Edoardo Bennato



8
maggio

THE VOICE: MARCO MENGONI, BENNATO E I BASTILLE OSPITI DEL TERZO LIVE SHOW

Marco Mengoni

Dopo Patty Smith, Biagio Antonacci e Gianna Nannini, il terzo live di The Voice ci regalerà un bel tris di ospiti. Per la musica italiana sarà la volta di Marco Mengoni ed Edoardo Bennato. Il primo farà tappa nel talent di Rai 2, alla vigilia della partenza per Malmö dove prenderà parte all’Eurovision Song Contest 2013. Chissà se anche Marco proporrà un duetto inedito con uno dei coach, sulla scia del riuscitissimo momento musicale della scorsa settimana che ha visto come protagonisti la Nannini e Riccardo Cocciante.

Edoardo Bennato arriva sul palco di Via Mecenate dopo i complimenti ricevuti da Piero Pelù. La settimana scorsa il coach aveva definito il cantante partenopeo “il suo maestro”. Spazio però anche alla musica internazionale, nel terzo appuntamento in diretta sarà la volta dei Bastille, la band inglese che da mesi spopola anche nelle nostre radio col singolo Pompeii. Grazie a loro anche domani sarà assicurata una buona dose di rock sul palco del talent.

Tornando a Mengoni, complice l’uscita del nuovo album, da Sanremo in poi il cantante di Ronciglione non ha mancato nessun appuntamento televisivo: da Fazio alla Cabello, passando per Amici, adesso non poteva mancare la partecipazione a The Voice. Proprio sul vincitore della terza edizione di X Factor si era espresso qualche giorno fa uno dei concorrenti di The Voice, tra i favoriti per la vittoria finale, il palestrato dalla voce rock Timothy Cavicchini, appartenente al team Pelù. In un’intervista a Vanity Fair il cantante parlando della sua voce ha dichiarato:




26
agosto

AREA SANREMO: IL CONCORSO CHE PORTA I GIOVANI AL FESTIVAL

Area Sanremo 2011

Nell’anno in cui più che mai sembrano esserci lungaggini infinite per arrivare a una definizione chiara di quello che dovrà essere il Festival di Sanremo 2012 si lavora comunque per scegliere i ragazzi che arriveranno all’Ariston come nuove proposte. Categoria che divide quella dei talenti in erba se si considera la bulimia di talent. C’è però anche chi sostiene giustamente che una vetrina così importante deve essere comunque aperta a chi magari non ha voglia di passare per i talent.

Due commissioni perché due sono le sezioni di questo concorso Area Sanremo. Da una parte Sanremo Lab con la commissione formata da Niccolò Agliardi, Syria, Beppe Carletti e presieduta da Mauro Ermanno Giovanardi. Dall’altra Sanremo Doc alla cui presidenza è stato nominato invece Edoardo Bennato che si potrà avvalere della collaborazione preziosa di Davide Van Der Sfroos, Massimo Morini, Peppe Voltarelli.

Canzoni in lingua italiana la prima commissione, componimenti in dialetto la seconda: questa l’essenziale differenza. Chi vuole giocarsi questa chance deve fare in fretta considerato che il materiale deve essere spedito entro il 31 agosto entro il 16 settembre (la scadenza è stata prorogata) per procedere poi alla selezione. Basta avere dai 16 ai 36 anni e una solida base artistica alle spalle. Il cammino che decreterà la scelta dei nomi da portare a Sanremo sarà lungo. Di seguito gli step del percorso di studi.


7
novembre

X FACTOR 4, UNA DECIMA AL SABATO CON IL PERICOLO ZAPPING

Nevruz Joku nella decima puntata di X Factor 4

Abbiamo deciso di creare un gruppo d’ascolto per guardare la decima puntata di X Factor 4, proprio come si conveniva tempo addietro per il più classico dei sabati sera. E sin dall’inizio della puntata c’è venuto da chiederci: “perché si sono limitati a pubblicizzare il ritorno di Simona Ventura, Claudia Mori e dell’epurato Morgan senza cogliere la palla al balzo, sfilando un attacco last minute alla sanguinaria”? D’altronde un sottile colpo di fioretto Maria De Filippi l’ha sferrato: a C’è posta per te è tornato, per l’occasione, il cavallo di battaglia delle clownesche gesta di Ezio Greggio ed Enzo-Vincenzina-Iacchetti.

