Glee



22
gennaio

DM LIVE24: 22 GENNAIO 2012. MEGAUPLOAD BLOCCATO DALL’FBI, MONTI DALLA ANNUNZIATA, GIANNI RIVERA COME LA ARCURI, GLEE IN PRIMA SERATA SU LA5

Diario della Televisione Italiana del 22 Gennaio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Megaupload bloccato dall’FBI

pippo ha scritto alle 01:34

(ANSA) – ROMA, 20 GEN – Negli Usa l’Fbi in collaborazione con il Dipartimento di giustizia ha chiuso Megaupload e Megavideo tra i piu’ popolari archivi di film e musica online e arrestato il fondatore Kim ‘Dotcom’ che rischia 50 anni di carcere. Secondo l’accusa, l’attivita’ di Megaupload e’ costata piu’ di 500 milioni di dollari in mancati profitti ai legittimi detentori di diritti. Subito l’offensiva degli hacker: Anonymous ha reso irraggiungibili i siti del dipartimento di Giustizia, della Universal, di Ria e Mpaa.

  • Monti dall’Annunziata

pippo ha scritto alle 15:02

Mario Monti sarà l’ospite di “In 1/2 h” nella puntata di domenica 22 gennaio. Per l’occasione, il programma condotto da Lucia Annunziata, in diretta alle 14,30 sulla terza rete Rai, si protrarrà oltre i trenta minuti, e diventerà uno speciale di un’ora. (fonte ufficio stampa rai)

  • Gianni Rivera come Manuela Arcuri

Alessandro ha scritto alle 21:52

A Ballando con le Stelle il giurato Fabio Canino: “Gianni Rivera ne capisce di ballo quanto la Arcuri ne capisce di recitazione..”.

  • Glee in prima serata su La5

Markos ha scritto alle 22:07




31
dicembre

DM CHARTS: GLEE E HOW I MET YOUR MOTHER SI DIVIDONO IL TITOLO DI MIGLIOR SERIE TV DEL 2011. SEGUE AMERICAN HORROR STORY

Glee e How I Met Your Mother sono le migliori serie tv del 2011

Per il popolo di DM sono GleeHow I Met Your Mother le due migliori serie tv del 2011. Il risultato dei voti raccolti nei due sondaggi (qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook) decreta una secca parità nella sfida tra le dieci proposte della DM Chart. La popolare sitcom trasmessa negli Stati Uniti da CBS rimane al vertice delle preferenze nonostante le sue sette stagioni sulle spalle, affiancata dalla creatura di Ryan Murphy che conferma la sua enorme popolarità in rete più ancora che in tv. Proprio nel 2011, How I Met Your Mother ha avuto modo di conquistare il pubblico trovando spazio nel pomeriggio di Italia1 che ne ha trasmesso la quinta e sesta stagione in prima tv in chiaro.

Glee invece pur restando un pezzo forte del palinsesto di Fox Italia, è stata scelta sempre da Italia1 per riaccendere la fascia del preserale nei primi mesi del 2011, senza però sfondare negli ascolti come ci si poteva aspettare. La serie ambientata al McKinley High School, ha debuttato quest’anno al cinema e rimane un fenomeno televisivo per migliaia di appassionati anche in Italia. Resta un dato di fatto e cioè che nella classifica generale, How I Met Your Mother e Glee si portano a casa insieme il 42% delle preferenze, quasi la metà di tutti i voti pervenuti.

Terzo posto per American Horror Story: la terrificante serie creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk conquista il 10% dei voti. Nonostante il recente debutto su Fox Italia e la collocazione in seconda serata, le vicende della famiglia Harmon hanno creato una platea di coraggiosi affezionati. Seguono a ruota tutte le altre: NCIS con l’8% supera di un solo voto The Mentalist, seguiti a breve distanza da I Pilastri della Terra (8%). Netta parità tra Game of Thrones e The Walking Dead: entrambe si accontentano del 7% nonostante il fiume di critiche positive che si sono garantite durante l’anno.

Dopo il salto la classifica completa.


30
dicembre

DM CHARTS, VOTA LA MIGLIOR SERIE TV DEL 2011

Vota la Miglior Serie Tv del 2011

Dai fasti di Friends, X-Files e ER, passando per Lost e Prison Break, fino ai più recenti successi: la storia della televisione e quella di molte generazioni passa anche per le serie tv che ancora oggi rimangono un’isola felice per chi non digerisce gli stereotipi della fiction italiana. Per premiare la miglior serie tv dell’anno, abbiamo selezionato i titoli più acclamati e quelli più popolari in rete ma soprattutto tra quelli che abbiamo ritenuto più meritevoli per senso critico, con un occhio di riguardo anche agli ascolti sia nel contesto italiano che internazionale.

