In Onda



30
giugno

IN ONDA: GIANLUIGI PARAGONE E’ IN GABBIA, FRANCESCA BARRA ASSENTE. E IL TALK SHOW NON DECOLLA

Gianluigi Paragone, In Onda

Qualcuno avrà rimpianto Otto e Mezzo e le domandine sornione di Lilli Gruber. Reazione comprensibile dopo aver assistito allo sgangherato esordio della nuova edizione di In onda, avvenuto ieri nell’access prime time di La7. Il programma d’approfondimento estivo, guidato quest’anno da Gianluigi ParagoneFrancesca Barra, ha riacceso i motori con un grande rombo e con ospiti che annunciavano faville, ma si è ingolfato dopo i primi metri di diretta, svelando delle carenze nella scaletta e nella conduzione.

D’accordo: era pur sempre la prima puntata, tuttavia non possiamo soprassedere sulla mancata sinergia tra i due conduttori, che sin da subito ha influenzato il programma. Gianluigi Paragone, abituato alle vivaci scorribande de La Gabbia, ha immediatamente afferrato le redini del talk show e ha marcato il territorio con le sue tesi su Grecia e immigrazione, mettendo in secondo piano la collega. Il giornalista è apparso insofferente al format e alla conduzione in tandem (cui dovrà comunque abituarsi); ad un tratto si è pure alzato in piedi, come a volersi liberare dal vincolo della scrivania al centro dello studio. Privato di un’arena vociante, però, Gianluigi era fuori dal suo habitat.

Praticamente assente, invece, Francesca Barra, la quale ha assistito silenziosa al confronto, sovrastata dal compagno d’avventura e ancora piuttosto impettita. Per l’intera puntata, i conduttori si sono quasi ignorati e hanno interagito solo sul finale, punzecchiandosi su una questioncina marginale proprio mentre scorrevano i titoli di coda. Fuori tempo massimo, insomma. Altro punto debole della trasmissione è stata la scarsa evoluzione del dibattito, dovuta alle troppe voci sovrapposte e ad una scaletta con troppa carne al fuoco, più adatta ai tempi lunghi di una prima serata che ad un access prime time.




24
giugno

IN ONDA: FRANCESCA BARRA E GIANLUIGI PARAGONE SONO I CONDUTTORI

Francesca Barra

La7 ha la sua coppia dell’estate. Saranno Gianluigi Paragone e Francesca Barra i conduttori di In onda, il programma d’approfondimento di access prime time che partirà sulla rete terzopolista il 29 giugno prossimo e si protrarrà fino al 1 agosto. Per i mesi estivi, il mattatore de La Gabbia racconterà l’attualità politica assieme all’ormai ex inviata di Matrix, che lascerà Mediaset per approdare sulla rete di Urbano Cairo.

In Onda: Gianluigi Paragone e Francesca Barra conduttori

Ad annunciare il tandem giornalistico è stato lo stesso Gianluigi Paragone su Twitter:

ha cinguettato il giornalista, svelando così il nome della collega che più volte presenziò a La Gabbia in qualità di ospite. Il rapporto tra i due è consolidato e la simpatia è reciproca: “Orgogliosa di iniziare questa nuova avventura con te” ha twittato la Barra in risposta a Paragone. L’ex inviata di Matrix (ma anche ‘prezzemolina’ a Domenica Live, Tiki Taka e conduttrice del Concerto del Primo Maggio 2014) avrebbe ottenuto l’incarico estivo spuntandola su altri nomi in lizza.

In Onda: doppia prima serata per Gianluigi Paragone e Francesca Barra


30
giugno

IN ONDA: SALVO SOTTILE AL POSTO DI LUCA TELESE. DA STASERA SU LA7

Salvo Sottile

Salvo Sottile

Archiviata l’esperienza di Linea Gialla, per Salvo Sottile è il momento di rimettersi al lavoro. Per l’ex protagonista di Quarto Grado è arrivata l’ora di cimentarsi con l’access prime time alla guida di In onda, dove sarà giocoforza costretto a parlare di politica ma anche di cronaca e mondanità, se l’attualità lo richiede. Così infatti ha dichiarato all’Ansa:

“Mi divertiva l’idea di misurarmi con una trasmissione quotidiana, uscendo dalla logica del settimanale per fare una cosa completamente diversa, con una nuova squadra e una compagna di viaggio come Alessandra molto diversa da me, brava, capace, tecnica: spero che questa diversità venga fuori e ci aiuti a fare la cronaca della politica, a dare voce a due mondi che si osservano e cercano di interpretarsi”

