Enrico Ruggeri



14
settembre

X FACTOR 4, STASERA LA SECONDA PUNTATA. FACCHINETTI PROMETTE COINVOLGENTI SFIDE E SORPRESE.

Xfactor 4, Elio

X Factor 4 è iniziato alla grande, almeno per quanto riguarda gli ascolti: 3 milioni 284 mila italiani hanno guardato la prima puntata (share 17,02%). Se la promessa lanciata da Capitan Facchinetti è che niente sarà più come prima, quella per questo secondo appuntamento è che assisteremo a “coinvolgenti sfide e sorprese”.

 Per quanto riguarda le sorprese, siamo sicuramente curiosi di vedere come si abbiglierà l’istrionico Elio, quale sarà il concorrente eliminato, e soprattutto quanti telespettatori risceglieranno di stare sul due. Un dato è certo: questa settimana, X Factor è stato il programma più discusso del web e i fedelissimi stanno cominciando a schierarsi in difesa dei loro cantanti preferiti in tutti i social network. Ma, se Mengoni e Katy Perry sono riusciti ad animare la prima puntata, con il loro fattore X, nella puntata di stasera, ospiti saranno i “Due di picche”, il nuovo progetto dei due rapper J-AX e NEFFA, protagonisti dell’estate con il tormentone “Faccia come il cuore”.

Passiamo dunque alla musica, che almeno sulla carta, pare sarà l’ingrediente forte e coraggioso della puntata: la scelta dei brani assegnati per stasera promette infatti un parco-musica importante, ambizioso, non eccessivamente pop. Lady Tata schiererà Dorina con “Secretely” degli Skunk Anansie, e Sofia con “Unforgivable Sinner” di Lene Marlin. Il saggio Ruggeri, invece, ha scelto “Shock the monkey” di Peter Gabriel per i Kymera, “Pretty woman” per i Borghi Bros e il grande successo di Elisa “Ti vorrei sollevare” per gli Effetto Doppler. Elio osa con  “Time is running out” dei Muse per Nathalie, ma abbassa il tiro con gli altri due interpreti, assegnando al cupo Nevruz, “Pugni chiusi” de I Ribelli, e “La spada nel cuore“ per la sofisticata Manuela. Decisione più basic per Mara Maionchi, che se la gioca con “The great pretender” per Ruggero, “La luce dell’est” (Battisti) per Davide e “Quanto t’ho amato” per Stefano.

Insomma, ne vedremo delle belle! Noi vi invitiamo a guardare X Factor con noi anche questa sera in liveblogging. Martedì scorso eravamo tantissimi perché la musica batte anche su DM.




8
settembre

X FACTOR 4. NIENTE E’ PIU’ COME PRIMA?

Francesco Facchinetti inaugura X Factor 4

Non è ancora tempo per esaltarsi perché ancora X Factor 4 non esalta. Con le puntate dei provini, c’eravamo divertiti non poco ma la diretta, si sa, è un’altra cosa. Per non parlare della prima puntata, quella più importante ma anche quella più difficile. Facchinetti ha lanciato il nuovo slogan: “niente sarà più come prima” ma spesso questi super format non lasciano troppo spazio alle novità. Si ripetono jingle, meccanismi, dinamiche di gioco, studio, scaletta, facce e il dejavù è sempre in agguato. Anche in X Factor 4 si corre forte questo rischio, e sarà così finchè non impareremo a conoscere concorrenti e giudici. Dopo un inizio scoppiettante, un gioco di luci strabilianti, entriamo nel vivo della gara e, come per magia, i concorrenti si dimostrano bravi, e capaci di stare in video molto più che nei provini dove le esibizioni a cappella non facevano intravedere troppo fattore X.

Tuttavia, manca originalità e dobbiamo aspettare di sentire e vedere Nevruz, con il suo look, la sua canottiera retata per assistere a qualcosa di nuovo, di diverso dal solito. Le vibrazioni in note, tanto care a Lady Tata, ancora non arrivano se non quando finalmente sale sul palco Stefano Filipponi, il concorrente balbuziente. Dal suo volto traspare l’emozione, il sudore, l’agitazione, e il pubblico lo recepisce stando in silenzio ed esplodendo in una standing ovation finale che commuove perfino la concretissima Maionchi. Per la musica c’è bisogno di tempo. Valuteremo le scelte dei brani, e le performance quando i concorrenti si saranno sciolti e i giudici sbizzarriti.

