La7D



16
febbraio

TUTTA LA VITA DAVANTI: ARIANNA CIAMPOLI DECLASSATA SU LA7D

Arianna Ciampoli

Che la missione sarebbe stata ardua l’avevamo capito sin da subito. Una trasmissione come Tutta la vita davanti, condotta dalla pur brava Arianna Ciampoli, al sabato pomeriggio su La7 con una controprogrammazione e temi difficili da affrontare come la perdita del lavoro e la crisi, pur veicolando la speranza di gente che si è reinventata, avrebbe avuto difficoltà per imporsi. Così dopo gli insuccessi dell’originaria collocazione (prevista per le 14 del sabato) con il programma che ha riportato una media dell’1.18% e lo spostamento nello slot delle 12.30 per il programma a sfondo sociale è stato deciso un ulteriore “trasloco”.

Tutta la vita davanti infatti cambierà nuovamente orario, oggi andrà in onda alle 18.10, e anche canale di messa in onda passando da La7 a La7d. In sostanza, farà la fine di tutti gli altri flop del canale – dal campionato italiano di basket a Mamma mia che domenica – declassati sulla rete originariamente dedicata al pubblico in rosa. A La7 dovranno fare più di una riflessione su questo fiasco annunciato e innanzitutto chiedersi per quale tipo di pubblico era stato pensato il programma, passato dal voler essere un’alternativa (prezzolata) ad Amici e (di target) a Easy Rider allo slot preserale.

Nella puntata in onda questo pomeriggio sarà ospite l’attrice Paola Minaccioni che per l’occasione interpreterà la manager di una particolare agenzia di lavoro alla ricerca del candidato ideale. Tra le storie trasmesse questa settimana per il debutto su La7d ci sarà quella di Claudio Dessì, cinquantenne di Cagliari, con un passato da macellaio e un presente da guida turistica a bordo di un’Apecar modificata e trasformata in una moderna carrozza per visitatori da tutto il mondo.




10
novembre

BASKET IN TV SENZA PACE: ACCORDO LA7-SPORTITALIA PER IL SIMULCAST DEI MATCH

Sportitalia

L’ultima trovata per favorire la diffusione del prodotto e permetterne la fruizione a un numero sempre più alto (anche se sarebbe meglio dire meno basso) di spettatori è quella del simulcast, ovvero la contemporaneità su due piattaforme differenti. Non c’è pace per il campionato di basket di Serie A1 in televisione. L’acquisto dei diritti da parte di La7, che doveva far segnare la svolta e l’adeguata valorizzazione di quello che è pur sempre il secondo sport italiano, si è rivelata una mossa controproducente e antieconomica.

Dallo spostamento della diretta del sabato pomeriggio su La7d alla novità degli ultimi giorni, la sensazione ormai inequivocabile è che il terzo polo televisivo voglia disfarsi della ‘palla a spicchi’ consentendo persino (e qui siamo all’assurdo) la diretta in contemporanea su Sportitalia della gara di La7. Costo dell’operazione? 200mila € incassati dal network di Telecom Italia Media che verranno immediatamente girati alla Lega Basket e alle società per evitare che il canale venisse citato in Tribunale per l’inadempimento dell’accordo siglato in sede di cessione dei diritti (in cui era stato stabilito che le gare andassero su La7 e non su La7d).

Il primo esempio di match trasmesso live su due canali in chiaro differenti si è avuto domenica scorsa con Reggio Emilia-Pesaro e proseguirà lunedì 12 novembre con l’interessante Roma-Siena ed è interessante notare come lo zoccolo duro di appassionati del basket si sia spostato in massa sul canale tematico sportivo aggiudicandosi 45.000 spettatori circa e lasciando un pessimo 0.04% di share e 9.000 ascoltatori a La7d. E i motivi di questo fallimento sono diversi, dal caos relativo alle fasce orarie alla mancata promozione pubblicitaria delle partite fino ad arrivare alla collocazione su un canale, La7d, il cui target di riferimento è quanto di più lontano si possa pensare dal prototipo dell’appassionato di basket. Si è passati da match giocati il sabato pomeriggio, alla finestra della domenica mattina fino ad arrivare alla scelta del lunedì sera nelle occasioni in cui l’incontro della domenica in prime time non sia stato ‘prenotato’ da RaiSport1 che possiede i primi diritti del campionato di basket.