Il pubblico di X Factor si è dovuto accontentare di una gradevole Lorella Cuccarini che, però, dopo la buona performance di apertura (fatene una simile ogni puntata) ben poteva terminare la propria ospitata visto che c’è un momento per lo spettacolo e uno per la musica. Cosa che ad X Factor sembra non essere ancora ben chiara. Evitabilissima, proprio per questo, l’ospitata del Cesarone Max Tortora, la cui presenza sul palco del talent show di RaiDue resta ancora un mistero. Dulcis in fundo, ha rovinato la festa un Edoardo Bennato, di cui non sentivamo proprio la mancanza e che ci ha fatto ricordare l’appuntamento con i cani della dirimpettaia Maria.

Per quanto riguarda la gara, la serata è stata avvincente. Ad ogni pubblico il suo televoto, così abbiamo visto Nathalie salvata e tutelata dall’appello accorato di Lorella per la salvaguardia del gentil sesso, Stefano riconfermato e protetto malgrado le sue difficoltà, e Nevruz, clamorosamente punito (a metà) per la prima volta dalla platea del saturday night.





7
novembre

XFACTOR 4, FOTOGALLERY DELLA DECIMA PUNTATA


6
novembre

X FACTOR 4: LA DECIMA PUNTATA DEL SABATO, IN DIRETTA SU DM IN ATTESA DI VENTURA, MORGAN E MORI OSPITI MARTEDI’ PROSSIMO. RUGGERO ELIMINATO

XFactor 4, decima puntata - Un particolare interessante della coreografia

Siete già radunati con gli amici ad aspettare l’appuntamento del sabato sera con X Factor? Questa settimana, doppio lavoro per il clan del talent di RaiDue; cosa avranno preparato per convincerci a rimanere a casa?

Le sigle degli storici programmi Rai del sabato sera saranno la colonna sonora di questa serata speciale, mentre i giudici combatteranno fino all’ultimo scontro per portare in finale i cantanti superstiti. Lady Tata, dopo la dipartita di Marika, resterà a guardare ma noi non ci limiteremo a questo.

Noi di DM siamo tutti sull’attenti, con un termometro che misurerà la “febbre” di questa serata. Nel nostro liveblogging, come ormai sapete, non abbiamo peli sulla lingua, e insieme giudicheremo questo nuovo capitolo di XFactor che speriamo faccia battere la musica anche a casa nostra. Manca pochissimo, finite di cenare e poi tutti su  www.davidemaggio.it per commentare insieme questa decima puntata. Nel frattempo, per conoscere le anticipazioni sulla puntata che vedremo clicca qui.

[ATTENZIONE: per commentare su DavideMaggio.it non è necessario registrarsi. Tuttavia, per evitare di inserire per ciascun commento il proprio nick e indirizzo email, consigliamo la registrazione per la quale è necessario un minuto scarso del vostro tempo. Potete registrarvi qui o in alternativa loggarvi direttamente con il vostro account di Facebook cliccando sull'apposito tasto presente nei commenti o nella sidebar destra]

DALLE 21.00 TUTTI SUL DUE E SU DM. AFFILATE LE TASTIERE…

FOTOGALLERY DELLA PUNTATA QUI

ORE 21.02 – SIGLA ANTE-FACTOR

ORE 21.06 – Che X Factor abbia inizio. Entrano i giudici

ORE 21.08 – Un simpatico medley dei cantanti accoglie l’ingresso di Lorella Cuccarini, che in versione varietà anni ‘80 canta a balla con Facchinetti. Ma che musica maestro!Facchinetti, dopo la performance è sudato come un muflone!

ORE 21.15 – Inizia la prima manche. Ecco i codici…

ORE 21.17 – Si parte con i Kymera che cantano “L’aria del sabato sera“… Dalla voce, pare che sul palco ci sia uno dei Kymera e la Cuccarini!

