Paola Perego



27
settembre

DOMENICA IN: TORNA LA DOMENICA DI COSTANZO CON PAOLA PEREGO E SALVO SOTTILE

Paola Perego e Salvo Sottile

Al via alle 16:45 la nuova stagione di Domenica In, firmata da Maurizio Costanzo e condotta da Paola Perego e Salvo Sottile. Il programma farà leva in primo luogo sulla memoria, “la memoria è vita, un antidoto alla vecchiaia”, ha detto Costanzo, “e il pubblico ama la memoria, la piacevolezza del racconto, le storie”. È per questo che uno dei serbatoi a cui si andrà ad attingere sarà quello delle Teche Rai, una miniera di immagini e documenti che hanno fatto la storia della televisione italiana. 




23
aprile

BOOM! PAOLA PEREGO VERSO LA RICONFERMA A DOMENICA IN. CON LEI CLAUDIO LIPPI AL POSTO DI INSEGNO?

Paola Perego

Da qualche anno a questa parte, con incredibile puntualità, sul finire della stagione se ne prospetta la chiusura definitiva. Ma alla fine Domenica In riesce a rimanere sempre a galla. E la stessa cosa, con ogni probabilità, accadrà anche per la prossima annata catodica. Nella stagione 2015/2016, dunque, il pomeriggio festivo di Rai1 rimarrà ancora acceso con lo storico contenitore.

Ma chi ci sarà alla guida di Domenica In? Ebbene, a dispetto dei magri risultati registrati quest’anno e salvo colpi di scena dell’ultima ora, la scelta è quella di dare continuità alla trasmissione. Ritroveremo, così, Paola Perego, al timone dello show per il secondo anno consecutivo. Ma la signora Presta, quasi certamente, non ritroverà il suo attuale partner Pino Insegno, destinato a non essere riconfermato.

Possiamo annunciarvi che in pole position per affiancare la conduttrice lombarda spunta una sua vecchia conoscenza: Claudio Lippi, colui che anni fa abbandonò in aperta polemica la Buona Domenica di Paola Perego e che ora sarebbe pronto a tornare in grande stile alla conduzione.


29
gennaio

DM LIVE24: 29 GENNAIO 2015. PAOLA PEREGO CONDANNATA IN CASSAZIONE – STEFANIA PEZZOPANE DENUNCIA GLI ORGANIZZATORI DEL PIU’ BELLO D’ITALIA

Stefania Pezzopane e Simone Coccia

Stefania Pezzopane e Simone Coccia (da Facebook)

Paola Perego condannata in Cassazione: aveva chiamato ‘bastardi’ 5 arrestati poi scagionati

tinina ha scritto alle 19:51

[Da Il Messaggero] Paola Perego, la conduttrice televisiva attualmente alla guida di Domenica In, è stata condannata ai fini civili dalla Cassazione a risarcire i danni da diffamazione nei confronti di cinque uomini finiti nelle indagini sull’uccisione di un ragazzino e poi del tutto scagionati che, nelle prime battute dell’inchiesta, erano stati sospettati e arrestati. Peraltro, uno solo venne arrestato con l’accusa di omicidio. La Perego li aveva chiamati «bastardi» in diretta tv nella puntata di Verissimo, trasmissione che conduceva il 16 maggio 2006, giorno degli arresti. Con la Perego, è stato condannato al risarcimento anche un giornalista che nella stessa puntata aveva utilizzato il termine «assassini» riferendosi agli arrestati.

Stefania Pezzopane denuncia gli organizzatori del Il Più Bello d’Italia

«Ho chiesto ai miei legali di denunciare gli organizzatori del concorso Il più bello d’Italia: il mio fidanzato Simone Coccia Colaiuta non ha rubato nessuna fascia». A parlare in un’intervista a Oggi è la senatrice Stefania Pezzopane. La questione cui fa riferimento, lanciata da Striscia la notizia e ripresa da Domenica Live, è quella relativa alla fascia di secondo classificato di Simone al Più bello d’Italia. Colaiuta l’aveva rivendicata con un post su Facebook, Striscia ha scoperto che in realtà non l’aveva vinta. Nel mentre, la senatrice veniva attaccata sui social network: «Ho letto che non mi accorgerei delle bugie di Simone perché “obnubilata”. Peccato io fossi presente quando è stato chiamato sul palco e gli è stata messa la fascia. Non l’ha inventata».





31
dicembre

PAGELLE TV DEL 2014: I PERSONAGGI (BOCCIATI)

Fabio Fazio - pagelle 2014

Fabio Fazio - pagelle 2014

0 a Luca e Paolo, Geppi Cucciari e Virginia Raffaele. Tra flop e speranze mal riposte, i “caschetti “della comicità non hanno vissuto un bel 2014 catodico. Desaparecidos.

1 a Fabio Fazio. Un Festival di Sanremo così noioso e pretenzioso ce lo ricorderemo per anni. Reduce dal successo dell’anno precedente, il conduttore ha “mal pensato” di adagiarsi sugli allori e ripetere gli stessi schemi, puntando ancor di più su scelte di nicchia e dal sapore radical chic. Sul fronte Che Tempo Che Fa, il programma procede su livelli discreti; ben lontani però dai risultati record di un tempo. Recidivo.

