Per Capirti



28
aprile

RAI, ASSALTO FINIANO AI PALINSESTI DELLA PROSSIMA STAGIONE AUTUNNALE

Altro che ruggito del coniglio. Questi più che lasciare, raddoppiano. Dopo l’acceso scontro politico interno al centrodestra che da giorni li oppone ai Berluscones, i finiani doc passano al contrattacco. Non prestate ascolto a chi prospetta un imminente ribaltone in Parlamento, con liste di epurazione ad effetto boomerang o trame oscure in vista di una spallata. Cretinate da fantapolitica. Stavolta la partita si giocherà in Rai e riguarderà le tattiche di spartizione dei nuovi programmi. Pare siano in atto mosse ben precise per premiare con incarichi e conduzioni in video i fedelissimi di Gianfranco Fini. Sveliamone alcune, in attesa di scoprire se e quando avverrà il sorpasso a destra. 

“Amici” di Mauro, fibrillazioni in Viale Mazzini. La cautela in questi casi è d’obbligo, soprattutto dopo le smentite del direttore di Raiuno Mauro Mazza al Corriere della Sera in merito a una possibilie “finizzazione” della prima rete. Ma è altrettanto vero che certe indiscrezioni si fanno così insistenti da non poter essere ignorate. Come riporta  Il Giornale, tra i personaggi che troveranno presto una sistemazione in video c’è Pino Insegno (amico di Gianfranco Fini e Mauro Mazza). Il conduttore, dopo l’insuccesso di Insegnami a sognare, tornerà con il game estivo dal titolo Reazione a catena. Il programma sostituirà, come tradizione, l’Eredità di Carlo Conti nello spazio che precede il Tg1 delle 20. Anche Luca Barbareschi, parlamentare Pdl di area finiana, rientrerà in Rai dopo l’esperienza su La7 con la trasmissione Barbareschi Sciock. A partire da settembre lo vedremo nella Domenica In condotta da Lorella Cuccarini

Al centro dei rumors c’è anche una società di produzione. Si tratta della Goodtime di Gabriella Buontempo, moglie di Italo Bocchino, superfiniano che in questi giorni ha difeso a spada tratta le posizioni del Presidente della Camera. La società, nota in Rai per aver prodotto alcune fiction, stavolta potrebbe occuparsi del programma autunnale condotto da Pippo Baudo (che si schioderà dal trono di Domenica in per cederlo alla Cuccarini). Lo show di intrattenimento probabilmente andrà in onda al martedì in prima serata, al posto degli amarcord de I migliori anni. Questo perché in autunno – come ha spiegato il direttore Mazza – la Rai giocherà il jolly del programma musicale Canzonissima, condotto da Gianni Morandi. Un walzer di trasmissioni mica da ridere. E non è finita.  




14
settembre

CATERINA BALIVO, PER CAPIRTI BASTANO DIECI MINUTI…

Oggi è ripresa tutta la programmazione del daytime di Raiuno per la stagione 2009/2010. Ed ecco, allora, ritornare lei, Caterina Balivo, per tutti noi conosciuta anche come la Grazia Regina. La conduttrice è strizzata in un vestitino rosso fuoco con annesso tacco 10 e, nonostante questa immagine poco rassicurante, “si appoltrona”, accavalla le belle gambe e si mette a raccontare una storia. Una come tante.

E dove sta la novità in tutto questo? Appunto, non c’è. Lo spazio è nuovo, tale “Per capirti“, il contenitore che lo ospita è lo stesso, però: “Festa italiana”. L’intento di svecchiarlo, con uno spazio che dovrebbe raccontare di giovani, parlare ai giovani ed attirare l’interesse dei giovani, su una rete che, a volte, profuma troppo di istituzionale, è mal riuscito.

Il pubblico parlante è composto da tanti giovani, pacati e garbati, a tratti soporiferi, come si si poteva aspettare dal pomeriggio di Raiuno. Come speravamo non fosse, però, visto che non danno alcun contributo decisivo alla discussione e non hanno la verve per imporsi come opionisti di valore. Se, poi, aggiungiamo che, almeno in questa prima puntata, compare La donna del Moige, cromaticamente allegra, ma grigia nell’intervento, l’effetto letargo è dietro l’angolo.


