Giorgio Pasotti



2
giugno

A TESTA ALTA: QUESTA SERA SU RAI 1 IL FILM TV DEDICATO AI MARTIRI DI FIESOLE

A testa alta - I martiri di Fiesole

Oggi, 2 giugno 2014, ricorre la festa della Repubblica Italiana e Rai 1 decide di celebrarla mandando in onda il film tv A testa alta – I martiri di Fiesole, una storia vera e pregna di coraggio ed altruismo, che ha per protagonisti i giovani ed eroici carabinieri in servizio in una piccola caserma di Fiesole nel pieno della seconda guerra mondiale.

A testa alta: il cast

La tragedia che li vide protagonisti rivive dunque sugli schermi nel bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri e vede tra gli interpreti alcuni volti noti al pubblico del piccolo schermo: Giorgio Pasotti, Ettore Bassi, Nicole Grimaudo, Raffaella Rea, Johannes Brandrup (La ladra, Tutta la musica del cuore) e David Coco (Sposami, Baciamo le mani) accompagnano i tre protagonisti del sacrificio finale Giovanni Scifoni (visto da poco nel film tv La tempesta), Marco Cocci (Medicina Generale) e Alessandro Sperduti (Orgoglio, I liceali).

La regia del film tv targato Rai Fiction, che ha richiesto un attentissimo lavoro di ricostruzione scenografica e di reperimento di divise e in generali costumi dell’epoca, è affidata a Maurizio Zaccaro mentre la produzione è di Sergio Giussani per Ocean Productions. Una delle pagine più nere della storia italiana viene qui mitigata dal ricordo di quanto i tre giovanissimi Fulvio Sbaretti, Alberto La Rocca e Vittorio Marandola fecero per salvare la vita di dieci civili e che valse loro la Medaglia d’Oro al Valor Militare.

A testa alta: la trama




8
aprile

NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA: DOMENICA 27 APRILE SU RAI1 IL FILM TV SU GIOVANNI PAOLO II

Non Avere Paura - Un'Amicizia con Papa Wojtyla

Il 27 aprile prossimo è prevista la doppia canonizzazione dei papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Un appuntamento atteso dai tantissimi fedeli, molti dei quali, pronti a raggiungere Roma per assistere in prima persona alla cerimonia officiata da Papa Francesco. La Rai, che seguirà l’evento con dirette e speciali, cavalcando l’onda lunga dell’evento, proporrà proprio il 27 aprile in prima serata su Rai1, Non avere paura – Un’amicizia con Papa Wojtyla, film diretto da Andrea Porporati e realizzato dalla Dap dei Fratelli De Angelis in collaborazione con Rai Fiction, Trentino Film Commission e Trentino Turismo e Promozione.

Il tv movie, che racconta la grande passione per la montagna di Papa Giovanni Paolo II, è tratto dal libro Era Santo Era Uomo di Lino Zani, guida alpina di origini bresciane che nel 1984 gestiva il rifugio Ai caduti dell’Adamello, e che ebbe l’onore e il piacere in quell’anno di accompagnare il Papa in lunghe escursioni sulle montagne. A vestire i panni dell’amato Pontefice sarà l’attore russo Aleksei Guskov, mentre Lino Zani avrà il volto di Giorgio Pasotti.

Fra gli interpreti del film tv anche Claudia Pandolfi, di ritorno in una fiction Rai, Katia Ricciarelli, Fabio Fulco e Giuseppe Cederna. Quest’ultimo vestirà i panni dell’allora presidente della Repubblica Sandro Pertini che, nel 1984, accompagnò Papa Wojtyla in Adamello. Non avere paura è stato girato in Trentino durante la scorsa estate, sul ghiacciaio della Presena e a Madonna di Campiglio.

