Mediaset Premium



2
aprile

CHAMPIONS LEAGUE: STASERA BAYERN MONACO-JUVENTUS SU SKY E MEDIASET PREMIUM

Gianluigi Buffon in conferenza stampa aMonaco

Poche ore ancora e scopriremo se la Juventusammazzacampionato” ha anche una dimensione europea. I bianconeri di Antonio Conte sono attesi infatti da uno dei quarti di finale di Champions League più complicati che il sorteggio potesse loro riservare – dopo la passeggiata con il Celtic eliminato nel turno precedente – essendo impegnati all’Allianz Arena, il pressoché inespugnabile stadio del Bayern Monaco, dominatore della Bundesliga, i cui diritti, come saprete, sono stati riacquistati da Sky per le prossime due stagioni.

Il partitone è visibile solo su Sky e Mediaset Premium essendo riservate alle emittenti in chiaro la sola messa in onda della partita del mercoledì sera (domani sera infatti Italia1 trasmetterà Real Madrid-Galatasaray). Si tratterà tuttavia dell’ultima volta che la Juventus sarà oscurata per i comuni mortali privi di un abbonamento alle pay tv satellitare o digitale terrestre: non solo il match di ritorno, previsto per mercoledì 10 aprile, sarà trasmesso infatti da Canale5 ma anche le eventuali semifinali dei bianconeri andranno in onda regolarmente sui canali free del Biscione.

L’accordo con UEFA prevede che Mediaset – oltre alla Finalissima – assicuri gratuitamente ai suoi telespettatori anche entrambe le semifinali in cui risultino essere impegnate le squadre italiane, anche quando queste dovessero essere disputate di martedì. I precedenti ci riportano a Manchester Utd-Milan, trasmessa da Rai1 la sera di martedì 24 aprile 2007 e vista da ben 9.097.000 spettatori con uno share del 35.01% e a Inter-Barcellona (vittoria per 3-1 dei nerazzurri che ipotecarono la finalissima di Madrid) che martedì 20 aprile 2010 incollò davanti a Rai1 9.073.000 ascoltatori (share del 30.88%).




12
marzo

HOT TIME: MEDIASET LANCIA L’OFFERTA PORNO SUL DIGITALE TERRESTRE

Hot Time (foto DigitalSat)

Hot Time (foto DigitalSat)

Clicca qui per avere informazioni sull’acquisto e i prezzi dell’offerta.

E’ proprio vero, tira più un pelo di… che un qualsiasi telefilm in contemporanea con gli States. La notizia che sta tenendo banco in queste ultime ore è che, un po’ a sorpresa a dire il vero, dal 22 marzo finirà a tutti gli effetti il “monopolio” di Sky sulla pornografia televisiva. L’azienda che fa a capo a Rupert Murdoch in questi anni è infatti riuscita a consolidarsi in questo business, anche grazie ad una concorrenza piuttosto debole sul digitale terrestre – ma anche sul satellite – e mai realmente competitiva e convincente. Hot Club ha permesso a Sky di intascare negli anni bei soldi, nonostante la diffusione sempre più capillare del web e l’accessibilità ampissima di determinati contenuti.

Ma ora pare sia finita la pacchia: dopo i convinti “niet” dei mesi scorsi, Mediaset ha dovuto aprire le vedute (commerciali) e cedere al lato più hot del piccolo schermo per cercare di arginare, per quanto possibile, le perdite della pay tv Mediaset Premium, che sta vivendo un periodo tutt’altro che positivo anche per via del periodo economico non proprio roseo. Ed è così che dal 22 marzo nascerà il bouquet Hot Time, tre canali (numerazione 391, 392 e 393) dedicati al porno ma attivi solo di notte dalle 23 alle 7. Sarà un’offerta, ci tengono a precisare, “dedicata ai piaceri della seduzione con film per adulti selezionati tra le migliori produzioni hard mondiali”.