Le votazioni sono aperte sia su DM che sulla nostra pagina Facebook. Per esprimere la vostra preferenza avete tempo fino alle 23.59 del 30 dicembre 2011. Ed ecco la Top 10 che abbiamo scelto per la DM Charts:

American Horror Story (FX) – Fox. Una coppia e la loro figlia adolescente si trasferiscono da Boston a Los Angeles, inconsapevoli che la loro nuova casa è stata in passato teatro di torture ed efferati omicidi. Creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk, già autori del successo di Glee. Il pilot è colmo di urla e scene raggelanti, ma è lo stile uno dei punti di forza di questa serie coraggiosa almeno quanto i suoi intrepidi appassionati. E poi c’è Constance, la misteriosa vicina di casa interpretata da Jessica Lange. Ascolti: 229.000 spettatori per il primo episodio su Fox Italia.

Game of Thrones (Il trono di spade) (HBO) – Sky Cinema 1. Nel gioco dei troni, una guerra senza esclusione di colpi, si affrontano le dinastie dei Sette Regni di Westeros, dove le estati possono durare decenni e gli inverni un’intera vita. Nudi, sesso, violenza, tradimenti, sangue e decapitazioni: le scene crude, come i paesaggi in cui prendono vita, hanno fatto di questa serie uno degli eventi più attesi del 2011. La cura con cui sono stati realizzate le ambientazioni e l’abilità degli attori hanno garantito a Game of Thrones una pioggia di nomination e la vittoria, tra gli altri, di due Emmy Awards, tre Scream Awards e un Television Critics Association Awards come miglior nuovo programma. Ascolti: 358.000 telespettatori per i primi due episodi in onda su Sky Cinema 1.

Glee (FOX) – Fox e Italia 1. Alti e bassi per i talenti del Glee Club al McKinley High School. Un fenomeno non solo televisivo ma che è debordato nel campo musicale e ha addirittura invaso le sale cinematografiche. Lanciata da Fox, Italia 1 ha provato con evidente ritardo a farne uno dei suoi marchi di fabbrica per rilanciare la fascia del preserale, ma i risultati sono stati tutt’altro che incoraggianti. La critica è stata più tiepida nel giudicare gli episodi della seconda stagione, anche se non sono mancati nuovi riconoscimenti come le 12 nomination per i Primetime Emmy Awards 2011. Forse più all’estero che in Italia, Glee rimane una delle serie più popolari e ad alto tasso di affezione da parte del pubblico.

Qual è la migliore serie tv del 2011?

  • American Horror Story (10% con 74 Voti)
  • Game of Thrones (7% con 50 Voti)
  • Glee (21% con 145 Voti)
  • How I Met Your Mother (21% con 149 Voti)
  • I Pilastri della Terra (8% con 54 Voti)
  • Misfits (4% con 26 Voti)
  • NCIS (8% con 60 Voti)
  • The Mentalist (8% con 59 Voti)
  • The Walking Dead (7% con 50 Voti)
  • True Blood (6% con 39 Voti)

Voti Totali : 706

Loading ... Loading ...





29
settembre

DEBUTTI USA: BOOM DI DUE UOMINI E MEZZO, XFACTOR NON SORPRENDE. IN CALO GLEE E GREY’S ANATOMY. MALE CHARLIE’S ANGELS.

Ashton Kutcher

Tra sorprese e qualche delusione, è ricominciata anche la stagione tv al di là dell’Atlantico: ad inaugurare la settimana dei debutti è stata la serata dei 63° Emmy Awards seguiti da 12.4 milioni di telespettatori (in calo rispetto ai 13.5 dello scorso anno). Lunedì scorso invece è stato il giorno dell’atteso debutto di Due Uomini e Mezzo, con la new entry Ashton Kutcher a sostituire Charlie Sheen: l’attesa era tale che l’ascolto è schizzato a 27.8 milioni. La commedia della CBS ha regalato un ottimo traino alla nuova serie 2 Broke Girls, permettendole di esordire con ben 19.2 milioni di telespettatori all’ascolto.

LUNEDIDancing with the stars in calo. Nella stessa serata buon debutto anche per How I met your mother con 11.3 milioni di telespettatori nel primo episodio e 12.2 nel secondo. La premiere di Dancing with the stars si deve “accontentare” di 18.6 milioni, in calo rispetto al debutto della scorsa stagione. Sulla Fox l’ultima puntata di Hell’s Kitchen ha sfiorato i 6 milioni (5.9mln). Ancora Lunedì nell’ultimo slot della serata si registra il buon debutto di Castle con 13.6 milioni e di Hawaii 5-0 con 12 milioni, mentre la premiere della nuova serie The Playboy club si ferma a soli 5 milioni.

