Davide Paniate



18
dicembre

ZELIG 1: CON ELISABETTA CANALIS ARRIVA L’IMITAZIONE DI GEORGE CLOONEY

zelig 1 comici canalis

Elisabetta Canalis e Davide Paniate

Se per l’edizione madre bisognerà aspettare l’autunno 2014, gli amanti della comicità targata Gino & Michele potranno “consolarsi” da stasera (e successivamente da ogni lunedì) con la nuova edizione di Zelig 1 che sbarca in prima serata. Al timone del programma comico di Italia1 Katia Follesa e Davide Paniate con – come DM anticipatoElisabetta Canalis, special guest delle 8 puntate dello show comico.

Nella prima puntata, non mancherà un’incursione del capocomico per eccellenza, Claudio Bisio – il cui ritorno a Zelig è sempre più probabile -, e di Teresa Mannino per cedere idealmente il testimone al nuovo trio. Il nuovo Zelig 1 promette di essere meno sperimentale e più ricco di facce note, pur non perdendo il suo dna di scovare talenti in erba.

Zelig 1: i comici

Sul fronte comico, si prestano a diventare un vero tormentone le incursioni dell’ex conduttore di Zelig Off, Federico Basso, che non accetta di essere messo da parte e diventa lo stalker di Paniate. Tra le esibizioni musicali, il rap sgrammaticato di Sdrumo, alias Alessandro Betti, si alterna ai “lamenti” di Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, impersonato da Gigi Rock. Direttamente da Los Angeles, ed era d’obbligo, arriva l’imitazione di George Clooney ideata da Omar Pirovano e i collegamenti “in diretta” con la dog-sitter della Canalis, interpretata da Marta Zoboli. Non mancano i riferimenti alla stretta attualità, Fausto Solidoro veste i panni del militante del “Movimento 5 Stelle” che non riesce a sostenere la pressione mediatica e soccombe sotto il fuoco incrociato dei giornalisti. Salvatore Marino invece impersona il politico di professione con i comizi non-sense.




29
ottobre

BOOM! ELISABETTA CANALIS, VALLETTA DOC DI KATIA FOLLESA E DAVIDE PANIATE A ZELIG 1

Elisabetta Canalis

Elisabetta Canalis

Prendete carta e penna e annotate sul taccuino. Zelig 1, nuovo show comico di Italia 1, pronto a debuttare il 16 dicembre, si dota di una ‘valletta doc’. La prima serata comica della rete di Luca Tiraboschi, affidata a Katia Follesa e Davide Paniate, potrà contare anche sulla presenza di Elisabetta Canalis.

Ufficializzata ieri la sua presenza, Elisabetta – attualmente a Los Angeles e di ritorno in Italia il 9 novembre – avrà due settimane di tempo per prendere le misure del nuovo show, insieme ai due padroni di casa. Le registrazioni della prima puntata, infatti, sono attualmente programmate per il 25 novembre prossimo, allo Zelig di Viale Monza a Milano.

L’arrivo della showgirl, comunicato ieri ‘a cose fatte’, pare non abbia destato troppo entusiasmo nei compagni di viaggio. Il timore – dicono – è che si allarghi troppo.


21
settembre

DAVIDE PANIATE A DM: A ZELIG OFF MI DIVERTO A FARE DA SPALLA ALLE FANCIULLE

Davide Paniate

Cosa ci fa un farmacista sul palco di Zelig Off? Offre la sua cura personale a base di gag e risate. Non è una battuta né una barzelletta, è la storia di Davide Paniate che dopo tanti anni di tv e cinema, e con una laurea in farmacia in tasca, è approdato assieme a Katia Follesa (qui la sua intervista) alla sua prima conduzione importante, quella di Zelig Off, ogni lunedì in seconda serata su Italia 1.

Hai debuttato come conduttore. E’ stata in assoluto la tua prima volta?

Ufficialmente direi di sì, ma ormai sono tre anni che presento sia il laboratorio artistico di Zelig che i provini, inoltre con Federico Basso (ex conduttore di Zelig Off) e Gianni Cinelli, i miei compagni del trio comico Boiler abbiamo presentato le selezioni del laboratorio comico Ridi’nBlu, insomma direi che negli ultimi anni mi sono allenato parecchio…

E come ti trovi con la tua partner Katia Follesa? E’ vero che vi conoscete da tanto?

Ma sì, abbiamo iniziato praticamente insieme a Milano nel gruppo laboratorio comico Scaldasole. Assieme a noi c’erano Geppi Cucciari, i Pali e Dispari e tanti altri. Ci siamo sempre frequentati e io in passato la accompagnai anche in tournée quando era in coppia con Valeria. Mai avrei pensato di ritrovarmi dopo tanti anni con lei a condurre Zelig Off su Italia 1.