Non è chiaro, almeno per ora, come Cologno intende muoversi con la promozione dell’inaspettata novità, anche se sembra evidente l’intenzione di associare il meno possibile il “buon nome” dell’azienda con quello del mondo hard. Non che ci sia nulla di male a dire il vero. Per quanto riguarda i prezzi, invece, lo spettatore stando a quanto rivelato da Italia Oggi non potrà pagare il singolo film ma con 9 euro avrà l’accesso alla programmazione di un canale per l’intera serata. Con 12 invece potrà fare un’eccitante zapping sull’intera offerta. Con lo sbarco “a luci rosse”, in base alle indagini di mercato, Mediaset potrebbe arrivare a riscuotere la bellezza di 29 milioni di euro.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


23
gennaio

MARCO LEONARDI A DM (MEDIASET PREMIUM): PREMIUM PLAY ANCHE PER I NON ABBONATI? STIAMO VALUTANDO. VEDREMO SE CONCEDERE L’ANTEPRIMA DI ARROW A ITALIA1

Marco Leonardi

Il 2013 di Mediaset Premium parte all’insegna delle serie-evento. Dopo Revolution, ultima creatura mediatica di J.J. Abrams che ha preso il via il 15 gennaio, sta per arrivare su Premium Crime The Following. L’attesa serie con Kevin Bacon sarà – ed è la prima volta che accade – trasmessa in contemporanea su Sky. Il perché di questa scelta e le altre novità del mondo Premium ce le spiega Marco Leonardi, Direttore Contenuti e Marketing Mediaset Premium.

Lei ha detto che “The Following è la serie dell’anno tant’è che Sky ce l’ha richiesta…”. Ma per Mediaset la mancata esclusiva non dovrebbe essere un limite?

No, perché la nostra customer base non è sovrapponibile a quella di Sky ragion per cui non creo un danno ai miei clienti. Inoltre non credo che una sola serie possa essere determinante per la scelta di una piattaforma. Questa è stata un’opportunità che abbiamo semplicemente colto.

The Following non è l’unica serie Mediaset ad essere “condivisa” con Sky. In termini economici quanto è profittevole questa strategia?

Non c’è stato uno scambio in denaro ma solo di contenuti.

Quali sono allora i contenuti che vi siete accaparrati?

Le partite, per il resto non ricordo i termini esatti dell’accordo.

Premium Crime è il primo canale della piattaforma pay di Mediaset. Quanto la sua posizione è marcata rispetto agli altri canali?





2
gennaio

TELEFILM 2013 MEDIASET: SU ITALIA1 LE NOVITA’ TRANSPORTER E ARROW, SU RETE 4 TIERRA DE LOBOS 2. IN ARRIVO IL FINALE DI GOSSIP GIRL E CARRIE DIARIES

Gossip Girl

Per vocazione e tipo di pubblico, Italia1 si conferma il punto di riferimento per gli appassionati seriali delle reti tradizionali Mediaset. Per il 2013 il canale diretto da Luca Tiraboschi ha in serbo due assi nella manica. Il primo, in onda già nel primo mese dell’anno, è Transporter, produzione franco-canadese ispirata all’omonima saga cinematografica di Luc Besson. Protagonista Chris Vance nei panni un ex-soldato statunitense esperto nell’aviazione e nei trasporti. Nel cast svetta anche l’ungherese Andrea Osvart.

In anteprima assoluta in primavera, invece, arriverà Arrow, serie sulla doppia vita di Oliver Queen, miliardario e supereroe. Sul fronte cult faranno capolino le nuove stagioni CSI, The Big Bang theory, How I met your mother e, a 2013 inoltrato, Glee e CSI New York. In prima visione free, invece, pronte al debutto Alcatraz Hart of Dixie con Rachel Bilson. Per il filone teen drama approderanno su Italia1, dopo il passaggio sul canale Mya di Mediaset Premium, l’ultima e attesissima stagione di Gossip Girl (dal 5 febbraio su Mya), che promette un finale da lasciare a bocca aperta, e Carrie Diaries.