MARTEDI NCIS e New Girls superano Glee. Nella serata di martedì la nuova commedia della Fox New Girls con i suoi 10.1 milioni supera il debutto di Glee a 8.9 milioni. Al top della serata si posizionano i nuovi episodi di NCIS con quasi 20 milioni di telespettatori (19.96mln) che a sorpresa superano Glee anche nello share del target commerciale 18-49 anni dove NCIS registra il 12% contro l’11% di Glee. Buon esordio anche per NCIS Los Angeles con 16.7 milioni, che traina la nuova Unforgettable seguita da 14 milioni di telespettatori. Sulla ABC lo speciale di Dancing with the stars con la presentazione del cast ottiene 10.97 milioni di telespettatori che diventano 14.79 per i primi risultati del televoto.


28
settembre

GLEE: LA TERZA STAGIONE (L’ULTIMA PER IL CAST?) AL VIA STASERA SU FOX

Glee

E’ il momento di dirsi addio, o forse no: per gli alunni del McKinley High, a dir la verità non per tutti, è arrivato l’anno del diploma che significa dover abbandonare il Glee Club e gli altri Looser del gruppo. Se e chi abbandonerà la fortunata serie creata da Ryan Murphy lo scopriremo solo al termine della terza stagione di Glee, al via questa sera in prima serata su Fox con una sola settimana di ritardo rispetto alla messa in onda negli Stati Uniti.

Li avevamo lasciati a Broadway alle prese con una bruciante sconfitta alle competizioni nazionali, ma ora Rachel, Finn, Kurt e gli altri membri delle New Direction stanno per tornare sui banchi di scuola: è il “graduation year”, per dirla all’americana, ovvero l’anno più emozionante e intenso dell’intero liceo e molte cose stanno per cambiare. Chiusa la breve parentesi di buonismo, Sue tormenta di nuovo il Glee Club portando avanti una campagna di taglio fondi. La sua proposta dovrà fare i conti con la tenacia del professor Schuester che ha tutte le intenzioni di tornare a gareggiare a Broadway.

Erano ad un passo dalla vittoria: partito tra mille difficoltà come il club degli sfigati, i suoi protagonisti hanno conquistato passo dopo passo credibilità e ammirazione, stupendo il pubblico con performance mozzafiato e costumi colorati al punto giusto. Eppure a un passo dalla vittoria alle Nazionali, sono capitolati nel precipizio dei perdenti, in balia ancora dei bulli del liceo. La scalata del Glee Club riparte proprio da questo momento.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





19
settembre

EMMY 2011, I VINCITORI: SI CONFERMANO MODERN FAMILY, MAD MEN E JIM PARSON COME MIGLIOR ATTORE

Emmy Awards 2011

Poche le novità dei 63esimi Emmy Awards: il tradizionale appuntamento con le statuette che premiano il meglio della tv americana si è aperto con un musical di Jane Lynch, coach dei cheerios del liceo McKinney di Glee, che ha raccontato la magia della televisione attraversando uno dopo l’altro i set dei programmi più celebri d’Oltreoceano. Il momento topico è stato l’incontro con i personaggi di Mad Men, e Jane che ha raccontato loro il futuro: le donne potranno sposare altre donne, ma dovranno comunque andare a letto con gli uomini per arrivare al top. E di fronte alla notizia di una tv che si potrà vedere anche sui telefoni, i famosi pubblicitari degli anni sessanta sono andati in tilt.

Nella cornice del Nokia Theatre di Los Angeles, a far man bassa delle ambite statuette sono stati ancora una volta Modern Family premiata come miglior commedia, e Mad Men come miglor serie drammatica. Tra le commedie l’ha spuntata ancora il solito Jim Parson come miglior attore per il suo ruolo in The Big Bang Theory, mentre Melissa McCarthy di Mike & Molly è la miglior attrice. Kyle Chandler di Friday Night Lights è stato riconosciuto come miglior attore di una serie drammatica, mentre Julianna Margulies è la miglior attrice per aver interpretato Alicia Florrick in The Good Wife.

Chi si aspettava l’esplosione di Games of Thrones sarà rimasto deluso: il cast si è dovuto accontentare del riconoscimento a Peter Dinklage come miglior attore non protagonista in un drama per aver interpretato Tyrion Lannister. Tra gli altri, Grey’s Anatomy torna a vincere grazie a Loretta Devine, miglior attrice guest star in un drama mentre Gwyneth Paltrow regala un Emmy a Glee come miglior attrice guest star in una commedia. Di seguito una selezione di vincitori delle categorie più importanti.


