Festival di Sanremo 2013



14
febbraio

SANREMO 2013: LUCIANA LITTIZZETTO INNAMORATA DELLA VENIER E “STONATA” DA ALBANO

Mara Venier e Luciana Littizzetto a La vita in diretta

Lontana dalla contagiosa “empatia” di Carla Bruni e dai due metri di gambe sfoggiate da Bar Refaeli, Luciana Littizzetto è la vera première dame di questa 63esima edizione del Festival di Sanremo. Elegante, divertente, autoironica, ficcante quanto basta, la Lucianina nazionale è riuscita a calibrare, sul palco più temuto del piccolo schermo, un coktail di comicità e intelligenza davvero difficile da preparare, anche per il più esperto barman in circolazione. E così, dopo gli ottimi risultati d’ascolto riscossi nelle prime due puntate, Luciana si concede ai microfoni de La vita in diretta, interrogata da una divertita e complice Mara Venier.

Il feeling delle due donne è palpabile e vivido fin dai primi attimi del collegamento, tanto da spingere la Littizzetto a invitare la Venier sul palco dell’Ariston per giurarle eterno amore: “Mara saliamo sul palco e facciamo come la coppia gay la prima sera, ti prego!”. Sotto le risate scroscianti della conduttrice di Buon Pomeriggio Italia, la Littizzetto continua a rendicontare la sua esperienza sanremese, l’ansia da prestazione della prima sera, i brividi di freddo per essere rimasta sul cocchio di Cenerentola per tre quarti d’ora prima dalla diretta e il profonda affetto che la lega a Fazio Fazio, che “lo vedete tranquillo sul palco, ma dietro le quinte è irrefrenabile e peggio della mamma: devi metterti qua, saluta, ringrazia, schiena dritta….

La chiacchierata prosegue con le anticipazioni di questa terza serata, del balletto di 200 donne che invaderanno il palco dell’Ariston quale tributo alla difesa dei diritti delle donne e alla lotta al femminicidio e dell’ospitata di Albano che sarà insignito, così come Toto Cutugno, del Premio alla Carriera. “Non avevo mai ascoltato Albano dal vivo, ma cavolo ha una voce che spacca i timpani! Sono completamente stonata.. Poi chiede magari di rifare e la voce è sempre più forte. Alla fine gli portiamo un microfono di zucchero, perché con quello vero spaccherebbe i vetri” ironizza Luciana parlando del cantante di Cellino San Marco che torna a Sanremo dopo due anni di assenza. Riuscirà la terza serata a non deludere le aspettative e a tener alta la qualità e stabile l’audience?




14
febbraio

SANREMO 2013: SALTA CARLO VERDONE IN GIURIA

Carlo Verdone e Fabio Fazio

Si allunga la lista dei forfait al Festival di Sanremo 2013. Dopo quello dei Ricchi e Poveri, colpiti da un grave lutto, e del maestro Barenboim, arriva quello di Carlo Verdone. L’attore romano avrebbe dovuto far parte della Giuria di qualità che entrerà in scena domani sera con la finale dei giovani, ma per motivi di salute non parteciperà alle votazioni. Ecco le dichiarazioni di Verdone all’Ansa:

Sono davvero dispiaciuto perche’ sono una persona che quando prende un impegno lo mantiene. Mi dispiace molto per Fabio Fazio e per il direttore di Rai1 Giancarlo Leone ma non ce la faccio stasera (in realtà domani, ndr) a partecipare alla Giuria di qualità al Festival di Sanremo, ho la faccia gonfia, per un ascesso al dente come Marlon Brando nel Padrino”.

Solo ieri Verdone aveva rilasciato un’intervista al Corriere della sera riguardo la sua partecipazione a Sanremo, dichiarando l’intenzione di frenare il televoto che favorisce parenti e amici e sottolineando di aver accettato questo ruolo (senza alcun compenso) per l’amicizia che lo lega a Fabio Fazio.


14
febbraio

SANREMO 2013: MENGONI DOMINA LA CLASSIFICA ITUNES

Marco Mengoni

Qualche anno fa, il successo di una canzone del  Festival di Sanremo lo percepivamo il sabato della finale. Se l’ultima sera già la cantavamo, allora ne era prevedibile il successo, che però sarebbe stato confermato solo la settimana successiva dopo aver comprato Tv Sorrisi e Canzoni e aver studiato le classifiche! Questo un po’ di anni fa. Oggi, invece, si va su I Tunes, dove è possibile monitorare praticamente in tempo reale l’andamento dei brani. Gli artisti che si sono presentati a Sanremo 2013 sono più o meno tutti visibili nella classifica. Il dato incontrovertibile è che su I Tunes e sulle radio Marco Mengoni “tira”. Sue – al momento – la prima e la sesta posizione dei singoli più scaricati con rispettivamente L’essenziale e Bellissimo.