Prequel di Sex and the City, il telefilm è basato sul romanzo di Candace Bushnell incentrato sugli anni del liceo di Carrie Bradshaw, interpretata dalla giovane Annasophia Robb. Su Rete 4 a tenere banco, tra febbraio e marzo, ci sarà la seconda stagione di Tierra de Lobos mentre le novità saranno lo spin off di The Closer, Major Crimes, e Harry’s Law. Toccherà aspettare l’autunno per The Mentalist 5 che già, però, dal 27 febbraio sarà visibile su Premium Crime.


5
dicembre

CHAMPIONS LEAGUE: SHAKTAR-JUVENTUS E’ SU CANALE5 (ANCHE IN HD)

Antonio Conte, allenatore della Juventus

La fase a gironi di questa edizione di Champions League in chiaro si chiude su Canale 5 e non si tratta di una partita qualsiasi o ininfluente come tutte quelle che in genere affollano il sesto ed ultimo turno quando quasi tutte le squadre dei gironi conoscono il loro destino (cioè l’approdo agli ottavi di finale, la retrocessione in Europa League o l’estromissione dalle coppe europee). Stasera infatti la Juventus (per l’ultima volta senza l’allenatore Antonio Conte, al rientro domenica a Palermo dalla squalifica) disputerà sul’ostico campo dello Shaktar Donetsk un incontro decisivo per il prosieguo della sua avventura nella principale competizione continentale.

E la diretta sull’ammiraglia è quindi quasi un atto dovuto, funzionale a sottolineare l’importanza della posta in gioco. Il passaggio del turno infatti permetterebbe ai bianconeri di incamerare un bel carico di quattrini ma a gongolare sarebbe anche Mediaset che potrà contare su ben quattro prime serate di gare affascinanti (e redditizie sotto il profilo degli ascolti) nel caso in cui i torinesi approdassero agli ottavi insieme al Milan.

Gli ottavi di finale infatti sono distribuiti su quattro giorni differenti con la conseguenza che Canale5 e Italia1 si avvarranno della diretta di un match in cui sono impegnati i rossoneri o i bianconeri il 13 (quando su Rai1 ci sarà il Festival di Sanremo) e il 20 febbraio per le gare di andata mentre mercoledì 6 e 13 marzo sarà la volta dei match di ritorno.





28
novembre

JOI: DA GENNAIO 2013 UN NUOVO PALINSESTO DA RIDERE, AI DANNI DI MYA E STEEL

Joi

Joi

Rivoluzione” è un vocabolo che piace proprio dalle parti di Cologno Monzese. Non sempre a dire il vero i piani alti hanno dimostrato di saperlo utilizzare, tant’è che di rivoluzioni fino ad ora non ne abbiamo mai viste. Il palinsesto di Italia 2, per dire, è rimasto sostanzialmente invariato rispetto alla precedente stagione televisiva, così come d’altronde gli ascolti del canale, tutt’altro che entusiasmanti. E a breve toccherà ad un’altra rete subire lo stesso “trattamento“.

Dal 1 gennaio, come recitano gli spot attualmente in onda, la programmazione di Joi, l’anti-Fox di Mediaset Premium, verrà completamente stravolta per offrire agli abbonati un prodotto, nelle intenzioni, nuovo e rivoluzionato rispetto al passato. A dire il vero pare si tratti solo di un rimescolamento delle produzioni tra i tre canali che compongono il pacchetto Serie & Doc di Premium, forse per accentuare maggiormente le differenze.

Per Joi si prospetta dunque un futuro da… ridere. Il Biscione ha infatti intenzione di rimpolpare il palinsesto del canale con le più divertenti serie e sitcom statunitensi – ad oggi ad appannaggio di Steel – nella speranza di abbracciare la satira in tutti i suoi innumerevoli aspetti. Quindi a partire da gennaio vedremo in onda le già note The Big Bang Theory, Mike&Molly, Due Uomini e Mezzo – trasmesse dal canale pay di Universal -, E alla fine arriva mamma e 2 broke Girls (prelevata da Mya) ma anche Baby Daddy e Partners, in prima tv assoluta, e Shameless, già trasmessa da Mya, che spinge l’umorismo fino alla satira sociale.