18
settembre

EMMY AWARDS 2011: LA 63^ EDIZIONE STANOTTE SU SKY UNO. LA MINISERIE MILDRED PIERCE E MAD MEN I PIU’ NOMINATI

Jane Lynch

Puntuale come ogni anno, torna l’attesissimo appuntamento con gli Emmy Awards, ovvero i prestigiosi Oscar della tv americana assegnati alle migliori produzioni del piccolo schermo. L’edizione numero 63 sarà trasmessa in Italia da  SkyUno (canale 109)  nella notte tra domenica 18 e lunedì 19 settembre. Si  partirà all’1,00 con il red carpet commentato da Martina Riva e Francesco Castelnuovo, per proseguire poi alle 2,00, con la messa in onda in versione integrale della cerimonia di premiazione, condotta quest’anno dall’attrice Jane Lynch, la Sue Sylvester di Glee.

Tante le serie e i film tv in lizza per ricevere l’ambita statuetta. Record di nomination, ben 21, per Mildred Pierce, l’intensa miniserie targata HBO con Kate Winslet e Melissa Leo, in arrivo in Italia su Sky Cinema a partire dal 14 ottobre. 19 le nomination di Mad Men, la serie-capolavoro trasmessa in Italia sui canali Fox e Rai4 già premiata in passato con 13 statuette. Un’altra pioggia di candidature, ben 18, è arrivata a Boardwalk Empire, la gangster story targata HBO, prodotta da Martin Scorsese e interpretata da Steve Buscemi. In gara con 13 nomination ciascuna: Game of throne, serie fantasy in arrivo a fine ottobre su Sky Cinema, la serie comica 30 Rock con Tina Fey e Alec Baldwin, attualmente in onda su Rai4 e Modern Family, la serie con protagonista la famiglia più anticonvenzionale della TV, in onda su FOX e Cielo.

11 nomination sono andate al tv movie Too big to fail, cruda ricostruzione della crisi finanziaria del 2008 e del fallimento del colosso Lehman Brothers, diretta dal premio Oscar Curtis Hanson. Sono 9 invece le candidature assegnate a Cinema Verite, il film di HBO con Diane Lane, Tim Robbins e James Gandolfini, che ripercorre il dietro le quinte del docu-reality di PBS “An American Family”, che negli anni ’70 fece clamore come primo esempio di televisione-verità. Conquista 7 nomination la miniserie-evento I Pilastri della terra, tratta dal best seller di Ken Follett e prodotta da Ridley e Tony Scott.


11
settembre

IL SEQUEL DI MILA E SHIRO E GLEE NEL NUOVO DAYTIME DI ITALIA 1

Mila e Shiro - Il sogno continua

Qualche novità, alcuni titoli già visti, cambi di collocazione e una mattinata completamente rinnovata e dedicata ai documentari in stile Real Time nel nuovo palinsesto autunnale di Italia1 in partenza domani. Non si può dire che Luca Tiraboschi non stia provando a dare un’identità a un canale con problemi di budget e impossibilitato a dar vita a produzioni autonome se non in prime time, pensate all’assenza di un game show in access, slot ancora occupato dalle repliche di CSI Miami.

A destare maggiore curiosità è il sequel del cartoon cult Mila e Shiro (sottotitolo: Il sogno continua). Le avventure dei due pallavolisti, declinate in 52 episodi, andranno in onda alle 17.25 introdotti dalla nuova sigla cantata dall’evergreen Cristina D’Avena. Si tratta di una produzione cino-giapponese creata in occasione delle Olimpiadi di Pechino del 2008 dove troviamo il giovane allenatore Shiro alle prese con l’arduo compito di condurre alla vittoria dei Giochi la squadra della Dragon Ladies avvalendosi dell’aiuto dell’amata Mila. L’anime cederà poi la linea allo storico Lupin che torna sugli schermi di Italia1 con il compito di trainare l’edizione pomeridiana di Studio Aperto dopo una vita trascorsa nel più semplice orario prandiale.

Nel primo pomeriggio, invece, confermatissimo il doppio appuntamento con I Simpson (alle 13.40 e alle 14.05) – anche in estate il programma più visto della rete – troviamo alle 14.35 il ritorno del cult What’s my destiny Dragon Ball seguito alle 15 dalla sit com made in USA The big bang theory. L’auspicio è che uno dei prodotti migliori della comicità americana di questi ultimi anni (dopo il semiflop dello scorso anno nella fascia preserale) trovi il successo che merita in una collocazione oraria che ha consacrato in primavera l’ottimo How I met your mother. Destinato al pomeriggio anche un altro prodotto che nella passata stagione ha faticato non poco nello slot tardo pomeridiano. Stiamo parlando del fenomeno internazionale Glee in onda a partire dalle 16.30 (preceduto da Chuck alle 15.35): previste le repliche della prima stagione che accompagneranno lo spettatore ai nuovi episodi ancora inediti sulla tv free dopo la messa in onda su Fox. Sarà la collocazione giusta? Noi siamo un po’ diffidenti, non sarebbe stato meglio mandarlo in onda alle 15 e – solo una volta terminati gli episodi – sostituirlo con The big bang theory?