2 a Max Giusti. Il suo hobby sta pericolosamente diventando quello di collezionare flop. Croce Rossa.

3 a Simona Ventura. Se qualche anno fa qualcuno ci avesse detto che la “regina di Rai2″ sarebbe finita su un piccolo canale che ha sede in Albania ci saremmo fatti una sonora risata. E, invece, stanca di essere fuori dai giochi, forse delusa da Sky e scottata dal secco “no” di Mediaset, ha accettato di finire a condurre un reality senza né capo né coda. Se, invece, Miss Italia, nelle sue mani, non è definitivamente morta, non può dirsi nemmeno rinata. Qualche anno fa voleva “brillare per la sua assenza” e in effetti con X Factor c’è riuscita e probabilmente anche all’Isola sarà rimpianta; peccato che a lungo andare il pubblico inizierà a dimenticare le sue gloriose gesta catodiche. Maria Antonietta alla Bastiglia.

3 a Paola Perego. Diciamoci la verità: un po’ è sfortunata, un po’ se le cerca. Se La Vita in Diretta era una corazzata poi calata con lei a picco (per ragioni essenzialmente legate al cambio editoriale e alla concorrenza), il contenitore domenicale era, invece, già da prima del suo arrivo in “condizioni critiche”. Una missione impossibile, quella di risollevare il programma, che, malgrado gli sforzi, al momento è fallita. Avrebbe fatto bene a concentrarsi solo sulle prime serate. Autolesionista.


16
dicembre

DM LIVE24: 16 DICEMBRE 2014. PIROMANI ‘CUCINANO’ AUTO DI BARBIERI – MORIC VS PEREGO: GRANDE NON-PROFESSIONISTA

Tapiro a Nina Moric per lite con Perego

Tapiro a Nina Moric per lite con Perego

Piromani ‘cucinano’ l’auto di Barbieri

tinina ha scritto alle 16:29

[Da Leggo] Piromani in azione a Reggio Emilia, dove la scorsa notte alle 3.20 è stata incendiata l’auto in uso a Bruno Barbieri, celebre cuoco di Masterchef. I vigili del fuoco sono intervenuti a domare le fiamme in via Cecati, nel piazzale Catellani, dove l’auto – una Mini Cooper – era occasionalmente in sosta. È intervenuta anche la polizia, che ha avvito indagini per scoprire il responsabile dell’incendio. Lo chef, noto per la trasmissione televisiva MasterChef, è stato contattato dagli agenti: ha detto loro che si trova a Milano e non ha idea di chi possa essere stato. Per altro l’auto, di proprietà di un concessionario mantovano, era in uso a Barbieri da poco tempo. Per cui, secondo la polizia reggiana, per il momento non è possibile sapere con certezza nemmeno se l’incendio fosse diretto a lui.

Tapiro a Nina Moric per lite con Paola Perego (che definisce “grande non-professionista”)

Ieri sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20:40) Nina Moric riceverà il Tapiro d’oro per il violento scontro in diretta nello studio di Domenica in con Paola Perego dove era stata invitata per replicare alle parole di Gabriella Corona, madre dell’ex marito Fabrizio, che da anni si batte per l’assoluzione del “re dei paparazzi”. La Moric ha approfittato dell’occasione per reclamare gli alimenti che Corona avrebbe dovuto pagare, in questi anni, al figlio Carlos. A quel punto la Perego, dopo aver interrotto bruscamente l’intervista, ha invitato la Moric a lasciare immediatamente lo studio. L’attapirata soubrette croata, ai microfoni di Valerio Staffelli che l’ha intercettata a Milano, ha commentato così l’accaduto: «Quando c’è stata la signora Corona lì in trasmissione si è parlato per 40 minuti di mio figlio senza nominare mai la madre, come se questo angioletto vivesse con la nonna e fosse sereno solo grazie a lei. Io ho solo voluto precisare che non è così. Mio figlio è sereno grazie alla madre». Quanto a Paola Perego, invece, Nina Moric ha detto: «Non porto rancore. È una grande non-professionista. Perché gli ospiti, nelle trasmissioni, debbono essere trattati dignitosamente».

Perego: mai litigato con Nina Moric





13
dicembre

COSI LONTANI COSI VICINI: PAOLA PEREGO E ALBANO SBARCANO NEL SABATO SERA DI RAI1

Paola Perego e Albano

C’è poco da fare, da sempre l’emotainment è un genere che va fortissimo nel nostro Paese, riuscendo a calamitare l’interesse del pubblico attraverso racconti di storie e personaggi che inevitabilmente toccano le corde di chi guarda, seppur in modi diversi e in base alle esperienze di vita di ciascuno.