22
novembre

EUROPA LEAGUE: AIK SOLNA – NAPOLI IN CHIARO SU ITALIA1. INTER, UDINESE E LAZIO NEL POMERIGGIO

Europa League

Giornata esaltante, quella odierna, per il calciofilo da poltrona. Scendono in campo per il quinto turno di Europa League infatti ben quattro team italiani ad orari distribuiti in modo tale da consentire al telespettatore di non perdere (quasi) nulla di ciò che avverrà sui campi di calcio coinvolti. Tra le squadre impegnate solo l’Inter di Andrea Stramaccioni è già sicura della qualificazione ai sedicesimi di finale con la conseguenza che il tecnico romano ha convocato molte riserve e primavera per l’impegno delle 18 in quel di Kazan contro il Rubin in quella che è una vero e proprio match decisivo per il primo posto del girone. La gara sarà commentata dal duo formato da Massimo Tecca e Giuseppe Bergomi per Sky (canale 201/251) mentre la telecronaca di Premium Calcio sarà affidata a Bruno Longhi e Andrea Agostinelli.

Sempre alle 18 in Russia ma nell’impronunciabile Makhachkala, i locali dell’Anzhi guidati dal campione Samuel Eto’o sfidano l’Udinese in quella che è una vera e propria ultima spiaggia per i friulani di Francesco Guidolin inchiodati all’ultimo posto del girone A. Le voci che accompagneranno i bianconeri alla ricerca dei tre punti saranno della coppia formata da Dario Massara e Daniele Adani per Sky (canale 204-253) mentre i telecronisti di Premium Calcio 1 saranno Federico Mastria e Luca Pellegrini.

L’unico match che si giocherà in Italia, alle 19, è quello che vede sfidarsi la Lazio e i londinesi del Tottenham. I biancocelesti guidano il girone proprio davanti il team inglese e una vittoria e consentirebbe al team della Capitale di approdare ai sedicesimi con un turno di anticipo. La gara sarà commentata da Federico Zancan e Luca Marchegiani sui canali 203 e 252 della piattaforma Sky mentre su Premium Calcio 2 ascolteremo le voci di Roberto Ciarrapica e Roberto Rambaudi.


20
novembre

CHAMPIONS LEAGUE: JUVENTUS-CHELSEA E’ DECISIVA (PER I BIANCONERI E PER LE TV)

UEFA Champions League

I tifosi bianconeri sono già in fibrillazione. Il match di questa sera tra Juventus e Chelsea è decisivo per il prosieguo del percorso in Champions League dei torinesi che soltanto con una vittoria possono ipotecare il passaggio agli ottavi di finale della principale competizione europea per club mentre un pareggio nella partita di oggi li obbligherebbe a conquistare i tre punti nell’insidiosissima trasferta di Donetsk contro lo Shaktar in programma mercoledì 5 dicembre.

Mentre la partita in programma tra due settimane sarà visibile in chiaro, con Canale5 che trasmetterà il match al posto di Italia1 data l’importanza della gara, i tifosi bianconeri che non posseggono un abbonamento alle pay tv dovranno andare a cercare un pub o un locale dove poter sostenere i propri beniamini. Juventus-Chelsea sarà infatti un’esclusiva di Sky Sport e Mediaset Premium che seguiranno l’incontro a partire dalle 20.45 con le telecronache delle coppie formate da Maurizio Compagnoni/Luca Marchegiani da un lato e Pierluigi Pardo/Aldo Serena dall’altro. Gli appassionati di calcio privi di abbonamento dovranno accontentarsi dell’ampia sintesi trasmessa in differita dalle 23 su Italia1 all’interno del magazine sulla Champions League condotto da Alberto Brandi.

A tifare per la squadra allenata da Angelo Alessio (in attesa del ritorno in panchina di Antonio Conte previsto per domenica 9 dicembre a Palermo) oltre ai sostenitori bianconeri e agli appassionati di calcio, che nelle coppe europee parteggiano sempre e comunque per i team tricolori, ci saranno anche i broadcaster televisivi che hanno speso tanti bei soldini per accaparrarsi i diritti del massimo torneo continentale.