A Zelig Off ricevi il testimone dal tuo amico e collega Boiler Federico Basso. Qual è il tuo modello di conduzione? Si sente l’ombra di Claudio Bisio?

Cerco di essere me stesso, di non avere modelli in particolare ed essere originale. Poi è normale che se si parla di Zelig il riferimento, per forza di cose, è Claudio. Tanti comici che poi sono diventati famosi devono molto a lui, perché è riuscito ad essere la spalla ideale e a far emergere il loro talento. A Zelig Off anche Federico è stato molto bravo a valorizzare gli artisti che si esibivano sul palco ed io spero di fare altrettanto. Quest’anno abbiamo dei comici davvero in gamba e poi molte donne. E la cosa mi piace parecchio perché mi diverto a far da spalla alle fanciulle, con loro posso fare la vittima…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





30
giugno

ZELIG: SPUNTA L’IPOTESI BONOLIS MA IN POLE CI SAREBBERO DE LUIGI E MANNINO

Michelle Hunziker e Claudio Bisio

Gli ascolti mediocri dell’ultima edizione sembravano aver imposto un anno di pausa per Zelig ma gli inaspettati forfait di Claudio Bisio e Paola Cortellesi hanno decisamente cambiato le carte in tavola. Gli storici autori del programma, Gino e Michele, insieme a Giancarlo Bozzo, sono alla ricerca di due nuovi conduttori che possano ridare al format la freschezza di un tempo ricreando quell’alchimia vincente che era stato il marchio di fabbrica della coppia Bisio-Incontrada.

L’eredità da raccogliere è pesante: Zelig e Claudio Bisio sono da sempre una cosa sola e trovare un altro fuoriclasse dell’intrattenimento alla sua altezza non è cosa da poco. Secondo le indiscrezioni del quotidiano Libero, Mediaset avrebbe pensato di “tagliare la testa al toro” puntando ad un altro fuoriclasse della tv come Paolo Bonolis. Tuttavia l’ipotesi pare destinata ad essere scartata a priori in quanto il cachet di Bonolis non sarebbe accessibile per il programma oltre alla difficoltà di immaginare una presenza femminile al suo fianco.

Il nome che circola maggiormente è però quello di Fabio De Luigi, cresciuto tra le fila della Gialappa’s e ultimamente molto presente al cinema con diversi titoli che hanno sbancato il botteghino italiano. Gli altri nomi che si fanno sono quelli del Mago Forest e di Enrico Brignano. Per la parte femminile, l’erede naturale sarebbe Teresa Mannino, già conduttrice di Zelig Off, mentre una valida alternativa, a nostro avviso, sarebbe Michelle Hunziker, il cui ritorno, però, appare poco probabile. Intanto dalla versione di seconda serata sembrano arrivare le prime certezze: i nuovi volti sarebbero Katia Follesa e Davide Paniate, entrambi cresciuti alla corte di Gino e Michele.


25
settembre

UN SATURDAY NIGHT LIVE IN SALSA NOSTRANA

 

Saturday Night Live @ Davide Maggio .it

 

Saturday Night Live è definito da sempre lo show più irriverente e spregiudicato della televisione internazionale. Poteva mancare con una sua versione made in Italy? E così Italia 1, la rete che più di tutte ha sperimentato format internazionali, dedicati ad un pubblico giovane, non ci ha pensato su due volte e da martedì 30 settembre, a partire dalle ore 23.55 trasmetterà, nonostante lo scarso successo di qualche anno fa, il remake italiano di questo mitico show comico all’americana. Protagonisti saranno Andrea Santanastaso, Davide Paniate, Andrea Pellizzari e Iaia De Rose.

Nelle intenzioni degli autori, il Saturday Night Live milanese si rifarà, nello stile e nella potenza satirica, all’originale made in Usa ma con uno sguardo attento all’attualità e al gusto tipicamente italiano. Ogni settimana, infatti, con Weekend Update si farà il punto di quello che è accaduto nel nostro Paese attraverso intermezzi comici politicamente scorretti. Il SNL avrà un cast fisso e, per ogni puntata, una guest star diversa, che giocherà a fare il conduttore della serata, partecipando agli sketch dei comici esordienti.

Come soltanto noi di DM avevamo anticipato in questo post, la riedizione di SNL sarebbe dovuta andare in onda già da maggio ma la corposità di uno show del genere ne avrà fatto slittare la partenza a settembre. Sembra che Mediaset creda molto in questo progetto, tanto da tirarlo fuori dalla naftalina. Il programma, infatti, non è una novità come vorrebbero farci credere con slogan del tipo: “Nessuno fino ad ora ha avuto il coraggio di realizzarlo fuori da New York, tranne Italia 1”. Una prima edizione della versione italiana di SNL fu trasmessa già nel 2006 e non è certo passata alla storia. La prima puntata raccolse solo 421.000 spettatori, con una share del 4.05%.