Fiction



13
giugno

STESSI PERSONAGGI IN CERCA D’ATTORE

Beppe Fiorello

Da qualche anno il cinema italiano è appannaggio di un gruppo di attori che ritroviamo in tutte le salse, e molto spesso tutti insieme: Raoul Bova, Paola Cortellesi, Anna Foglietta, Marco Giallini, Ambra Angiolini, Edoardo Leo e pochi altri sono diventati dei volti simbolo, e non è affatto detto che sia un male. L’aspetto positivo è quello di vederli calati per forza di cose in ruoli sempre diversi, nei quali mettersi alla prova dimostrando di avere stoffa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




9
giugno

CRISTIANA CAPOTONDI SARA’ LUCIA ANNIBALI NELLA FICTION RAI “IO CI SONO”

Cristiana Capotondi sul set di Io ci Sono

La drammatica vicenda di Lucia Annibali, l’avvocato sfigurata dall’acido per mano di due sicari assoldati dal suo ex fidanzato, è pronta rivivere nella fiction Io ci sono, le cui riprese sono partite lo scorso 23 maggio a Pesaro. Nel ruolo della Annibali l’attrice Cristiana Capotondi, mentre a rivestire i panni dell’ex fidanzato Luca Varani, troviamo l’attore Alessandro Averone.


3
giugno

SACRIFICIO D’AMORE: AL VIA TRA TORINO E CARRARA LE RIPRESE DELLA NUOVA FICTION IN COSTUME DI CANALE 5

Sacrificio d'amore - Cast

Un anno fa, al termine della terza stagione de Le Tre rose di Eva, Endemol Shine rese nota la volontà di creare una nuova lunga serialità per Canale 5, dal titolo Sacrificio d’amore. Ben poco si sapeva allora sul cast e sulla trama di questo nuovo feuilleton ma oggi, finalmente, la fiction sta prendendo forma. Sono partite, infatti, le riprese delle ventidue puntate da ottanta minuti ciascuna che allieteranno (si spera) il pubblico Mediaset.





2
marzo

RAI PREMIUM DI NUOVO A TUTTA FICTION (O QUASI)

Rai Premium

Per andare avanti qualche volta bisogna tornare indietro, si dice così. E, se dovessimo trovare un canale che incarni questo motto nel panorama televisivo italiano, quel canale sarebbe senz’altro Rai Premium, che negli ultimi tempi sta effettuando un ritorno alle origini, perse nei meandri di una sperimentazione senza capo né coda che negli scorsi anni lo ha penalizzato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


1
settembre

GRAND HOTEL E L’ONORE E IL RISPETTO 4 INAUGURANO LA STAGIONE TV. RAI 1 PARTE CON LA PEGGIORE SCELTA POSSIBILE

Tonio Fortebracci

Primo giorno di settembre e prima grande sfida televisiva della stagione 2015/2016: Rai 1 e Canale 5 caleranno i primi assi, pronti a sfidarsi in una battaglia all’ultimo punto di share. L’ammiraglia di Viale Mazzini schiera in campo Grand Hotel, l’ammiraglia del Biscione la quarta parte de L’Onore e il Rispetto.





26
giugno

LUISA SPAGNOLI: LA RANIERI SARA’ LA DONNA CHE HA INVENTATO I BACI DI CIOCCOLATO

Luisa Ranieri

Proseguono in Rai i lavori per la nuova stagione televisiva, in particolare quelli relativi all’universo fiction che è ormai il fiore all’occhiello dell’azienda pubblica. Tanti i set aperti e continui gli aggiornamenti che arrivano rispetto ai cast; l’ultimo riguarda la miniserie sulla vita di Luisa Spagnoli, la stilista scomparsa nel 1935 il cui marchio continua ad essere garanzia di eleganza e bellezza per molte donne dello spettacolo e non solo.

Luisa Ranieri torna alla fiction interpretando Luisa Spagnoli

Stando a quanto leggiamo su Tv Sorrisi e Canzoni sarà un’omonima a prestarle il volto, ovvero Luisa Ranieri, attrice napoletana che in tv ha mosso i suoi primi passi nel 2001 con un spot televisivo di cui tutti ricordiamo il tormentone “Anto’, fa caldo“. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e la Ranieri – che aspetta la seconda figlia dal marito Luca Zingaretti – ha nel frattempo collezionato molti ruoli rilevanti sia sul piccolo che sul grande schermo, ma ancora le mancava un’opportunità da unica protagonista. Se escludiamo la conduzione di Amore Criminale su Rai 3.