In Italia antesignano del genere fu Enzo Tortora con il suo Portobello, in onda a cavallo tra gli anni ‘70 e ‘80, che attraverso alcune sue famose “rubriche” introdusse temi che, più avanti, furono d’ispirazione per un programma cult come “Carramba che sorpresa!”, in cui parenti lontani che non si vedevano da anni si ricongiungevano in studio, nella commozione generale. Da qui fu sdoganato in Italia un filone di produzioni di genere che arriva fino a “C’è posta per te” e, più di recente, al programma Così lontani così vicini che proprio oggi, sabato 13 dicembre, riparte per la seconda edizione in prima serata su Rai1.

Alla conduzione è stato riconfermato il cantante Albano, che sarà quest’anno affiancato da Paola Perego (e non da Cristina Parodi come nella precedente edizione). Il programma, prodotto da Magnolia, ha l’obiettivo di aiutare le persone alla ricerca dei propri cari dai quali sono stati allontanati dalla vita per i più svariati motivi. Grande entusiasmo è stato espresso dal direttore di Rai1 Giancarlo Leone che, nel corso della conferenza stampa di presentazione, ha dichiarato: “Il progetto Magnolia ci è piaciuto moltissimo e adesso siamo alla sua seconda edizione, nonostante questo tipo di trasmissione “on the road” non sia nella linea editoriale di Rai1. Ma serve innovare”.


10
dicembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (1-7/12/2014). PROMOSSI SCIARELLI E HOW I MET YOUR MOTHER, BOCCIATI PEREGO VS MORIC E ROMEO E GIULIETTA

Milly Carlucci, Giusy Versace e Raimondo Todaro

Promossi

9 a Federica Sciarelli. In un clima rovente per la cronaca nera, Chi l’ha visto – dati alla mano – rappresenta il punto di riferimento più solido. Che poi tutta quest’ondata di “segreti e delitti” in tv non ci piaccia è tutta un’altra storia.

8 al finale di How I Met Your Mother. In molti hanno storto il naso di fronte all’epilogo delle avventure di Ted, Barney, Lily, Marshall e Robin ma in realtà quel finale ha il pregio di dare un senso al lungo racconto su cui si regge l’intero telefilm.

7 a Chef Rubio. Archiviato I Re della Griglia, il rugbista dai modi vivaci si prepara a sbarcare in Spagna con la versione doppiata di Unti e Bisunti.

6 a Ballando con le stelle 10. Probabilmente il nostro è un giudizio sin troppo generoso per il celebrity talent di Rai1 che in questa stagione aveva tutte le carte in regola per sfondare ma si è accontentato di risultati appena sufficienti. Partito col botto, Ballando non ha saputo tenere alta l’attenzione del pubblico, che ben presto si è stancato di un meccanismo ripetitivo e poco vivace.

Bocciati


6
ottobre

DOMENICA IN: TENTAR (NON) NUOCE

Paola Perego

Questa volta almeno ci hanno provato. Domenica In si presenta ai nastri di partenza con un’idea di fondo valida, declinata in un format che vorrebbe riportare leggerezza allo storico contenitore festivo. Tuttavia non basta azionare il cervello per produrre risultati soddisfacenti. Il nuovo corso del programma Rai, targato Paola Perego e Pino Insegno, presenta più di una criticità.

Domenica In: Ancora Volare nè carne nè pesce

Se per gli ascolti è ancora prematuro esprimersi (ieri non c’era L’Arena, Domenica Live è un programma consolidato, dalle 18 c’era la concorrenza di Juve-Roma…), per i contenuti l’impressione è che ci sia ancora molto su cui lavorare. A cominciare dallo pseudo talent Ancora Volare (a proposito, sarebbe gradito che almeno i conduttori ne imparassero il nome) che si prende sin troppo sul serio.

Al di là del meccanismo non propriamente lineare, il talent si perde in chiacchiere che vorrebbero dare un tono ad una gara nata, però, con l’intento più o meno palese di strizzare l’occhio al kitsch. Insomma ci importa poco della “conferenza stampa” di Ivan Cattaneo o dell’ex biondina dei Ricchi e Poveri; se giocoforza si mette in piedi un cast di serie B, risparmiateci il diplomatico buonismo o disquisizioni su un passato (più o meno) glorioso. Sarebbe, invece, auspicabile un clima maggiormente ilare in giuria (con l’apporto di un comico o del “perfido” di turno?) o a limite l’arrivo di cover improntate all’autoironia (ricordate Wilma De Angelis versione Se… A Casa di Paola? L’autore è lo stesso di Domenica In). Se poi, al contrario, l’ambizione è quella di realizzare una “gara classica”, puntare sul rigore e non su caos e dilettantismo sarebbe più opportuno.

Domenica In: Paola Perego prende il tè in piedi!

Paradosso anche per quanto riguarda l’obiettivo (comprensibile nella teoria) di condividere con gli spettatori il momento del tè. Le chiacchiere in piedi con Ruffini e Co. non trasmettono certo rilassatezza e colloquialità agli aspettatori (ormai c’è l’ossessione dei salotti nemmeno fossero latrine). Non si è capito nemmeno il senso di lanciare l’hashtag #teconte, se non quello di far pronunciare ai conduttori “stucchevolezze” già preparate (la Perego vorrebbe prendere il tè con il Papa).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,