Sul fronte novità, il “tilt” in caso di pareggio (con la giuria di quattro elementi era inevitabile) non basta! Quello su cui bisogna puntare ora sono i personaggi, dunque i giudici: se Maionchi si riconferma in continua lotta con la fonetica inglese e il suo gesto dell’ombrello è sempre pronto, nel segno della novità arriva Elio. Geniale nel suo travestirsi da Morgan, si dimostra però più timido e più serioso che nelle sue apparizioni precedenti. Ruggeri, che pare aver preso molto seriamente questo ruolo, sceglie di occuparsi di musica, accontentando sicuramente una parte di pubblico, forse a scapito dello show.


7
settembre

X FACTOR 4. LA PRIMA PUNTATA IN LIVEBLOGGING SU DM. ELIMINATA ALESSANDRA FALCONIERI

XFactor 4, l'apertura della prima puntata

Ecco schierati i concorrenti di X Factor 4. E anche noi, da stasera, ci schiereremo per giudicare questa nuova edizione del talent che batte su Raidue. Qui, nel liveblogging di DM, saremo noi i giudici e certo non saremo clementi.

Abbiamo già visto i provini e ci siamo divertiti ma la vera prova sarà questa sera. La musica batterà duro? Come saranno questi nuovi giudici? Come sarà vestita Anna Tatangelo? Ma soprattutto cosa succederà senza Morgan e Mori? Ci appassioneremo anche quest’anno al nuovo X Factor?

Manca pochissimo alla partenza e chissà quanta adrenalina aleggerà  ora nello studio di X Factor. Ora andate a cena e poi tornate qui sintonizzati, a guardare con noi la grande première, senza nessuna pietà perchè qui abbiamo sete di fattore X.

Nel frattempo, per schede e foto dei concorrenti clicca qui.

DALLE 21.00 TUTTI SUL DUE, E SU DM. AFFILATE LE TASTIERE…

ORE 21.06 SIGLA. Marco Mengoni canta mentre riviviamo tutte le tappe del suo successo

ORE 21.08 SIGLA ANTE – FACTOR luci psichedeliche ed effetti speciali accolgono sul palco la star: Marco Mengoni e finalmente ecco Facchinetti, che pare sceso da un fulmine. Presenta i giudici: la prima è la Tatangelo con i suoi cantanti, poi arriva la Maionchi con i suoi ragazzi, Enrico Ruggeri con le band, e… dulcis in fundo Elio, travestito da Morgan (geniale!). L’atmosfera è carichissima! La gara ha inizio…

ORE 21.15  Facchinetti saluta e ringrazia Simona Ventura, Morgan e Claudia Mori. Poi però passa al presente, e lancia le clip che ci raccontano la storia dei giudici nuovi. La clip sulla Maionchi è fantastica! Maionchi dà delle “iene” ai colleghi appena arrivati;

ORE 21.22 Ecco il momento dei codici di voto. Del resto, tocca farlo! Parte il televoto;

ORE 21.23 La prima esibizione è toccata a Nathalie. Non la invidio! Elio asomiglia sempre più a  Morgan e lancia la sua prima cantante “lei vincerà”. Nathalie canta America di Gianna Nannini

ORE 21.27 Ci risiamo. Maionchi riprende il suo tormentone: “Mi sei piaciuta” nel giudicare Nathalie. I giudizi sono tutti positivi. Nathalie si può rilassare, per ora!





7
settembre

XFACTOR 4, I CONCORRENTI

Xfactor 4, i concorrenti

CATEGORIA 16-24 ANNI RAGAZZE

Capitano: Anna Tatangelo (qui la scheda del giudice)

Vocal coach: Adriano Pennino

Concorrenti:

Alessandra Falconieri (leggi la scheda)

Dorina Leka (leggi la scheda)

Sofia Buconi (leggi la scheda)

CATEGORIA 16-24 ANNI RAGAZZI

Capitano: Mara Maionchi (qui la scheda del giudice)

Vocal coach: Rossana Casale

Concorrenti:

Davide Mogavero (leggi la scheda)

Ruggero Pasquarelli (leggi la scheda)

Stefano Filipponi (leggi la scheda)

CATEGORIA OVER 25

Capitano: Elio (qui la scheda del giudice)

Vocal coach: Alberto Tafuri

Concorrenti:

Manuel Zanier (leggi la scheda)

Nathalie Giannitrapani (leggi la scheda)

Nevruz Joku (leggi la scheda)

CATEGORIA GRUPPI VOCALI

Capitano: Enrico Ruggeri (qui la scheda del giudice)

Vocal coach: Fabrizio Palermo

Concorrenti:

Borghi Bros (leggi la scheda)

Kymera (leggi la scheda)

Effetto Doppler (leggi la scheda)


7
settembre

X FACTOR 4, I GIUDICI: ENRICO RUGGERI

Enrico Ruggeri, giudice di Xfactor 4

Nasce a Milano il 5 giugno 1957. Nel 1972, a 15 anni, fonda il suo primo gruppo, gli Josafat, che nel 1974 si trasforma in Champagne Molotov. Nel 1977 dalla fusione degli Champagne Molotov e la band Trifoglio, nascono i Decibel, con cui incide nel 1978 il primo album Decibel. Dopo il singolo Indigestione disko, il successo arriva con la partecipazione a Sanremo con il brano Contessa e l’album Vivo da re, la cui title-track prenderà parte al Festivalbar di quell’anno.

