Patrizia Mirigliani



19
aprile

ANTONELLA CLERICI VERSO LA CONDUZIONE DI MISS ITALIA 2011.

Antonella Clerici

Nell’anno in cui Miss Italia apre alla taglia 44, la conduttrice non poteva essere che lei: Antonella Clerici sarà la padrona di casa di Miss Italia 2011. La notizia fa seguito alle dichiarazioni della patron Patrizia Mirigliani e chiudono, in un certo senso, il cerchio. Dopo la virata talent show sostenuta, con poco successo, da Milly Carlucci, tocca alla Clerici cercare di risollevare le sorti del programma.

Le novità non riguardano solo la conduzione ma anche la location e la struttura della trasmissione. Le miss saluteranno Salsomaggiore terme per traslocare sul palco del teatro Ariston di Sanremo o a Montecatini come svelato dalla stessa Mirigliani. Qualora dovesse spuntarla la cittadina ligure, per la Clerici si tratterebbe di un ritorno nella città dei fiori dopo il grande successo del Festival 2010 e due edizioni di Ti lascio una canzone.

Ma come sarà strutturato il programma? Prima della fase finale, in onda a settembre in due serate (una in meno rispetto agli ultimi anni), Rai1 proporrà una striscia in daytime lunga 50 puntate, in onda il pomeriggio, con approfondimenti durante La vita in diretta (ma il contenitore non inizia solitamente a metà settembre?). Previste anche alcune seconde serate prima delle finali condotte appunto da Antonellina nazionale.




19
aprile

MISS ITALIA 2011 VERSO MONTECATINI. LA MIRIGLIANI SI SBILANCIA: “AZZARDEREI ALLA CONDUZIONE FACCHINETTI E MIRIAM LEONE”.

Miriam Leone sarà la nuova conduttrice di Miss Italia?

Il toto-location sta per giungere alla fine. Dopo l’abbandono della storica sede di Salsomaggiore e la boutade del trasferimento in Sicilia a Lampedusa e Palermo Patrizia Mirigliani, in un’intervista rilasciata a La Nazione-Il resto del Carlino-Il Giorno, fa il punto della situazione sulla nuova sede di Miss Italia indicando Montecatini Terme come il luogo designato per il ‘nuovo corso’ della kermesse.

Dalle terme emiliane a quelle toscane, il patron del concorso si sbilancia in favore della città della provincia pistoiese escludendo le altre sedi candidate: “Sanremo? Due eventi…il Festival e Miss Italia… mi lascia un pò perplessa; Saint Vincent? Bella ma lassù… Riccione? Mi ricorda le vacanze di un tempo ma…“. In realtà l’ufficializzazione è imminente e, dopo i colloqui di questi giorni con il sindaco locale, l’annuncio dovrebbe essere dato entro la fine della settimana.

Bocciata l’idea di Milly Carlucci che per dare nuova linfa al concorso aveva pensato ad una nuova formula che virasse verso il genere talent show: “Con tutto il bene che le voglio nemmeno per sogno. Non dobbiamo mica sfornare cantanti o ballerine, non tocca a noi farlo, di talent è piena la tv noi siamo un’altra cosa”. Fuorigioco la conduttrice di Ballando, il cui contratto da direttore artistico è terminato dopo l’edizione 2010, la Mirigliani si diverte ad alimentare quello che – terminato il toto-location – sembra candidarsi a diventare il nuovo tormentone della primavera di Miss Italia: stiamo parlando, ovviamente, del toto-conduttore.


14
aprile

MISS ITALIA: ARRIVA LUCIO PRESTA A “SALVARE” LA KERMESSE?

Lucio Presta

Lucio Presta a Miss Italia?

Miss Italia non si tocca: Patrizia Mirigliani è stata piuttosto categorica nell’ultima intervista rilasciata a Sorrisi. Lo storico concorso di bellezza prodotto dalla Miren con l’azienda pubblica dovrà rimanere una “celebrazione della bellezza femminile” e non potrà subire alcuna virata verso il talent show, come invece auspicava l’ex padrona di casa Milly Carlucci (per maggiori info clicca qui).

I due anni di Direzione Artistica della conduttrice di Ballando con le stelle pare non abbiano convinto la famiglia Mirigliani, più orientata nella costruzione di un evento “alla Sanremo”, cercando per quanto possibile di tornare ai fasti di un tempo. Un’impresa difficile, a tratti impossibile, che solo una persona sarebbe in grado probabilmente di portare a compimento: Lucio Presta.

La bomba viene lanciata dal free press Leggo: Lucio Presta a capo della nuova edizione di Miss Italia. Fautore “fantasma” del successo di ben quattro edizioni del Festival (fu proprio lui, con Paolo Bonolis e Gianmarco Mazzi, a rilanciare Sanremo dopo il fiasco dell’edizione 2004), pare proprio che il più potente agente dei vip nostrani sia stato scelto da Patrizia Mirigliani, con il benestare della Rai, per ridare smalto a Miss Italia, quest’anno anche orfana della sua sede storica di Salsomaggiore (la baracca, secondo indiscrezioni, potrebbe trasferirsi a Roma). La trattativa tra le parti sembra piuttosto avanzata tant’è vero che Presta dovrebbe già figurare come consulente della Miren International.





9
aprile

MILLY CARLUCCI A TV TALK: NON CREDO IN MISS ITALIA COME EVENTO SECCO DI VARIETA’.

Milly Carlucci

Succede sempre più spesso che web e tv vadano d’accordo e siano spesso e volentieri complementari. Lo sanno bene a Tv Talk dove, nella puntata in onda oggi (ore 14.50, Rai 3), Massimo Bernardini -prendendo spunto da questo nostro articolo- non solo ha avuto modo di sottoporre agli astanti l’interessante autocandidatura sicula per la prossima edizione di Miss Italia ma anche (e soprattutto) ha dato modo a Milly Carlucci di replicare a quando dichiarato da Patrizia Mirigliani sull’evoluzione dell’italico show in un talent bello e buono.