8
novembre

WEB THERAPY: LISA KUDROW IN VERSIONE STRIZZACERVELLI DA DOMANI ALLE 22.45 SU LA7D

Lisa Kudrow

I film e i telefilm americani ci hanno abituato a concepire le sedute psicanalitiche sempre alla stessa maniera: uno studio ben arredato e parzialmente illuminato, un lettino di pelle e uno strizzacervelli alle prese con i turpiloqui e gli incubi peggiori di un paziente ansiogeno. Bene, Web Therapy, la nuova sit-com creata e interpretata da Lisa Kudrow, la Phoebe Buffay di Friends per intenderci, che debutta domani sera su La7D alle 22.45, ribalta questo concetto.

Protagonista della serie è Fiona Wallice (Lisa Kudrow), una psicoterapeuta fuori dal comune che, stanca di sorbirsi le preoccupazioni e i trip mentali più disparati per 50 minuti di fila, decide di stravolgere totalmente il suo approccio professionale ai clienti: sedute lampo di tre minuti di video chat, durante le quali spesso interrompe il paziente con informazioni sulla sua vita privata o semplicemente ignorandolo. In altre parole, la strizzacervelli peggiore che qualcuno possa desiderare. Vanitosa, dall’ego spropositato e consumata da una forte avarizia, Fiona continuerà ad essere un punto di riferimento per quanti vedono in lei una figura attenta ai propri bisogni e ai propri problemi.

Tra i clienti più affezionati del suo bizzarro trattamento psichiatrico troviamo in prima fila il Premio Oscar Meryl Streep, la divertente Jane Lynch alias Sue Sylvester di Glee, Courtney Cox (Friends), e Rashida Jones (Parks and Recreation). Interessante è sicuramente il modo in cui la sit-com è stata girata, facendo in modo che lo spettatore possa vedere solo la schermata di un pc, con due finestre delle video chat aperte.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





29
settembre

FILIPPA LAGERBACK A DM: NICOLE MINETTI? THAT’S ITALIA…

Filippa Lagerback

Svedese di nascita ma italiana nel cuore, Filippa Lagerback ha trovato l’America nel nostro Paese. Qui si è stabilita, ha messo su famiglia e si è fatta conoscere al grande pubblico. Dopo tanti anni, di noi ha individuato tutti i pregi ma anche i difetti, i vizi e le virtù: caratteristiche che ci sono proprie e che ogni sabato alle 15, a partire da oggi 29 settembre, la bionda conduttrice racconterà su La7d. Riparte infatti il viaggio di That’s Italia, il programma con Pino Strabioli dedicato alle storie di vita e alle manifestazioni più pittoresche d’Italia. A Filippa – che da domani rivedremo anche su Rai3 a Che tempo che fa – il compito di disegnare un ritratto del Belpaese attraverso le voci dei suoi protagonisti.

Com’è l’Italia vista con gli occhi di una “italo-svedese”?

Oh, grazie per l’italo-svedese! In effetti io mi sento italiana, anche se con lo sguardo di una straniera, e amo molto il vostro Paese. Su La7d cercheremo proprio di capire il carattere degli italiani e di scoprire le tante manifestazioni che ci sono sul territorio. Io sarò in studio ad accogliere gli ospiti e alcuni giornalisti stranieri che ci diranno come vedono l’Italia. Faremo emergere soprattutto i lati positivi di questo Paese, che spesso non sono valorizzati. Coi nostri servizi offriremo al pubblico degli spunti interessanti per uscire di casa: viviamo in città e non ci rendiamo conto che vicino a noi ci sono tante occasioni, anche gratuite, per scoprire il nostro territorio. La novità di quest’anno è che racconteremo le storie della gente comune.

Che rapporto hai con il tuo collega Pino Strabioli?

Il nostro incontro è stato molto bello. Non ci conoscevamo prima di questa esperienza, ma dopo cinque minuti e qualche battuta ci siamo guardati, abbiamo riso e capito che poteva nascere un’amicizia. Infatti ci vediamo anche fuori dal lavoro e c’è una grandissima sintonia tra di noi. Sono molto felice di averlo incontrato.