9
settembre

PER CAPIRTI E PER COPIARTI ARRIVA IL PUBBLICO PARLANTE NEL SEGMENTO DI FESTA ITALIANA

Caterina Balivo (Festa Italiana, Per Capirti)

Niente toni accesi, niente vojeurismo, solo intrattenimento per famiglie. RaiUno sembrava aver fatto un vanto dell’assenza di toni aggressivi dalla propria programmazione a differenza di quanto accade dalla concorrenza. Peccato che, poi, per porre rimedio all’emorragia di ascolti, nel daytime, si sia scelta la via di scimmiottare o, semplicemente, prendere a modello l’antagonista Canale5. A dare il là alla deprecabile strategia, è stata Veronica Maya, novella Rita dalla Chiesa, alle prese con le beghe giudiziarie di Verdetto Finale

Stavolta tocca a Caterina Balivo, futura reginetta di Per Capirti che per capirci è una sorta di una versione riveduta e corretta di quell’Amici, prima maniera, di Maria De Filippi, in cui genitori e figli si confrontavano sulle loro reciproche incomprensioni. Un’idea, questa, che in realtà, non sarebbe neanche malvagia se a riproporla fosse la stessa Sanguinaria o se RaiUno e i giovani non fossero come Paris Hilton e un convento, ovvero destinati a non incontrarsi mai. Sarà probabilmente questo il motivo per cui il programma non costituirà un format a sé ma sarà un segmento di Festa Italiana.

Sì, tra la sagra della porchetta e la festa per i 18 anni di Maria Incoronata, tra bambini prodigio e storie di donne che  diventano uomini, ecco spuntare sulla tv di Stato genitori e figli l’uno contro l’altro ma uniti dalla televisione. Ma, come se non bastasse, a dispensare preziosi consigli ai litiganti, in studio, con la bella Caterina e l’immancabile Festa Band, ci sarà, proprio come nella versione originale di Amici, il pubblico parlante. La signora Maria, il giovane scapigliato, la ragazza scosciata, tutti pronti a dire la propria opinione e, se serve, accapigliarsi per qualche briciolo di celebrità e per aiutare la rete nella missione impossibile di sopravvivere in quella fascia oraria. Il talk, quest’anno registrato (ben 4 le ore necessarie, nei giorni scorsi, per la registrazione della prima storia della saga), dovrebbe, infatti, coprire la fascia più difficile di Raiuno, quella post Tg dalle 14:10 alle 15, dove lo scorso anno gli ascolti oscillavano tra il 13 e il 15 % di share.





25
agosto

PER CAPIRTI: NUOVO SEGMENTO POMERIDIANO DI RAI UNO PER PROVARE A FARE LA FESTA ALLA DE FILIPPI

Per Capirti (Miriam Leone, Caterina Balivo)

A volte ritornano, in questo caso resuscitano. Non parliamo di personaggi televisivi che tornano alla ribalta, ma di format. Nel festival degli scimmiottamenti Rai lamentati pochi giorni fa da Veltroni, potremmo annoverare, ma nel nostro caso con cognizione di causa, l’ultima creazione (o meglio ricreazione) di Raiuno per smuovere il primo pomeriggio dell’ammiraglia cercando di rubare seguaci a Maria De Filippi.

La risposta al defilippico pomeriggio di Canale5 ha mille risvolti proprio perché si vuole “rubare in casa nemica proprio con il vecchio grimaldello del proprietario. Festa italiana infatti inaugurerà il suo nuovo ciclo (sintonizzarsi il 14 settembre alle 14) con un nuovo segmento, chiamato Per Capirti,  che torna a proporre il concept del conflitto generazionale traghettato al successo ben sedici anni fa da Maria de’Miracoli. Si intensificano le voci che vogliono al timone di questo nuovo mini talk del contenitore la promessa Rai, Miriam Leone.

Lasciare tutti gli assi della trasmissione in mano alla stessa conduttrice potrebbe infatti risultare vano e non aggiungere aficionados a quello che è già il pubblico di Caterina Balivo. Variare il volto del mazziere invece potrebbe risultare vincente per rosicchiare pian piano la distanza dai competitor. A Viale Mazzini valuteranno nei prossimi giorni ogni possibile strategia di riduzione del rischio: non si può sprecare un’ennesima carta.