ORE 21.19 – Per Elio sono forti e degni! Mara trova che il personaggio Kymera sia entrato nelle nostre orecchie in maniera precisa. Lady Tata: bella intensità, “create un mondo”. Ruggeri soddisfatto. Lorella trova il pezzo adirittura Bjorkiano, trova i Kymera cresciuti: “siete una bella coppia”

ORE 21.24 – Una clip ci racconta le vicende strategiche tra Lady Tata e Ruggeri e i due si accendono

ORE 21.25 – Pubblicità

ORE 21.30 – Si ritorna… con Mara che ci presenta Davide con “Arriva la bomba“. E sono culi di ballerina in primo piano, è sabato sera!





5
novembre

X FACTOR 4 SPECIALE, A TUTTA SIGLA. OSPITI: LORELLA CUCCARINI, EDOARDO BENNATO E I VOCA PEOPLE

Xfactor 4, Stefano Filipponi

X Factor 4 di sabato sera? Chi l’avrebbe mai detto! Eppure, ci hanno voluto provare! Domani assisteremo ad una puntata speciale in cui a tener banco saranno le sigle dei programmi Rai del sabato sera. Come reagirà il pubblico? Dopo l’8% dell’ultima del martedì, siamo tutti curiosi di valutare questa saturday night sperimentale.

Ospiti della puntata saranno Lorella Cuccarini, Edoardo Bennato e i Voca People, e i giudici lotteranno con le unghie e con i denti per portare i loro beniamini fino al traguardo finale, sempre più vicino. Anna Tatangelo starà a guardare, per lei l’esperienza di giudice si è tristemente conclusa.

I cantanti si sfideranno in due manche e ce la metterranno tutta per far parte della rosa dei cinque, che si contenderà il podio finale. Chi la spunterà?  Eccovi i brani assegnati:

Categoria 16-24 Uomini (Mara Maionchi):

  • Ruggero – 1° Manche: “Due” di Raf – 2° Manche: “Dove sta ZàZà” di Gabriella Ferri (dal programma Dove sta Zazà);
  • Stefano – 1° Manche: “You are not alone” di Michael Jackson – 2° Manche: “Domenica è sempre domenica” di Garinei,Giovannini e Kramer (dal programma Il Musichiere);
  • Davide – 1° Manche: “Come together” dei Beatles – 2°  Manche: “Arriva la bomba” di Johnny Dorelli (dal programma Johnny Sera).

Categoria 25+ (Elio):

  • Nevruz – 1° Manche: “Gioia e Rivoluzione” degli Area – 2° Manche: “Mille e una sera” dei Nomadi (dal programma Mille e una sera);
  • Nathalie – 1° Manche: “Brass in the pocket” dei Pretenders – 2° Manche: “Fortissimo” di Rita Pavone (dal programma Studio Uno).

Categoria Gruppi:

  • Kymera – 1° Manche: “Uprising” dei Muse – 2° Manche: “L’aria del sabato sera” di Loretta Goggi (dal programma Fantastico ’79).


19
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2010, ATTO III: POCA ETICHETTA E TANTA SERENITA’. RIPESCATI SCANU E, TRA I FISCHI, PUPO E EMANUELE FILIBERTO

Cambiare idea è spesso difficile e questo Sanremo è proprio l’eccezione che conferma la regola. E’ inutile confrontarlo con i Festival dei grandi exploit e dei grandi showman: questo Festival è diverso. Come già detto ieri questa sessantesima edizione è timida, asciutta, tutto fuorchè esplosiva eppure… piace, con la benedizione dell’auditel e con la concorrenza assente ingiustificata. Una festa della musica che strizza l’occhio alle grandi manifestazioni americane ma che alla fine, più che ai Grammy, vuole assomigliare ad una festa di paese e non se ne vergogna. Non c’è da stupirsi se ad un certo punto ci si ritrova virtualmente abbracciati a canticchiare “Non ho l’età” con Miguel Bosè: Sanremo è una fede, o ci si crede oppure no, e quest’anno a quanto pare la fede e la fiducia del pubblico abbondano. Basta vallette mute, basta grandi sermoni: quest’anno è di moda il “low profile” e alla fine questa dimensione rassicurante, va bene un po’ a tutti.