Al suo fianco ci sarà appunto Alessandra Sardoni, giornalista del TG diretto da Enrico Mentana che si è fatta apprezzare soprattutto negli speciali del Direttore, dove è stata sempre sul pezzo e sempre pronta a raccontare il “momento politico” in diretta. Alla Sardoni e a Sottile il compito, dunque, di tenere accesa l’informazione anche d’estate, come dichiarato dallo stesso padrone di casa:

“Siamo in estate, ma la politica sembra non andare in vacanza, tra semestre europeo, riforma della giustizia, futuro del Senato, Italicum. Avremo tanto da dire e siamo sicuri che il pubblico di La7, che vuole questo tipo di informazione, sarà con noi. Avremo il grande vantaggio di essere gli unici accesi, mentre gli altri sono in vacanza: con un appuntamento quotidiano e due prime serate, proveremo a invitare tutti i protagonisti.”





9
giugno

SALVO SOTTILE CONDUCE IN ONDA CON ALESSANDRA SARDONI

Salvo Sottile

Salvo Sottile

Per il ritorno alla cronaca nera, Salvo Sottile dovrà attendere ancora un po’. Il format studiato per l’ex padrone di casa di Quarto Grado dalla Zero Studios di Michele Santoro, che vedrà lo stesso giornalista salernitano tra gli autori e il fido Sandro Ruotolo tra i volti fissi del programma, non verrà sperimentato più nel corso dell’estate.

La7 sembra intenzionata a posticipare il debutto a settembre. Nel frattempo, Sottile non rimarrà con le mani in mano: ieri sera Enrico Mentana ha comunicato al giornalista della rete terzopolista la scelta dell’editore di affidargli la conduzione di In Onda, talk estivo della rete che sostituisce l’Otto e Mezzo di Lilli Gruber.

Nell’access prime time dell’emittente di Urbano Cairo, Sottile sarà accompagnato da Alessandra Sardoni, attuale volto di Omnibus.


19
marzo

LA7, SALVO SOTTILE CONDURRA’ IN ONDA

Salvo Sottile

Dopo la chiusura anticipata di Linea Gialla, Salvo Sottile non ha abbandonato la nave. Il giornalista è rimasto a bordo del vascello di La7, pronto ad intraprendere futuri progetti sulla rete terzopolista. Quali? E’ presto detto: stando a quanto riporta il settimanale Chi, il popolare conduttore tornerà presto in video. A partire da giugno, infatti, condurrà il talk show politico In Onda.

L’approfondimento d’attualità politica tornerà nella programmazione estiva di La7 sotto la guida di Salvo Sottile. Al conduttore sarà affidato il compito di raccontare gli ultimi aggiornamenti dal palazzo e dalla piazza, con ospiti e collegamenti. Un ruolo per lui inedito, ma non del tutto: con l’inizio del nuovo anno, infatti, Linea Gialla aveva tentato di recuperare ascolti virando proprio sull’attualità in senso lato, ospitando in studio anche giornalisti ed ex politici.

Sottile prenderà idealmente il posto di Luca Telese, che ha condotto In Onda fino alla passata stagione, cioè fino al suo passaggio a Mediaset alla guida di Matrix. Strano gioco del destino per Salvo, che ha intrapreso il percorso professionale contrario rispetto al suo collega. Lo scorso luglio, infatti, il giornalista siciliano lasciò Mediaset in polemica con l’azienda del Biscione, che con un improvviso dietro front gli aveva negato la promozione alla guida di Matrix (poi affidata proprio a Telese).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





28
agosto

BERLUSCONI: TORNO IN TV A SPIEGARE LE MIE RAGIONI. COSI’ IL CAV VUOLE RIBALTARE IL PROCESSO (MEDIATICO)

Silvio Berlusconi

I giudici di Cassazione lo hanno dichiarato colpevole e condannato a quattro anni di reclusione per frode fiscale. Ma Silvio Berlusconi non ci sta. Dal giorno in cui è stata emessa la sentenza definitiva del processo Mediaset, il Cavaliere ha più volte affermato la sua innocenza, schierandosi contro quella parte di magistratura che gli avrebbe dichiarato guerra. Parole al vento, direte, visto che ormai la Cassazione si è espressa e all’ex premier non resta che scontare la pena stabilita. In verità, quella messa in campo da Berlusconi pare sia una strategia mirata proprio a ribaltare le sorti del processo (mediatico).

Silvio Berlusconi: Torno in tv

Tornerò in tv a spiegare le mie ragioni e continuare la battaglia di libertà e democrazia” avrebbe detto il Cavaliere durante un vertice tenutosi nei giorni scorsi ad Arcore. I modi e i tempi della possibile incursione televisiva non sono stati resi noti e anzi, è pure probabile che Sua Emittenza decida di tornare sui suoi passi. Tutto dipende dall’evolversi della situazione politica, col governo Letta messo sotto pressione e con la Giunta per le elezioni pronta a valutare la decadenza di Berlusconi da Senatore. Come andrà a finire? Nei talk show di fine estate la questione tiene banco con insistenza.