Ormai gli italiani un po’ li conosci: quali sono i loro difetti e pregi più evidenti?

Gli italiani sono un po’ permalosi, ma il loro pregio è quello di amare la vita. Hanno una passione e una gioia che a noi del nord Europa mancano completamente: siamo troppo concreti, realisti, invece voi sognate ancora e questa cosa mi fa impazzire. E’ anche per questo che sono venuta in Italia.


27
settembre

ARRIVA MR GREEN: LO SHOW ECOSOSTENIBILE DI LA7D PARTE DA GERRY SCOTTI

Gerry Scotti

Su La7d, domani venerdì 28 settembre alle 21.10, Arriva Mr. Green, il primo di dieci appuntamenti dedicati all’ecosostenibilità e ai consigli su come ottimizzare al meglio i consumi casalinghi. A vestire i panni di Mr. Green è il giornalista Luca Bonaccorsi. Il suo mantra sono “le tre R”, ovvero riciclare, riutilizzare e ridurre. A lui spetterà infatti il compito di far cambiare in pochi giorni le cattive abitudini “insostenibili” delle famiglie italiane, protagoniste di ogni puntata.

Nella prima puntata non ci sarà un classico nucleo familiare a cui Mr. Green farà visita per osservare da una posizione speciale cattivi comportamenti, abitudini scorrette e  difetti nella gestione della vita domestica. Protagonista speciale del primo incontro sarà infatti Gerry Scotti.  Il celebre conduttore tv sarà messo sotto torchio da Mr. Green su temi come lo spreco di acqua, i trasporti, il cibo. Si osserverà non solo come se la caverà con i consigli che saranno dispensati, ma anche le particolari e divertenti punizioni che gli saranno assegnate, come piantare un albero nel proprio giardino.

Il programma è realizzato con la consulenza di Edison, azienda che da 125 anni opera nel nostro paese con politiche energetiche nel rispetto dell’ambiente e della qualità della vita. Grazie a LifeGate le emissioni di CO2 generate durante la realizzazione del programma saranno ridotte e compensate contribuendo alla creazione e tutela di oltre 1.400 mq di foresta in crescita in Madagascar. Un gesto concreto a favore dell’ambiente, che consentirà di compensare gli oltre 9.000 kg di CO2 prodotti dalla realizzazione del programma.





5
luglio

PALINSESTI LA7 AUTUNNO 2012: NON SOLO SANTORO. CUCCIARI E MANNINO IN PRIME TIME. SERATE EVENTO PER GUZZANTI. E NEL 2013 (FORSE) SAVIANO. SU LA7D NON DITELO ALLA SPOSA ITALIA

Presentazione palinsesti La7

Non solo Michele Santoro. L’autunno 2012 de La7 si preannuncia foriero di novità. A cominciare dalle ultime arrivate Cristina Parodi e Teresa Mannino passando per i nuovi impegni di Geppi Cucciari e Maurizio Crozza che sperimenteranno formati più brevi di prime time. La giornata si aprirà con Omnibus che da ques’anno avrà due edizioni: al mattino si alterneranno alla conduzione Andrea Pancani e Alessandra Sardoni, mentre la nuova edizione notturna – Omnibus Night, che conterrà anche il telegiornale e il TgLa7 Sport – sarà affidata a Edgardo Gulotta e Flavia Fratello.

A seguire, in mattinata, torneranno il magazine di attualità di Tiziana Panella, Coffee Break e L’aria che tira. Al termine del TgLa7 delle 13.30, Cristina Parodi aprirà alle 14.00 la programmazione del pomeriggio con un appuntamento quotidiano di circa due ore in diretta dal lunedì al venerdì per raccontare l’attualità, la cronaca ma anche le tendenze e i costumi, con servizi e con l’aiuto di opinionisti in studio e del pubblico da casa. Il programma di Cristina Parodi avrà anche una seconda parte che partirà alle 17.50 e durerà circa mezz’ora per dare la linea a I menù di Benedetta e G’Day. In access prime time confermato Otto e Mezzo con al timone di Lilli Gruber.