Nel 1981 Enrico Ruggeri intraprende la propria carriera solista e pubblica l’album Champagne Molotov. In questo periodo Ruggeri lavora anche come autore di alcuni cantanti pop come Diana Est, Den Harrow, Jock Hattle, Albert One. E’ del 1983 l’ album Polvere e la single-track omonima si piazza al secondo posto al Festivalbar di quell’ anno. Il brano Il mare d’inverno è portato al successo da Loredana Berté, e lo impone come autore di eccellenza, aprendo gli orizzonti artistici di Ruggeri verso il genere cantautorale, pur senza rinnegare la matrice rock.

Nel 1984 Ruggeri torna al Festival di Sanremo con il brano Nuovo Swing. Segue l’album Presente che è anche in gara nel Festivalbar. Nella stessa edizione sanremese, produce il gruppo emergente dei Canton, scrivendo per loro Sonnambulismo. Tra il 1985-1986 pubblica tre lavori nel giro di diciotto mesi: Tutto scorre, il mini LP Difesa francese ed Enrico VIII. Al Festival di Sanremo 1986 ottiene il premio della critica per Rien ne va plus. Ruggeri diventa anche uno degli autori più ricercati da numerose interpreti femminili, tra cui le più accreditate sono Fiorella Mannoia e Loredana Bertè.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





6
settembre

X FACTOR 4 (E DM) AI NASTRI DI PARTENZA. E IL TALENT SHOW VA IN TILT.

Xfactor 4, Francesco Facchinetti con Enrico Ruggeri, Anna Tatangelo, Elio e Mara Maionchi

L’aria che si respirava oggi al Blue Note di Milano in occasione della conferenza stampa di X Factor 4 era quella delle grandi occasioni: il talent show di Rai 2 è cresciuto, ha studiato ed è pronto, sembra, per il decollo definitivo. La prima delle 13 puntate in programma andrà in onda domani sera, dopo la trasmissione odierna in prima serata dell’ultimo atto dei provini.

“Sarà tutto nuovo”, ha promesso un Francesco Facchinetti in grande spolvero mentre, tra un annuncio e l’altro, scherzava con il nostro Davide Maggio in merito a una sorpresa che vi annunceremo a breve. “Io per primo – ha aggiunto il presentatore - mi porrò in modo diverso e propenderò per una conduzione più leggera delle precedenti”.

La parte del leone, come e forse più delle edizioni passate, la faranno i giudici. Seduti dietro la stessa scrivania i componenti del nuovo quartetto hanno dato oggi un assaggio degli equilibri che caratterizzeranno la trasmissione: nessuna traccia degli screzi mediatici fra Elio, dissacrante e allo stesso tempo calato perfettamente nel ruolo, e Anna Tatangelo, energica e protagonista della scena come ci aspettavamo, e tono competente e rassicurante da parte Enrico Ruggeri. E Mara Maionchi che, per fortuna, è sempre la stessa e ne ha approfittato per dirne quattro a Fabri Fibra, reo di aver definito il talent un circo.

I giudici, come è noto, hanno spulciato fra gli 80.000 candidati a partecipare al programma e ne hanno selezionati 12. Ogni categoria – Gruppi (Ruggeri, vocal coach Fabrizio Palermo), Under 24 uomini (Maionchi, vocal coach Rossana Casale), Under 24 donne (Tantagelo, vocal coach Adriano Pennino), Over 25 (Elio, vocal coach Alberto Tarfuri) – vedrà inoltre l’innesto di un nuovo concorrente durante la terza, la quinta, la settima e la nona puntata. Ai giudici l’onere e l’onore di puntare il dito contro uno dei due concorrenti giudicanti poco meritevoli dal pubblico televotante. Nel caso in cui, e questa è una novità assoluta, dovesse verificarsi un ex aequo verrà applicato il meccanismo del tilt, a proposito del quale Facchinetti non ha voluto anticipare niente.


