulia Musikhina, Barbara Capponi-Samuel Peron, Gedeon Burkhard-Samanta Togni e Sara Santostasi-Umberto Gaudino. Si sfidano in un ballo inedito per Ballando (la disco dance) e in palio ci sono 30 punti per la semifinale, bottino che odora di finale: la giuria sceglie Vittoria Belvedere, che dunque da ripescata diventa quasi finalista.





10
aprile

BALLANDO CON LE STELLE 7: NELLA SETTIMA PUNTATA ELIMINATO BRUNO CABRERIZO E RIPESCATA VITTORIA BELVEDERE

Ballando con le Stelle 7 - rispescaggio Belvedere

Ballando con le Stelle 7 si avvia verso le decisive battute finali, con una settima puntata (la quart’ultima) che promette già dall’inizio non poche sorprese. Si parte infatti con una manche voto-televoto che mette a confronto le sei coppie in gara in sfide dirette. Ogni scontro viene giudicato prima dalla giuria (sempre composta da Ivan Zazzaroni, Fabio Canino, Carolyn Smith, Lamberto Sposini e Guillermo Mariotto) e poi dal pubblico da casa. La coppia vincente di ogni sfida guadagna 20 punti, che si vanno poi a sommare al punteggio delle classiche performance della serata. Il “materiale” delle sfide è top secret: parte la base musicale e la difficoltà è proprio nel riconoscere lo stile del ballo ed eseguirlo.

La prima sfida vede Sara Santostasi-Umberto Gaudino contro Barbara Capponi-Samuel Peron. Per i cinque giudici il verdetto è senza appello e tutto a favore della Santostasi (5 a 0). Tocca poi a Kaspar Capparoni-Yulia Musikhina sfidare Bruno Cabrerizo-Ola Karieva. La giuria premia quasi all’unanimità la prima coppia (4 a 1). Terza e ultima sfida mette a confronto Gedeon Burkhard-Samanta Togni con Christian Panucci-Agnese Junkure. Anche in questo caso il punteggio è di 4 a 1 a favore della prima coppia. I giudizi della giuria, uniti ai voti del pubblico da casa, combinano i seguenti risultati: Sara Santostasi supera Barbara Capponi (71% vs 29%). Kaspar Capparoni ha la meglio su Bruno Cabrerizo (66% vs 34%). Gedeon Burkhard batte Christian Panucci (71% vs 29%).

I giudici hanno notato in ciascun concorrente in gara determinate lacune ed è per questo che c’è una seconda prova speciale in arrivo. Sara Santostasi e Barbara Capponi peccano (secondo la giuria) di sex appeal e dunque si sfideranno in una sensuale danza del ventre. I quattro uomini, invece, si cimenteranno nella danza dei cosacchi. E figuracce siano…

Prima della prova, però, ci sono le classiche performance preparate durante la settimana. Ad aprire la girandola di esibizioni è Kaspar Capparoni, che per l’ennesima volta convince tutti in un cha cha cha di alto livello con Yulia Musikhina. La giuria si complimenta: 8-9-9-9-10 per un totale di 45 punti, che sommati ai 20 conquistati nella sfida di inizio puntata fanno volare la coppia a quota 65. Tocca poi a Bruno Cabrerizo e Ola Karieva tentare di convincere, almeno una volta, la giuria. E il charleston fa il miracolo: 6-7-7-6-8 per un totale di 34 punti.


3
aprile

BALLANDO CON LE STELLE 7: NELLA SESTA PUNTATA FUORI PAOLO ROSSI. CLAMOROSA ELIMINAZIONE DI VITTORIA BELVEDERE. OUT ANCHE MADALINA GHENEA (REGINA DEI RIPESCAGGI)

Ballando con le stelle 7 - sesta puntata

La sesta puntata di Ballando con le Stelle 7 inizia da dove si era conclusa la quinta, cioè dal verdetto ancora in ballo tra Christian Panucci-Agnese Junkure e Paolo Rossi-Vicky Martin. Una delle due coppie verrà eliminata mentre l’altra va dritta allo spareggio finale con la ripescata Madalina Ghenea-Simone Di Pasquale.

Via alle esibizioni e subito i risultati del televoto: trionfa Christian Panucci in entrambe le sfide e dunque vengono eliminati Paolo Rossi e (di nuovo) Madalina Ghenea. A questo punto Milly Carlucci dà il via alla sfida tra le sette coppie ancora in gara e tocca a Vittoria Belvedere-Stefano Di Filippo tentare di continuare la loro marcia finora quasi trionfale. Il loro quick step convince ma non entusiasma la giuria (che ricordiamo essere composta da Ivan Zazzaroni, Fabio Canino, Carolyn Smith, Lamberto Sposini e Guillermo Mariotto): 6-7-7-7-8 per un totale di 35 punti.

E’ il turno di Gedeon Burkhard in una esuberante samba con Samanta Togni: la giuria apprezza e rifila alla coppia ben 39 punti (8-7-8-7-9). Scende in pista il re del tesoretto, Bruno Cabrerizo con Ola Karieva, per evitare almeno una volta di finire a rischio eliminazione. Il suo valzer, però, anche questa volta non convince la giuria: 5-5-6-5-4 per un totale di appena 25 punti.





26
marzo

SCARPATI E SIKABONYI A BALLANDO E BONOLIS A LA CORRIDA “ANTICIPANO” LA SFIDA DELLA DOMENICA.