Non avere paura – Un’amicizia con Papa Wojtyla – Foto


28
febbraio

WILD: CHI CONDURRA’ CON FIAMMETTA CICOGNA?

giorgio Pasotti wild

Giorgio Pasotti (getty images)

Wild – Oltrenatura, il programma di Italia 1 che porta il pubblico alla scoperta della natura selvaggia, è pronto a tornare. Per il prossimo mese di maggio è infatti prevista la messa in onda della settima stagione, che vedrà come sempre in prima linea la storica conduttrice Fiammetta Cicogna, già attrice, modella e da ormai alcuni anni volto di punta della rete “giovane” di casa Mediaset.

Wild – Oltrenatura: a maggio la settima stagione su Italia 1

Se il ruolo della Cicogna nel programma ha subito un grosso cambiamento con l’avvio della quinta stagione – è infatti passata da semplice narratrice ad esploratrice del luoghi più impervi e degli scenari più particolari proposti nelle puntate -, adesso le cose sembrano destinate a trasformarsi ulteriormente. Secondo il settimanale Chi, infatti, con la ripresa del programma ci sarà anche l’introduzione di un nuovo conduttore che andrebbe ad affiancare la Cicogna. Di chi si tratta?

Wild – Oltrenatura: Giorgio Pasotti o Primo Reggiani alla conduzione con Fiammetta Cicogna?

Il settimanale parla di due nomi in pole position: Giorgio Pasotti e Primo Reggiani. Il primo, volto noto per il pubblico televisivo avendo preso parte a fiction come Distretto di polizia e E poi c’è Filippo, per questo 2014 sarà già protagonista di ben tre pellicole cinematografiche e due prodotti per il piccolo schermo: Era santo, era uomo e A testa alta. Reggiani, invece, già visto in Orgoglio, Raccontami e R.I.S. Roma, dovrebbe a breve riprendere i panni di Stefano Rengoni nella terza stagione di Una Grande Famiglia.





16
gennaio

ANITA: VALERIA SOLARINO DEBUTTA QUESTA SERA IN TV NEI PANNI DELL’EROINA RISORGIMENTALE

Anita - Valeria Solarino

RaiFiction rende omaggio ai 150 anni dell’unità d’Italia con la miniserie Anita, in onda questa sera e domani alle 21,10 su Rai1. La fiction prodotta dalla Goodtime dell’ex moglie di Italo Bocchino, Gabriella Buontempo, e da Massimo Martino, vedrà Giorgio Pasotti nel ruolo di Giuseppe Garibaldi. Ma la vera protagonista sarà Valeria Solarino, nei panni della brasiliana Ana Maria de Jesus Ribeiro da Silva, per tutti Anita, la donna che, appena diciottenne, si innamorò perdutamente di un uomo tanto più grande di lei, lo sostenne nei suoi ideali, lo seguì nelle sue avventure, gli diede quattro figli e morì con il quinto ancora in grembo.

Diretta da Claudio Bonivento e tratta da un soggetto di Massimo De RitaMario FalconeAmedeo Minghi, quest’ultimo autore anche della colonna sonora, la fiction racconta la vita dell’eroina risorgimentale – vera e propria icona femminile – a partire dal fatidico incontro con l’Eroe dei due mondi. Una storia d’amore fra due giovani di culture molto distanti fra loro, uniti però dalla stessa passione e dagli stessi ideali.

Ricchissimo il cast della miniserie che, oltre a Valeria Solarino e Giorgio Pasotti, vede la presenza di Tosca d’Aquino,  Fabio Galli,  Nini Salerno, Thamisanqa Molepo, Bruno Conti, Mauro Marino, Lorenzo Roma, Jonis Bascir, Gianfelice Facchetti, Filippo Scarafia, Pietro Ghislandi, Alessandro Lombardo, Francesca Cavallin, Cristina Moglia, Giorgio Gobbi e Nicoletta Romanoff.

Dopo il salto la trama completa della fiction


27
luglio

L’AMORE NON BASTA…CAMBIARE IL TITOLO NEPPURE.