In prima serata tornerà l’approfondimento con, al lunedi, L’Infedele di Gad Lerner, che da quest’anno ospiterà le inchieste di Gianluigi Nuzzi, e al giovedì il discusso Servizio Pubblico di Michele Santoro che si alternerà a Piazzapulita. A proposito dell’”acquisto” del giornalista campano l’ex ad di Ti Media, Giovanni Stella, ha rivelato che, in cambio della concessione della massima libertà autorale, la rete ha preteso che in caso di querele sia Santoro “a pagare”. Tornando al palinsesto, al venerdì spazio alla comicità: si partirà con Se stasera sono qui, il nuovo show condotto da Teresa Mannino che vuole proporre un ritratto semiserio e dissacrante del Paese che cambia con la partecipazione di giornalisti, opinionisti, artisti e politici oltre che di una nutrita squadra di giovani comici. In ottobre l’atteso ritorno di Maurizio Crozza con un nuovo format della durata di un’ora che andrà in onda sia nella stagione invernale sia in quella primaverile. 


17
aprile

THAT’S ITALIA: FILIPPA LAGERBACK E PINO STRABIOLI RACCONTANO SU LA7D IL BELPAESE GIOCANDO CON LE TESI CONTRAPPOSTE

That's Italia

That's Italia

Le veline non vanno bene, la valletta muta sì. Tempo fa scoppiò una polemica piuttosto aspra sul ruolo delle veline a Striscia la Notizia, che secondo alcuni ledono l’immagine della donna. Senza addentrarci nuovamente nella questione, il fatto curioso all’epoca fu che nessuno si preoccupò di sollevare gli stessi dubbi per altre trasmissioni, anche del servizio pubblico. Sarà forse che Che tempo che fa viene percepito come programma culturale, tanto da non ritenere opportuno paragonare Filippa Lagerback alle due ragazze del bancone del tg satirico.

A dispetto delle apparenze, la ragazza sa parlare e non solo negli spot pubblicitari. Su La7d sarà infatti protagonista, assieme a Pino Strabioli, di una nuova produzione itinerante targata Futura TV: That’s Italia. In That’s Italia si cercherà di raccontare il Belpaese andando direttamente nelle “piazze”, nei luoghi frequentati dal popolo in sostanza.

A differenza di Linea Verde, dove si privilegia il territorio, in That’s Italia ci sarà una forte componente game che sarà alla base del ritratto degli italiani targato Telecom Italia. Filippa e Pino affronteranno in ogni puntata una caratteristica degli italiani giocando sulle tesi contrapposte: pettegoli e riservati, cinici e romantici, ottimisti e pessimisti sono solo alcune delle caratteristiche che verranno trattate dai due “conduttori contrapposti”.


28
gennaio

LA7 SPOSTA IL BASKET SU LA7D E SUSCITA LE IRE DELLA LEGA.

basket La7

Niente da fare, il basket in tv (a meno che non sia NBA) non tira proprio. La stagione 2011/2012 doveva essere – almeno nelle intenzioni – quella del rilancio televisivo per la “palla a spicchi” grazie alla fine della “dittatura” Sky e al ritorno in chiaro del campionato di A1 ma l’esperimento si è rivelato un vero e proprio fallimento.

In particolare i match della massima serie italiana non hanno avuto vita facile su La7, emittente detentrice del pacchetto Silver contenente i diritti relativi alla partita del sabato pomeriggio. Lo spostamento di orario (dalle 18 alle 16.10) per evitare la sovrapposizione con l’anticipo del campionato di calcio di Serie A di calcio non ha contribuito a risollevare un ascolto che il canale diretto da Paolo Ruffini non ha esitato a qualificare come insufficiente. Raramente i match proposti sono riusciti a raggiungere l’1% di share nonostante il tentativo della rete di far trainare gli incontri da un magazine ad hoc in onda il venerdì in seconda serata.

Inevitabile la decisione di spostare le partite sul canale “cadetto” La7d: già a partire da oggi pomeriggio infatti, stando alla guida programmi del sito ufficiale dell’emittente, l’anticipo Sassari-Cantù andrà in onda sul digitale terrestre e il suo posto sarà preso su La7 dal film Caccia all’uomo previsto in palinsesto per le 16. La reazione della Lega Basket, che aveva visto di buon grado il passaggio in chiaro del campionato per ovvi motivi di maggiore visibilità, non si è fatta attendere.