Margot Sikabonyi

Un appuntamento particolarmente ricco quello di questa sera con Ballando con le stelle. Lo show condotto da Milly Carlucci, giunto  alla sua quinta puntata, vedrà delle sfide dirette tra le 8 coppie rimaste in gara, oltre che l’attesissimo ripescaggio  tra Alessandro Di Pietro, Alessia Fillippi, Povia e Madalina Ghenea, eliminati nel corso delle prime 4 settimane. Non mancherà il momento del Ballerino per una notte, utile per la realizzazione di un “tesoretto” da mettere a disposizione di una coppia di concorrenti ed evitare loro il temutissimo spareggio.

Dopo Roberto Vecchioni, Bo Derek, Michele Placido ed Emma, a scendere nella pista da ballo di Rai 1, saranno Giulio Scarpati e Margot Sikabonyi, ovvero LeleMaria Martini. Papà e figlia balleranno insieme un valzer, ma soprattutto approfitteranno della platea di Ballando con le stelle per promuovere la nuova serie di Un medico in Famiglia, in partenza domani sera alle 21,30 su Rai1.

La tanto attesa fiction con protagonista la famiglia Martini, si andrà a scontrare con Paolo Bonolis e il suo Il Senso della vita, in onda  in diretta concorrenza su Canale 5. Proprio Bonolis, come già anticipato qualche giorno fa, sarà ospite questa sera (insieme ai Modà) a La Corrida.  In attesa della sfida di domani, i nuovi protagonisti della domenica televisiva, provano a giocare d’anticipo, sperando di trovare nel pubblico dei due varietà del sabato sera, nuovi spettatori.


12
marzo

LE MAESTRE DI BALLANDO CON LE STELLE 7: TITOVA, TOGNI, KARIEVA, MARTIN, JUNKURE, SANTALUCIA, MUSIKHINA E LONGO

Ballando Con Le Stelle 7, maestre di danza

In attesa del terzo appuntamento con Ballando con le stelle, in onda questa sera alle 21,10 su Rai1, continuiamo a conoscere meglio i maestri di danza di questa settima edizione. Oltre ai 5 ballerini uomini (per maggiori info clicca QUI), lo show, capitanato da Milly Carlucci, può vantare uno schieramento di ben 8 ballerine professioniste.

La più celebre tra tutte è indubbiamente Natalia Titova, classe 1974, presente sin dalla prima edizione dello show. La ballerina di orgini russe, ha iniziato a ballare all’età di 4 anni, partecipando nel corso della sua carriera alle più importanti competizioni internazionali. Approda in tv nel 2005 grazie a Ballando con le stelle dove, in coppia con il comico Francesco Salvi, ottiene un secondo posto. Nel corso delle successive stagioni scende in pista al fianco dell’attore Vincenzo Peluso, del giornalista Ivan Zazzaroni e del campione di nuoto Massimiliano Rosolino. Con il nuotatore il rapporto va ben oltre a quello tra allievo e maestra. I due, infatti, si legano sentimentalmente e ora aspettano un figlio. L’esperienza nel programma prosegue nel 2009 in coppia con il Principe Emanuele Filiberto di Savoia con il quale vince la quinta edizione dello show e nel 2010 con l’attore Lorenzo Crespi, ritiratosi nel corso della trasmissione. Nella nuova edizione, vista la gravidanza, non partecipa alla gara, ma diventa l’insegnante dei Ballerini per una notte.

Altro volto nonché corpo storico di Ballando con le stelle è quello di Samanta Togni. La giovane ballerina, figlia di due insegnanti di danza e gestori di una scuola di ballo, comincia a muovere i primi passi di danza a 4 anni partecipando in seguito a numerosi concorsi. Arriva a Ballando con le stelle nel 2005 come insegnate di Fabrizio Frizzi. Nelle edizioni successive balla in coppia con il comico Biagio Izzo, l’attore e modello Raz Degan e l’ex calciatore Stefano Bettarini con il quale ha di recente chiuso una relazione nata proprio dietro le quinte dello show. In questa edizione scende in pista con l’attore tedesco Gedeon Burkhard.


24
febbraio

I CONCORRENTI DI BALLANDO CON LE STELLE 7: POVIA

Povia

Assente all’ultimo Festival di Sanremo, Giuseppe Povia, in arte Povia, potrebbe tornare a far parlare di sè grazie alla partecipazione come ballerino alla prossima edizione di Ballando con le stelle. Nato a Milano nel 1972, inizia a  suonare la chitarra e comporre le prime canzoni a 14 anni. Dopo aver partecipato a numerose manifestazioni canore, grazie all’incontro con il paroliere Giancarlo Bigazzi e con il talent scout Angelo Carrara, produce il primo singolo dal titolo E’ vero.

Nel 2003 con la canzone Mia sorella, affronta il tema della bulimia, vincendo la quattordicesima edizione del Premio Recanati. Due anni dopo con il brano I bambini fanno ooh… non viene ammesso al Festival di Sanremo, per aver già eseguito in pubblico la canzone. Pur fuori gara, riesce a proporre il brano all’interno del Festival ottenendo un grande successo. La canzone divenuta un vero e proprio tormentone, rimane al n. 1 nella hit parade italiana per 20 settimane e  vince ben sette dischi di platino. A marzo dello stesso anno pubblica il suo primo album Evviva i pazzi… che hanno capito cos’è l’amore.

Nel 2006 torna sul palco dell’Ariston, questa volta in gara tra i big  con il brano Vorrei avere il becco, con il quale vince il festival. Nel 2008 l’esclusione dalla kermesse sanremese, del brano Uniti proposto in coppia con Francesco Baccini, lo porta ad organizzare nella città dei fiori insieme al collega, una contromanifestazione musicale, chiamata Independent Music Day.