L'amore non basta (quasi mai)

L’esperienza dovrebbe insegnarlo. Se un prodotto tv non trova il consenso di pubblico, al suo debutto, difficilmente potrà migliorare le proprie performance nei successivi appuntamenti. Qualsiasi cambiamento, apportato in corso d’opera, si rivelerà puntualmente vano. Ad avvalorare la nostra tesi troviamo l’infelice esordio de L’amore non basta (quasi mai), fiction nata dalle ceneri della sfortunata Due mamme di troppo.

Il primo appuntamento con la serie diretta da Antonello Grimaldi ha portato a casa appena 2.263.000 telespettatori e il 12,01% di share. Oltre 800.000 persone in meno rispetto alla puntata d’esordio di Due mamme di troppo, che lo scorso 26 novembre ottenne una media di 3.094.000 spettatori e dell’11,65% di share. A nulla è valso dunque cambiare titolo, effettuare nuove riprese in quel di Parigi, incentrare la trama sulla storia d’amore tra Giorgio Pasotti e Sabrina Impacciatore, e ridurre il ruolo delle mamme “di troppo”, Angela Finocchiaro e Lunetta Savino.

Se la speranza è l’ultima a morire, e conquistare il meno esigente pubblico estivo poteva rappresentare un obiettivo facilmente raggiungibile, è anche vero che a cambiare l’ordine degli addendi, il risultato non cambia. La fiction prodotta da Mediaset con Rainieri Made e Fuscagni Comunicazione, pur vantando un cast di tutto rispetto, ha mostrato sin dal suo esordio una trama sin troppo prevedibile. Il vecchio cliché della suocera invadente (seppur ridimensionato in questa versione rieditata), unito al conflitto sociale, ovvero l’amore tra il ricco e ambizioso Alessandro e la più modesta Rita, artista costretta a fare i conti con il precariato,  ha portato la serie, tra dialoghi e battute prevedibili, a muoversi su binari ampiamente abusati da cinema e tv.





20
luglio

L’AMORE NON BASTA (QUASI MAI): STASERA SU CANALE 5 LA VERSIONE RIVEDUTA E CORRETTA DI DUE MAMME DI TROPPO

L'amore non basta (quasi mai)

Lo scorso 26 novembre il primo episodio di Due mamme di troppo ottenne una media di appena 3.094.000 telespettatori e dell’11,65% di share. Risultati, decisamente al di sotto delle aspettative, che portarono all’immediata sospensione della fiction con protagoniste Lunetta Savino e Angela Finocchiaro. Il basso riscontro di pubblico non ha però scoraggiato i vertici di Canale 5, decisi a puntare ancora sulla serie che da questa sera alle 21,10 torna in una versione riveduta e corretta.

Dopo l’insuccesso d’ascolti, gli sceneggiatori si sono messi da subito a lavoro apportando importanti modifiche alla fiction. Riuniti cast tecnico e artistico, sono state girate in quel di Parigi nuove scene, mentre in fase di montaggio si è deciso di rivisitare l’intera storia, favorendo nella trama la giovane coppia composta da Giorgio Pasotti e Sabrina Impacciatore piuttosto che le due simpatiche consuocere. Un ritorno in qualche modo al soggetto originario del film tv da cui la serie è stata tratta. Nel pilot andato in onda a gennaio del 2009, seguito da 5.524.000 telespettatori (22,41% di share), erano infatti  i due fidanzati i veri protagonisti. A porre ulteriormente l’accento sulla svolta data alla trama, anche il nuovo titolo, L’amore non basta (quasi mai).