Non c’è una canzone che brilla per innovatività, non c’è la super star del momento, non c’è un punto di forza  unico: funziona il meccanismo nel suo complesso e tanto basta, nonostante le molte scelte avventate. In tutto questo non si può non menzionare la conduttrice, salvatrice (a sorpresa) della patria. Un simpatico mix tra una casalinga di Voghera che prova a vestirsi come Raffaella Carrà e una rassicurante anchorwoman, ospitale e cordiale nella propria professionalità. Cammina sui tacchi con la stessa nonchalance di un cammello su un iceberg, ha i seni che a momenti prendono il volo e in più saluta il padre in platea chiedendo “Come sto andando?”: insomma poca etichetta e tanta serenità e alla fine è innegabile che diventa proprio la Clerici la vera vincitrice della kermesse.

Anche la terza serata è trascorsa nel segno della musica e della caciarona italianità. Elisa, Carmen Consoli, Fiorella Mannoia, Bosè, Bennato, Coccciante, Renga e poi standing ovation per Massimo Ranieri e Nilla Pizzi “regina del Festival”,  tutti insieme per celebrare la leggenda di Sanremo ed eseguire  molti (forse troppi) dei brani più significativi della tradizione canora italiana. Ciascuno rigorosamente in promozione di qualche cd/concerto/spettacolo, i grandi nomi della musica (che si guardano bene dall’andare a Sanremo in gara) hanno regalato nel complesso bei momenti di musica e televisione, pur costringendo la povera Antonella al primo “sforo” di quest’edizione (ritardo di 55 minuti).


9
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO: RECAP GENERALE. I COLPI A SORPRESA POTREBBERO ESSERE TIZIANO FERRO, JENNIFER LOPEZ E…

Sanremo 2010: iniziamo a tirare le fila del discorso. Si parte martedì 16 e sul palco dell’Ariston verranno presentati i 15 “Artisti” in gara (la categoria si chiama così) e i 10 selezionati della “Nuova Generazione”; a fine serata verranno eliminati 3 cantanti sulla base della votazione della giuria demoscopica presente in sala. Insieme alla Clerici per la serata inaugurale ci sarà un autentico “carico da 90” di ospiti: Paolo Bonolis, Luca Laurenti, Susan Boyle, Antonio Cassano e forse (budget permettendo) Bill Clinton, tutti insieme per “premere l’acceleratore” sulla prima puntata, consapevoli che sarà difficile ottenere la stessa suspance nelle serate successive (se si esclude la finale).

Il mercoledì invece sarà il turno di Rania di Giordania, Raoul Bova, Michelle Rodriguez (direttamente dal film “Avatar”) e del “Trio” ( i tre baby tenori scoperti nell’ultima edizione di “Ti lascio una canzone”); per quanto riguarda la gara, altri due Artisti verranno depennati, mentre inizia la competizione della “Nuova generazione”: dei cinque che si esibiranno, ne rimarrano due. Giovedì 18 sarà poi dedicato al revival sanremese. “Quando la musica diventa leggenda”: 8 vecchie canzoni eseguite da big come Elisa, Bennato, Renga, la Consoli, Cocciante e Bosè. Anche nella terza serata ovviamente non mancheranno le eliminazioni (altri tre della categoria “Nuova generazione”) e il fatidico ripescaggio, ad opera del televoto e del parere dell’Orchestra, di 2 dei 5 big esclusi.

L’Orchestra torna poi a far sentire il suo parere autorevole (insieme a quello dei telespettatori) nell’elezione del giovane vincitore della “Nuova generazione” del venerdì. I “Big” si cimenteranno intanto nei duetti con altri cantanti famosi (certo quello Valerio Scanu-Alessandra Amoroso) e approderanno alla finale 10 dei 12 in gara. Gli ospiti che si alterneranno sull’Ariston saranno: Gabriel Garko, Bob Sinclair e i Tokio Hotel. La full immersion canora ovviamente si concluderà Sabato 20 con la finalissima e l’elezione del sessantesimo vincitore della kermesse.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »