Il Volo



14
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2015, IL VOLO: “NON FACCIAMO PRONOSTICI SULLA VITTORIA “. NEK: “NON DISDEGNO IL PREMIO MA LA VERA GARA COMINCIA LUNEDI”

Il Volo - Sanremo 2015

Il Volo - Sanremo 2015

Sono i superfavoriti. Nessuno, tra gli altri Campioni in gara al Festival di Sanremo 2015 -che si concluderà stasera- riesce a scalfire la loro prima posizione nella classifica dei bookmaker. Il trio de Il Volo, in gara con “Grande Amore”, è osannato dal pubblico, meno dalla critica, ma, come raccontano in un’intervista a La Repubblica, non sembrano preoccuparsene:

Le critiche ci fortificano, siamo curiosi e alcune ci divertono. All’estero non ci sono pregiudizi, siamo stati ospiti della Pausini al Madison Square Garden a New York, è stato bellissimo. Il belcanto piace a tutti”.

Sulla loro vittoria, data quasi per certa, però, non si vogliono esprimere: “No, non facciamo pronostici”.

Piero Barone, Gianluca Ginoble e Ignazio Boschetto hanno tra i 20 e i 22 anni, si sono conosciuti a Ti lascio una canzone, il programma con Antonella Clerici, e, da allora, hanno spiccato letteralmente il volo. Si sono esibiti con Barbra Streisand e Placido Domingo, ma non volevano mancare sul palco dell’Ariston (dove sono stati ospiti nel 2010, “quando non eravamo il Volo”, dopo il successo del varietà della Clerici), perché “Sanremo è il palco più importante. Molti pensano che ci dedichiamo solo al classico invece facciamo anche pop. In genere gli artisti diventano famosi in Italia e vanno all’estero, a noi è successo il contrario”.

La musica che propongono è “melodica” perché è quella che “conquista il mondo – spiegano al quotidiano – Il vintage è di moda, i giovani con noi possono ascoltare canzoni che non hanno mai sentito”. Forse è proprio per questo che i loro fan sono “persone di tutte le età”. Uno dei complimenti più belli ce l’ha fatto una signora di 80 anni venuta al Radio City Music Hall a New York con la figlia e la nipote: “Unite tre generazioni”.

Festival di Sanremo 2015, vincitore: Nek in ascesa per i bookmaker e suonatissimo in radio




14
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2015, LEONE: “INIZIO DI UN CICLO CON CARLO CONTI. SU RAI1 FERRO, IL VOLO E ROCIO”

Carlo Conti e Tiziano Ferro

Carlo ha superato l’esame di maturità e sì, questo Sanremo potrebbe anche essere l’inizio di un ciclo. La Rai è pronta, poi deciderà lui”. Il Direttore di Rai1, Giancarlo Leone, il giorno della finale del Festival di Sanremo 2015, in un’intervista a La Stampa, fa un bilancio dell’edizione che sta per concludersi e pensa già a quella successiva, partendo, ovviamente, dalla conduzione di Carlo Conti, che tanto fortunata si è rivelata quest’anno. Secondo Leone, “Conti era già maturo per farlo dai tempi del Tale e quale show. Ma era il momento di Fazio”. Adesso, invece, è arrivato il suo momento.

I numeri gli danno ragione, non solo in termini di ascolti. Anche di ricavi, visto che è andata “anche meglio di quel che si pensava – afferma Leone – Avevamo annunciato 20 milioni di ricavi e saranno più di 21, mentre i costi sono scesi a meno di 16, anche grazie al fatto che la convenzione con il Comune ne costa cinque e mezzo invece di sette. Insomma, l’azienda porta a casa circa cinque milioni di utile”.

Dopo la sperimentazione di Fazio, giusto tornare a una tivù più consueta

I punti di forza di Conti, secondo il Direttore, sono il “lavorare per sottrazione. Non ha mai sovrapposto se stesso al programma e in questo modo ne ha esaltato i contenuti. Ha ritmo, leggerezza, rende facile l’accesso al pubblico. La semplicità, in tivù e non solo lì, non è un difetto”, e il fatto che “incarna la grandezza dell’uomo medio nella quale mi riconosco io ed evidentemente si riconoscono anche gli italiani. Mi stupisce che molti non l’abbiano capito prima. Ma è forse l’effetto del detestabile snobismo radicalchic che permea i media”. Il direttore non rinnega, però, gli ultimi due Festival di Fabio Fazio: “Per nulla, tanto più che sono stati un successo, compreso il secondo. Però, dopo una forte sperimentazione, era giusto tornare a una tivù più consueta, alla centralità del linguaggio e della musica”.

Dopo il Festival di Sanremo, progetti su Rai1 per Ferro come showman, Il Volo e Rocio


12
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2015, CLASSIFICA PROVVISORIA SECONDA SERATA: ATZEI, BIGGIO E MANDELLI, MORENO E TATANGELO A RISCHIO

Biggio e Mandelli, Festival di Sanremo 2015

Ora si fa sul serio: è gara aperta al Festival di Sanremo 2015. Durante la seconda serata della kermesse, sul palco del teatro Ariston si sono esibiti altri dieci Big, andati ad aggiungersi agli altrettanti campioni in scena nella première. Anche per loro, il televoto espresso dal pubblico unito al suffragio della sala stampa ha portato alla composizione di una classifica provvisoria annunciata al termine della diretta dal conduttore Carlo Conti. Il televoto e i giornalisti hanno influito rispettivamente per il 50% sull’esito.

Secondo il regolamento di questa edizione del festival, la lista ha sancito una momentanea suddivisione tra quattro artisti “a rischio eleminazione” e sei per ora “salvi”, senza però fornire un’indicazione sulle posizioni in classifica. In particolare, nel secondo appuntamento della kermesse si sono esibiti Nina Zilli, Marco Masini, Anna Tatangelo, Raf, Il Volo, Irene Grandi, Biggio e Mandelli, Lorenzo Fragola, Bianca Atzei, Moreno.

Ed ecco i risultati della classifica provvisoria:

Festival di Sanremo 2015, classifica provvisoria: i 6 artisti “salvi”

Lorenzo Fragola
Irene Grandi
Il Volo
Marco Masini
Raf
Nina Zilli

Festival di Sanremo 2015, classifica provvisoria: i 4 artisti “a rischio”





11
febbraio

SANREMO 2015, TESTI CANZONI: IL VOLO – GRANDE AMORE

Il Volo - Grande Amore

Il Volo - Grande Amore

Scelta azzeccatissima per Carlo Conti che porta sul palco dell’Ariston un trio che nel Belpaese fa faville, quantomeno negli ascolti. Al Festival di Sanremo 2015, infatti, non mancherà Il Volo, il trio composto da Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, nato a Ti lascio una Canzone nel lontano 2009 sotto il nome de I tre tenorini e ormai lanciatissimo sul mercato musicale internazionale.

Interpreti perlopiù di brani pop in chiave classica, grazie all’intuizione e al supporto di Tony Renis hanno ottenuto fin da subito un contratto con una major americana, potendo contare su collaborazioni di peso (tra cui Diane Warren, Placido Domingo, Barbra Streisand, Luis Bacalov e Edgar Cortazar). Hanno partecipato, tra i tanti eventi, alla cerimonia di accensione dell’albero di Natale al Rockfeller Center, all’evento Nobel Peace Prize Concert, e ben tre show della tv pubblica americana PBS. Con due Billboard Latin Music Awards vinti, 8 tour internazionali, 4 album in studio e 3 album live, Il Volo si appresta ad ottenere il successo anche in Italia grazie al Festival di Sanremo, dove si presenteranno con Grande Amore..

Il Volo: Grande Amore

Grande Amore
di F. Boccia, C. Esposito

Chiudo gli occhi e penso a lei
Il profumo dolce della pelle sua
E’ una voce dentro che mi sta portando dove nasce il sole
Sole sono le parole


20
gennaio

DM LIVE24: 20 GENNAIO 2015. SANREMO 2015: SI SCOMMETTE SULLA VITTORIA DE IL VOLO – ANCHE L’AIART CONTRO FORTE FORTE FORTE – UNA FAMIGLIA… QUASI PERFETTA SU LA5

Il Volo

Il Volo

Una Famiglia… quasi perfetta su La5

marcodesantis ha scritto alle 09:16

Dal 26 gennaio arriva su La5 in prima tv la telenovela argentina Somos Familia (Una Famiglia… Quasi Perfetta in Italia) alle ore 15.10 ed in replica alle 2 di notte.

Sanremo 2015: si scommette sulla vittoria de Il volo

La settimana si apre con variazioni alle quote Snai per la vittoria del 65° Festival di Sanremo: gli scommettitori sembrano dare fiducia al trio Il Volo, tanto che la loro quota, rispetto all’apertura a 16, è scesa prima a 9,00 e poi all’attuale 7,00. Al loro esordio quali concorrenti sul palco del teatro Ariston, i tre cantanti del Il Volo potrebbero raccogliere un successo più che sorprendente. Il vincitore di X Factor 2014, Lorenzo Fragola, rimane favorito con quota 5,50, mentre gli scommettitori non danno molto credito ad Alex Britti: le scommesse sul cantautore romano non decollano, almeno per ora, e la sua quota sale a 9,00, la stessa di Malika Ayane e dei Dear Jack. Nessuna variazione nelle altre quote: Annalisa, Chiara Galiazzo e Raf rimangono fermi a 11, Nina Zilli e Bianca Atzei sono stabili 13. Per Moreno Anna Tatangelo e Irene Grandi Snai offre quota 16, per Nesli 18, per Gianluca Grignani, Lara Fabian, Marco Masini e Nek (22). Sempre fermi a quota 33, e quindi assai lontani dalla vittoria le due coppie formate da Biggio e Mandelli (“I soliti idioti” e da Grazia Di Michele e Platinette.

Pure l’Aiart contro Forte Forte Forte





27
dicembre

IL VOLO – TRE COME NOI: A CAPODANNO LO SPECIALE DELLA SERIE “UNICI” SU RAIDUE

Il Volo

Il Volo

Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, più semplicemente “Il Volo”. Volo che i tre cantanti sembra abbiano davvero tutte le intenzioni di spiccare. Almeno per ciò che concerne il territorio italiano. Se oltreoceano, infatti, sono dei divi a tutti gli effetti, nel Belpaese è fuori dubbio che, almeno nelle classifiche vendita, siano meno competitivi dei più trendy del momento.

Ecco, allora, che arriva in soccorso Sanremo per iniziare a conquistare una nuova fetta di pubblico, quello da “hit parade”. E siccome non si vuole arrivare alla kermesse con poca spinta promozionale, in casa Rai sembra si siano dati un gran da fare per far conoscere i successi del famoso gruppo che ha visto i suoi natali a Ti lascio una canzone. Oltre a varie ospitate a Porta a Porta, è da poco andato in onda su Raiuno un live che ha visto i tre ragazzi presentare con sicurezza e maestria il proprio repertorio in occasione del XVIII Concerto di Natale del Senato.

Da qui l’aggancio all’altro speciale, Il Volo – Tre Come Noi, una sorta di “radiografia” in cui il gruppo si racconta e si fa raccontare. Si tratta di un nuovo appuntamento della serie “Unici” che andrà in onda su Raidue (21.10) il primo dell’anno. Lo show seguirà i nostri beniamini durante le tappe del loro ultimo tour tra segreti, aneddoti e succosi retroscena. In particolare si vedranno scene inedite girate nella metropolitana di Mosca (dove solo pochi artisti sono riusciti a girare) e al Teatro antico di Taormina, dove si sono divertiti ad intervistare Antonella Clerici, Massimo Giletti e Bruno Vespa. All’interno anche un intervento dei Pooh intenti a raccontare le peculiarità artistiche ed umane viste con l’occhio esperto di chi conosce molto bene le problematiche di un gruppo di successo. Una vera e propria cerimonia di consacrazione. offerta da Mamma Rai.


15
dicembre

FESTIVAL DI SANREMO 2015: IL CAST E’ UNA GRANDE MACEDONIA IN CUI NON POTEVA MANCARE LA FRAGOLA

Lorenzo Fragola

Lorenzo Fragola

“Una grande macedonia, fatta di frutta fresca di stagione“. Così Carlo Conti – ospite oggi al programma di Rai Radio2 “Non è un paese per giovani”, condotto da Giovanni Veronesi e Max Cervelli – ha definito il cast di big del Festival di Sanremo 2015. In effetti l’elenco dei cantanti in gara si presenta assai variegato e per lo più legato all’attualità (discografica) italiana.

Festival di Sanremo 2015, cantanti in gara: gli ex talent

Nell’elenco dei 20 brani spiccano, in primis, quelli che saranno eseguiti da ex talent. Parliamo degli ex Amici Annalisa, Dear Jack e Moreno; dei talenti lanciati da Ti Lascio Una Canzone Il Volo, e dagli ex X Factor Chiara Galiazzo e Lorenzo Fragola. Proprio quest’ultima scelta è quella destinata a far discutere. Fino a poco tempo fa, Lorenzo era un perfetto sconosciuto tant’è che lo stesso cantante non ha nascosto la sua incredulità su Twitter:

Sulla sua partecipazione al Festival, si è espresso Carlo Conti al programma di Radio 2 motivando la sua scelta: “uno che in una settimana conquista il disco d’oro non si può non considerare una realtà della musica italiana“. Ad ogni modo, si spera sia stato selezionato sulla base di un pezzo realmente forte, cui fosse impossibile dire di no.

Festival di Sanremo 2015, cantanti in gara: ritorni e novità


27
novembre

BALLANDO CON LE STELLE 2014 TENTA DI SPICCARE ‘IL VOLO’ CONTRO LA FINALE DI TU SI QUE VALES. BALLERINA PER UNA NOTTE ANCHE VALERIA MARINI

Il Volo

Milly Carlucci affila le armi e non si dà per vinta contro la concorrenza di Canale 5 targata Tú sí que vales, che da qualche settimana ha ormai preso il largo nella corsa all’auditel sul suo Ballando con le Stelle, giunto alla decima edizione. Sabato 29 novembre 2014 si consumerà l’ultimo scontro tra i due programmi; dalle parti di Rai 1 si sta mettendo a punto una semifinale che possa frenare il più possibile il talent di Maria De Filippi, che andrà in onda con la puntata finale, nella quale verrà proclamato il vincitore.

Ballando con le Stelle 2014: Il Volo e Valeria Marini ospiti della semifinale

E’ il capitolo ospiti, ovviamente, il fattore principale con il quale Ballando con le Stelle tenta di impreziosire questa penultima puntata dell’edizione 2014 del programma di Milly Carlucci. A cominciare dal trio che più di tutti sembra alzare l’asticella degli ascolti di Rai 1 (chiedere a Bruno Vespa, per intenderci): Il Volo. I tre cantanti – Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble – scoperti e lanciati da Antonella Clerici cinque anni fa a Ti lascio una Canzone e ormai in giro “in ogni dove” alla conquista del mondo, si cimenteranno nel ballo, oltre a regalare al telespettatore un’altra prova del loro indiscusso talento vocale.

Ma i tre non saranno i soli ad improvvisarsi ballerini per una notte. Sulla pista da ballo più famosa della tv, infatti, sbarcherà anche Valeria Marini, il cui nome basta e avanza per riempire ogni stagione i principali settimanali di gossip. Del suo “talento danzante”, però, in pochi ne sono a conoscenza (lei per prima, forse), ma la sua capacità di fare e dare spettacolo va oltre l’immaginazione; chi di voi non ricorda la sua “Isla Bonita” all’Isola dei Famosi 2008 con Simona Ventura?