Luisa Spagnoli: una fiction sulla sua vita

La miniserie di Rai 1 ruoterà tutta attorno a una donna che ha lasciato un segno importante in più settori, una figura che dunque ben si inserisce nel progetto del direttore Rai Fiction Tinni Andreatta di puntare sempre e ancora sulle donne che con il loro contribuito hanno fatto la storia del nostro paese. E Luisa Spagnoli è stata una donna in carriera che ha sfidato e precorso i tempi, partendo da un allevamento di conigli d’angora ed arrivando a creare una linea d’abbigliamento che porta il suo nome. Nonché una che ha aiutato le altre donne semplificando la loro vita: suo, infatti, il primo nido aziendale mai aperto in Italia.


21
maggio

FICTION NEWS: ROCIO MUNOZ MORALES BALLA IL TANGO, DIONISI VA AL FRONTE, LA MASTRONARDI STUDIA MEDICINA LEGALE

Rocio Munoz Morales

Con l’arrivo della bella stagione si moltiplicano i set aperti in giro per l’Italia. Diverse le novità che attendono i telespettatori nella prossima stagione tv.

Non Uccidere – Monica Guerritore nel cast

A Torino e dintorni da alcune settimane si gira Non Uccidere, la nuova fiction poliziesca destinata a Rai3, cui spetta il non facile compito di rilanciare i centri di produzione tv del capoluogo piemontese. La serie, composta di 12 appuntamenti, è diretta da Giuseppe Gagliardi e racconta la storia del commissario Valeria Ferro – interpretato da Miriam Leone - alle prese, in ogni puntata, con delitti legati all’ambiente familiare, come uxoricidi e parricidi. Nel cast, oltre all’ex Miss Italia, Matteo Martari, Thomas Trabacchi, Davide Iacopini, e Monica Guerritore. Quest’ultima, di ritorno in tv dopo l’esperienza della miniserie Trilussa – Storia d’amore e di poesia, interpreterà il ruolo della madre della protagonista. Guest star di una puntata anche Gian Marco Tognazzi.

Il Tango della Libertà – Alessandro Preziosi e Rocio Munoz Morales in una fiction ambientata negli anni ‘70

Sempre a Torino, sono iniziate lo scorso 11 maggio le riprese de Il Tango della Libertà, fiction destinata a Rai1, con protagonista maschile Alessandro Preziosi. Al suo fianco, dopo l’esperienza di Un passo dal Cielo 3, e il ruolo di valletta all’ultimo festival di Sanremo, ci sarà Rocio Munoz Morales. Ambientata negli anni ’70 e prodotta da Federico Scardamaglia, la serie vede dietro la macchina da presa Alberto Negrin, che ritorna a Torino, dopo la realizzazione nel 2013 delle fiction Qualunque cosa succeda, incentrata sulla vita di Giorgio Ambrosoli, e Un mondo nuovo, la fiction su Altiero Spinelli. Le riprese in Piemonte termineranno il 20 giugno 2015, poi la produzione si sposterà per alcune giornate di riprese in Argentina.

Il Confine – Stefano Dionisi al fronte nella miniserie sulla Grande Guerra


18
febbraio

L’ORIANA: NELLA FICTION DI RAI1 UNA FALLACI ‘DIMEZZATA’ E POLITICAMENTE CORRETTA

L'Oriana, Vittoria Puccini

Chissà cosa avrebbe detto, Oriana Fallaci, vedendo la propria vita rappresentata in una fiction. Proprio lei, che era così perfezionista su tutto ciò che la riguardava e che – ricorda Vittorio Feltri – “su una parola perdeva mez­za giornata, su una virgola un paio d’ore“. Forse avrebbe accennato un sorriso, forse no. Non lo sapremo mai, anche perché la giornalista era per sua indole spiazzante, impetuosa, complicata: caratteristiche, queste, che abbiamo ritrovato leggendo i suo scritti ma non nella visione de L’Oriana.

La fiction di Rai1, interpretata da Vittoria Puccini, ha infatti provato a condensare in due puntate la storia della scrittrice fiorentina, senza però riuscire a coglierne tutte le sfaccettature. Così, sugli schermi è andata in onda un’Oriana dimezzata, poco realistica e piuttosto agiografica. Tale carenza non è da attribuire all’attrice protagonista, la quale – pur avendo un viso troppo etereo per somigliare davvero alla giornalista – ha interpretato il difficile ruolo con impegno. Il vero difetto della miniserie prodotta da Fandango e Rai Fiction lo abbiamo riscontrato nella sceneggiatura.

In essa non abbiamo percepito alcuna tensione narrativa, ma soltanto una rapidità che ha trasformato la trama in una semplice successione di eventi. Molto lo spazio riservato alla storia d’amore con Alekos Panagulis, poco quello dedicato al rapporto viscerale che la giornalista aveva con la scrittura. Abbiamo apprezzato la scelta di far pronunciare alla protagonista alcune frasi de l’Oriana vera, che perlomeno hanno permesso al pubblico di avvicinarsi alla giornalista. Chissà che qualche telespettatore, incuriosito, non abbia deciso di approfondirne la figura, soprattutto in quegli aspetti che la fiction ha trascurato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,