“A settembre che succederà non lo so, il mio mandato di direzione artistica di Miss Italia è scaduto dopo i due anni. Non so cosa vorrà fare la Rai, io sono disposta a rifare Miss italia, ma per me deve virare verso il talent” – afferma la padrona di casa di Ballando con le Stelle che sembra avere le idee chiare:Non credo in una Miss Italia come evento secco di varietà, io e la mia squadra siamo dei tecnici della tv e lavoriamo per dare un prodotto televisivo contemporaneo. E la via del talent è l’unica declinazione che vede praticabile” – aggiungendo poi che “alla fine sarà comunque Patrizia Mirigilani a decidere: il format è suo.”

Una posizione piuttosto netta quella di Milly, che mette in discussione la struttura storica del concorso e che ha provocato la reazione di Patrizia Mirigliani. Mantenere l’equilibrio tra “il vecchio e il nuovo”, come forma di rispetto nei confronti della storia della manifestazione, non ha portato i risultati sperati, nè in termini prettamente quantitativi nè in quelli qualitativi, e – in virtù dell’esperienza avuta sul campo nel biennio di direzione artistica – per la conduttrice abruzzese è arrivato il tempo di mettere la quinta e attuare una svolta epocale.


6
aprile

MISS ITALIA: NUOVA SEDE A LAMPEDUSA E PALERMO? PATRIZIA MIRIGLIANI CONTRO MILLY CARLUCCI

Patrizia Mirigliani

Patrizia Mirigliani

Manca solo la promessa di un GP. Ironia a parte, per Lampedusa è in arrivo una valanga di proposte e promesse: eventi, strutture, manifestazioni e chi più ne ha più ne metta. L’ultimo, quello che ci interessa a livello televisivo, è la nuova edizione di Miss Italia, orfana della sua storica sede.

Ebbene sì, dopo aver lasciato Salsomaggiore Terme per mancanza di fondi, la Miren, la società di Patrizia Mirigliani che insieme alla Rai organizza la manifestazione, sta pensando, con il beneplacito del Governatore Raffaele Lombardo, di spostare il concorso di bellezza in Sicilia. In particolare per Lombardo a Lampedusa potrebbero andare in scena le semifinali mentre le finali, in onda in diretta su Rai1, potrebbero essere ospitate al Teatro Massimo di Palermo.

Nonostante manchi ancora una proposta formale, pare che nell’incontro tra la Regione Sicilia e la Miren sia stato definito più di qualche dettaglio. La società della famiglia Mirigliani, rappresentata dall’avvocato Antonio Bissolotti, si è dichiarata sufficientemente soddisfatta: “La Sicilia secondo noi può avere tutte le caratteristiche per proporsi come territorio ideale per questo evento. La Sicilia ha diverse sedi all’altezza per una scelta artistica la cui decisione sarà prima di tutto nostra”.





15
settembre

MISS ITALIA 2010: CARLUCCI, EMANUELE FILIBERTO, INSINNA, MARIOTTO, RUSIC E CREMONINI FANNO UN BILANCIO SU DM


12
settembre

MISS ITALIA 2010: UN TOUR DELLE LOCATION CON MARIA PERRUSI E PATRIZIA MIRIGLIANI SU DM


12
settembre

MISS ITALIA 2010: IN UNA PRIMA SERATA SENZA INNOVAZIONE A TRIONFARE E’ SILVIA MAZZIERI

Miss Italia 2010 prima serata, l'elezione di Silvia Mazzieri

Niente da fare: ogni anno in conferenza stampa si annunciano grandi novità e grandi sforzi creativi nel cercare di rivoluzionare una manifestazione che puntualmente invece non presenta nulla di innovativo. Diciamola tutta: la vera notizia di questa prima serata di Miss Italia è la definitiva assenza a Salsomaggiore di Sharon Stone. Ebbene si, l’ospite più atteso ed annunciato non sarà presente ad incoronare la nuova Miss. Gli spettatori dovranno accontentarsi della sua intervista a distanza con Emanuele Filiberto di Savoia.

La serata dedicata  a Miss Cinema è stata caratterizzata da prove al limite del soporifero precedute da trailer di film leggendari riproposti ed ”arricchiti” dalla presenza di guest-star nostrane come Flavio Montrucchio e Lorenzo Flaherty. Le Miss hanno omaggiato (ma il termine non è dei più adatti) capolavori della storia del cinema italiano e mondiale, come La finestra sul cortile o Ieri, oggi e domani,  con dei partner che non hanno particolarmente aiutato le ragazze ma anzi hanno mostrato, se possibile, una recitazione persino peggiore delle concorrenti. Milly Carlucci ha manifestato, nonostante la sua indubbia professionalità, qualche serio problema nel districarsi nel difficile meccanismo del concorso che ha mostrato anche quest’anno numerose pecche e problemi tecnici.

Non si può dire che il Principe si sia rivelato un prezioso supporto. La sua prestazione da conduttore è sonoramente bocciata, i suoi interventi sembrano presi dal manuale delle frasi fatte, le sue interviste non hanno mordente e la sua dimestichezza con l’italiano non è delle migliori. Come ciliegina sulla torta Filiberto fa il verso a se stesso e si sdoppia con un’improbabile versione chiamata Pregiudizio Filiberto Di Savoia. Sarà contento Antonio Ricci che avrà nuovo materiale per i suoi Nuovi Mostri televisivi alla riapertura del suo TG Satirico.