Non è la prima volta che Canale 5 si cimenta in un’operazione di questo genere o quasi. Nell’estate del 2008 lo stesso Giorgio Pasotti in coppia con Giulia Michelini vide la fiction Chirurgia d’emergenza, della quale era tra i protagonisti, cambiare in corsa il titolo in La scelta di Laura. Ben più invasivi furono invece nel 1992 i tentativi di restyling della sfortunata serie tv Senza Fine. La fiction con protagonisti Vanessa Gravina e Fabio Galli, dopo lo sfortunato debutto su Canale 5, venne rimontata, ri-doppiata e mandata in onda in prima serata su Rete 4 con il nuovo titolo Camilla parlami d’amore. I risultati, rivelatisi ancora una volta deludenti, portarono gli sceneggiatori a prendere in mano nuovamente le puntate e trasformare i 27 episodi da 90 minuti ciascuno, in 70 appuntamenti da destinare al day time. Anche nel nuovo formato e nella nuova collocazione, le disavventure della povera Camilla perseguitata dal malvagio Tirelli (Pino Colizzi) non trovarono però il consenso del pubblico.


27
maggio

FICTION: MICAELA RAMAZZOTTI METTE SU FAMIGLIA E BELEN RODRIGUEZ CERCA (ANCORA) MARITO

Belen Rodriguez

Belen Rodriguez come la sora Camilla, tutti la vonno e nissuno la pija. Ci tocca rispolverare il popolare detto romano, per raccontare quanto sta curiosamente accadendo alla bella showgirl argentina. Se nella realtà continua tra gossip e colpi di scena, la chiacchierata storia d’amore con Fabrizio Corona, sul set della miniserie Sposami, che la vedrà a breve protagonista, la Rodriguez non riesce proprio a trovar marito. Un bel problema per la serie Rai in 6 puntate prodotta da Ida Di Benedetto, il cui primo ciak è fissato a Trieste per i primi di luglio. Venuta meno la presenza di Luca Argentero, anche le voci che vedrebbero come protagonista maschile Daniele Pecci sembrano non trovare ancora conferme.

Ad aver già trovato marito e messo su famiglia è invece Micaela Ramazzotti, protagonista di Un matrimonio, la miniserie in 6 puntate prodotta e diretta dai fratelli Pupi e Antonio Avati per Rai Fiction. La serie che ripercorre cinquant’anni di storia italiana attraverso la vita di un’inseparabile coppia con tre figli, vedrà nel ruolo del marito della Ramazzotti l’attore Flavio Parenti, presto protagonista anche del film tv Le stragi del Sabato sera.

Altra coppia per fiction presto in tv è quella composta da Valeria Solarino e Giorgio Pasotti, pronti ad interpretare i ruoli di Anita e Giuseppe Garibaldi, nella miniserie Anita. Il film tv in due parti, destinato a Rai1, sarà sul set a fine maggio.


30
novembre

DUE MAMME DI TROPPO E’ STATA SOSPESA. COSA RISERVERA’ LA SORTE ALL’ ENNESIMA FICTION FLOP DEL BISCIONE?

Due mamme di troppo

Come avevano previsto i nostri attenti lettori, dopo i magrissimi risultati ottenuti dalla prima puntata andata in onda venerdì scorso (3.094.000 spettatori con uno share dell’11.65%), la fiction Due mamme di troppo è stata sospesa. La notizia è confermata da un promo appena passato all’interno di Pomeriggio cinque, nel quale veniva annunciata la messa in onda  – per la serata di venerdì 3 dicembre -  del film “Ti va di ballare?” con Antonio Banderas.

Possiamo dunque affermare che la fiction con Angela Finocchiaro, Lunetta Savino, Sabrina Impacciatore e Giorgio Pasotti – prendendo in prestito un termine calcistico - “non mangerà il panettone”. Resta da interrogarsi sui motivi del basso riscontro di audience: sceneggiatura debole? Collocazione inadeguata? Trama più adatta ad un film tv che ad una serie a puntate?

La notizia assume i contorni del giallo se si pensa che nel sito ufficiale di Mediaset non c’è più alcuna notizia relativa a Due mamme di troppo. Non è ancora chiaro se la sospensione sia solo momentanea (con eventuale ricollocazione in altro periodo o in altra fascia oraria) o si sia optato per un declassamento tout court con annesso spostamento su La5 (più probabile) o Rete4.