Com’era prevedibile, La canzone monotona di Elio e Le Storie Tese è già il tormentone, che però nessuno riesce a cantare, e, in questo momento, è già terza. Il singolo dei Modà, Se si potesse non morire, è passato velocemente dall’ottavo al quarto posto (l’album, Gioia, invece è direttamente arrivato al primo posto). Chiara, che ormai gli abbiamo abbonato sia il cognome sia la qualifica di ultima vincitrice di XFactor, è all’undicesimo posto con Il Futuro che Sarà, scalzata dalla prime dieci posizioni da Malika Ayane, all’ottavo con E se poi (e al dodicesimo con Niente ).

E ancora Raphael Gualazzi al diciannovesimo con Sai (Ci Basta un Sogno) e, a due posizioni dopo di lui, Daniele Silvestri con A Bocca Chiusa. Fuori dalla top ten anche i due pezzi presentati da Annalisa, che probabilmente paga lo scotto di essersi presentata in versione “meno amica”, Non so ballare è al sedicesimo posto e Scintille al tredicesimo. Maria Nazionale, per la quale qualcuno azzarda addirittura la previsione del podio, compare per la prima volta al settantacinquesimo posto.





14
febbraio

SANREMO 2013 – MARINA RIPA DI MEANA CONTRO IL FESTIVAL: “FAZIO SEMBRA UN CURATO DI CAMPAGNA”

Un primo piano di Marina Ripa di Meana

Si inchina agli ascolti ma per lei è un Festival “albanese”. A parlare è l’eccentrica Marina Ripa di Meana che, durante l’anteprima odierna de La vita in diretta – Buon Pomeriggio Italia – tuona non solo contro la kermesse, non di suo gradimento, ma anche contro i conduttori. Queste le sue affermazioni al veleno su Fabio Fazio e Luciana Littizzetto:

Sembrano un curato di campagna con la sua badante grillo parlante

Che Marina non si risparmiasse lo sapevamo già, ma dei commenti così forti hanno lasciato sorpresi persino Mara Venier e i suoi ospiti. L’opinionista dotata di titolo nobiliare non ne ha solo per i conduttori, ma anche per gli ospiti. In particolare per Carla Bruni, in verità criticata anche da Katia Ricciarelli per il suo canto appena accennato. Marina si è scagliata contro l’ex premiere dame di Francia per la discussa vicenda di Cesare Battisti. A quel punto la padrona di casa cerca di andare oltre mandando velocemente il servizio con le ricette di Federica De Denaro.


14
febbraio

ASCOLTI SANREMO 2013 – TERZA SERATA, 14 FEBBRAIO 2013.

Sanremo 2013 - Luciana Littizzetto

..:: CLICCA QUI PER GLI ASCOLTI DELLA TERZA SERATA DI SANREMO 2013 ::..

Due indizi non faranno una prova, ma la sensazione è che il Festival di Sanremo 2013 sia destinato ad essere ricordato come una delle edizioni più riuscite. I numeri parlano chiaro ed “innalzano” la kermesse numero 63 ai vertici dei Festival del nuovo millennio. La seconda serata, seguita in tv da oltre 11 milioni di spettatori, incassa il secondo miglior risultato dopo Sanremo 2000 (condotto sempre da Fazio), auspicando così un continuo crescendo per le battute finali.

In quanti, dunque, seguiranno la terza serata (ecco chi sono gli ospiti)? Fazio, stavolta, non dovrà superare se stesso, ma Gianni Morandi. E’, infatti, il Festival del 2011 ad aver conquistato più spettatori nella serata di giovedì (ben 12.363.000, pari al 50.89% di share), mentre in termini percentuali a prevalere, seppur di poco, è il Sanremo 2005 targato Paolo Bonolis (con il 51.05% e oltre 11 milioni e mezzo di individui).

Il Morandi-bis dello scorso anno, invece, alla terza serata si “fermò” a 10.537.000 spettatori, pari al 47.84% di share. Un risultato comunque superiore sia al Sanremo 2010 di Antonella Clerici (poco più di 10 milioni con il 46.02%) e sia all’edizione 2009, la seconda condotta da Bonolis (9.238.000 – 47.16%). Riusciranno, dunque, Fazio e Littizzetto a salire sul gradino più alto del podio nella sfida tra i Festival degli anni 2000?





14
febbraio

SANREMO 2013: GLI OSPITI DELLA TERZA SERATA

Albano durante uno dei suoi ultimi Sanremo

Il leone delle Puglie è pronto a ruggire sul palco dell’Ariston. Dopo non essere stato incluso tra i big in gara, Albano questa sera sarà ospite del Festival di Sanremo per un omaggio alla sua lunga carriera. Classe 1943, il cantante di Cellino San Marco manca dal Festival da (soli) due anni, quando si classificò al terzo posto con “Amanda è libera”. La sua performance è prevista intorno alla mezzanotte.

Se la Clerici nel 2010 ebbe Cassano, in quanto a fuoriclasse dello sport, Fazio stasera accoglierà l’ex calciatore Roberto Baggio, atteso intorno alle 22.30. Sul palco di Sanremo, inoltre, balleranno 200 donne, per la precisione 201 visto che tra loro ci sarà anche Luciana Littizzetto, in una sorta di flashmob contro la violenza sulle donne.

Attesa anche l’attrice Laura Chiatti che in tv c’è stata per cinque venerdì di fila nello show di Rai1 Riusciranno i nostri eroi. Al posto del maestro Baremboin, assente giustificato, ci sarà la giovane pianista Leonora Armellini. A soli 12 anni si è diplomata col massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore al Conservatorio sotto la guida di Laura Palmieri, allieva del grande Arturo Benedetti Michelangeli. Leonora è stata invitata ad esibirsi nelle sale da concerto più prestigiose d’Europa e stasera sarà protagonista all’Ariston.


14
febbraio

SANREMO 2013: FORFAIT DEL MAESTRO BARENBOIM

Il maestro Barenboim

Il maestro Daniel Barenboim non sarà al Festival. Dopo il forfait dei Ricchi e Poveri, colpiti da un grave lutto, Sanremo 2013 perde un altro pezzo. Uno dei più famosi pianisti e direttori d’orchestra, atteso per stasera, non parteciperà alla terza serata della kermesse.

Da qualche tempo ha un forte mal di schiena ed i medici gli hanno impedito di spostarsi da Berlino“, è stato spiegato in conferenza stampa. Tuttavia Fabio Fazio non intende rinunciare al motivo e allo spirito per il quale il direttore d’orchestra avrebbe dovuto partecipare al Festival.

E così al posto di Barenboim ci sarà Leonora Armellini, 19 enne di Padova, vincitrice del “Premio Janina Nawrocka” per la “straordinaria musicalità e la bellezza del suono” al Concorso Pianistico Internazionale “F. Chopin” di Varsavia nel 2010.


14
febbraio

SANREMO 2013: I COMMENTI DEI RADIOFONICI ALLA SECONDA SERATA (PASSONI e LA PINA, DEEJAY – RENNA, RDS – CARLETTO, CAPUTI, PARPIGLIA, RTL 102.5 – LOREGGIAN, RADIO ITALIA – BERRINO, RMC – PIPPO PELO, KISS KISS)

Sanremo 2013 - Luciana Littizzetto e Carla Bruni

Sanremo 2013 - Luciana Littizzetto e Carla Bruni

Diego Passoni – DEEJAY – Annalisa la migliore

Solo a me ha sfrantecato Beppe Fiorello? La miglior artista è stata Annalisa. Anche precisa nel canto e nel look. Elio non al suo top ma a sto giro sembra di trovare l’acqua su Marte. Bravo Gualazzi. Non capisco perché non aver tenuto Filippa Lagerbak tutte le serate. Gnocca che sa presentare e parlare italiano anche meglio di chi lo fa.

La Pina – DEEJAY – Annalisa la migliore

Anche stasera nessuna rivoluzione… Nessuna rivelazione… Sarà per domani? Siamo gente di fede… Crediamo nei palinsesti e nelle curve di ascolti. Vuoi che domani non ci speriamo da capo? Il grande miracolo del festival… I giovani avevano poco dei giovani e già troppe turbe sui capelli… Annalisa in assoluto quella con canzone voce look e trucco più azzeccati.

Carletto, Massimo Caputi, Gabriele Parpiglia – RTL 102.5 – Festival cupo e triste

Questa sera cercherò di essere più diplomatico: a me Sanremo quest’anno non piace! E’ cupo, triste, stasera salvo Neri Marcorè. Con Massimo Caputi siamo d’accordo nel dire che si può decisamente far ridere anche senza parlare di politica (ricordiamo che Marcorè tra i suoi cavalli di battaglia ha un ottimo ex ministro Gasparri). E di Carla Bruni vogliamo parlarne? In quanti in Italia sentivamo la necessità di ascoltare le sue canzoni in francese? Parpiglia sostiene che se fosse stato in teatro avrebbe fischiato più che per Crozza. In onda abbiamo avuto un Gigi D’Alessio simpatico ed in grande forma che ha lamentato l’assenza di gioia ed entusiasmo che invece c’era stato gli anni scorsi con Morandi. Morandi che, a suo dire, apriva ogni sera il Festival con toni trionfalistici. Per quanto riguarda la musica bene i Modà e Max Gazzè (naturalmente vale lo stesso discorso per la serata scorsa: non abbiamo modo di ascoltare per bene le canzoni, quindi giudizi definitivi e oggettivi rinviati a domani). Discorso a parte meritano gli Elio e le Storie Tese: io li adoro, Caputi sostiene che sarebbero stati perfetti come ospiti in quanto talmente geniali da sembrare riduttivo metterli in gara. Detto questo me ne vado in giro per Roma con un retrogusto amaro di queste prime due serate dalle quali mi aspettavo molto di più. Da Roma, senza tappe intemedie…
Carletto ( su twitter @carlettoweb)

Petra Loreggian – RADIO ITALIA – Il Cile, miglior giovane

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,