2
settembre

X FACTOR 4: TRE E’ BELLO, QUATTRO E’ MEGLIO. I NUOVI GIUDICI FANNO DIMENTICARE MORGAN

XFactor 4, Francesco Facchinetti con Mara Maionchi Anna Tatangelo Elio e Enrico Ruggeri

Dopo la dipartita di Morgan, ho passato notti a domandarmi come avrebbe potuto funzionare una nuova squadra di giudici ad X Factor.Il format non è certo nuovo ad epocali cambiamenti. Vedi l’abbandono di Simona e l’arrivo della Signora Mori, ma il nuovo ridimensionamento della giuria a quattro elementi non era affatto meno preoccupante. I giudici sono l’anima del programma. Senza di loro, assisteremmo solo all’ennesimo karaoke televisivo, ma da ieri notte, dopo aver visto la prima dei provini, abbiamo ripreso a dormire sonni tranquilli. Il ricordo di Morgan è svanito nel nulla!

Il programma, sebbene in un orario un pò troppo lunare, è scivolato piacevolmente fino alla fine, tra improbabili esibizioni, un paio di risse, rivelazioni e commenti dei giudici. Nessuna novità sul fronte del trash: il serbatoio di aspiranti cantanti italiani continua a regalare grandi perle di comicità involontaria e grande vigore a queste strisce ma lo show lo fanno proprio i quattro nuovi giudici. Funzionano, per ora! Funziona il loro atteggiamento e le maschere da giudice che indossano sembrano calzare in modo credibile.

Mara Maionchi, nostra signora della musica. Si riconferma perno del cast, con la sua conoscenza del mondo discografico mai ostentata e con la sua irresistibile capacità di essere “sciura” così come lo sarebbe mia zia, al posto suo. Fantastica la sua milanesissima reazione “uè Ciccio” di fronte all’incompreso cantante che rivendicava, senza ragione, la sua bravura.


16
agosto

DM LIVE 24: 16 AGOSTO 2010.

Diario della TV Italiana del 16 Agosto 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Una poltrona per due

lauretta ha scritto alle 13:09

Dalle pagine di Vanity Fair, Lamberto Sposini: “A dire il vero appena la Rai mi ha comunicato l’idea di affiancarmi una conduttrice donna, sono rimasto perplesso. La Vita in Diretta è sempre andata bene. Solo, ho vinto, e con largo margine, la concorrenza. Poi mi hanno spiegato che è un arricchimento, per dare più peso al programma. Ne ho preso atto e dividiamo la poltrona: io mi occuperò più della parte politica e sociale, delle emergenze e della cronaca nera, Mara di quella leggera, la cronaca rosa e lo spettacolo (…). Non è un lavoro di serie B, io ci metto tutto l’impegno, anche se agli occhi dei più fa poco prestigio. Un giorno dal niente mi telefona Del Noce, con cui avevo lavorato quando era corrispondente in America. Ci siamo visti: ”Fai la Vita indiretta” mi dice, e io :”Perchè no?”. Per quanto riguarda la possibilità di un riavvicinamento con Mentana, racconta: “Abbiamo rischiato di ricomporre il tandem. La pensiamo allo stesso modo su come dovrebbe essere l’informazione in Italia. Per me Enrico resta il numero uno. Ho avuto colloqui con la rete, poi sono state fatte scelte diverse”.

  • Mengoni sì, Scanu no

lauretta ha scritto alle 17:03

Enrico Ruggeri da Vanity Fair :”(…) Mengoni è più vicino ai miei gusti. Alle prese con David Bowie me lo immagino, Scanu no. La scorsa settimana, però, ad un festival di Perugia ho cantato Quello che le donne non dicono con Alessandra Amoroso. Me lo aveva chiesto il direttore Beppe Vessicchio. A me non sarebbe mai venuto in mente, ma è andata bene (…)”.

  • La Setta Miracolata

lauretta ha scritto alle 18:40

Monica Setta intervistata da Dipiù parla del suo nuovo programma ‘Solo per amore’:”(…) Si parlerà di grandi passioni: racconteremo quelle tra genitori e figli, tra moglie e marito, che magari hanno superato un periodo difficile ma continuano a vivere insieme da sessant’anni. E anche di storie impossibili tra amanti clandestini. Tutte vicende vere che la nostra squadra di autori sta cercando in queste settimane in giro per l’Italia. A me il compito di raccontarle in studio con un nutrito gruppo di ospiti (…). Quando me l’hanno proposto non volevo crederci. Ci sono colleghe che aspettano magari tutta una vita professionale e magari non riescono ad arrivarci alla prima serata. A me è capitato dopo pochi anni di televisione. Un miracolo. Soprattutto perchè io mi considero una giornalista della carta stampata prestata al piccolo schermo (…). E a volte mi sono anche chiesta:”Forse Monica, sarebbe il caso di ricorrere a un lifting prima che i segni del tempo inizino ad avere la meglio”. Ma poi, paura degli aghi a parte, mi sono data una risposta semplice:” Io offro la mia professionalità”, spero possa bastare (..)”.