I dibattiti tv sul Cavaliere

Del resto, in Italia fanno più rumore i dibattiti televisivi che i dibattimenti giudiziari e le sorti dell’ex premier sono l’argomento prediletto dai conduttori dei salotti tv. Se ne discuteva proprio ieri sera a In Onda con Luca Telese, che per l’occasione ha riportato davanti alle telecamere Antonio Di Pietro, dopo la “tranvata” elettorale. La pitonessa Daniela Santanché, da parte sua, ha affilato gli artigli, perché è di nuovo tempo di lottare.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


10
febbraio

BALLARO’ IN ONDA ALLA DOMENICA FINO AL VOTO. BERLUSCONI, MONTI E BERSANI SU RAI2 CONTRO SANREMO

Ballarò, Giovanni Floris

Ormai sono ovunque, agguerriti più che mai ed inquietanti alla sola vista. Proprio come gli zombie ne La terra dei morti viventi: tali e quali. A due settimane dal voto, i politici hanno invaso i media monopolizzando gli spazi d’approfondimento con la loro presenza. Li trovi lì, a tutte le ore, pronti ad illustrare promesse elettorali a prova di boccalone. A partire da oggi, segnaliamo alcuni appuntamenti che, in virtù della chiamata alle urne, caratterizzeranno i principali palinsesti nei prossimi giorni.

Stasera e domenica prossima, in prime time su Rai3, andrà in onda Ballarò. Per due settimane il programma di Giovanni Floris, reduce da un record d’ascolti ottenuto con Berlusconi ospite, verrà trasmesso eccezionalmente nel dì di festa e non il martedì, per motivi legati alla campagna elettorale. Nella puntata odierna, il talk show avrà come ospiti Alessandra Moretti, Mara Carfagna, Massimo Zedda, Gabriele Albertini, Antonio Polito e Carlo Rossella. Presadiretta, dunque, salterà il turno.

Settimana prossima, in concomitanza con il Festival di Sanremo, tra martedì 12 e giovedì 14 febbraio Rai2 ospiterà le conferenze stampa di Berlusconi, Bersani e Monti, secondo quanto stabilito da un sorteggio della Commissione di Vigilanza. Alla lista Scelta civica con Monti per l’Italia toccherà lo spazio di martedì 12 febbraio alle 22.20, per 40 minuti circa. Il giorno successivo sarà la volta del Pd (alle 21.40) e del Pdl (alle 22.20); giovedì 14 alle 21.40, invece, spazio alla lista Con Monti per l’Italia.


15
settembre

IN ONDA: NICOLA PORRO E LUCA TELESE TORNANO A DIBATTERE. E AL SABATO CONQUISTANO IL PRIME TIME

Nicola Porro, Luca Telese In Onda

Il giornalista “berlingueriano” e l’altro, “quello liberale”, torneranno a dibattere su La7. Da stasera toccherà a loro, e altro che compromesso storico: il confronto sarà autentico. Parte oggi una nuova stagione di In Onda, il programma d’approfondimento di access prime time condotto da Luca TeleseNicola Porro. Dopo la parentesi estiva, curata da Filippo Facci e Natascha Lusenti, il talk show della rete terzopolista ritornerà nella sua tradizionale collocazione – quella del weekend – con alcune novità che riguardano soprattutto la messa in onda.

Il sabato, infatti, la trasmissione si protrarrà per due ore, debuttando così in prima serata. La domenica, invece, tutto come prima. Occhio, perché la mossa è strategica: La7, infatti, intende acchiappare il pubblico che nel fine settimana desidera informarsi, sfruttando anche il fatto che da quest’anno il diretto ‘competitor’ Che tempo che fa andrà in onda la domenica e il lunedì (a partire dal 30 settembre prossimo). Inoltre, la mancata riconferma in palinsesto di Serena Dandini aveva lasciato sguarnito il prime time del sabato, e la soluzione di prolungare In Onda è parsa all’emittente la più efficace. Nonché la più semplice.

Del resto il programma funziona, grazie alla coppia di conduttori (Luisella Costamagna non si fa rimpiangere) e ad una formula che in tempi ridotti coniuga il dibattito in studio, l’approfondimento ed i collegamenti live. Quest’anno il talk show ospiterà anche le incursioni di Dario Vergassola, il quale proverà a far ridere fingendo di essere un cronista rimasto chiuso a Montecitorio durante il weekend. Inutile indugiare troppo sugli argomenti e sugli ospiti: quelli verranno infatti decisi strada facendo, in base agli spunti offerti dall’attualità.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes